MENU

K-HOME | KIROLANDIA | KIRI | REGOLAMENTO | CONTATTI  | corrente culturale | frida.artes | cookie law
Kirosegnaliamo | Kiroalmanacco | Kirosegnaliamo
K-NEWS |FOTO | RACCONTI | POESIE | DISEGNI/PITTURE | PALCOSCENICO | MUSICA | ARTE | CINEMA | LIBRI | COSTUME/SOCIETA' | SCIENZE/NATURA | VIDEO
IppoKiro PutzoKiro MayaKira LoveKira ManuKira AttiroKira VolpocaKiro MireKira Krouge VeraKira

giovedì 13 febbraio 2014

SOGNI PROIBITI risate oniriche e surreali sino all’ultimo


Recensione critica dello spettacolo teatrale SOGNI PROIBITI  di Alessandro Londei e Brunella Caronti, regia di Alessandro Londei
con Alberto Mosca, Brunella Caronti, Silvia Catalano, PierLuigi Licenziato, Alessandro Londei
Otto Febbraio Duemilaquattordici, Teatro Duse – Roma



Nella deliziosa cornice del teatro DUSE si svolgono i SOGNI PROIBITI inventati dai due autori Alessandro LondeiBrunella Caronti per trasportare il pubblico verso percorsi onirici e surreali.
Molteplici personaggi veri ed immaginari, usciti da meandri interiori, paure recondite, deliri diurni e notturni, prendono parte ad un continuo gioco di simpatici siparietti.

L’espediente dello scambio di personalità tra la “concubina” colf e la padrona di casa, scrittrice in partenza con l’editore, suo amante, per un presunto lavoro è studiato ad arte per irretire direttamente in camera da letto il medico di grido, sino a divenire punto di partenza per una commedia leggera intrisa di equivoci tra ménage assortiti nei più svariati incastri ed assurde modalità. Con dovizia di particolari l’ingannatrice allestisce tutta la scena per indurre il malcapitato a credersi quasi pazzo, sino ad abbandonarsi definitivamente a lei, uno stratagemma così ben congeniato verso l’inverosimile tanto da sfuggirle addirittura totalmente di mano.


La simpatica pièce, ricca di energia sin dall’inizio, si dipana in una sceneggiatura, continua staffetta tra entrate ed uscite, ripetute situazioni nonsense, inverosimili modificazioni di personalità, tanto da sembrare che la penna autorale, dotata di autonomia, sia capace di scrivere da sola riuscendo anche a trasbordare in stralci prestati da altri testi teatrali di chiara fama e format televisivi ben conosciuti.
In alcune situazioni però questo continuo gioco testuale, se pur molto accattivante, tende a perdersi dietro percorsi troppo complessi e sovrabbondanti, che lasciano leggermente disorientato il pubblico comunque molto divertito sino all’ultimo.

Tra gli attori della pièce, Brunella Caronti, Silvia Catalano, PierLuigi Licenziato, Alessandro Londei, risultano molto affiatati e ben coordinati da quest’ultimo, buon interprete ma anche regista accorto nel muovere continuamente i personaggi, Alberto Mosca, il vero protagonista di quei sogni, si distingue per capacità interpretativa e mimica riuscendo a supportare ogni attimo dello spettacolo.

La scenografia e le luci di Fulvio Ferrara sono ben organizzate, il grande letto centrale si trasforma in un accattivante spazio scenico da cui emergono continue sorprese, altri elementi dell’arredo sono ben prestati a semplici trasformazioni d’effetto.

In definitiva SOGNI PROIBITI è una commedia spensierata e vivace da cui si esce leggeri e sorridenti.

Associazione Culturale “Lo Spettacolo Continua”
SOGNI PROIBITI
Autori: Alessandro Londei e Brunella Caronti
Regia: Alessandro Londei
Interpreti:  Alberto Mosca,, Brunella Caronti, Silvia Catalano, PierLuigi Licenziato, Alessandro Londei
Scene e Luci: Fulvio Ferrara
Audio: Gianluca de Renzi

 Potresti leggere anche 

IL DONO DI HITLER. TEREZIN di Daria Veronese, opera teatrale di valore storiografico.

IL GIRO DEL MONDO con L’ORCHESTRA DI PIAZZA VITTORIO, un viaggio denso di emozioni

Se consideri questo post interessante scrivi un commento o clicca mi piace!  

Nessun commento:

Posta un commento