MENU

K-HOME | KIROLANDIA | KIRI | REGOLAMENTO | CONTATTI  | corrente culturale | frida.artes | cookie law
Kirosegnaliamo | Kiroalmanacco | Kirosegnaliamo
K-NEWS |FOTO | RACCONTI | POESIE | DISEGNI/PITTURE | VIDEO | PALCOSCENICO | MUSICA | ARTE | CINEMA | LIBRI | COSTUME/SOCIETA' | SCIENZE/NATURA
IppoKiro PutzoKiro MayaKira LoveKira VirusKira ManuKira AttiroKira Krouge ChiKira VolpocaKiro MireKira

lunedì 12 gennaio 2015

KIROSEGNALIAMO 12-18 Gennaio 2015

Kirosegnaliamo






Kiri, continuano le segnalazioni in Kirolandia blog di cooperazione dell'omonima corrente culturale.Per voi, di settimana in settimana, alcuni suggerimenti, piccoli e grandi, sia In che Off, selezionati sulla base delle vostre importanti indicazioni, in pieno kirostile, qualità libera da tutto e da tutti!!!




in PALCOSCENICO

DEBUTTO
“PREMIO MILLELIRE – LORENZO DE FEO – Un corto per il teatro,  II edizione” a cura di Antonio Lupi e Junia Tomasetta
Patrocinio di Roma Capitale Municipio I
Mediapartner Kirolandia, La Nouvelle Vague Magazine, Madrearte Teatro, Gino Magazine
TEATRO MILLELIRE  - Roma – da Martedi 13 Gennaio a Domenica 18 Gennaio 2015  Marzo, ore 21.00_dom ore 18.00
Dopo il grande successo della scorsa stagione si svolge  la II edizione del Premio Millelire – Un corto per il Teatro.  Il premio, quest’anno, è intitolato al regista, attore e drammaturgo Lorenzo De Feo fondatore del Teatro Millelire insieme ad Antonio Lupi e scomparso lo scorso anno.
L'obiettivo di questa iniziativa, fortemente voluta dai due fondatori del Teatro,  è quello di offrire alle compagnie uno spazio dove esporre i propri lavori, favorendo la diffusione e il confronto tra i nuovi soggetti del Teatro Italiano.
Il tema centrale dei corti scelto quest'anno dagli organizzatori, Antonio Lupi e Junia Tomasetta, entrambi direttori del Teatro Millelire, è “La Cattiveria: quanto fa ridere!”.
Quindici sono le compagnie teatrali che si sfideranno per l'assegnazione di diversi premi: Miglior Corto, Miglior Interprete, Miglior Regia, Premio della Critica, Miglior Drammaturgia assegnati dalla Giuria Critica, di Qualità e Popolare.
3 premi dei Media partner Creatività – la Nouvelle Vogue Magazine;   Energia Scenica -  Kirolandia corrente culturale; Originalità della messa in scena - Madre Arte Teatro
Gli spettacoli giorno per giorno:
Martedì 13 gennaio 2015
1. Album di famiglia – Comp. In’ciampi di Napoli
2. A qualsiasi costo - Ass. Extravagarte di Roma
3. I Parenti di Averroè – Progetto Aliremote di Prato
Mercoledì 14 gennaio 2015
1. Al passo coi tempi – Silvia Basile di Roma
2. Travolto da una vita di… - CAPSA Service di Roma
3. Art’è? – Ass. Cult. Cicolocchio di San Giorgio del Sannio (BN)
Giovedì 15 gennaio 2015
1. Una donna indifesa – Ass. Subeventi di Napoli
2. Donna Santina F. di O. – Ass. Cult. Skené di Marsala
3. Le cattive c’hanno da dì – Ass. Cult. Ovatta Armata di Roma
Venerdì 16 gennaio 2015
1. Oltre la Striscia – Ass. Primo Aiuto di Napoli
2. Festa della Repubblica – Planet Arts di Roma
3. Sonata irregolare per anime inquiete – Les Enfants du paradis di Napoli
Sabato 17 gennaio 2015
1. Tuttodunfiato – La Ribalta di Novara
2. Quella strana bottega – In…turno H24 di Ancona
3. Delitti esemplari - Comp. Tuttinscena di Roma


DEBUTTO
“CANTIERI CONTEMPORANEI officina promozionale della drammaturgia contemporanea
 a cura di TeatroDueRoma
con il patrocinio dell'Accademia d’arte drammatica “Silvio D’Amico” 
TEATRO DUE ROMA stabile d’essai - Roma - da Giovedi 8 a Domenica 25 Gennaio 2015, ore 21.00_dom ore 18.00
Il Teatro Due Roma inaugura la nuova fase della stagione 2014-2015 presentando progetti che rinnovano la già trentennale attività di promozione e distribuzione della drammaturgia contemporanea ed emergente.
Il mese di Gennaio sarà dedicato al progetto Cantieri contemporanei, rassegna che accoglie quattro progetti teatrali inediti o ri-elaborazioni di classici proposti da ex allievi diplomati dell’ Accademia nazionale d’arte drammatica “Silvio D’Amico”.
---
 “DAS SCHLOSS” di Francesca Caprioli
da F. Kafka
Da Sabato 10 a Mercoledi 14 Gennaio 2015
“E’ la vita che è diventata servizio, o il servizio che è diventato la vita?”
Un uomo che cerca disperatamente di capire le catene che lo legano ad un sistema che non comprende. Un sistema che lo guarda e non lo riguarda, che è fatto di immagini e non immagina, che produce segreti fatti di carta e uomini di ferro.
Drammaturgia e regia: Francesca Caprioli  - Interpreti: Gabriele Abis, Gabriele Anagni, Simone Borrelli, Laurence Mazzoni, Eleonora Pace, Paola Senatore, Flavio Francucci
---
“ASSOLUTAMENTE DELIZIOSE” di Claire Dowie
Da Giovedi 15 a Martedi 20 Gennaio 2015
Due donne cresciute insieme  A e B si incontrano dopo molto tempo. Ricordi di infanzia, delle prime esperienze sessuali, rancori. Cosa implica nascere “bambine” in questo mondo con i suoi Microonde e l’irrigazione del colon? Un ti odio e ti amo senza esclusione di colpi.
Autore: Claire Dowie – Regista: Emiliano Russo Interpreti: Flaminia Cuzzoli,Ottavia Orticello
www.teatrodueroma.it

DEBUTTO
“IL DIARIO DI MARIAPIA” di Fausto Paravidino
TEATRO OROLOGIO – Sala Moretti - Roma  - da Martedi 13 a Domenica 18 Gennaio 2015,  ore 21.30_dom ore 18.00
Il diario di Mariapia, spettacolo scritto e diretto da Fausto Paravidino, ha debuttato nel 2010 al Dramaten di Stoccolma. Da allora ha avuto un fecondo percorso di repliche in tutta Italia.
La Mariapia del titolo è un medico di campagna che, dopo una lunga malattia, è stata ricoverata in ospedale per non uscirne più. Lì ha perduto tutte le sue forze e, con esse, la vitalità con la quale per paradosso sperava di morire. Per far fronte a questa imprevista depressione il suo medico le ha consigliato di continuare a fare il suo lavoro, il dottore appunto, rendendo testimonianza della sua esperienza sanitaria.
Lo spettacolo tratto da questo materiale è una commedia che parla della vita quando si avvicina alla morte e dell’effetto che questo fa ai futuri superstiti. La cosa speciale di questo testo e di questa messa in scena è la ricerca della qualità di calma con la quale avvicinare l’orecchio ad un testimone di una fase straordinaria della vita, forse la più spaventosa, per cercare dei piccoli indizi sul segreto della vita, con la speranza che questa prospettiva ci possa dire qualcosa… e la cosa sorprendente è che oltre a commuoverci sa anche farci sorridere molto.
Nidodiragno_Autore e regista: Fausto Paravidino-Interpreti: Iris Fusetti, Monica Samassa, Fausto Paravidino
DEBUTTO
“DIDONE” di Giuseppe Manfridi
TEATRO STANZE SEGRETE  Roma  - da Martedi 13 a Domenica 25 Gennaio 2015,  ore 21.00_dom ore 19.00 
Debutta l'avvincente storia di Didone,  narrata in versi da Giuseppe Manfridi.
Ci troviamo di fronte  all’originale rivisitazione di una fra le più belle pagine della letteratura latina, attraverso la trasformazione di  un dramma antico in un dramma eterno, per molti versi contemporaneo: quante donne belle, piene di talento e di valore, si sono perse seguendo uomini che le hanno condotte alla rovina? E viene quasi spontaneo pensare a Claretta Petacci e Benito Mussolini mentre ripercorriamo l'amore di Didone ed Enea in questo allestimento pensato negli anni '30-'40, con musiche e costumi che straniandoci dall'epoca classica ci fanno attraversare la storia, l'attualità e anche un po' noi stessi.
Sinossi: Ovidio, già vecchio, evoca Didone, la regina fenicia che aveva giurato di non innamorarsi più dopo la morte del marito Sicheo e che invece si lascia bruciare dalla passione per Enea fino a suicidarsi con la sua spada dopo la partenza dell'eroe troiano. Ovidio crede di trovare in lei un'ispirazione, ma inconsapevolmente compie un atto di stregoneria: Didone gli rivelerà di non essere stata evocata, ma raggiunta. Dove sta avvenendo il loro colloquio? Nell'oltremondo? E colui che domanda, perché si trova lì? 
Tra intensità tragiche e repentini slanci di frivolezza, Didone ripercorrerà il filo della sua rovinosa storia d'amore con Enea, illuminandola però di una luce nuova. Adesso lei è un nume luminoso che ha accesso a segreti che per il poeta Ovidio sono un mistero, ma contemporaneamente resta una donna palpitante e innamorata che ha barattato la propria vita con un ruolo tragico e marginale nel destino di un grande condottiero.
AnadunÈ_Autore: Giuseppe Manfridi- Regia: Fabrizio Pucci -InterpretiMarina Guadagno e Fabrizio Pucci-Assistente alla Regia: Irma Carolina di Monte- Disegno luci: Stefano Lattavo-Tecnico audio/luci: Lucrezia Lanza - Scene e Costumi: Lidia Tavanti, Valerio Brignilli- Hair Stylist & Makeup Artist: Luca Falcetti- Progetto Grafico e Fotografia: Eleonora Asquino
www.stanzesegrete.it

DEBUTTO
L'ELASTICONE prendi lascia, lascia prendi... di Sabrina di Stefano
TEATRO DEI SATIRI - Roma – da Mercoledi 14 a Domenica 18 Gennaio 2015 – ore 21:00_ Dom. ore 18:00
L’Amore, il più nobile dei sentimenti, è il protagonista de L'elasticone - Prendi lascia, prendi lascia, una sorta di teatro canzone a più voci. Sul palco Sabrina Di Stefano, cantautrice romana, che ha voluto dire la sua sull'amore. Con lei, sotto ai riflettori. altre due attrici, Nadia Perciabosco e Laura De Marchi per dare vita ad un vero e proprio spettacolo-concerto ironico, spregiudicato, riflessivo, malizioso e tragicomicamente vero, diretto da Marco Simeoli.
Le relazioni. Chi di noi ne ha capito veramente qualcosa? - afferma il regista - Filosofi, psicologi, sociologi ne hanno fatto la base della loro scienza; l’argomento ha ispirato e motivato artisti, poeti, cantautori, musicisti, registi, danzatori, terapeuti; sono stati prodotti migliaia di libri, trattati, ma anche canzoni, poesie, racconti. Sabrina Di Stefano ha voluto dire la sua sull’argomento con questo spettacolo che analizza e sintetizza le relazioni sentimentali in quattro tappe fondamentali: conoscenza, relazione, crisi e capitolazione.
Sul palco la stessa Sabrina Di Stefano “canta” le proprie emozioni, disturbata dalle attrici Nadia Perciabosco e Laura De Marchi, che, con i loro interventi ironici, comici e a volte taglienti, fanno da contraltare alla musica. Le tre artiste insieme esplorano le particolarità, i giochi, le strategie, le amarezze, i paradossi di un incontro, tema tanto conosciuto quanto sconosciuto, tanto scontato quanto nuovo.
Canzoni e tormenti di Sabrina di Stefano-Disturbate dalle attrici: Laura de Marchi e Nadia Perciabosco- Percussioni Leonardo Cesari-Chitarre Vittorio Giannelli e Anna Barletta-Regia Marco Simeoli
www.teatrodeisatiri.it

DEBUTTO
“PUP UP, Un fossile di cartone animato” di Giulia Gallo, Giovanni Guerrieri
Con il sostegno di Regione Toscana
CENTRALE PRENESTE TEATRO  - Roma - (Dai 3 ai 7anni), Domenica 18 Gennaio 2015 - ore 16.30
Arriva a Centrale Preneste Teatro lo spettacolo Pop up, un fossile di cartone animato. Progetto nuovi sguardi per un pubblico giovane del Teatro delle Briciole di Parma, affidato a I Sacchi di Sabbia, sul palco romano il libro animato viene reinventato in forma teatrale. Pop up intreccia, infatti, le microstorie di un bambino di carta e di una piccola, enigmatica sfera: le evoluzioni ritmiche, cromatiche e sonore del loro rapporto, i loro incontri, le loro specularità, le loro trasformazioni. Due attrici, Beatrice Baruffini e Serena Guardone, che sono insieme animatrici, danno vita e voce ai due protagonisti di carta, giocando sull’apparizione delle figure e delle forme nel tempo, sugli intrecci di esse con i loro corpi, sul movimento e sull’illusione del movimento, sulla sincronicità tra voci e tra voci e immagini.
L’idea della reinvenzione scenica del libro pop up, la sfida di creare un cartone artigianale, una sorta di fossile di cartone animato nell’epoca del 3D, è la preziosa occasione per una riflessione sull’animazione e sulla possibilità di intraprendere un’altra direzione più evocativa che lasci maggiore spazio all’immaginazione nell’era della dittatura digitale.
Teatro delle Briciole_Progetto nuovi sguardi per un pubblico giovane affidato a I Sacchi di Sabbia_Autori: Giulia Gallo, Giovanni Guerrieri-Con la collaborazione di Giulia Solano-Interpreti: Beatrice Baruffini e Serena Guardone-Libri: Giulia Gallo-Ideazione luce Emiliano Curà-Realizzazione scene LabTdb (Paolo Romanini)
--
Spettacolo inerente alla Rassegna Infanzie in gioco 2014/15 del Centrale Preneste Teatro che prosegue sino al 29 Marzo 2015. Per il quarto anno consecutivo il sipario del teatro si apre per dare spazio a spettacoli dedicati ai più piccoli e alle loro famiglie. L’iniziativa è organizzata dalla Compagnia Ruotalibera e da Centrale Preneste Teatro per le nuove generazioni con il sostegno della Regione Lazio - Direzione Regionale Cultura e Politiche Giovanili e in collaborazione con il Municipio V di Roma Capitale.
Ogni domenica alle ore 16.30. In cartellone 24 spettacoli con racconti e storie per grandi e piccini. Alcuni sono proposti dalla Compagnia Ruotalibera, ma tantissimi sono gli ospiti provenienti da Roma e da tutta Italia. Un cartellone ricco e variegato che propone tanti spettacoli divertenti ed educativi per imparare e crescere in famiglia.
www.centraleprenesteteatro.blogspot.it

PROSEGUE
“TETRO #batman # leopardi #joker #laing” di Antonio Sinisi e Gabriele Linari
TEATRO STUDIO UNO  - Roma -  da Giovedi 8 a Domenica 18 Gennaio 2015  ore 21.00_dom ore 18.00
Nuovo anno di spettacoli e progetti per il Teatro Studio Uno che inaugura il 2015 con la prima residenza artistica della stagione, “Tetro” di Antonio Sinisi e Gabriele Linari, un lavoro originale ispirato al testo“Batman The Killing Joke” comic novel scritto da Alan Moore e disegnato da Brian Bolland.
Secondo la teoria del più grande criminale dei fumetti, Joker, solo una pessima giornata divide una persona sana di mente da uno psicotico, una linea sottile e impalpabile tra il buono e il cattivo, tra oscura umanità e ridente follia omicida, pensiero che lo trova di fatto contrapposto all’eterno e giurato rivale, l’Uomo Pipistrello. Esistono buoni e cattivi? Ogni individuo è la somma dei soggetti e degli oggetti che lo circondano? Per entrare nell'enigma​ in scena un solo uomo, una sola figura a portare la somma del tutto e l’insieme dei tutti. Se vogliamo racchiudere il lavoro teatrale in una parola complessa potremmo definirla un corpo-a-corpo tra attore e regista: un gioco di azione-reazione per creare il corpo in scena che crea voci-suoni. Il tutto in uno. Un monologo non monologo, basato non sull’interpretazione di tanti personaggi ma dalla riscoperta delle tante sfaccettature di una stessa persona attraverso le variazioni di frequenza del suono della voce, dai cambi di ritmo del corpo in scena. 
Il testo e le immagini di un fumetto sono anche il pretesto per creare quadri di raccordo con altri due autori e i rispettivi testi: Giacomo Leopardi con Pensieri e R.D. Laing con Nodi. Il primo per approfondire la natura dei rapporti umani sul loro fondamento che è l’egoismo e il secondo per analizzare l’esperienza e il comportamento interpersonali attraverso l’antipsichiatria.
Natacha Von Braun / ensemble d’espressioni e Compagnia Teatrale LABIT_Autori: Antonio Sinisi e Gabriele Linari-Messa in scena: Antonio Sinisi- Interprete:
Gabriele Linari-Musiche originali: Cristiano Urbani-Vignette e locandine: Martoz
www.teatrostudiouno.com

PROSEGUE
 “SOGNI E BISOGNI incubi e risvegli” di Vincenzo Salemme
TEATRO OLIMPICO - Roma dal 16 Dicembre 2014 al 25 Gennaio 2015, ore 21.00_dom ore 18.00
La commedia, andrà in scena anche il 6 gennaio alle ore 18:00
6 gennaio ore 18:00-14 e 21 gennaio ore 17:00-Riposo 7, 8, 12, 19 gennaio
---
Dal 16 dicembre e per tutto il periodo delle feste torna sul palco del Teatro Olimpico il grande Vincenzo Salemme, presentando al suo affezionato pubblico romano una commedia brillante ricca dell’acuto umorismo proprio del grande mattatore napoletano e da lui scritta, diretta e interpretata.
Rocco Pellecchia, un anonimo e sconsolato piccolo borghese, la mattina di Ferragosto si rende conto che la sua virilità lo ha abbandonato; il suo alter ego è diventato un’entità autonoma dall’ironico nome di “Tronchetto della felicità”. Trascurato e considerato un semplice “inquilino del piano di sotto”, il Tronchetto si presenta dal suo antico padrone e gli dice chiaramente: «se non ricominci a sognare, tu non mi vedi più». Esterna così le sue frustrazioni in riflessioni semiserie sulla vita, evoca ricordi della giovinezza spensierata con l'intento di scuotere Rocco dalla sua condizione passiva per vivere avventure mai provate prima. Fino alla sorprendente conclusione.
Autore, regista interprete: Vincenzo Salemme, Intepreti: Nicola Acunzo, Vincenzo Borrino, Susy del Giudice, Antonio Guerriero, Domenico Aria, Sergio D’Auria, Andrea Di Maria, Raffaella Nocerino – Scena: Alessandro Chiti – Musiche: Antonio Boccia - Costumi Mariano Tufano -
Luci: Umile Vaieneri – Valeria Esposito per “Chi è di Scena” e Gianpiero Mirra per “Diana Or.i.s.”

sul CINEMA
PROSEGUE
 “UN GATTO A PARIGI” di Jean Loup Felicioli e Alain Gagnol
Qualifica Film d’essay dal Ministero.
NELLE SALE ITALIANE da Giovedi 18 Dicembre
Film di Animazione
Il gatto Dino ha una doppia vita. Di giorno vive con la piccola Zoé, figlia unica di Jeanne, capitano di polizia. Di notte invece sale sui tetti di Parigi con Nico, un ladro abile e di buon cuore. 
Zoé ha smesso di parlare da quando suo padre, poliziotto come la moglie Jeanne, è stato ucciso da un noto criminale, Victor Costa. Jeanne è totalmente votata al lavoro e non dedica molto tempo alla figlia: è impegnata a organizzare la sorveglianza del Colosso di Nairobi, una preziosa statua presa di mira da Victor Costa. 
Dino, di ritorno dai suoi giri notturni, porta spesso a Zoé dei doni: un giorno le porta un braccialetto che l’assistente di Jeanne, Lucas, riconosce come parte del bottino di una rapina. Qualche sera dopo, Zoé decide di seguire di nascosto il suo gatto. Incappa così nella gang di Victor Costa, e scopre che Claudine, la sua fidata baby-sitter, fa parte della banda.
Durata: 70 Minuti
www.catinparis.com - www.pfafilms.com

circa L’ARTE

PROSEGUE
“I BASSIFONDI DEL BAROCCO. La Roma del vizio e della miseria a cura di Francesca Cappelletti e Annick Lemoine
VILLA MEDICI - Grandes Galeries - Roma  - sino a Domenica 18 Gennaio 2015,  da martedì a domenica (chiuso il lunedì) 11.00-19.00 (ultimo ingresso alle 18.30).
Curata da Francesca Cappelletti, professore di storia dell’arte moderna dell'Università degli Studi di Ferrara, e Annick Lemoine, responsabile del dipartimento di Storia dell'arte dell'Accademia di Francia a Roma e professore all’Università di Rennes 2.
In collaborazione tra l’Accademia di Francia a Roma – Villa Medici e il Petit Palais, Musée des Beaux-Arts de la Ville de Paris.
I bassifondi del Barocco svela il lato oscuro e volgare della Roma barocca, quello dei bassifondi, delle taverne, dei luoghi di perdizione. Una Roma “alla rovescia”, abitata dai vizi, dalla miseria e da eccessi di ogni tipo, che è all’origine di una stupefacente produzione di opere, ricca di paradossi e invenzioni. L’esposizione mostra per la prima volta questo aspetto trascurato della creazione artistica romana, da Caravaggio a Claude Lorrain, mostrando il volto nascosto della capitale del papato, fastosa e virtuosa, e degli artisti che lì vissero. Roma nel Seicento era il centro culturale più vivo e all’avanguardia d’Europa e attirava artisti da tutti i paesi. Italiani, francesi, olandesi, fiamminghi, spagnoli che vissero e fecero carriera nella capitale delle arti. A contatto con questa “splendida e misera città”, sovvertirono i codici espressivi e i canoni di bellezza, confrontandosi con l’universo dei bassifondi, la vita notturna e i suoi pericoli, il Carnevale e le sue licenze.
La mostra presenta più di cinquanta opere, realizzate a Roma nella prima metà del XVII secolo da artisti provenienti da tutta l’Europa, tra cui Claude Lorrain, Valentin de Boulogne, Jan Miel, Sébastien Bourdon, Leonaert Bramer, Bartolomeo Manfredi, Jusepe de Ribera, Pieter van Laer. Il pubblico potrà scoprire nelle Grandes Galeries i dipinti dei più grandi pittori Caravaggeschi, dei principalipaesaggisti italianizzanti e dei Bamboccianti, araldi della rappresentazione della vita comune di Roma e della campagna circostante. Quadri, disegni, stampe provenienti dai più importanti musei europei, ma anche opere che fanno parte di collezioni private, raramente esposte in pubblico.
Curatori: Francesca Cappelletti e Annick Lemoine
www.villamedici.it

PROSEGUE
“MEMLING. RINASCIMENTO FIAMMINGO a cura di Till-Holger Borchert
SCUDERIE DEL QUIRINALE – Roma – sino a Domenica 18 Gennaio 2015, orari vari.
Per la prima volta al pubblico italiano una grande rassegna dedicata ad Hans Memling, l'artista che nella seconda metà del Quattrocento, dopo la morte di Rogier van der Weyden sotto cui si era formato, divenne il pittore più importante di Bruges, cuore finanziario delle Fiandre e centro di produzione artistica tra i più avanzati dell'area fiamminga. Una mostra monografica sull’eccelso protagonista assoluto del Rinascimento fiammingo. La mostra riguarda ogni aspetto della sua opera, dalle pale monumentali d'altare ai piccoli trittici portatili, oltre ai celeberrimi ritratti, genere in cui Memling seppe perfezionare lo schema campito su uno sfondo di paesaggio, che esercitò una fortissima seduzione anche presso numerosi artisti italiani del primo Cinquecento. Si approfondiscono le forme di mecenatismo che fecero da propulsore per la carriera dell'artista. Memling divenne il pittore preferito della potente comunità di mercanti e agenti commerciali italiani a Bruges, diventando l'erede dei venerati maestri fiamminghi ormai scomparsi, Jan Van Eyck e Rogier van der Weyden. Fin dall'inizio della sua attività indipendente come pittore di tavole, Memling riuscì a creare una sintesi dei notevoli risultati di entrambi quei maestri, già tenuti nella più alta considerazione dalla nobiltà italiana e dalle élite urbane che ne fecero il loro pittore di riferimento.
Curatore: Till-Holger Borchert
www.scuderiequirinale.it

delle CENE DI SOLIDARIETA’

DEBUTTO
“due anni di Steadfast Onlus”
Festa con cena solidale
TENUTA DUE PINI  - Aprilia – Venerdi 16 Gennaio 2015 – ore 20.30
Si terrà la cena solidale per il festeggiamente dei due anni di attività di Steadfast Onlus.
Steadfast Onlus, nasce per la cooperazioni in Africa, con missioni mediche, istruzione, acqua e alimentazione; Ma ad oggi ha creato dei progetti che interessano anche il nostro paese, come l'assistenza gratuita a malati e anziani nelle cliniche di lunga degenza. Tutti insieme possiamo fare tanto!
Vi ricordiamo che è necessaria la prenotazione.
 sviluppo@ steadfastfondation.org


Kirosegnaliamo esce all’inizio di ogni settimana, chi volesse darci comunicazione di eventi con rilievo artistico-culturale può scriverci a kirolandia@gmail.com oppure info@kirolandia.com,  entro la domenica precedente, specificando chiaramente la richiesta di segnalazione, provvederemo previa specifica selezione all'inserimento … 

Se consideri questo post interessante scrivi un commento e/o clicca mi piace!!!    

Nessun commento:

Posta un commento