MENU

K-HOME | KIROLANDIA | KIRI | REGOLAMENTO | CONTATTI  | corrente culturale | frida.artes | cookie law
Kirosegnaliamo | Kiroalmanacco | Kirosegnaliamo
K-NEWS |FOTO | RACCONTI | POESIE | DISEGNI/PITTURE | VIDEO | PALCOSCENICO | MUSICA | ARTE | CINEMA | LIBRI | COSTUME/SOCIETA' | SCIENZE/NATURA
IppoKiro PutzoKiro MayaKira LoveKira VirusKira ManuKira AttiroKira Krouge ChiKira VolpocaKiro MireKira

lunedì 30 giugno 2014

KIROSEGNALIAMO 30 Giugno- 6 Luglio 2014


Kiri, continuano le segnalazioni in Kirolandia blog di cooperazione dell'omonima corrente culturale.
Per voi, di settimana in settimana, alcuni suggerimenti, piccoli e grandi, sia In che Off, selezionati sulla base delle vostre importanti indicazioni, in pieno kirostile, qualità libera da tutto e da tutti!!!

Quindi...


in PALCOSCENICO

DEBUTTO
LAMAGRA  di Emanuela Bianchi
ROMA FRINGE FESTIVAL  Palco C – Roma – Lunedi 30 Giugno, ore 20.30  - Martedi 1 Luglio, 23.30  - Mercoledi 2 Luglio,  22.00
Il ROMA FRINGE FESTIVAL è la più grande italiana del teatro Off con 72 Spettacoli su 3 palchi  - dal 7 Giugno al 12 Luglio - Con i patrocini: Assessorato Cultura, creatività e promozione artistica di Roma Capitale, Municipio Roma II e Biblioteche di Roma.
---
Calabria 1769. Storia vera di una donna. Cecilia Faragò è l’ultima fattucchiera processata per stregoneria nel Regno di Napoli, processi che grazie a lei e alla sua battaglia non saranno più celebrati in tutto il sud. Una microstoria che si affaccia dal passato e richiede un ascolto, uno spiraglio di redenzione che risale dai secoli. Una voce di quel mondo di storie disperse che formano la memoria negata del genere femminile. Profetessa dell’uguaglianza e donna irregolare di un Mediterraneo arcaico, viscerale, erotico, fatto di magismo, superstizione e divinazione, forze in “dote” al femmineo. Terra, ruscelli, erbe magiche, natura aspra. Notti di luna e profumi arcani di un sud dell’anima e del corpo. Si mettono in scena i luoghi eterni della generazione e dell’eros, della diffusività maternale di vita, morte e reificazione in corpore femina. Non un semplice monologo, ma un’interazione di voci. Un linguaggio denso e terrestre come humus, impastato di un materiale verbale pieno e screziato. Il corpo è utilizzato come strumento della narrazione che coinvolge lo spettatore in una esperienza sensoriale potente, poetica e parossistica. 
Associazione Confine Incerto_Idea: Emanuela Bianchi – Autori: Emilio Suraci e Emanuela Bianchi - Adattamento e interprete: Emanuela Bianchi
http://romafringefestival.net

DEBUTTO
“NANO EGIDIO Season One e Season Twodi Marco Ceccotti, Simona Oppedisano, Francesco Picciotti
TEATRO KOPÓ  - Roma – Season One Martedi 2 e Mercoledi 3 luglio 2014 – Season Two da Giovedi 4 a Domenica 6 luglio 2014 - aperitivo ore 19.30 - spettacolo ore 20.30
Nano Egidio. Season One”
E’ una serie teatrale, come quelle che si vedono in televisione, solo che è in teatro. Lo spettacolo pone le sue basi su tre elementi fondanti: i miti, il gioco e i telefilm. Figure, in passato protagoniste di storie e racconti noti, ma anche personaggi dell'immaginazione o dell'immaginario culturale, si rimettono in gioco sotto forma di pupazzi, burattini, giocattoli agendo in un mondo a loro nuovo, quello dei Telefilm. In questo modo il passato dei racconti orali, delle fiabe e delle folktales si incontra con il presente delle serie televisive e del cinema. La messa in scena mescola elementi di teatro di figura, comicità di situazione e stand-up comedy.Come ogni serie che si rispetti, è divisa in episodi: Un c.a.s.o. piccolo piccolo - Dottor Dotto Anatomy - Romanzi Criminali. Ogni puntata riprende la tecnica, lo stile, i temi ed i cliché delle varie serie televisive note, passate e presenti.
Nano Egidio. Season Two”
 Un anno dopo le vicende narrate nella prima stagione Nano Egidio si è ripreso dalla difficile operazione a cui è stato sottoposto e l'amicizia con l'ispettore Batman è più forte che mai. Di solito le storie finiscono con il lieto fine, ma in verità il “Tutti vissero felici e contenti” è una bugia, un'illusione, una frase che si dice quando si è stanchi di raccontare una fiaba. Nella grande città infatti, la criminalità è ad altissimi livelli: violenza, rapine, politici corrotti che fanno il brutto e il pessimo tempo, Baricco ministro della cultura e una nuova e pericolosissima droga prodotta dal famigerato e misterioso Schrödinger. Come se non bastasse uno spietato killer uccide il il teneroso medico legale Cookie, il beffardo gioco del destino beffardo vuole che esattamente 2 anni, 2 mesi e 15  giorni prima, veniva uccisa Elisabetta The, l'unico e vero amore di Batman. Il tenebroso detective, per indagare dovrà combattere contro la veste dei fantasmi del passato, quella che cadendo lascia il quadro immacolato, al suo fianco ci sarà il Nano Egidio e tutta l'allegra combriccola composta da Dotto, Assistente Gerardo e la sperimentale Dottoressa Nuda.
Autori, registi, interpreti: Marco Ceccotti, Simona Oppedisano, Francesco Picciotti

DEBUTTO
“TEATRI DI PIETRA Lazio 2014”
PARCO MALBORGHETTO – Roma / ANFITEATRO DI SUTRI – Sutridal 4 al 19 Luglio 2014, ore 21.15
Al via la nuova edizione dei Teatri di Pietra Lazio, segmento regionale della rete culturale per la valorizzazione dei teatri antichi e dei siti monumentali attraverso lo spettacolo dal vivo con oltre venti siti coinvolti in cinque regioni, dalla Toscana alla Sicilia, che ospiteranno più di cento appuntamenti, per una programmazione interamente dedicata ai grandi temi classici del Mediterraneo. Il progetto è realizzato da Pentagono Produzioni in "rete" con Circuito Danza Lazio e CapuAntica Festival, con la collaborazione della Soprintendenza Speciale per i Beni Archeologici di Roma per l'area di Malborghetto e della Soprintendenza dell'Etruria Meridionale per l'Anfiteatro di Sutri, con l’egida del Patrocinio del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e della Regione Lazio .
Dodici appuntamenti di teatro, teatro musicale e danza con numerose novità che vedono accanto a protagonisti noti come Mariangela D’Abbraccio, Ernesto Lama, Maurizio Donadoni, Giuseppe Pambieri, Sebastiano Tringali e Pamela Villoresi, una folta schiera di artisti.
Nei suggestivi siti storico - archeologici di Sutri e Malborghetto, un interessante programma con otto opere in cui i temi classici e il mito diventano “materia sensibile”, in un confronto con il contemporaneo attraverso il rito del teatro, in luoghi in cui paesaggio, tradizione e arte rappresentano un unicum straordinario e irripetibile.
Con il Patrocinio MiBact Ministero dei Beni delle Attività culturali e del Turismo - Regione Lazio - Ass.to alla Cultura . In collaborazione per l'area archeologica di Malborghetto – Roma Soprintendenza Speciale per i Beni Archeologici di Roma e Comune di Roma – XV Municipio per l'Anfiteatro di Sutri – Viterbo Soprintendenza Beni Archeologici dell’Etruria Meridionale - Comune di Sutri Ideazione e Realizzazione PENTAGONO PRODUZIONI ASSOCIATECIRCUITO DANZA LAZIO nell’ambito della rete culturale dei TEATRI di PIETRA con il sostegno Capuantica Festival Consorzio Teatro Tuscia
Questa settimana:
PULCINELLA E L’IMPERATORE di Aurelio Gatti (4 Luglio - 6 Luglio)
Inaugura la kermesse, il 4 Luglio nel Parco Archeologico di Malborghetto, un’anteprima nazionale che ripropone temi dell’aspirazione alla libertà e della ricerca dell’identità: Pulcinella e L’Imperatore, per la regia e coreografia di Aurelio Gatti, creato in occasione dell'Anno Augusteo. Lo spettacolo sarà replicato il 6 Luglio, presso l’Anfiteatro di Sutri.
ELENA di Ghiannis Ritsos (5 Luglio)
Sabato 5 Luglio, sempre nell’Anfiteatro di Sutri, Mariangela D’Abbraccio interpreterà una struggente e visionaria Elena di Ghiannis Ritsos, per la regia di Francesco Tavassi.
www.teatridipietra.org  – www.teatridipietra.blogspot.it

del CINEMA

PROSEGUE con EVENTO UNICO
“ 365 PAOLO FRESU – IL TEMPO DI UN VIAGGIO” di Roberto Minini Merot
STARDUST VILLAGE - Roma – Venerdi 4 Luglio 2014, ore 21.30
Proiezione introdotta da un aperitivo di benvenuto.
I primi 30 spettatori riceveranno la cartolina che offre lo sconto del 20% su tutti i contenuti speciali, disponibili sul sito del film all'indirizzo http://www.ownair.it/365/#extra. Se siete fan di Paolo Fresu !50 basterà portare con voi al cinema un cimelio o un gadget del jazzista sardo (un cd, una maglietta, un dvd...) e potrete ricevere la cartolina.
--
365 ha l’ambizione di descrivere e raccontare, con respiro corale, la figura umana e artistica di un grande musicista, le sue esperienze, i suoi vissuti, il mondo cui appartiene. Più che una biografia o un ritratto di Paolo Fresu, il film
disegna una geografia di emozioni: i ricordi, le tradizioni e gli stili musicali, gli incontri, i tanti luoghi percorsi –città e paesaggi naturali, luoghi d’arte e luoghi sacri, teatri e sale di registrazione - danno vita alla ricerca di un artista che proietta la propria immagine in un altrove, dove il confronto e la condivisione con altre esperienze, le sue riflessioni, quelle degli amici o di chi lo ammira come esempio da seguire, trovano la propria ragion d’essere in quello spazio sottile in cui si esprime il suo viaggio interiore, sempre e solo nel
nome della musica. Vic e Raffaele sono in viaggio. Raffaele è un giovane musicista che si sta affermando come nuova promessa del jazz. La “Tuk Music”, l’etichetta di Fresu, gli ha pubblicato il primo disco, e ora è atteso ad un importante appuntamento live. Vic è il manager di Fresu e sta seguendo da vicino gli sviluppi della carriera di Raffaele, il quale sta vivendo in prima persona la realizzazione di un sogno: ha conosciuto un “maestro” che crede nel suo talento. Il viaggio è l’occasione per un intenso e appassionato dialogo sul mondo musicale di Fresu, sul suo modo di vivere e intendere la musica, abbracciando con essa altre sfere dell’arte: la poesia, la letteratura, il teatro, l’arte
visiva, il cinema.
Genere: Docufilm - Durata: 100 min. - Nazione: Italia
Produzione: Myro communication - Coproduzione: RSI Radiotelevisione italiana, Tuk Music e Own Air srl - Distribuzione: Mariposa Cinematografica, Own Air srl
Regia: Roberto Minini Merot – Interpreti: Paolo Fresu  - Fotografia: Enrico Maria Brocchetta, Angelo Volponi, Alberto Bernasconi, Daniela Bellu - Suono: Sergio Bianchi, Federico Minini, Mauro Tondini - Sound Engineer e Mix finale: Federico Minini - Editor Supervisor: Enzo Papetti - Additional Editor: Enrico Lotti - Assistenti di produzione Myro: Saverio Boggi, Lucia Leoni, Valentina Oldrati
Assistente di produzione RSI: Marcella Mantovani - Post-produzione audio: BoomBox Studio-Milano - Post-produzione finale digitale: Myro Film – Milano - Animazione sigla Artwork: Benno simma e Matteo Moretti
Ufficio stampa: Marcella Sullo
www.ownair.it/365

PROSEGUE...
 “CIAK ...su il sipario” rassegna cinematografica a cura di Antonio Lupi e Junia Tomasetta
TEATRO MILLELIRE  - Roma – da Martedi 24 Giugno a Giovedi 7 Agosto 2014  - Martedi, Mercoledi e Giovedi, ore 18.00
Il Teatro Millelire, anche d’estate, continua la sua attività. Per tre sere a settimana, propone “Ciak...su il sipario” una rassegna cinematografica di pellicole famose, riadattate da piece teatrali di drammaturgia contemporanea.
Questa settimana:
1 luglio -  “La gatta sul tetto che scotta” del 1958 diretto da Richard Brooks, tratto dall'omonimo dramma teatrale di Tennessee Williams, con Paul Newman ed Elizabeth Taylor.
2 luglio  - “Improvvisamente l’estate scorsa” del 1959 diretto da Joseph L. Mankiewicz, tratto dall'omonima pièce teatrale di Tennessee Williams, adattata per il cinema dallo stesso drammaturgo insieme a Gore Vidal, con Elizabeth Taylor, Montgomery Clift e Katharine Hepburn.
3 luglio  - “Questi fantasmi”  del 1967 diretto da Renato Castellani e interpretato da Sofia Loren e Vittorio Gassman. Il film è liberamente tratto dalla commedia omonima di Eduardo De Filippo.
Rassegna cinematografica a cura di Antonio Lupi e Junia Tomasetta

PROSEGUE...
 “CARATA BIANCAdi Andrés Arce Maldonado
NELLE SALE ITALIANE da Giovedi 26 Giugno 2014
Roma. È la vigilia di San Valentino. Tre personaggi (due stranieri e un’italiana) si incontrano e si scontrano: ancora non lo sanno, ma ognuno di loro sta per cambiare la vita dell’altro. Kamal è un giovane e atipico pusher marocchino, amante dei libri e nemico di ogni fondamentalismo; sogna di diventare italiano, europeo, occidentale, e intanto spaccia droga nella biblioteca di quartiere. Vania, bella badante moldava, gentile e religiosa, è perseguitata dalle allucinazioni del suo mostruoso passato. E poi c’è Lucrezia, grintosa imprenditrice italiana innamorata del suo cane e della propria azienda, che come tanti altri è finita nelle grinfie di un usuraio, quasi senza rendersene conto.
Durata: 90 minuti - Paese: Italia, 2013 -Genere: Drammatico
Produzione: produzione partecipata -  Distribusione italiana: Distribuzione Indipendente
Regia: Andrés Arce Maldonado - Sceneggiatura: Andrea Zauli - Cast: Mohamed Zouaoui, Tania Angelosanto, Patrizia Bernardini, Valentina Carnelutti - Fotografia: Maura Morales Bergmann - Montaggio: Jennie Vazquez Alarcón - Musiche: Max Trani

PROSEGUE...
“ERA MEGLIO DOMANIdi Hinde Boujemaa
NELLE SALE ITALIANE da Giovedi 26 Giugno 2014
Dopo il successo riscosso alla Mostra del cinema di Venezia 2012 e a distanza di tre anni dalla rivoluzione tunisina, esce nelle sale italiane giovedì 12 giugno il documentario “Era meglio domani” (Ya Man Aach), della regista tunisina Hinde Boujemaa.  L’opera è ambientata, appunto, durante la rivoluzione tunisina del 2011 e segue il percorso di una donna, Aida, che, nel periodo della primavera araba, deve ripartire da zero e vuole solo guardare al futuro.
Si sposta da un quartiere all’altro di Tunisi, alla ricerca di un posto dove ripararsi con i suoi figli, e non fa alcun caso agli eventi storici che si stanno svolgendo intorno a lei. Il suo scopo è quello di trovare una via d’uscita ed è convinta che la rivoluzione sia una benedizione.
Il documentario (che segue per un anno e mezzo la vita questa donna), giunge adesso in Italia a cura di Cineclub Internazionale Distribuzione (che nei mesi scorsi ha già distribuito “The Parade – La sfilata”, “Las Acacias”, “Qui e Là”, “Choco” e “St@lker”).
Durata: 74 min. – Paese: Tunisia, 2012 -  Genere: Drammatico
Produzione Cinétéléfilms - Distribuzione italiana: Cineclub Internazionale – Mariposa Cinematografica
Produttori Habib Attia - Dora Bouchoucha Fourati
Sceneggiatura e regia: Hinde Boujemaa - Fotografia Siwar Ben Hassine, Mehdi Bouhlel, Hatem Nechi
Film editing:  Imen Abdelderi, Naima Bachiri, Mehdi Barsaoui
www.cineclubinternational.eu

PROSEGUE...
 “LA PIOGGIA CHE NON CADE la colonna sonora di un sogno” di Tonino Abballe
NELLE SALE ITALIANE da Giovedi 19 Giugno 2014
Film ideato e scritto da Tonino Abballe e diretto da Marco Calvise. Una commedia musicale fresca e originale, che ruota attorno alla band pop folk romana degli inverso, realmente esistente. Fortemente voluto da Tonino Abballe, produttore e distributore della pellicola, e da Carlo Picone, leader degli inverso, “La pioggia che non cade” racconta la storia di una giovane band dei giorni nostri e dei suoi componenti, legati da una forte amicizia – consolidata negli anni grazie a numerose esibizioni dal vivo – e da una sincera condivisione di valori. Una storia semplice e brillante, che vede come protagonista assoluta la passione per la musica: la sceneggiatura originale è ispirata alle note e ai testi dell’omonimo album della band, dodici e intensi brani guidano e scandiscono la narrazione del film, arricchendolo di atmosfere e significato. “La pioggia che non cade” è infatti il primo album degli inverso, pensato e strutturato come un concept album in cui viene affrontato un viaggio personale e metaforico, che ora, grazie a questa intensa commedia, prende vita, portando il sound e la parola degli inverso dritti su grande schermo.
Durata: 86 minuti - Paese: Italia - Genere: commedia musicale
Produzione e distribuzione: Tonino Abballe Communication s.r.l.
Regia: Marco Calvise  - Soggetto: Tonino Abballe - Sceneggiatura: Tonino Abballe, Paola Savinelli - Cast: Carlo Picone, Anna Russo, Mauro Fiore, Vincenzo Picone, Simone PlettoVincenzo Citriniti, Viviana Colais, Francesca Nunzi, Elisabetta Ventura, Vincenzo de Michele, Marco Paparella, Lucia Centorame, Philippe Guastella - Fotografia: Dario Di Mella - Montaggio: Daniele Campelli - Suono: Vincenzo Santo  - Musiche: Inverso - Colonna sonora originale: Inverso - Post produzione: System Project e Laser Film
https://www.facebook.com/lapioggiachenoncade?fref=ts

PROSEGUE...
“ORE DICIOTTO IN PUNTO” di Giuseppe Gigliorosso
NELLE SALE ITALIANE da Giovedi 12 Giugno 2014
I NUMERI DI ORE DICIOTTO IN PUNTO: 67 i giorni di lavorazione, 7 i mesi impiegati per le riprese, 37 gli attori, 300 le

comparse, 55 le location, 131 le scene girate, 3.934 i ciak battuti, 22h 33’ 40” il girato, 1.312 i punti macchina, 2 i direttori della fotografia, 2.902 le sigarette fumate, 5 le automobili di scena, 1 il camper, 4 il giorno e il mese di inizio riprese, 52 le papaline rosse, 6 i cappelli di scena, 3 i pianoforti, 77 the Coproducers, 22 il giorno di fine lavorazione, 10 le teglie di pasta al forno, 60 le lenzuola, 118 le mollette per il bucato, 5361 i caffè, 20 i litri di vino rosso, 8 le giornate di vento, 25 le brandine in una palestra, 2.680 i pasti, 748 i panini, 1 la notte insonne.
SINOSSI :Un polveroso ufficio fuori dal tempo contiene i fascicoli in cui è segnata la vita degli esseri umani. Paride lavora lì da più di tremila anni. Alle diciotto in punto di un piovoso pomeriggio, Paride ha appuntamento con Nicola, un barbone sconfitto e disilluso che ha deciso di farla finita.  All’orario previsto, però, una serie di eventi sconvolgerà le loro vite e quelle di tanti altri. Nulla di ciò che accadrà poteva essere preventivato e le certezze immutabili dell’Ufficio crolleranno miseramente.  Nell’esistenza umana ci sono varianti come l’amore, l’amicizia, la forza delle idee, la gioia di vivere, che riescono a essere più potenti del fato e degli eventi, a volte durissimi, che segnano le esistenze terrene.
Il destino non è scritto nelle stelle, ma si costruisce dentro ognuno di noi. Perché gli esseri umani, comunque vadano le cose, hanno “sempre” la possibilità di scegliere.
Durata: 97 min. - Nazione: Italia
Produzione: The Coproducers – Produttore esecutivo: Eikona Film  Distribuzione: Mariposa cinematografica
Soggetto e sceneggiatura: Giuseppe Gigliorosso -  Regia: Giuseppe Gigliorosso -  Collaborazione alla sceneggiatura: Valentina Gebbia -  Interpreti: Paride Benassai  - Salvo Piparo  - Roberta Murgia - Valentina Gebbia   -  Fotografia:  Rosario Neri, Gabriele De Palo -  Montaggio: Giuseppe Gigliorosso -  Musica:  Francesco Di Fiore – Costumi: Silvio Alaimo                       

per l’ARTE

PROSEGUE...
 “FRIDA KALHO” a cura di Helga Prignitz-Poda
SCUDERIE DEL QUIRINALE Roma – sino a Domenica 31 Agosto, orari vari.

Una grande mostra sull'artista messicana Frida Kahlo (1907-1954), simbolo dell'avanguardia artistica e dell'esuberanza della cultura messicana del Novecento. Roma e Genova presentano con un progetto congiunto e integrato due importanti mostre incentrate sull’opera dell’artista messicana Frida Kahlo. La mostra romana indaga Frida Kahlo e il suo rapporto con i movimenti artistici dell’epoca, dal Modernismo messicano al Surrealismo internazionale, analizzandone le influenze sulle sue opere, comprende una selezione di circa 130 opere, dipinti e autoritratti, tra cui l'Autoritratto con collana di spine del 1940 mai esposto in Italia, e i ritratti di Frida realizzati dal suo amante Nickolas Muray. 
Sponsor: Etro e BioNike 
www.scuderiequirinale.it

Kirosegnaliamo esce all’inizio di ogni settimana, chi volesse darci comunicazione di eventi con rilievo artistico-culturale può scriverci a kirolandia@gmail.com oppure info@kirolandia.com,  entro la domenica precedente, specificando chiaramente la richiesta di segnalazione, provvederemo previa specifica selezione all'inserimento … 

Se consideri questo post interessante scrivi un commento e/o clicca mi piace!!!    


Nessun commento:

Posta un commento