MENU

K-HOME | KIROLANDIA | KIRI | REGOLAMENTO | CONTATTI  | corrente culturale | frida.artes | cookie law
Kirosegnaliamo | Kiroalmanacco | Kirosegnaliamo
K-NEWS |FOTO | RACCONTI | POESIE | DISEGNI/PITTURE | VIDEO | PALCOSCENICO | MUSICA | ARTE | CINEMA | LIBRI | COSTUME/SOCIETA' | SCIENZE/NATURA
IppoKiro PutzoKiro MayaKira LoveKira VirusKira ManuKira AttiroKira Krouge ChiKira VolpocaKiro MireKira

martedì 9 dicembre 2014

KIROSEGNALIAMO 9-14 Dicembre 2014

Kirosegnaliamo





Kiri, continuano le segnalazioni in Kirolandia blog di cooperazione dell'omonima corrente culturale.
Per voi, di settimana in settimana, alcuni suggerimenti, piccoli e grandi, sia In che Off, selezionati sulla base delle vostre importanti indicazioni, in pieno kirostile, qualità libera da tutto e da tutti!!!


in PALCOSCENICO

DEBUTTO
“NARRATIVA MAGICA” di Francesco Micheloni
TEATRO MILLELIRE  - Roma – da Martedi 9 a Domenica 14 Dicembre , ore 21.00_dom ore 18.00
La magia sale sul palco del Teatro Millelire. Per la prima volta, dopo tre anni dalla nascita, arriva nel teatro del quartiere Prati di Roma,  uno spettacolo totalmente dedicato ai giochi di prestigio e all'illusione. Narrativa Magica, scritto diretto e interpretato da Francesco Micheloni, un giovanissimo artista di Pistoia.
Lo spettacolo è un excursus magico di circa un’ora, durante il quale l'artista accompagnerà per mano il suo pubblico a scoprire il meraviglioso mondo dello stupore, dalla magia classica a quella mentale più moderna, fino a raccontare vere e proprie storie: storie d’amore e di vita quotidiana, dolore e redenzione, di sorrisi e di emozione. Forti sensazioni, dunque. Tutto grazie alla magia
Autore, regista ed interprete: Francesco Micheloni

DEBUTTO
GROPPI D'AMORE NELLA SCURAGLIAdi Tiziano Scarpa
TEATRO KOPO’  - Roma – da Giovedi 11 a Domenica 14 Dicembre 2014, ore 21.00_dom ore 17.45
Dopo aver vinto il Premio come Miglior Attore al Roma Fringe Festival, Silvio Barbiero torna a Roma con Groppi d'amore nella scuraglia di Tiziano Scarpa al Teatro Kopó.
Il testo di Scarpa è un racconto in versi che, attraverso una lingua inventata che richiama i dialetti del centro-sud, descrive un percorso di rinascita e, in qualche modo, di redenzione. Il linguaggio poetico di Scarpa deforma il nostro immaginario e i corpi dei protagonisti divengono archetipi grotteschi di un mondo in sfacelo; immagini che richiamano l'immaginario di Bosch raccontando la storia di Scatorchio e del suo amore per Sirocchia in un paese sommerso dai rifiuti.
Pochi elementi in scena per rappresentare una storia ricca di elementi narrativi che non manca mai di sorprendere per l'originalità delle soluzioni messe in atto. Lo spettatore si trova così immerso in un mondo composto da suoni antichi ma pur sempre riconoscibili, da immagini, musiche che richiamano un mondo naif tracciato con pennellate severe e marcate.
Carichi Sospesi_ Autore:Tiziano Scarpa- Ragista: Marco Caldiron-Interprete: Silvio Barbiero-Scene:Paolo Bandiera-Costumi: Anna Cavaliere-Foto di scena: Fabrizio Caperchi-Musiche: Sergio Marchesini e Debora Petrina
www.teatrokopo.it

DEBUTTO
MARY PIENA DI GRAZIA ovvero Parabola storta di una "Mater dolorosa" crassa, sbilenca e profana - di Annalisa Lori e Flavia Germana De Lipsis
TEATRO STUDIO UNO  - Roma -  da Giovedi 11 a Domenica 14 Dicembre 2014, ore 21.00_dom ore 18.00
 “Mary piena di grazia” è un interessante lavoro che ha come punto di partenza lo studio del monologo “Stabat Mater” (Premio Riccione 1993), atto unico di Antonio Tarantino in cui la protagonista è una madre in attesa di poter parlare con il figlio arrestato per presunto terrorismo.
Maria è una donna semplice, emarginata, che si parla addosso in un dialetto sconnesso, volgare, basso e alto insieme, incollocabile geograficamente; così passa il tempo, così riempie se stessa. Il suo destino, come probabilmente quello di suo figlio, non dipende da lei; altri lo hanno deciso, altri più forti e più potenti, altri che spiegano a quelli come lei la vita, la legge e la morale, altri che non ci sono mai, quando ne hai bisogno.
Il monologo originale si sdoppia: in scena le due attrici danno corpo e voce alle due anime di Maria, una aggressiva ed ottusa, che lancia improperi e bestemmie, giocando a far la voce grossa con la vita; l'altra che si domanda, si guarda intorno e capisce via via che a quell'attesa non c'è fine e se c'è non è quella sperata.
Le due voci esistono in simultanea, ma si scambiano anche il testimone, a volte per far parlare, in improbabili dialetti, i personaggi che gravitano attorno a Maria, a volte per farla ragionare e farle inghiottire rabbia, sconforto, solitudine, quel tanto che basta per rimettersi in piedi, prendere il primo tram e tornarsene a casa. Così la sua attesa senza (giusta) fine è popolata di tanti fantasmi, un caleidoscopio ironico, vitale e spiazzante di voci finte amiche che giustificano, bacchettano, si negano ed incolpano, ma mai si assumono responsabilità.
E' una litania blasfema, parossistica, un monologo travestito da dialogo, interiore e frontale al contempo, tragicomico, spassoso e tagliente, in cui il testo originario con tutta la sua musicalità, viene tagliato e ricucito, secondo una partitura temporale, verbale, gestuale che incastona il personaggio a tutto tondo. E' la storia parallela e inaspettata di un'inedita “Madre dolorosa” meno famosa e meno fortunata.
Autrici, registe, interpreti: Annalisa Lori e Flavia Germana De Lipsis -Luci Pietro Dattola
www.teatrostudiouno.com

DEBUTTO
“TUTTO DA SOL” di Tiziano Storti e Stefano de Paolis
Spettacolo comico (ma suvvia anche poetico) di improvvisazione teatrale e musicale
TEATRO PETROLINI - Roma - da Giovedi 11 a Domenica 14 Dicembre 2014, ore 21.00_dom ore 18.00
Parola d'ordine dello show è l'improvvisazione. Due attori e una chitarra per dar vita ad oltre un'ora di spettacolo . Due musicisti sono in attesa di esibirsi sul palco che cambierà la loro vita. Ce l’hanno fatta! Dopo tante avventure, concerti, viaggi e varie esibizioni, finalmente manca solo un'ora, o poco più, alla  grande esibizione sul palco del Teatro Ariston di San Remo.
Ma qualcosa va storto. Dimenticano il pezzo e sono costretti a improvvisarlo pochi minuti  prima  di andare in scena. Tra ansie e paure di fare brutte figure, ripercorrono tutta la loro vita, ovviamente tutta improvvisata: dallo zecchino d’oro ai primi amori,dai grandi concerti fino ai viaggi nel mondo. pronti a creare dal nulla nuove storie e nuove canzoni!
La situazione è drammatica e cercano aiuto dal pubblico, con semplici parole o intere frasi che costituiranno  il LA (bemolle).
Brani di Guccini e Battiato, canzoni di Piero Pelù e Pino Daniele o ancora di Fossati, Jovanotti, De Andrè e Califano  fino ad arrivare alla nuova generazione, dai Baustelle a Fabri Fibra e ancora ai Subsonica, fino agli Afterhours e ancora Mannarino e Vinicio Capossela saranno, insieme agli attori, i protagonisti di un spettacolo teatrale e musicale completamente improvvisato.
Apriranno lo spettacolo Il gruppo spalla degli Appiccicaticci I SETTE E MEZZO TENDENTE ALL’8.
APPICCICATICCI SHOW_Autori ed interpreti:Tiziano Storti e Stefano de Paolis alla chitarra- Regista:Tiziano Storti
www.teatropetrolini.com

DEBUTTO
BARZELLETTE a cura di Massimiliano Pazzaglia e Andrea Pergolari
TEATRO LE SEDIE -  Roma  - da Venerdi 12 a Domenica 14 Dicembre 2014, ore 21.00_dom ore 18.00
Non credete a quelli che vi diranno che, per far ridere, bisogna esser seri. Questo andrà bene per un discorso alla Camera dei Deputati. Ma, per quel che concerne le barzellette, il modo migliore per raccontarle è che il raccontatore cominci subito lui stesso a ridere fin dal momento in cui dice: E la sapete quella, eccetera eccetera? Questo incoraggerà gli spettatori a ridere. E, nella peggiore delle ipotesi, farà sì che ci sia almeno uno che ride: il narratore stesso” (Achille Campanile - Trattato delle Barzellette)
Seguendo le indicazioni di un nume tutelare dell’umorismo, tre attori della scena teatrale di oggi hanno deciso di cimentarsi in uno degli esercizi più spericolati che esistano: raccontare barzellette. Gli attori conoscono bene la titanicità dell’impresa, esposta ad ogni tipo di vento contrario, perché le qualità di una barzelletta sono anche i suoi difetti: la volgarità, la banalità, la semplificazione, la ripetizione e l’identificazione. Per raccontare una barzelletta si viaggia sul crinale tra il godimento e l’imbarazzo, come un equilibrista sul filo. Raccontarla è un’arte, così come ascoltarla.
Lo spettacolo, inoltre, si apre al pubblico. Il Teatro Le Sedie, infatti, ha indetto un concorso sul suo sito e la sua pagina facebook, invitando gli spettatori ad inviare via e-mail le loro barzellette. Le tre migliori barzellette (una per sera) saranno premiate ed i loro autori saranno invitati a raccontarle sul palco durante lo spettacolo.  
A cura di Massimiliano Pazzaglia e Andrea Pergolari-Regista: Massimiliano Pazzaglia Interpreti: Fabio Bussotti, Massimiliano Pazzaglia, Emanuele Salce e Carlotta Guido 

DEBUTTO
“ALICE” di Fabrizio Pallara e Simona Gambaro
CENTRALE PRENESTE TEATRO  - Roma - (Dai 6 anni in su), Domenica 14 Dicembre 2014 - ore 16.30
Alice, una produzione teatrodelleapparizioni e Teatro del Piccione in coproduzione col Teatro di Roma.
Se Alice non fosse stata disposta a credere, non sarebbe neppure partita. Se non fosse stata disposta ad “attraversare”, non ci sarebbe questa storia, la sua storia. È necessario credere non solo ai propri occhi. Ma questo non è forse ciò che accade oltrepassando la soglia del teatro? Non è la pronuncia di questo atto di fede ciò che si chiede ad ogni spettatore: essere pronto ad entrare nella meraviglia?
Cosa di poca importanza diventa allora definire il confine tra verità e finzione: più importante è affidarsi al mistero, entrare nel gioco, lasciarsi portare. Con la curiosità e la limpida semplicità di Alice. Seguendo il testo di Carroll come guidati da una bussola senza ago, il gioco teatrale e meta-teatrale si costruisce e si disfa, mostra il suo vero e la sua illusione, si fa specchio dentro specchio. Di più, si fa vita. E Alice-spettatrice non può sottrarsi al suo compito: essere creatrice del proprio viaggio.
Teatrodelleapparizioni/Teatro del Piccione/ Teatro di Roma-Regia: Fabrizio Pallara-Drammaturgia: Simona Gambaro-Interpreti: Danila Barone, Dario Garofalo, Valerio Malorni, Raffaella Tagliabue-Scene: Fabrizio Pallara, Sara Ferazzoli-Luci: Fabrizio Pallara, Marco Maione-Costumi: Francesca Marsella-Sarta: Umberta Burroni-Assistente alle scene e costumi: Chiara Vivian-Capo macchinista: Claudio Beccaria-Macchinista: Marcello Aiello-Direzione organizzativa: Sara Ferrari-Organizzazione: Paolo Piano
Con il sostegno di Teatro Govi (Genova)-Teatro Akropolis (Genova)-Teatro Comunale di Ruvo di Puglia/Ass. Cult. Tra il dire e il fare –Innovazione nella rete delle Residenze Teatrali (FESR 2007-2013)
In collaborazione con Teatro delle Briciole (Parma)-Si ringraziano Giorgio Testa, Francesco Ferretti, Anna Pieri, Fausto Ferazzoli, Antonio Pallara
--
Spettacolo inerente alla Rassegna Infanzie in gioco 2014/15 del Centrale Preneste Teatro che prosegue sino al 29 Marzo 2015. Per il quarto anno consecutivo il sipario del teatro si apre per dare spazio a spettacoli dedicati ai più piccoli e alle loro famiglie. L’iniziativa è organizzata dalla Compagnia Ruotalibera e da Centrale Preneste Teatro per le nuove generazioni con il sostegno della Regione Lazio - Direzione Regionale Cultura e Politiche Giovanili e in collaborazione con il Municipio V di Roma Capitale.
Ogni domenica alle ore 16.30. In cartellone 24 spettacoli con racconti e storie per grandi e piccini. Alcuni sono proposti dalla Compagnia Ruotalibera, ma tantissimi sono gli ospiti provenienti da Roma e da tutta Italia. Un cartellone ricco e variegato che propone tanti spettacoli divertenti ed educativi per imparare e crescere in famiglia.
www.centraleprenesteteatro.blogspot.it

PROSEGUE
 “Verso occidente l'impero dirige il suo corso” di David Foster Wallace
Con il patrocinio dell’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica “Silvio d’Amico”e dell’Ambasciata degli Stati Uniti d’America a Roma
TEATRO OROLOGIO – Sala Orfeo - Roma - da Martedi 2 a Domenica 21 Dicembre 2014,  ore 21.15_dom ore 17.45
Per la prima volta in Italia
La compagnia BluTeatro porta in scena lo spettacolo “Verso Occidente l’Impero dirige il suo corso” di David Foster Wallace, autore cult della letteratura americana contemporanea, e omaggia l’autore con eventi speciali ed incontri di approfondimento dedicati alle sue opere.  Verso Occidente l'impero dirige il suo corso è il ritratto di un’epoca in bilico fra sfinimento e saturazione, fra input troppo banali da elaborare e input troppo intensi da sopportare. È una critica alle insidie della cultura dei media e della pubblicità e alle degenerazioni della letteratura postmoderna. È il dipinto a tinte brillanti delle inquietudini contemporanee: la paura della solitudine, il moltiplicarsi delle fobie, il rapporto con il proprio corpo in relazione ai modelli proposti, la portata politica del sistema televisivo, le deformazioni del consumismo.
E’ la storia di sei personaggi – il capo di una grande agenzia pubblicitaria, un clown scontroso che profuma di cannabis, una poetessa postmoderna, un giovane arciere malato di timidezza, un aspirante attore claustrofobico, una bella hostess che forse non è quello che sembra -  il cui comune scopo è raggiungere una cittadina dell’Illinois, per radunarsi con gli altri quarantaquattromila attori, attrici, burattinai, clown disoccupati che siano mai comparsi in uno spot di McDonald’s. Una riunione dove migliaia di persone si conosceranno e mangeranno all’insegna del consumismo, sotto gli obiettivi delle telecamere.
Blu teatro_Autore: David Foster Wallace- Regista: Luca Bargagna-Interpreti:: Valeria Almerighi, Viviana Altieri, Luca Bargagna, Vincenzo D'Amato, Luca Mascolo, Massimo Odierna, Sara Putignano- Elementi di scena: Edoardo Aruta-Foto e video: Daniele Alef Grillo-Progetto grafico e web: Francesco Morgante-Organizzazione BluTeatro: Maria Piccolo-Produzione: BluTeatro /Teatro dell’Orologio
www.teatrorologio.it

PROSEGUE
 “ITALIA ’15 -’18: STORIE COMUNI DEL TEMPO DI GUERRA” di Alessandra Fallucchi
TEATRO DUE ROMA teatro stabile d'essai - Roma - da Mercoledi 3 a Domenica 14 Dicembre 2014 -  ore 21.00_dom ore 17.00
In occasione del Centenario della Prima Guerra Mondiale 2014-2018, il Teatro Due Roma, da sempre attento alla realtà storico-culturale e letteraria, ospita, in prima nazionale, lo spettacolo: ITALIA ‘15-’18 STORIE COMUNI DEL TEMPO DI GUERRA.
La lunga fase di ricerca storiografica insieme alla scelta delle musiche dell’epoca costituisce il nucleo artistico e documentario dello spettacolo diretto da Alessandra Fallucchi.
Accanto alla Storia della Grande Guerra, dei combattimenti, degli schieramenti degli Stati in conflitto, nel silenzio si dispiegano le piccole storie. In scena giovani attori che raccontano il destino di giovani soldati al fronte.  Storie di vite per lo più sconosciute, esistenze a cui l’immane conflitto rubò giovinezza ed innocenza, spogliandole di ogni illusione e speranza.  Vite di donne, attive, partecipative, per la prima volta ufficialmente, della realtà sociale della Nazione. Crocerossine, telegrafiste o vivandiere e mogli, fidanzate e madri rimaste sole ad occuparsi della casa e del lavoro del marito. Le loro storie aprono una prospettiva nuova sul ruolo della donna durante il primo conflitto e mostrano un coraggio e una resistenza fisica ed emotiva pari, e talvolta superiore, a quella degli uomini. 
A cura di Alessandra Fallucchi – Interpreti: Ilaria Baiocco, Ilaria Canalini, Alessandro Cecchini, Barbara Ciacci, Ludovica Di Donato, Marco Foscari, Francesco Mantuano, Sonia Melchiorri, Sara Meoni, Marco Usai - Assistenti alla regia: Sara Meoni e Barbara Ciacci-Arrangiamenti musicali e musiche dal vivo: Marco Foscari-Vocal Coach Canzoni: Agnese Fallongo-Scene e Costumi: Maria Alessandra Giuri
Luci: Paolo Macioci-Organizzazione: Rossella Compatangelo

PROSEGUE
“TEMPI SUPPLEMENTARI” di Marco Falaguasta
TEATRO TESTACCIO – Roma - da Martedi 2 a Martedi 30 Dicembre ore 21.00_dom ore 18.00 - 24 e 25 Dic. riposo - 26 Dic., ore 18.00
Come guardano i giovani all'universo della terza età? Prova a raccontarlo con ironia lo spettacolo Tempi supplementari, scritto e diretto da Marco Falaguasta, in scena dal 2 al 30 Dicembre al Teatro Testaccio di Roma in Via Romolo Gessi, 8. In scena ci sono Luca Latino, Flavio Moscatelli, Stefano Antonucci, Camilla Diana e Annabella Calabrese.
Elvio (Stefano Antonucci) è un vecchio musicista, un artista a tutto tondo, che quasi per caso, dopo tanti anni, incontra di nuovo i suoi nipoti, Giulio (Luca Latino) e Stefano (Flavio Moscatelli). Li aveva lasciati poco più che bambini, ora li ritrova uomini. Elvio si domanda se, nonostante il tanto tempo tempo trascorso e i tanti cambiamenti, sia possibile recuperare il rapporto con i due ragazzi nei confronti dei quali sente di avere una grossa colpa da farsi perdonare. A poco a poco il vecchio artista scopre il piacere di poter ancora imparare dai giovani e allo stesso tempo la gioia di poter trasmettere loro la sua immensa esperienza di vita.
Una storia comica, romantica e delicata, ma allo stesso tempo originale e dissacrante sul tema attualissimo del rapporto generazionale tra giovani e anziani. Tempi supplementari è una delle prime commedie scritte da Marco Falaguasta.
Autore, regista: Marco Falaguasta-Interpreti: Luca Latino, Flavio Moscatelli, Stefano Antonucci, Camilla Diana e Annabella Calabrese-Scenografia: Adelaide Stazi- Luci e Fonica: Simone China
www.teatrotestaccio.it

del TEATRO con MOSTRA

PROSEGUE
“MOMS il primo varietà sulla maternita” regia di Ferdinando Ceriani
di Jill Daum, Linda Carson, Alison Kelly, Barbara Pollard, Robin Nichol e Deborah Williams
TEATRO BELLIRoma -  sino a Martedi 25 Novembre a Domenica 14 Dicembre 2014,  ore 21.00_dom ore 17.30
Pluripremiato negli Stati Uniti e in Canada, Moms. Il primo varietà sulla maternità è per la prima volta in scena in Italia. Lo spettacolo è tratto dalla commedia Mom’s the word di Jill Daum, Linda Carson, Alison Kelly, Barbara Pollard, Robin Nichol e Deborah Williams, sei mamme-attrici che hanno vissuto le agonie e le estasi della maternità.
Interpretato dalla Compagnia Tacchi Misti con Carla Ferraro, Valentina Martino Ghiglia, Laura Mazzi, Silvia Siravo e con la regia di Ferdinando Ceriani, lo spettacolo è un racconto incredibilmente divertente e profondamente toccante, intimo e graffiante su cosa vuol dire oggi essere genitori. Quattro attrici affiatatissime, tra canzoni, balletti e sketch esilaranti, danno voce, corpo e anima a un intreccio di racconti irriverenti sulla maternità: pannolini, notti insonni, pappette, biberon, mariti alla disperata ricerca di un momento di intimità, frustrazioni, pubertà, urla, pianti e tanto, tanto amore per quei piccoli “mostricciattoli”.
Lo spettacolo Moms. Il primo varietà sulla maternità, al Teatro Belli di Roma dal 25 Novembre al 14 Dicembre 2014, è tutto quello che le mamme non hanno mai osato raccontare a nessuno, forse nemmeno a se stesse.
La Compagnia Tacchi Misti_Autori: Jill Daum, Linda Carson, Alison Kelly, Barbara Pollard, Robin Nichol e Deborah Williams-Traduzione: Valentina Martino Ghiglia- Regia: Ferdinando Ceriani-Interpreti: Carla Ferraro, Valentina Martino Ghiglia, Laura Mazzi, Silvia Siravo-Testi canzoni: Toni Fornari-Arrangiamenti: Stefano Fresi-Scena e costumi: Marta Crisolini Malatesta-Assistente alla regia: Flavia Clari-
Produzione: L'Albero Teatro Canzone in collaborazione con il Piccolo Teatro degli Instabili di Assisi
-
MOSTRA KIDS di Carolina Calabresi e Benedetto Spada
La mostra dedicata ai bambini e pensata appositamente per l’occasione.
Visitabile dalle ore 19.00 alle ore 21.00, nelle date in cui è in scena lo spettacolo. www.bennyecarolinaritratti.it
Carolina Calabresi e Benedetto Spada da oltre dieci anni realizzano ritratti con uno stile che si ispira all’arte pop, mescolando le loro competenze di decoratori e designer. Compongono, filtrano ed elaborano digitalmente fotografie e immagini su sfondi dai colori forti. Le opere vengono poi stampate su grandi tele e successivamente dipinte e decorate con le tecniche più diverse.
I protagonisti di questa esposizione pensata per lo spettacolo Moms sono i bambini. I due artisti partendo dalle foto colorano le loro espressioni, i loro sorrisi, gli abbracci, insomma quello che nessun genitore vuole scordare.
-
www.teatrobelli.it

in merito alla DANZA

DEBUTTO
 “IL LAGO DEI CIGNI e LO SCHIACCIANOCI” direzione artistica di Elik Melikov
BALLETTO DI MOSCA “LA CLASSIQUE”
TEATRO OLIMPICO - Roma - da Mercoledì 10 a Domenica 14 Dicembre 2014
“Il Lago dei Cigni” - mercoledì 10 dicembre (ore 21) e sabato 13 dicembre 2014 (ore 16)
“Lo Schiaccianoci” - venerdì 12 dicembre (ore 21), sabato 13 dicembre (ore 21) e domenica 14 dicembre 2014 (ore 18)
Debutta al Teatro Olimpico il Balletto di Mosca “La Classique” con due grandi capolavori della storia della danza classica firmati da Marius Petipa, sulla musica di Pëtr Il'ič Čajkovskij.
“Il Lago dei Cigni”, balletto in 2 atti e 4 scene ispirato all’antica fiaba tedesca “Il velo rubato”, è una storia d’amore fra un giovane principe e una creatura fatata, una vergine – cigno. Questo intramontabile classico della danza è un prodotto tipico della storia ballettistica francese, in cui si intrecciano pantomima e divertissement delle danze folkloristiche. L’unione unica di questi elementi, un’atmosfera lunare e incantata, scenografie di grande impatto e interpreti virtuosi e d’eccezione permettono al fascino e alla fama di questo balletto di resistere ancora oggi, appagando l’innato bisogno di romanticismo del pubblico.
“Lo Schiaccianoci”, balletto in 2 atti emblema della scuola tradizionale russa, è l’opera natalizia per eccellenza. Armonica composizione coreutica ricca di vivaci balli dei bambini e deliziose caratterizzazioni di bambole meccaniche. I giocattoli si animano e prendono vita partecipando a vere e proprie battaglie, tra soldatini a schiera e topi agguerriti. Fino al sublime ed elegante grand pas de deux che resta l’espressione più alta dell’arte e del talento dei solisti che si esibiscono. Costumi e scenografie, ricchi di dettagli e di particolari, donano a questo allestimento dell’opera una veste raffinata e indimenticabile.
Mauro Giannelli_Balletto di Mosca “La Classique”- Direttore Artistico: Elik Melikov-Musiche: Pëtr Il'ič Čajkovskij-Coreografie: Marius Petipa-Costume Designer: Elik Melikov-Scenografie: Evgeny Gurenko -Maître de Ballet: Evgenia Novikova e Andrey Shalin

circa IL BOURLESQUE

DEBUTTO
 “ROYAL BURLESQUE REVUE” << Il Burlesque come non l'avete mai visto! >>
TEATRO CENTRALE - Roma  - Venerdì 12 Novembre 2014,  dalle ore 20.00 alle ore 04.00 – varie soluzioni: Aperitivo - Tavolo Bar – CenaSpettacolo-Free Entry fino alle 22.30
Burlesquers sul palco del Teatro Centrale: ** Bianca Nevius ** Janet Fischietto ** Dolly Lamour **- Special Guest & Mistress of Ceremony:  Vibrissa - Retrò Dj Set by: Virgil DeNice
Secondo appuntamento del Royal Burlesque Revue. Quando passione e professionalità si fondono insieme, ciò che ne vien fuori è un vero e proprio miracolo sotto i riflettori. L'internazionale Voodoo Deluxe, (agenzia leader nell'intrattenimento Retrò&Burlesque), incontra lo spirito dirompente di Albadoro Gala (Dir.Art. e Prod. del Caput Mundi IBA, Festival Internazionale di Burlesque a Roma). Nasce così il ROYAL BURLESQUE REVUE, il Burlesque come non l'abbiamo mai visto!
Il Royal Burlesque Revue porterà sul palco le incontrastate figure del Burlesque Italiano noto nel Mondo. Si sveleranno al pubblico del Teatro Centrale, la prorompente Bianca Nevius, l'eterea Dolly Lamour e la magnetica Janet Fischietto... burlesque stars che portano la bellezza made in italy sui palcoscenici più ambiti di tutto il Mondo! Condurrà la serata l'eccezionale Vibrissa, già nota al pubblico capitolino e agli amanti di quest'antica arte. Padrona di casa e non solo, Vibrissa avrà l'onore e l'onere di aprire le danze con siparietti di cabaret che allieteranno l'attesa prima dello spettacolo, accompagnata sul palco dallo stravagante Azzurro Fumo.
Interessante è l'iniziativa dell'organizzazione di tenere le porte aperte (gratuitamente) fino alle 22.30, per i tanti curiosi che non hanno ancora conosciuto il burlesque e che da questo momento in poi, potranno apprezzarlo senza l'obbligo di pagare un biglietto.
Atmosfera e Sensualità. Il foies del teatro adornato dai tanti banchi del Retrò Vintage Market, che accoglie calorosamente il pubblico e che fa da cornice ad un gustoso aperitivo o un drink d'annata. Si può scegliere un tavolo e godersi lo spettacolo... oppure cenare guardando comodamente lo show. Questo e tanto altro, è il Royal Burlesque Revue, che alla mezzanotte (terminato lo spettacolo), darà inizio ad un djset dal sapore vintage, con le sonorità swing e retrò di Virgil DeNice, che proporrà al pubblico una selezione del miglior swing d'annata, insieme a Rhythm & Blues, Rock'n'Roll, Exotica e molto altro ancora...
Chi ci è già stato lo sa, jeans&sneakers non sono ben accetti! E' vivamente consigliato (ma non obbligatorio), un dress code adeguato per l'occasione. Il Royal Burlesque Revue porterà il proprio pubblico indietro nel tempo, dove per una serata di gala il comodo ed attuale casual style, non era certo opportuno. Cilindri, gilet e paltò sono i benvenuti, così come corsetti, flappers e piume di struzzo verranno apprezzati... E chissà che proprio tra il pubblico, non si nascondano delle potenziali nuove starlettes!
Fornitore ufficiale dell'evento: iRooms Rome.
Voodoo DeLuxe & Albadoro Gala_ Sul palco: Bianca Nevius, Janet Fischietto, Dolly Lamour - Special Guest & Mistress of Ceremony:  Vibrissa - Retrò Dj Set by: Virgil DeNice
www.centraleristotheatre.com

dello SPETTACOLO con DEGUSTAZIONE

PROSEGUE
Eyes Wine Shot- lo spettacolo/degustazione con Giuseppe Gandini e Gianantonio Martinoni
TEATRO VASCELLO – Roma  - da Venerdi 12 a Domenica 14 Dicembre 2014 – ore 21.15_dom e festivi ore 19.15
Prosegue ogni fine settimana
Uno spettacolo degustazione che tra ironia e un calice di vino condurrà lo spettatore alla scoperta del mondo enologico.
Uno spettacolo esilarante, divertente e ricco di informazioni sul vino, la sua storia, la sua chimica e il suo linguaggio. Un racconto serrato sul nettare degli Dei con una lettura ironica del linguaggio che si legge nelle guide enologiche. Uno spettacolo piccolo e divertente che si accompagna perfettamente a una degustazione. Uno spettacolo, adatto per qualsiasi luogo e che qui si svolgerà nel foyer/bar del Teatro Vascello.
Testi di grandi autori (Gaber, Neruda), informazioni semiotico-scientifiche e sketch derivati dall’improvvisazione regalano al pubblico 50 minuti di puro divertimento durante il quale saprete ‘tutto quello che volevate sapere sul vino e non avete mai osato chiedere’ (in enoteca).
Interpreti: Giuseppe Gandini-Gianantonio Martinoni
www.teatrovascello.it

sul CINEMA

PROSEGUE
 “LA PAZZA DELLA PORTA ACCANTO” di Antonietta De Lillo
Film ritratto di Alda Merini
NELLE SALE ITALIANE 17-18 Novembre 2014 e gg. seguenti 
Mariposa Cinematografica porta nelle sale italiane il film documentario La pazza della porta accanto, ritratto di Alda Merini realizzato da Antonietta De Lillo e prodotto da marechiarofilm.
Il volto di Alda Merini, i dettagli dei suoi occhi e delle sue mani compongono un ritratto d’artista che non nasconde le contraddizioni delle vita e le opere di una tra le più importanti figure letterarie del XX secolo, che Mariposa ricorda a 5 anni dalla sua scomparsa portando in contemporanea in alcune città il documentario.
Presentata con successo lo scorso anno al Torino Film Festival, la pellicola offre allo spettatore uno sguardo inedito su Alda Merini, restituendone con semplicità la grandezza umana e artistica.
La pazza della porta accanto nasce da materiale non montato nel primo lavoro che la De Lillo dedica alla Merini (Ogni sedia ha il suo rumore, 1995). A distanza di 20 anni, grazie alla collaborazione di Rai Cinema, quelle interviste sono state recuperate in questo ritratto intimo e familiare nel quale la poetessa ci parla della propria vita oscillando tra pubblico e privato e soffermandosi sui capitoli più significativi della sua esistenza – dall’infanzia agli amori, dalla maternità e il rapporto con i figli alla lucida e toccante riflessione sulla poesia e l’arte.
Data l’importanza culturale e le tematiche affrontante, il film avrà una distribuzione in profondità che proseguirà nei prossimi mesi. Tra gli obiettivi anche le scuole al quale il film verrà proposto quale strumento didattico di lettura della realtà contemporanea.
Distribuzione: Mariposa Cinematografica- Produzione Marechiarofilm
Regia: Antonietta De Lillo
www.marechiarofilm.it

PROSEGUE
 “SARA’ UN PAESE” di Nicola Campiotti
NELLE SALE ITALIANE da Giovedi 20 Novembre 2014
Il Comitato Italiano per l’UNICEF sostiene il film per l’alto valore del messaggio contenuto.
Riconosciuto Film di Interesse Culturale nazionale dal MiBAC
Sulle tracce dell’eroe fenicio Cadmo, cui il mito attribuisce l’introduzione in Grecia dell’alfabeto, Nicola, trentenne incerto sul futuro, e il fratello Elia, dieci anni, intraprendono un viaggio in Italia alla ricerca di un nuovo linguaggio, per ridare alle cose il loro giusto nome e restituire un senso alle parole. In questo peregrinare, fatto di volti e luoghi, realtà dolorose e memorie storiche, la strada diventa percorso di formazione e insieme di esplorazione immaginaria. Al confine tra documentario e finzione, il film racconta le speranze del Paese che sarà.
TRAILER
Distribuzione Indipendente-Produzione: Indrapur Cinematografica -Produttore: Sergio Scapagnini
Regia: Nicola Campiotti-Soggetto: Nicola Campiotti -Sceneggiatura: Nicola Campiotti in collaborazione con Antonia Paolini-Cast: Elia Saman, Graziella Marota, Matilde Gardini, Serge Latouche, Sista Bramini, Gianluca Foresi-Fotografia: Leone Orfeo-Montaggio: Enrica Gatto-Suono: Simone Costantino-Musiche: Stefano Lentini
www.distribuzioneindipendente.it

del TALENT SHOW

DEBUTTO
 “ACADEMY”  direzione artistica di Accademia Sistina
Quinta Edizione - OPENING PARTY - Conducono: KastaDiva & Christian Nastasi
PLANETROMA - Roma  - Venerdì 12 Novembre 2014,  dalle ore 20.30 – Varie soluzioni: Ingresso Cena – Ingresso dopo Cena – Liste d’entrata
Parte l'edizione 2015 del Talent Show di GIAM. I finalisti si esibiranno sul palco del Gay Village! Cantanti, Ballerini, Performers e Musicisti... Al via il Concorso Gratuito, aperto a Tutti!
Comincia Venerdì 12 Dicembre dalle ore 20.30 con un Opening Party d'eccezione, l'avventura di ACADEMY *DueMilaQuindici*, il Talent Show di GIAM giunto alla sua Quinta Edizione, realizzato da Accademia Sistina in collaborazione con il noto party della nightlife LGBT romana, che come ogni anno vedrà scontrarsi numerosi giovani talenti in lizza per guadagnarsi il favore del pubblico e vincere il premio sull'ambito palco del Gay Village nell'estate 2015.
Un'avventura lunga mesi dunque, in cui cantanti, ballerini, performer e musicisti in erba saranno i soli protagonisti, e dove la spettacolarità e la ricerca del talento la faranno da padrona. Il concorso completamente gratuito, darà la possibilità all'artista nascente di vincere una Produzione Video Professionale realizzato in esclusiva da Accademia Sistina, oltre al premio pecuniario che vedrà staccare per il vincitore, un assegno del valore di 500 Euro.
Tutti i concorrenti avranno la possibilità di esibirsi sul palco del Planet Roma a partire da venerdì 12 dicembre durante l'Opening Party Celebration, che presenterà al pubblico il programma della nuova stagione e regalerà agli affezionati un piacevole rendezvous delle migliori esibizioni della stagione passata, tenute dai best performer di ACADEMY...il tutto sotto l'attenta conduzione dei bravissimi KastaDiva e Christian Nastasi.
Il 12 dicembre non sarà che l'inizio! A partire dal 9 Gennaio 2015 (per due venerdì al mese) infatti, i concorrenti si esibiranno seguendo l'inconfondibile format di Academy, che vede l'esecuzione di un Tema differente per ogni appuntamento e sul quale ogni performer dovrà preparare la propria esibizione, rigorosamente Live! A render meno difficoltoso il compito dei concorrenti, saranno il supporto logistico e l'esperienza della direzione artistica fatta da Accademia Sistina. Contributi video inediti, visual, luci, led e costumi a tema, nonchè l'utilizzo del palcoscenico hi-tech della Sala Gold del Planet Roma, faranno sì che i giovani talentuosi provino la reale esperienza di un Live Show, d'innanzi al pubblico accorso per l'occasione.
Non solo spettacolo, ma anche buona cucina e possibilità di godersi le performance dei propri beniamini, comodamente seduti in quella che sarà una vera e propria DinnerRoom. Cena a buffet e ottimi drink attendono il pubblico per un venerdì sera che terminerà solo in nottata con un dj set d'eccezione. Dopo lo show infatti ha inizio Academy Disco, il nuovo party 100% Pop Music, con i migliori Djs del panorama musicale capitolino e l'intero cast di Academy, pronto a farci scatenare fino a tardi... E se di pop music si tratta, Paola Dee ne è il vero sinonimo! Sarà proprio la storica dj di GIAM e Gay Village ad aprire le danze, con un viaggio musicale che comincia da lontano. Un'avventura di note che attraversano l'intera Pop Culture, quella proposto dalla grande Paola Dee... e siamo certi che non ci sarà miglior modo per cominciare il weekend!
Direzione artistica: Accademia Sistina-Conduttrici: KastaDiva & Christian Nastasi-Djs: Paola Dee con altri.
www.planetroma.com
https://www.facebook.com/GIAMacademy?fref=ts

circa L’ARTE

PROSEGUE
“I BASSIFONDI DEL BAROCCO. La Roma del vizio e della miseria a cura di Francesca Cappelletti e Annick Lemoine
VILLA MEDICI - Grandes Galeries - Roma  - sino a Domenica 18 Gennaio 2015,  da martedì a domenica (chiuso il lunedì) 11.00-19.00 (ultimo ingresso alle 18.30).
Curata da Francesca Cappelletti, professore di storia dell’arte moderna dell'Università degli Studi di Ferrara, e Annick Lemoine, responsabile del
dipartimento di Storia dell'arte dell'Accademia di Francia a Roma e professore all’Università di Rennes 2.
In collaborazione tra l’Accademia di Francia a Roma – Villa Medici e il Petit Palais, Musée des Beaux-Arts de la Ville de Paris.
I bassifondi del Barocco svela il lato oscuro e volgare della Roma barocca, quello dei bassifondi, delle taverne, dei luoghi di perdizione. Una Roma “alla rovescia”, abitata dai vizi, dalla miseria e da eccessi di ogni tipo, che è all’origine di una stupefacente produzione di opere, ricca di paradossi e invenzioni. L’esposizione mostra per la prima volta questo aspetto trascurato della creazione artistica romana, da Caravaggio a Claude Lorrain, mostrando il volto nascosto della capitale del papato, fastosa e virtuosa, e degli artisti che lì vissero. Roma nel Seicento era il centro culturale più vivo e all’avanguardia d’Europa e attirava artisti da tutti i paesi. Italiani, francesi, olandesi, fiamminghi, spagnoli che vissero e fecero carriera nella capitale delle arti. A contatto con questa “splendida e misera città”, sovvertirono i codici espressivi e i canoni di bellezza, confrontandosi con l’universo dei bassifondi, la vita notturna e i suoi pericoli, il Carnevale e le sue licenze.
La mostra presenta più di cinquanta opere, realizzate a Roma nella prima metà del XVII secolo da artisti provenienti da tutta l’Europa, tra cui Claude Lorrain, Valentin de Boulogne, Jan Miel, Sébastien Bourdon, Leonaert Bramer, Bartolomeo Manfredi, Jusepe de Ribera, Pieter van Laer. Il pubblico potrà scoprire nelle Grandes Galeries i dipinti dei più grandi pittori Caravaggeschi, dei principalipaesaggisti italianizzanti e dei Bamboccianti, araldi della rappresentazione della vita comune di Roma e della campagna circostante. Quadri, disegni, stampe provenienti dai più importanti musei europei, ma anche opere che fanno parte di collezioni private, raramente esposte in pubblico.
Curatori: Francesca Cappelletti e Annick Lemoine
www.villamedici.it

PROSEGUE
“MEMLING. RINASCIMENTO FIAMMINGO a cura di Till-Holger Borchert
SCUDERIE DEL QUIRINALE – Roma – sino a Domenica 18 Gennaio 2015, orari vari.
Per la prima volta al pubblico italiano una grande rassegna dedicata ad Hans Memling, l'artista che nella seconda metà del Quattrocento, dopo la morte di Rogier van der Weyden sotto cui si era formato, divenne il pittore più importante di Bruges, cuore finanziario delle Fiandre e centro di produzione artistica tra i più avanzati dell'area fiamminga. Una mostra monografica sull’eccelso protagonista assoluto del Rinascimento fiammingo. La mostra riguarda ogni aspetto della sua opera, dalle pale monumentali d'altare ai piccoli trittici portatili, oltre ai celeberrimi ritratti, genere in cui Memling seppe perfezionare lo schema campito su uno sfondo di paesaggio, che esercitò una fortissima seduzione anche presso numerosi artisti italiani del primo Cinquecento. Si approfondiscono le forme di mecenatismo che fecero da propulsore per la carriera dell'artista. Memling divenne il pittore preferito della potente comunità di mercanti e agenti commerciali italiani a Bruges, diventando l'erede dei venerati maestri fiamminghi ormai scomparsi, Jan Van Eyck e Rogier van der Weyden. Fin dall'inizio della sua attività indipendente come pittore di tavole, Memling riuscì a creare una sintesi dei notevoli risultati di entrambi quei maestri, già tenuti nella più alta considerazione dalla nobiltà italiana e dalle élite urbane che ne fecero il loro pittore di riferimento.
Curatore: Till-Holger Borchert
www.scuderiequirinale.it

in merito a VIDEOGIOCHI

DEBUTTO
“Christmas Game Party” di fondazione Vigamus
VIGAMUS - Roma – Sabato 13 Dicembre 2014,  dalle ore 15.00
Un pomeriggio tutto dedicato al divertimento e alla conoscenza del mondo del gioco elettronico. A partire dalle ore 15:00 le sale del museo ospiteranno tornei a premi, una tavola rotonda, proiezioni e percorsi guidati.
Il pubblico potrà così visitare il museo con biglietto ridotto e conoscere da vicino tutti i suoi contenuti e iniziative a partire dai percorsi storici e interrativi, le mostre, i seminari, gli incontri  promossi dalla Fondazione VIGAMUS.
I presenti si sfideranno in tornei a premi per grandi e piccoli, potranno accedere alle oltre 40 postazioni di gioco che permettono di provare i titoli che hanno fatto la storia del videogioco oltre alle più recenti tecnologie nel campo del gaming, e vivere l'esperienza della realtà virtuale nella Oculus Room, l'unica sala permanete al mondo aperta ai visitatori dove è possibile provare  il visore Oculus Rift
Inoltre potranno assistere alla proiezione di un film di animazione e partecipare ad una tavola rotonda con esperti del settore presieduta da Marco Accordi Rickards, direttore di VIGAMUS e di VIGAMUS Academy, che pochi giorni fa ha inaugurato un nuovo corso di laurea triennale di Link Campus University e Fondazione VIGAMUS indirizzato al mondo del lavoro nell'industria del videogioco a 360°. 
All'evento saranno presenti ospiti noti del mondo dello spettacolo.
Programma: 15:00 Inizio Christmas Party -15:15 Torneo a premi per le famiglie - Super Mario Kart 8 (Wii U)-17:00 Buffet di rinfresco
17:30  Premiazione torneo e tavola rotonda presieduta da Marco Accordi Rickards, direttore VIGAMUS e VIGAMUS Academy-18:15     Torneo ospiti - PES 2015 (PS4)-18:30 Proiezione del film di animazione-20:00 Saluti e chiusura Christmas Game Party



Kirosegnaliamo esce all’inizio di ogni settimana, chi volesse darci comunicazione di eventi con rilievo artistico-culturale può scriverci a kirolandia@gmail.com oppure info@kirolandia.com,  entro la domenica precedente, specificando chiaramente la richiesta di segnalazione, provvederemo previa specifica selezione all'inserimento … 

Se consideri questo post interessante scrivi un commento e/o clicca mi piace!!!    

Nessun commento:

Posta un commento