MENU

K-HOME | KIROLANDIA | KIRI | REGOLAMENTO | CONTATTI  | corrente culturale | frida.artes | cookie law
Kirosegnaliamo | Kiroalmanacco | Kirosegnaliamo
K-NEWS |FOTO | RACCONTI | POESIE | DISEGNI/PITTURE | PALCOSCENICO | MUSICA | ARTE | CINEMA | LIBRI | COSTUME/SOCIETA' | SCIENZE/NATURA | VIDEO
IppoKiro PutzoKiro MayaKira LoveKira ManuKira AttiroKira VolpocaKiro MireKira Krouge VeraKira

lunedì 23 giugno 2014

KIROSEGNALIAMO 23-29 Giugno 2014


Kiri, continuano le segnalazioni in Kirolandia blog di cooperazione dell'omonima corrente culturale.
Per voi, di settimana in settimana, alcuni suggerimenti, piccoli e grandi, sia In che Off, selezionati sulla base delle vostre importanti indicazioni, in pieno kirostile, qualità libera da tutto e da tutti!!!

Quindi...

in PALCOSCENICO

DEBUTTO
TRE TERRIERI  la politica terra terra” di Roberto Di Marco, Fulvio Maura e Angelo Sateriale
ROMA FRINGE FESTIVAL  Palco B – Roma – Martedi  24, ore 23.30  - Mercoledi 25 giugno, 22.00  - Venerdi 27 giugno,  20.30
Il ROMA FRINGE FESTIVAL è la più grande italiana del teatro Off  con 72 Spettacoli su 3 palchi  - dal 7 Giugno al 12 Luglio - Con i patrocini: Assessorato Cultura, creatività e promozione artistica di Roma Capitale, Municipio Roma II e Biblioteche di Roma.
---
Versione integrale dell’omonimo corto vincitore del concorso "Autori nel cassetto, attori sul comò 2013" e versione teatrale della serie web “Tre Terrieri – La politica terra terra”, prodotta con il sostegno di un crowdfunding diffuso in rete.  La suggestione che plasma e attraversa l’intero spettacolo è ispirata a La Fattoria degli animali di George Orwell. Il testo, facendo propria l’orwelliana metafora della fattoria come microcosmo che rappresenta il macrocosmo della società, vuole trasporre sulla scena l’attuale situazione politica italiana, disperata, grottesca e surreale proprio come lo spettacolo.  La sceneggiatura si muove intorno alle gesta di tre fratelli che, dopo aver vissuto vite parallele attraverso esperienze diverse, si ritrovano, a gestire per la prima volta insieme la fattoria di famiglia, dopo la morte dei genitori. Da qui litigi, fraintendimenti, risate e prese in giro si alternano in un testo serrato e pungente.  La storia è narrata in un dialetto inventato, nuovo, unico, ispirato alle sonorità del meridione, che nella bocca del più colto dei tre fratelli si fonde insieme a un latino maccheronico e divertente. Un dialetto che, seppur distante da quello parlato dal popolo, riesce a coglierne l’essenza.
Autori, registi, interpreti: Roberto Di Marco, Fulvio Maura e Angelo Sateriale
http://romafringefestival.net

DEBUTTO
GROPPI D’AMORE NELLA SCURAGLIA” di Tiziano Scarpa
ROMA FRINGE FESTIVAL  Palco B – Roma – Mercoledi 25, ore 23.30  - Giovedi 26 giugno, 22.00  - Venerdi 27 giugno,  23.30
Il ROMA FRINGE FESTIVAL è la più grande italiana del teatro Off  con 72 Spettacoli su 3 palchi  - dal 7 Giugno al 12 Luglio - Con i patrocini: Assessorato Cultura, creatività e promozione artistica di Roma Capitale, Municipio Roma II e Biblioteche di Roma.
---
Il testo di Scarpa è un racconto in versi che, attraverso una lingua inventata che richiama i dialetti del centro-sud, descrive un percorso di rinascita e, in qualche modo, di redenzione. Il linguaggio poetico di Scarpa deforma il nostro immaginario e i corpi dei protagonisti divengono archetipi grotteschi di un mondo in sfacelo; immagini che richiamano l'immaginario di Bosch raccontando la storia di Scatorchio e del suo amore per Sirocchia in un paese sommerso dai rifiuti.
Pochi elementi in scena per rappresentare una storia ricca di elementi narrativi che non manca mai di sorprendere per l'originalità delle soluzioni messe in atto. Lo spettatore si trova così immerso in un mondo composto da suoni antichi ma pur sempre riconoscibili, da immagini, musiche che richiamano un mondo naif tracciato con penellate severe e marcate.
Carichi Sospesi_ Autore: Tiziano Scarpa Regia: Marco Caldiron - Interprete: Silvio Barbiero Scene: Paolo BandieraCostumi: Anna CavaliereMusiche: Sergio Marchesini e Debora Petrina
http://romafringefestival.net

DEBUTTO
“LA STORIA DE GIULIETTO, MARISA E DE LA MANO IN CHIESA” di Elisa Tulli
TEATRO KOPÓ  - Roma – da Giovedi 26 a Domenica 29 giugno 2014  -  aperitivo ore 20.00 - spettacolo ore 21.00
Procede con un ottimo riscontro di pubblico la Rassegna Estiva organizzata dal Teatro Kopó  di Roma.
In scena ora una commedia musicale che ci riporta alla Roma degli anni Cinquanta grazie a Elisa Tulli interprete e autrice dello spettacolo e Mauro Simone alla regia
Marisa, giovane fioraia, cerca di sfuggire al matrimonio combinato con il pizzicarolo di quartiere Giulietto. E così, tra i vari personaggi, gli scherzi e i fraintendimenti conoscerà l’amore vero.
A fare da contrappunto alla storia le più celebri canzoni della musica romana accompagnate dalla fisarmonica di Cristiano Lui.
Autrice: Elisa Tulli – Regia: Mauro Simone -  Interprete: Elisa Tulli – Fisarmonica Cristiano Lui
www.teatrokopo.it

del CINEMA

DEBUTTO
“CIAK ...su il sipario” rassegna cinematografica a cura di Antonio Lupi e Junia Tomasetta
TEATRO MILLELIRE  - Roma – da Martedi 24 Giugno a Giovedi 7 Agosto 2014  - Martedi, Mercoledi e Giovedi, ore 18.00
Il Teatro Millelire, anche d’estate, continua la sua attività. Per tre sere a settimana, propone Ciak...su il sipario” una rassegna cinematografica di pellicole famose, riadattate da piece teatrali di drammaturgia contemporanea.
Questa settimana:
24 giugno -  “Scrivimi fermo posta” del 1940, prodotto e diretto da Ernst Lubitsch, tratto dalla commedia Parfumerie (1937) delcommediografo ungherese Miklós László, interpretato da James Stewart e Margaret Sullavan.
25 giugno - “Un tram che si chiama desiderio” del 1951 diretto da Elia Kazan, con protagonisti Vivien Leigh e Marlon Brando.È basato sull'omonimo dramma di Tennessee Williams del 1947.
26 giugno -  “Come sposare un milionario” del 1953 diretto da Jean Negulesco. Il film trae ispirazione dalle opere teatrali The Greeks Had a Word for It di Zoë Akins e Loco di Dale Eunson e Katherine Albert. Con Marilyn Monroe, Lauren Bacall e Betty Grable.
Curatori:  Antonio Lupi e Junia Tomasetta

DEBUTTO
“CARATA BIANCAdi Andrés Arce Maldonado
NELLE SALE ITALIANE da Giovedi 26 Giugno 2014
Roma. È la vigilia di San Valentino. Tre personaggi (due stranieri e un’italiana) si incontrano e si scontrano: ancora non lo sanno, ma ognuno di loro sta per cambiare la vita dell’altro. Kamal è un giovane e atipico pusher marocchino, amante dei libri e nemico di ogni fondamentalismo; sogna di diventare italiano, europeo, occidentale, e intanto spaccia droga nella biblioteca di quartiere. Vania, bella badante moldava, gentile e religiosa, è perseguitata dalle allucinazioni del suo mostruoso passato. E poi c’è Lucrezia, grintosa imprenditrice italiana innamorata del suo cane e della propria azienda, che come tanti altri è finita nelle grinfie di un usuraio, quasi senza rendersene conto.
Durata: 90 minuti - Paese: Italia, 2013 -Genere: Drammatico
Produzione: produzione partecipata -  Distribusione italiana: Distribuzione Indipendente
Regia: Andrés Arce Maldonado - Sceneggiatura: Andrea Zauli - Cast: Mohamed Zouaoui, Tania Angelosanto, Patrizia Bernardini, Valentina Carnelutti - Fotografia: Maura Morales Bergmann - Montaggio: Jennie Vazquez Alarcón - Musiche: Max Trani

DEBUTTO
“ERA MEGLIO DOMANIdi Hinde Boujemaa
NELLE SALE ITALIANE da Giovedi 26 Giugno 2014
Dopo il successo riscosso alla Mostra del cinema di Venezia 2012 e a distanza di tre anni dalla rivoluzione tunisina, esce nelle sale italiane giovedì 12 giugno il documentario “Era meglio domani” (Ya Man Aach), della regista tunisina Hinde Boujemaa.  L’opera è ambientata, appunto, durante la rivoluzione tunisina del 2011 e segue il percorso di una donna, Aida, che, nel periodo della primavera araba, deve ripartire da zero e vuole solo guardare al futuro.
Si sposta da un quartiere all’altro di Tunisi, alla ricerca di un posto dove ripararsi con i suoi figli, e non fa alcun caso agli eventi storici che si stanno svolgendo intorno a lei. Il suo scopo è quello di trovare una via d’uscita ed è convinta che la rivoluzione sia una benedizione.
Il documentario (che segue per un anno e mezzo la vita questa donna), giunge adesso in Italia a cura di Cineclub Internazionale Distribuzione (che nei mesi scorsi ha già distribuito “The Parade – La sfilata”, “Las Acacias”, “Qui e Là”, “Choco” e “St@lker”).
Durata: 74 min. – Paese: Tunisia, 2012 -  Genere: Drammatico
Produzione Cinétéléfilms - Distribuzione italiana: Cineclub Internazionale – Mariposa Cinematografica
Produttori Habib Attia - Dora Bouchoucha Fourati
Sceneggiatura e regia: Hinde Boujemaa - Fotografia Siwar Ben Hassine, Mehdi Bouhlel, Hatem Nechi
Film editing:  Imen Abdelderi, Naima Bachiri, Mehdi Barsaoui
www.cineclubinternational.eu

PROSEGUE...
 “LA PIOGGIA CHE NON CADE la colonna sonora di un sogno” di Tonino Abballe
NELLE SALE ITALIANE da Giovedi 19 Giugno 2014
Film ideato e scritto da Tonino Abballe e diretto da Marco Calvise. Una commedia musicale fresca e originale, che ruota attorno alla band pop folk romana degli inverso, realmente esistente. Fortemente voluto da Tonino Abballe, produttore e distributore della pellicola, e da Carlo Picone, leader degli inverso, “La pioggia che non cade” racconta la storia di una giovane band dei giorni nostri e dei suoi componenti, legati da una forte amicizia – consolidata negli anni grazie a numerose esibizioni dal vivo – e da una sincera condivisione di valori. Una storia semplice e brillante, che vede come protagonista assoluta la passione per la musica: la sceneggiatura originale è ispirata alle note e ai testi dell’omonimo album della band, dodici e intensi brani guidano e scandiscono la narrazione del film, arricchendolo di atmosfere e significato. “La pioggia che non cade” è infatti il primo album degli inverso, pensato e strutturato come un concept album in cui viene affrontato un viaggio personale e metaforico, che ora, grazie a questa intensa commedia, prende vita, portando il sound e la parola degli inverso dritti su grande schermo.
Durata: 86 minuti - Paese: Italia - Genere: commedia musicale
Produzione e distribuzione: Tonino Abballe Communication s.r.l.
Regia: Marco Calvise  - Soggetto: Tonino Abballe - Sceneggiatura: Tonino Abballe, Paola Savinelli - Cast: Carlo Picone, Anna Russo, Mauro Fiore, Vincenzo Picone, Simone PlettoVincenzo Citriniti, Viviana Colais, Francesca Nunzi, Elisabetta Ventura, Vincenzo de Michele, Marco Paparella, Lucia Centorame, Philippe Guastella - Fotografia: Dario Di Mella - Montaggio: Daniele Campelli - Suono: Vincenzo Santo  - Musiche: Inverso - Colonna sonora originale: Inverso - Post produzione: System Project e Laser Film
https://www.facebook.com/lapioggiachenoncade?fref=ts

PROSEGUE...
“ORE DICIOTTO IN PUNTO” di Giuseppe Gigliorosso
NELLE SALE ITALIANE da Giovedi 12 Giugno 2014
I NUMERI DI ORE DICIOTTO IN PUNTO: 67 i giorni di lavorazione, 7 i mesi impiegati per le riprese, 37 gli attori, 300 le comparse, 55 le location, 131 le scene girate, 3.934 i ciak battuti, 22h 33’ 40” il girato, 1.312 i punti macchina, 2 i direttori della fotografia, 2.902 le sigarette fumate, 5 le automobili di scena, 1 il camper, 4 il giorno e il mese di inizio riprese, 52 le papaline rosse, 6 i cappelli di scena, 3 i pianoforti, 77 the Coproducers, 22 il giorno di fine lavorazione, 10 le teglie di pasta al forno, 60 le lenzuola, 118 le mollette per il bucato, 5361 i caffè, 20 i litri di vino rosso, 8 le giornate di vento, 25 le brandine in una palestra, 2.680 i pasti, 748 i panini, 1 la notte insonne.
SINOSSI :Un polveroso ufficio fuori dal tempo contiene i fascicoli in cui è segnata la vita degli esseri umani. Paride lavora lì da più di tremila anni. Alle diciotto in punto di un piovoso pomeriggio, Paride ha appuntamento con Nicola, un barbone sconfitto e disilluso che ha deciso di farla finita.  All’orario previsto, però, una serie di eventi sconvolgerà le loro vite e quelle di tanti altri. Nulla di ciò che accadrà poteva essere preventivato e le certezze immutabili dell’Ufficio crolleranno miseramente.  Nell’esistenza umana ci sono varianti come l’amore, l’amicizia, la forza delle idee, la gioia di vivere, che riescono a essere più potenti del fato e degli eventi, a volte durissimi, che segnano le esistenze terrene.
Il destino non è scritto nelle stelle, ma si costruisce dentro ognuno di noi. Perché gli esseri umani, comunque vadano le cose, hanno “sempre” la possibilità di scegliere.
Durata: 97 min. - Nazione: Italia
Produzione: The Coproducers – Produttore esecutivo: Eikona Film  Distribuzione: Mariposa cinematografica
Soggetto e sceneggiatura: Giuseppe Gigliorosso -  Regia: Giuseppe Gigliorosso -  Collaborazione alla sceneggiatura: Valentina Gebbia -  Interpreti: Paride Benassai  - Salvo Piparo  - Roberta Murgia - Valentina Gebbia   -  Fotografia:  Rosario Neri, Gabriele De Palo -  Montaggio: Giuseppe Gigliorosso -  Musica:  Francesco Di Fiore – Costumi: Silvio Alaimo                       

PROSEGUE...
“ 365 PAOLO FRESU – IL TEMPO DI UN VIAGGIO” di Roberto Minini Merot
NELLE SALE ITALIANE da Giovedi 5 Giugno 2014
365 ha l’ambizione di descrivere e raccontare, con respiro corale, la figura umana e artistica di un grande musicista, le sue esperienze, i suoi vissuti, il mondo cui appartiene. Più che una biografia o un ritratto di Paolo Fresu, il film
disegna una geografia di emozioni: i ricordi, le tradizioni e gli stili musicali, gli incontri, i tanti luoghi percorsi –città e paesaggi naturali, luoghi d’arte e luoghi sacri, teatri e sale di registrazione - danno vita alla ricerca di un artista che proietta la propria immagine in un altrove, dove il confronto e la condivisione con altre esperienze, le sue riflessioni, quelle degli amici o di chi lo ammira come esempio da seguire, trovano la propria ragion d’essere in quello spazio sottile in cui si esprime il suo viaggio interiore, sempre e solo nel
nome della musica. Vic e Raffaele sono in viaggio. Raffaele è un giovane musicista che si sta affermando come nuova promessa del jazz. La “Tuk Music”, l’etichetta di Fresu, gli ha pubblicato il primo disco, e ora è atteso ad un importante appuntamento live. Vic è il manager di Fresu e sta seguendo da vicino gli sviluppi della carriera di Raffaele, il quale sta vivendo in prima persona la realizzazione di un sogno: ha conosciuto un “maestro” che crede nel suo talento. Il viaggio è l’occasione per un intenso e appassionato dialogo sul mondo musicale di Fresu, sul suo modo di vivere e intendere la musica, abbracciando con essa altre sfere dell’arte: la poesia, la letteratura, il teatro, l’arte
visiva, il cinema.
Genere: Docufilm - Durata: 100 min. - Nazione: Italia
Produzione: Myro communication - Coproduzione: RSI Radiotelevisione italiana, Tuk Music e Own Air srl - Distribuzione: Mariposa Cinematografica, Own Air srl
Regia: Roberto Minini Merot – Interpreti: Paolo Fresu  - Fotografia: Enrico Maria Brocchetta, Angelo Volponi, Alberto Bernasconi, Daniela Bellu - Suono: Sergio Bianchi, Federico Minini, Mauro Tondini - Sound Engineer e Mix finale: Federico Minini - Editor Supervisor: Enzo Papetti - Additional Editor: Enrico Lotti - Assistenti di produzione Myro: Saverio Boggi, Lucia Leoni, Valentina Oldrati
Assistente di produzione RSI: Marcella Mantovani - Post-produzione audio: BoomBox Studio-Milano - Post-produzione finale digitale: Myro Film – Milano - Animazione sigla Artwork: Benno simma e Matteo Moretti
Ufficio stampa: Marcella Sullo
www.ownair.it/365

per l’ARTE

DEBUTTO
“IN FLUXUS” di Nicole Voltan
Durante: GATAWAY DANCITYFESTIVAL
PALAZZO CANDIOTTI –Foligno - da Giovedi 26 a Sabato 28 giugno - Giovedì ore 18:00-22:00_venerdì-sabato ore10:00-13:00 -15:00-21:00
Vernissage di apertura, Giovedì 26 giugno alle ore 18:00
Nicole Voltan è tra i dieci vincitori del bando Dancity - Gataway / WeTransfer /
Giovane artista veneta con una forte attitudine scientifica che l’ha portata a lavorare sul concetto di “vincolo”.
Dal bando DANCITY // WETRANSFER // OPEN CALL promosso dall’Associazione Culturale Dancity, dieci artisti e collettivi si sono guadagnati uno spazio all’interno del Gateway Dancity Festival, il portale di scambio e di sperimentazione tra le arti
GATEWAY non è solo il concept della nona edizione del Dancity Festival che, a partire dal 26 Giugno prossimo, animerà per tre giorni la città di Foligno, ma anche il tema del bando rivolto ad artisti, fotografi, illustratori, video-maker e designer che hanno avuto l’occasione di presentare il proprio progetto all’interno della cornice del Dancity Festival, in una location esclusiva come quella delle stanze di Palazzo Candiotti.
Numerose le partecipazioni, nazionali ed internazionali, che hanno concorso all’Open Call grazie alla visibilità data da WeTransfer, partner tecnico ed unico mezzo di trasmissione dei progetti
http://www.dancity.it/festival/2014/ita/index.html

PROSEGUE...
 “FRIDA KALHO” a cura di Helga Prignitz-Poda
SCUDERIE DEL QUIRINALE – Roma – sino a Domenica 31 Agosto, orari vari.
Una grande mostra sull'artista messicana Frida Kahlo (1907-1954), simbolo dell'avanguardia artistica e dell'esuberanza della cultura messicana del Novecento. Roma e Genova presentano con un progetto congiunto e integrato due importanti mostre incentrate sull’opera dell’artista messicana Frida Kahlo. La mostra romana indaga Frida Kahlo e il suo rapporto con i movimenti artistici dell’epoca, dal Modernismo messicano al Surrealismo internazionale, analizzandone le influenze sulle sue opere, comprende una selezione di circa 130 opere, dipinti e autoritratti, tra cui l'Autoritratto con collana di spine del 1940 mai esposto in Italia, e i ritratti di Frida realizzati dal suo amante Nickolas Muray. 
Sponsor: Etro e BioNike 
www.scuderiequirinale.it



Kirosegnaliamo esce all’inizio di ogni settimana, chi volesse darci comunicazione di eventi con rilievo artistico-culturale può scriverci a kirolandia@gmail.com oppure info@kirolandia.com,  entro la domenica precedente, specificando chiaramente la richiesta di segnalazione, provvederemo previa specifica selezione all'inserimento … 

Se consideri questo post interessante scrivi un commento e/o clicca mi piace!!!    

Nessun commento:

Posta un commento