MENU

K-HOME | KIROLANDIA | KIRI | REGOLAMENTO | CONTATTI  | corrente culturale | frida.artes | cookie law
Kirosegnaliamo | Kiroalmanacco | Kirosegnaliamo
K-NEWS |FOTO | RACCONTI | POESIE | DISEGNI/PITTURE | PALCOSCENICO | MUSICA | ARTE | CINEMA | LIBRI | COSTUME/SOCIETA' | SCIENZE/NATURA | VIDEO
IppoKiro PutzoKiro MayaKira LoveKira ManuKira AttiroKira VolpocaKiro MireKira Krouge

lunedì 23 febbraio 2015

KIROSEGNALIAMO 23 Febbraio-1 Marzo 2015

Kirosegnaliamo






Kiri, continuano le segnalazioni in Kirolandia blog di cooperazione dell'omonima corrente culturale.Per voi, di settimana in settimana, alcuni suggerimenti, piccoli e grandi, sia In che Off, selezionati sulla base delle vostre importanti indicazioni, in pieno kirostile, qualità libera da tutto e da tutti!!!



in PALCOSCENICO

DEBUTTO
“ADESSO CHE HAI SCELTO”di Mimmo Sorrentino
TEATRO DUE ROMA - Roma – da Martedi 24 a Giovedi  26 Febbraio 2015,  ore 21.00_dom ore 18.00
Premio ANCT (Ass. Nazionale dei Critici di Teatro) – Teatri delle diversità 2014
“Si tratta di persone così meravigliose che la fantasia umana, per quanto prodigiosa, non sarebbe mai in grado di inventare o immaginare”.
Detenuti, studenti, anziani, rom, malati terminali, giudici, vigili del fuoco, tossici, casalinghe, stranieri, attori, medici, commercianti ambulanti.
Mimmo Sorrentino sceglie di raccontare le loro storie, prima per 24 settimane il sabato pomeriggio al programma di Radio 3 “Piazza Verdi”, poi a teatro.
“D’amore. Sempre d’amore. Ecco di cosa parliamo”.
5040 spettacoli possibili irripetibili il cui finale sarà deciso dal pubblico presente in sala coinvolto in maniera esclusiva e determinate per l’andamento dello spettacolo stesso, poiché chiamato a votare i racconti divisi in tanti gruppi tematici.
Racconti irripetibili perché pubblico e spettacolo coincidono. “Per cui ad ogni pubblico il suo spettacolo.
“Non potendo raccontare tutte le storie ogni sera, ho elaborato uno spettacolo con 5040 possibili combinazioni diverse. Con questo criterio sono abbastanza certo che racconterò prima o poi di ognuna di loro. “Adesso che hai scelto” è anche uno spettacolo sulle ragioni che ci spingono a scegliere qualcosa piuttosto che un’altra. Una persona piuttosto che un’altra. Ed è uno spettacolo che ha l’ambizione di far nascere nel pubblico un desiderio: il desiderio di scrivere una poesia, che altro non è che la lingua con cui raccontiamo ciò che accade dentro di noi. … La lingua per dire il nostro desiderio. Il nostro amore. “Adesso che hai scelto” non è teatro di narrazione, ma la narrazione del teatro. La narrazione del teatro non richiede in primis attori, ma testimoni. Narrare il teatro, almeno nel mio caso, vuol dire dare una testimonianza della vita e del desiderio che la fa muovere.” Mimmo Sorrentino
Mimmo Sorrentino ha vinto nel 2014 il Premio della Critica, promosso da ANCT, sezione “Teatri della diversità”
Teatro dell’Argine/TeatroIncontro_ Autore, interprete, regista: Mimmo Sorrentino
---
Lo spettacolo fa parte della rassegna: A Roma! A Roma! direzione artistica di Francesca De Sanctis da Martedi 3 Febbraio a Domenica 29 Marzo 2015 – vari orari


DEBUTTO
“TRA MOGLIE E MARITO NON METTERE IL DITO”di Claudio Gnomus
TEATRO AMBRA ALLA GARBATELLA - Roma - da Giovedi 26  Febbraio Domenica 1  Marzo 2015, ore 21.00_dom ore 18.00
Divertente commedia scritta e diretta da Claudio Gnomus. Sul palco con Gnomus, che dello spettacolo è anche protagonista, Sara Adami e Francesca La Scala, con l'amichevole partecipazione in video di Samuel John Porter e Gianni Licata.
Roma. Un quartiere qualunque. Una coppia come un’altra (o quasi) subisce le continue interferenze della migliore amica di lei. A volte la felicità può provocare sentimenti di invidia nelle persone che ci circondano e gli amici possono dare consigli che, invece di ravvivare un rapporto, peggiorano la situazione e allora subentra la crisi.
Sarà colpa della differenza di età? Sarà perché lei è perennemente a dieta? Sarà perché quando lui ha due linee di febbre sembra sul punto di morire? O sarà colpa dell’amica che per trovare l’amore interroga il futuro con “I Ching”?
Perché dopo alcuni anni di vita in comune l’abitudine sembra appiattire ogni desiderio? Una vita sessuale regolare è necessaria per il mantenimento di un alto livello di estrogeni nella donna e di testosterone nell’uomo. Allora perché negli anni si diradano i rapporti sessuali?
Come fanno le donne a cenare con uno yogurt? Come fanno gli uomini ad andare tutte le domeniche allo stadio senza annoiarsi? Come fanno due donne a parlare per ore senza dirsi nulla di importante? Come fanno gli uomini a rimanere attaccati alla mamma anche dopo che il cordone è stato reciso da mezzo secolo?
Nella sua divertente commedia, Claudio Gnomus svelerà finalmente questi ed altri misteri esistenziali della vita di tutti i giorni.
Autore e regista: Claudio Gnomus-Intrpreti: Claudio Gnomus, Sara Adami e Francesca La Scala, con la partecipazione di Samuel John Porter e Gianni Licata
www.teatroambra.it

DEBUTTO
“NOVECENTO” di Alessandro Baricco
Regia di Andrea Teodori
TEATRO STUDIO UNO  - Roma -  da Giovedi 26 Febbraio a Domenica 1  Marzo 2015, ore 21.00_dom ore 18.00
“Io sono nato su questa nave. E qui il mondo passava, ma a duemila persone per  volta. E di desideri ce n'erano anche qui, ma non più di quelli che ci potevano  stare tra una prua e una poppa. Suonavi la tua felicità, su una tastiera che non era infinita. Io ho imparato così. La terra, quella è una nave troppo grande per me. È un viaggio troppo lungo. È una donna troppo bella. È un profumo troppo forte. È una musica che non so suonare. Perdonatemi. Ma io non scenderò”
Novecento di Alessandro Baricco
La storia,  entrata nell'immaginario collettivo grazie al film del 1998 di Giuseppe Tornatore "La leggenda del pianista sull'oceano",  narra la vita di Danny Boodman T.D. Lemon Novecento, il più grande pianista mai vissuto, nato, cresciuto e morto su una nave senza mai scendere sulla terra ferma, riuscendo a conoscere il mondo solo attraverso i racconti dei passeggeri del piroscafo e dall’amico Max Tooney, trombettista del transatlantico e  voce narrante della storia.
In questo originale allestimento il racconto prende vita grazie ad binomio perfetto tra la parola e immagini, evocate in scena attraverso giochi di luce, lampadine a incandescenza che spuntano dall’alto insieme a diapositive e lanterne magiche. Tutto per accompagnare lo spettatore nel racconto e nelle atmosfere ovattate dell’America del primo ‘900 quando la musica jazz e il blues diventavano colonna sonora indelebile del sogno americano.
Uomo fuori dal comune, Novecento vive sospeso tra la musica e il mare in un limbo che gli impedisce di oltrepassare i propri timori e superare le proprie paure per affrontare l’inatteso, l’ignoto.  Con semplicità e naturalezza lo spettacolo passa dalla spensieratezza di un sorriso, ad una più profonda riflessione sulla vita, evidenziando come la difficoltà nell’agire, comune nel nostro tempo, ci lascia troppo spesso immobili di fronte al compromesso e alla scelta, trasformandoci in meri spettatori della nostra esistenza.
Associazione Culturale Novembre_Autore:Alessandro Baricco-Regia Andrea Teodori-Interprete: Diego Migeni-Scenografia Paolo Carbone

DEBUTTO
“NUOVI MONDI” di Yamila Suarez Filgueira
con Marilena Muratori e Silvia Torino
TEATRO STUDIO UNO  - Roma -  da Giovedi 26  Febbraio Domenica 1  Marzo 2015, ore 21.00_dom ore 18.00
“Nuovi Mondi” racconta con delicatezza e originalità la condizione della solitudine e i mondi che intorno ad essa si creano. In scena due donne, due
sguardi, due sapori. Madre e figlia bloccate in un presente, tra un passato che non posseggono più e un futuro assolutamente ignoto. Circondate da loro stesse, dalle loro immagini e dall’eco delle loro musiche si incontreranno e cercheranno di curare le proprie ferite, ritrovare i propri fantasmi e creare insieme nuovi mondi possibili.
La follia, la solitudine, la famiglia, l'universo femminile, sono alcuni dei temi che girano intorno allo spettacolo che vuole parlare in chiave onirica e surreale degli individui e della loro inadeguatezza in questo mondo, utilizzando il teatro di figura, il video e la musica dal vivo. Una ricerca estetica che racconta un passato di circo e un presente di strada.
Arteattiva e Teatrino del Grano_Regia Yamila Suarez Filgueira- Interpreti:  Marilena Muratori e Silvia Torino-Assistente alla Regia Cristina Parente-Disegno luci Carlo D'Andreis-Scenografia e pupazzi Marilena Muratori-Costumi Giuseppe Summa-Musiche originali Francesca Palombo-Fotografia Sefora Delli Ricioli-Video Mariana Ferratto

DEBUTTO
“I FUNERALI DI TOGLIATTI” di Franco Rossi
TEATRO DUE ROMA - Roma – da Venerdi 27 Febbraio a Domenica 1 Marzo  2015,  ore 21.00_dom ore 18.00
Col sostegno di “Consonanze” Progetto di arte contemporanea 2012 Provincia di Massa Carrara e di Lunatica Festival 2012
Primo episodio di una trilogia di " quadri autonomi ma concatenati, densi di elementi emotivamente accattivanti, che attraversano senza forzature un lungo arco temporale, in un'avvincente struttura narrativa e drammaturgica, costruita con linguaggio teatralmente coerente".
Massimo Verdastro, in equilibrio tra parole e musica e con la delicatezza del grande attore, svela, nel monologo, la vita di Palmiro, il suo peccato, la sua attesa. Una prova d’attore impegnativa dove l’interprete, supportato da una colonna sonora suonata dal vivo, costruisce nei sessanta minuti de “I funerali di Togliatti” un forte rapporto col pubblico in un rigoroso quanto assordante silenzio.
Un dolore alla mano. Inizia così il racconto di Palmiro, un uomo dai modi distinti, attorno a lui delle vecchie riviste, almanacchi del Pci degli anni settanta. Un racconto sconnesso di una persona sola che ruota attorno al suicidio di una donna, suicidio a cui Palmiro e tutto il quartiere hanno assistito. Palmiro, chiuso nel suo appartamento, un appartamento sperso tra i tanti di una città senza nome, inizia una sorta di viaggio a ritroso fino alla propria gioventù e a uno stupro mai confessato compiuto da un gruppo di adolescenti ai danni di una coetanea. I funerali di Togliatti è un racconto che parla di campagne dove i palazzi INA-casa del piano Fanfani precipitarono tra la fine degli anni ‘50 e gli inizi degli anni ’60 e parla di un mondo e di un Italia che sembra non esistere più, con le sue aspirazioni, le sue lotte per l’emancipazione ma anche con le sue credenze e la sua morale bigotta.
Premio Autori Italiani 2012 della rivista SIPARIO. Menzione speciale monologhi per “I funerali di Togliatti”
Semi Cattivi/Centro Sperimentale d’Arte Contemporanea_Autore e regista: Franco Rossi-Interprete: Massimo Verdastro-Musicisti: Giulio Saverio Rossi (violino, chitarra e sonorizzazioni)-Suono: Franco Rossi -Video installazione: Rocco Bonci, Erika Bombarda
---
Lo spettacolo fa parte della rassegna: A Roma! A Roma! direzione artistica di Francesca De Sanctis da Martedi 3 Febbraio a Domenica 29 Marzo 2015 – vari orari

---

PROSEGUE
“SEI PERSONAGGI IN CERCA D’AUTORE” di Luigi Pirandello
Regia Gabriele Paolocà
TEATRO OROLOGIO  Orfeo - Roma  - Martedi 17 Febbraio a Domenica 1 Marzo 2015,  ore 21.00_dom ore 17.30
La compagnia VicoQuartoMazzini porta in scena per la stagione dal titolo What’s the Time? una delle opere più celebri di Luigi Pirandello, Sei personaggi in cerca d’autore.
Sei personaggi negati dallo scrittore che li ha concepiti irrompono in un teatro durante le prove di uno spettacolo. Devono rappresentare il proprio dramma, devono a tutti costi, ne va della loro ragion d'essere.
Sono un padre, una madre e i loro figli; portano con sé il fardello di una storia tremenda, macchiata di sangue e vergogna. Una storia che li renderà interpreti di un tormentato dramma di cui tutti e sei conoscono già i tremendi risvolti. Eppure devono vivere il loro dramma, sono nati per questo. E non si tireranno indietro.
Note di regia
I Sei Personaggi tentano il loro autore nell'ora del crepuscolo, quando egli, abbandonato su una poltrona, lascia che l'ombra invada la sua stanza e che quell'ombra brulichi della loro presenza. E' questa l'immagine con cui Pirandello descrive il sacro momento della creazione, è un'immagine magica e inquietante, bianca e nera: la questione creativa è una questione di vita o di morte. Pirandello intende l'artista come un sensitivo succube di un'idea che s'impadronisce della sua testa, che ne modifica lo sguardo e la realtà. Ed è così che la realtà, quella riconosciuta da tutti, diventa distante, la realtà di un altro pianeta.
In che mondo vive un artista?Qual è la sua verità? Quanto una “realtà altra” diventa alienazione e quanto diventa ancora di salvezza.
Affrontare Pirandello vuol dire sedersi accanto a lui, in quell'ora del crepuscolo, per fare la conta dei propri fantasmi.
Ho scritto questa commedia per liberarmi da un incubo”, così scrive Pirandello nella sua presentazione. E se invece di allontanarsi, quell'incubo s'impadronisse di noi?
(Gabriele Paolocà)
Autore: Luigi Pirandello-Regia Gabriele Paolocà-Interpreti: Michele Altamura, Nicola Borghesi, Riccardo Lanzarone, Paola Aiello, Natalie Norma Fella-Ideazione VicoQuartoMazzini-Produzione Teatro Kismet Opera, VicoQuartoMazzini con il sostegno di Progetto Goldstein e Teatro dell'Orologio

PROSEGUE
“SOGNO DI UNA NOTTE DI MEZZ’ESTATE” di William Shakespeare
Regia di Mimmo Strati
TEATRO DELLE MUSE  - Roma – Giovedi 19 Febbraio a Martedi 10 Marzo 2015,  ore 21.00_sab  ore 17.00 e 21.00_dom ore 18.00
La Compagnia dei BARDI STORYTELLERS di Roma torna in scena con il capolavoro di William Shakespeare “Sogno di una notte di mezz'estate” per la regia di Mimmo Strati.
Dopo aver riscontrato grande successo di pubblico con "Romeo e Giulietta", i bardi reinventano, a loro modo, la più divertente e moderna commedia di Shakespeare, portando in scena tre storie che si intrecciano: una coppia di amanti che fugge e un'altra che cerca di raggiungerla, un Re del Bosco che cerca di sconfiggere d'astuzia una regina delle Fate, e un gruppetto di attori improvvisati che prova a mettere in scena una tragedia greca. Pur restando fedeli al testo, la Compagnia dei Bardi lo riscrive nello stile per evidenziarne gli aspetti latenti, creare il gioco dell’affabulazione e della magia del racconto e ammaliare  profondamente lo spettatore.
Lo spettacolo si concentra sull'essenza stessa del Teatro, presentato nei sui meccanismi più intimi e vitali, attraverso una valanga di trovate comiche e colpi di scena. Il Sogno è rappresento come una grande festa dell'Amore, dove non esistono limiti alla fantasia. Maghi burloni, fate capricciose, duchi prepotenti, innamorati pazzi, poveracci e giullari si inseguono in un bosco stregato, in una straordinaria, calda e piovosa notte d'estate, in cui tutto si ribalterà.
Uno spettacolo coinvolgente, portavoce di un sapere popolare fatto di miti e leggendarie imprese e arricchito, come ormai nella tradizione dei Bardi Storytellers, dalle canzoni dal vivo di Cesare Cesarini e Anita Pusceddu.
AmArti-Theatre & Arts presenta La compagnia dei Bardi Storytellers_Autore: William Shakespeare- Regia: Mimmo Strati-Intrpreti: Cesare Cesarini Alessio Di Cosimo Francesco Falco Flavia Faloppa Elena Fiorenza, Anita Pusceddu Mimmo Strati Francesco Trifilio Claudio Zaccaria Cecilia Zincone _Scene e costumi: Anna Monia Paura-Aiuto regia: Cecilia Zincone-Fonico: Pietro Frascaro-Disegno: Vittoria Nagni-Grafico: Claudio Zaccaria
www.teatromuse.it

PROSEGUE
BATTUAGEdi Joele Anastasi
TEATRO OROLOGIO – Sala Mario Moretti - Roma  - Venerdi  20 Febbraio a  Domenica 1 Marzo 2015,  ore 21.30_dom 18.00
Lo spettacolo ha debuttato in prima nazionale nel maggio 2014 e ha girato l’Italia, ottenendo un forte consenso dal pubblico e dalla critica.
Battuage, termine coniato per definire i luoghi battuti da persone in cerca di rapporti occasionali, racconta la storia di un luogo popolato da zombie notturni alla ricerca di sesso. Sesso facile, gratis, a pagamento. Eterosessuali, Transessuali, Omosessuali, Gigolò, Puttane, Marchette, Scambisti. E’ questo il popolo di questo luogo - non luogo che ci viene raccontato attraverso gli occhi di Salvatore. Ma Salvatore, non è una vittima. Ha scelto di giocare a questo gioco. La domanda è: fin dove l’essere umano è disposto a spingersi pur di ottenere quello che vuole? Salvatore si dimena, come una bestia che ha dimenticato di essere uomo mentre incontra altri “zombie”.
Vucciria Teatro_Autore e regista: Joele Anastasi- Interpreti. Joele Anastasi, Enrico Sortino, Federica Carruba Toscano e Simone Leonardi
---
Lo spettacolo è inerente alla rassegna
“BE.YOU”
La stagione dal titolo What’s the Time, tra tutti gli spettacoli e gli appuntamenti speciali, propone la rassegna artistica BE.YOU, un mese dedicato al genere e alle sue sfaccettature, raccontato attraverso le arti performative per incontrare e riscoprire la semplicità di essere se stessi.
L’evento è organizzato dal Teatro dell’Orologio, in collaborazione con il Circolo di cultura omosessuale Mario Mieli
Gli appuntamenti teatrali per raccontare questa tematica vedono come protagonisti la compagnia Vucciria Teatro, con lo spettacolo Battuage, e la compagnia Nest - NapoliestTeatro, con 12 baci sulla bocca  (5-8 Marzo).

PROSEGUE
“LA FANTASTICA AVVENTURA DI MR. STARR” di Claudio Gregori
con Lillo & Greg
TEATRO OLIMPICO - Roma -   da Martedi 10 Febbraio a Domenica 8 Marzo 2015, ore 21.00_dom ore 18.00
"Che il viaggio abbia inizio: benvenuti nel fantastico mondo di Mr. Starr, il nuovo trascendente spettacolo di Lillo & Greg!"
Mr. Starr è un uomo prigioniero in un luogo lontano nel tempo e nello spazio.
Un bizzarro Gran Sacerdote lo vuole vittima sacrificale per il Sacro Viaggio, ma Mr. Starr si oppone. Egli non sa come, quando e perché sia arrivato lì. Sa soltanto che tutto è iniziato quella stessa mattina, il giorno del suo cinquantesimo compleanno, mentre era intento nei preparativi della festa. Poi aveva ricevuto quello strano regalo: un libro in codice. Il defunto nonno, famoso archeologo, aveva predisposto che lui lo ricevesse proprio in quella fatidica data.
Da quel momento è iniziata la sua avventura in mondi sconosciuti, tra incontri assurdi e personaggi fuori da ogni schema possibile.
Con La Fantastica Avventura Di Mr. Starr, Claudio Gregori ci invita a partecipare a un viaggio straordinario nel metateatro più estremo, tra luci e proiezioni che immergeranno lo spettatore in universi paralleli, dove non esistono confini tra reale e surreale e dove il tempo è un luogo e lo spazio un sogno. Situazioni paradossali, battute fulminanti, umorismo cinico e dissacrante si risolveranno in fragorose risate mentre ci si chiederà: esiste l’aldilà per chi è già dall’altra parte? Forse non ci sarà una risposta. O forse si. Una sola promessa: alla fine sarà dura tornare alla  realtà.
La maturità artistica di questo spettacolo si manifesta con giocoso garbo nelle sue evoluzioni più alte. Claudio Gregori, per la prima volta nella sua lunga e ricca storia d'autore, propone al largo pubblico una tematica delicata e complessa come quella dell'origine del mondo e delle filosofie che ne conseguono. Anche questa volta l'efficace affiatamento dei due tra i più illustri umoristi del panorama italiano si dimostra in una perfetta simbiosi; infatti l'apporto ricco di empatia ed immediatezza che Lillo Petrolo, in arte "Lillo", conferisce al testo, dona quella fruibilità naturale che affascina le differenti età.
Mr. Starr riesce a parlarci della vita terrena e non, di religioni alternative e di filosofie di nicchia con la stessa disarmante semplicità ed ironia con cui si racconta la vita d'ogni giorno!
La magica comunicazione che questo spettacolo sa offrire è forse il massimo esempio della complementarità della coppia Lillo&Greg e del loro perfetto equilibrio artistico. Un'alchimia che li vede a ragione ormai leader nel teatro d'autore nazionale.
Una nuova forma di commedia, ma emblema dell'ironia firmata Lillo&Greg: surreale, intelligente, ironica, originale, ma anche poetica, evocativa, profonda e ricca di spunti di riflessione con riferimenti storici, scientifici e letterari, quindi annoverabile come "opera d'interesse culturale"
Il rapporto che gli artisti instaurano con il pubblico, spazia dalla radio al cinema, al teatro, alla musica ed è davvero un fenomeno raro, probabilmente unico in Italia, dell'eclettismo artistico che contraddistingue Lillo & Greg.
LSD Edizioni_Autore Claudio Gregori-Regia: Andrea Simonetti-Interpreti: Lillo & Greg, Simone Colombari, e con Vania Della Bidia, Roberto Fazuoli, Scnene: Andrea Simonetti
www.teatroolimpico.it

in PALCOSCENICO per Bambini

DEBUTTO
“Bambina miadi Tiziana Lucattini
CENTRALE PRENESTE TEATRO  - Roma - (Dai 3 ai 10 anni ), Domenica 1 Marzo 2015 - ore 16.30
Mia è una bambina normalmente straordinaria, come tutti i bambini. La sua storia è ispirata a quella di Peter Pan ed è un lavoro di Ruotalibera Teatro in collaborazione con il Teatro dei Dis-Occupati.
Mia è una bimba timida e solitaria e forse proprio per questa sua natura, a passeggio al parco con la mamma, riesce a cogliere le meraviglie che la circondano, a giocare con le foglie, con gli alberi, con le coccinelle e con il vento. Mia riesce a percepire quella magia che gli adulti non sanno più trovare e sente alle spalle come un prurito, quel ricordo di volo e di ali di cui parla James Matthew Barrie, l’autore di Peter Pan. Una Fata-Albero l’aiuta a esaudire questo suo desiderio di autonomia ed è proprio grazie a questa creatura buffa e incantevole che la bambina riesce a emulare Peter Pan. Al contrario del mitico fanciullo, però, quando Mia torna a casa trova la finestra aperta. La bambina ha conquistato infatti la sua libertà, ma non ha rinunciato all’amore della mamma che, complice, la veglia da lontano mentre cresce tra tentativi e giovani sfide. Mia trova la libertà non rinunciando all’amore, ma grazie alla consapevolezza che l’amore vero è inscindibile dalla libertà.
Compagnia Ruotalibera Teatro_ Drammaturgia e regia: Tiziana Lucattini-Interpreti: Monia Marini e Simona Parravicini-Drammaturgia video e collaborazione alla regia: Fabio Traversa-Collaborazione artistica e proposte musicali: Massimo Cusato-Composizione visual e postproduzione: Momchil Alexiev-Costumi: Monica Crotti, Massimo Cusato e Paola Romoli Venturi-Disegno luci: Martin Beeretz-Organizzazione e promozione: Paola Meda e Serena Amidani-Foto di scena: Patrizia Lucattini
--
Rassegna Infanzie in gioco 2014/15 del Centrale Preneste Teatro che prosegue sino al 29 Marzo 2015. Per il quarto anno consecutivo il sipario del teatro si apre per dare spazio a spettacoli dedicati ai più piccoli e alle loro famiglie. L’iniziativa è organizzata dalla Compagnia Ruotalibera e da Centrale Preneste Teatro per le nuove generazioni con il sostegno della Regione Lazio - Direzione Regionale Cultura e Politiche Giovanili e in collaborazione con il Municipio V di Roma Capitale.
Ogni domenica alle ore 16.30. In cartellone 24 spettacoli con racconti e storie per grandi e piccini. Alcuni sono proposti dalla Compagnia Ruotalibera, ma tantissimi sono gli ospiti provenienti da Roma e da tutta Italia. Un cartellone ricco e variegato che propone tanti spettacoli divertenti ed educativi per imparare e crescere in famiglia.
I Teatrini – Napoli_da Esopo, Fedro, La Fontaine- Regista: Giovanna Facciolo-Interprete: Adele Amato de Serpis e Melania Balsamo-Musiche eseguite dal vivo: Pasquale Benincasa-Maschere e oggetti di scena: Marco Di Napoli

in merito al CIRCO (acrobati e performer)

DEBUTTO
“CIRCO BIANCO** CIRCUS FREAK” Supervisione creativa di Francesca Ghini
TEATRO CENTRALE - Roma  - Venerdì 27 Marzo 2015,  dalle ore 20.00 - Varie soluzioni: Ingresso Spettacolo-Ingresso Aperitivo-Tavolo Cena- Riduzioni  per i Bambini fino ai 14 anni
Sarà la Compagnia del Circo Bianco protagonista di una serie di appuntamenti in scena al Teatro Centrale. Si comincia con il primo appuntamento a cui ne seguiranno altri a cadenza mensile fino al termine della stagione e che vedrà in scena artisti, trampolieri, acrobati e performer di ogni genere, nello spettacolo prodotto da MM Communication & Extrasistole Produzioni e realizzato dalla FG Management in collaborazione con EGERIA, Acqua Santa di Roma.
Un evento che coinvolgerà in modo trasversale il vasto pubblico del teatro (dalle famiglie ai più giovani) e che mostrerà all'interno di una location insolita, tutto un mondo ricco di colori, acrobazie ed effetti scenici degni delle più storiche carovane che percorrevano la penisola... la prodigiosa compagnia del Circo Bianco farà sosta in Via Celsa, con un mix di artisti, personaggi di fantasia, performance e giochi di fuoco, tutti insieme e sempre sul palco, tra coreografie corali e quadri viventi.
Un tuffo all'interno di un mondo fiabesco in cui la vasta scelta degli artisti presenti, avrà la peculiarità di interagire con la folla. Acrobati, corpo di ballo, trampolieri, ognuna di queste figure insieme, offrirà una performance ad alto impatto visivo, grazie anche ai costumi e alle scenografie che acquisiscono un'importanza notevole, adattandosi ogni volta alle differenti platee... Ricreare ambientazioni magiche, situazioni oniriche e spesso fiabesche, è ciò che meglio riesce alla Compagnia del Circo Bianco, un circo che ha girato l'Italia, preso parte a fiere, eventi mondani e manifestazioni di ogni genere e che potremmo definire elegante nel non servirsi di animali, domatori, ecc.. L'utilizzo del corpo come unica macchina, sempre attorniata da suggestive coreografie che lasciano a bocca aperta il pubblico, ma anche l'interazione con lo stesso, come saldo principio e linea guida.
Il Circo Bianco "fa bene" all'anima, non resta che scoprirlo...
Il circo Bianco è attivo e itinerante. Giovane e dinamico. Il Circo Bianco gira tutta l'Italia da più di due anni. Le performance del Circo Bianco, sono un connubio circense tersicorèo. Gli artisti riescono a fondere le atmosfere ed emozioni che le discipline rappresentano, grazie all'integrazione di costumi e coreografie di alto livello che gli artisti esaltano in armonia, il tutto sotto la supervisione creativa di Francesca Ghini. Fashion, Arte e Circo, tutto perfettamente integrato e personalizzabile per ogni singola occasione.
Prossime date al Teatro Centrale
- Sabato 21 Marzo
- Giovedì 30 Aprile
VIDEO https://www.youtube.com/watch?v=ZAUtZtugPxE
Realizzazione dalla FG Management_Fornitore Ufficiale: EGERIA, Acqua Santa di Roma_Supervisione creativa di Francesca Ghini
www.centraleristotheatre.com

per la MUSICA

DEBUTTO
“JIMMY INGRASSIA IN CONCERTO” di Jimmy Ingrassia
L’ASINO CHE VOLA - Roma  - Mercoledi 25 Febbraio 2015,  ore 22.00
Live dell’artista di THE VOICE attualmente in rotazione radiofonica col brano “Ti lovvo” nel rinomato locale romano.
Jimmy Ingrassia nel dicembre 2014 è finalista nelle Nuove Proposte del Festival di Sanremo 2015 con il brano " Ti lovvo ".
Il 19 dicembre 2014 viene pubblicato il singolo dal titolo “ TI LOVVO ”  inserito in rotazione radiofonica nazionale. La canzone denuncia ironicamente l’assuefazione e la dipendenza da internet che ormai fa un po’ parte di tutti noi e che a volte può anche creare un meccanismo di amore parallelo tramite le chat addirittura la chatroulette, trasformando la comunicazione fisica in digitale. Nel gennaio 2015 l’agenzia mondiale ANSA decide di pubblicare in anteprima. esclusiva il videoclip del singolo  “ TI LOVVO ”.
Sul palco: Jimmy Ingrassia
www.lasinochevola.com

sul CINEMA

DEBUTTO
 “ONDE ROAD” di Massimo Ivan Falsetta
NELLE SALE ITALIANE da Giovedi 26 Marzo 2015
Awanagana, speaker storico di Radio Montecarlo, con un atto terroristico ma romantico blocca tutte le frequenze delle radio moderne. Una fantomatica speaker (Francesca Zavettieri), nascosta chissà dove in Calabria, inonda l’etere con trasmissioni di repertorio nazionali degli anni settanta e ottanta. Federico l’Olandese Volante, capo della censura futuribile (un corpo speciale dei servizi segreti), non può tollerare un simile affronto e invia l’agente Barbara Bi (Barbara Cambrea) a setacciare la Calabria, alla ricerca della misteriosa speaker e anche di se stessa. Un viaggio di sola andata nel favoloso mondo delle radio libere, in cui capiterà di tutto e ascolteremo di tutto (rigorosamente contenuti originali), tra balli, risate, incontri ravvicinati con alieni (Fabrice Quagliotti dei Rockets) e un finale persino oltreoceano, a New York.
Durata: 100 Minuti- Italia, 2014
Disrtibuzione CIndipendente_Produzione: A.C.AR.I
Regia: Massimo Ivan Falsetta-Soggetto e sceneggiatura: Massimo Ivan Falsetta-Cast: Federico l’Olandese Volante, Awanagana, Fabrice Quagliotti, Giacomo Battaglia e Luigi Miseferi, Paolo Pasquali, Barbara Cambrea, Francesca Zavettieri.-Fotografia: Alfonso Martino-Montaggio: Vito Zilli -Musiche: Fabrice Quagliotti e i Rockets-Effetti speciali: Francesco Maria Conti-Animazioni 3D: Giuseppe Ivan Aquila
www.distribuzioneindipendente.it

dell’ARTE

DEBUTTO
“METASTASI MENTALI” di Stefano Restivo
GALLERIA IL LABORATORIO – Roma – da Martedi 24 Febbraio a Domenica 1 Marzo – Inaugurazione Martedi 24 Febbraio 2014 alle 19.00
Presentazione
Se per infantile dispetto un bel giorno la realtà volesse vendere l'anima, chiederebbe prima a Stefano Restivo di fotografarla, così potrebbe ricordare a
se stessa - e a noi - che in fondo la sua anima non è mai esistita.
E Stefano non farebbe sforzo alcuno per obbligare la luce e le ombre a giocare con quella scommessa: gli obbedirebbero all’istante, tale è la grazia e il rispetto che il nostro conserva accuratamente per le cose che considera e ama.
C'è qualcosa di seducente nelle foto di Stefano, che suggerisce dolcemente di guardarle più e più volte, alla ricerca di una risposta a una domanda che neanche immaginiamo, e che neanche ci interessa conoscere.
Ma la cosa più bella, forse il miglior pregio delle sue foto, è che non ci si sente obbligati a nessun rito… né tantomeno a fissarle per ore, o fugacemente, o a cercarvi forzatamente chissà quale "oltre" (concetto abusato di cui francamente non se ne può più).
Il tempo dell’osservarle - se di tempo vogliamo parlare - fa parte delle stesse foto: sarà poi lo spettatore a scegliere se divorare questo tempo, assaggiarlo, sorseggiarlo o anche e solo osservarlo. L'osservatore diventa un impertinente scrutatore che si lascia andare con voluttà ai giochi e ai riflessi di Stefano, cercando di mantenersi in equilibrio tra passione e meraviglia.
Tutto questo, Stefano già lo sa: ed è il motivo per cui vi guarda con fare sornione, facendo finta di ignorare le sue creature, ma stando ben attento che non perdano la propria anima per far contenta la realtà.
-Alessandro Loppi-
Personale di Stefano Restivo
www.uomoimperfetto.it

in merito alle MANIFESTAZIONI

DEBUTTO
Nostalgie del presente/futuro giornate di Post Popular Art. Manifestazione di teatro, danza, musica e arti visive.
Con il sostegno di Roma Capitale – Assessorato alla Cultura, Creatività, Promozione Artistica e Turismo– Dipartimento Cultura – Servizio Spettacoli ed Eventi.
CENTRALE PRENESTE TEATRO  - Roma - da Venerdi 6 a Sabato 28 Febbraio 2015 – vari orari
Otto giornate d'arte e performance che attraversano l'intero mese di Febbraio. Tanti appuntamenti con il teatro, la danza, la musica e le arti visive a partire dal 6 fino al 28 Febbraio.
Il progetto, all’insegna della trasversalità, coinvolge soggetti diversi per età, esperienze, linguaggi artistici, utilizzo di tradizione e innovazione. La manifestazione è dedicata a esposizioni e performance che coinvolgono in una serie di momenti “corali” sia i partecipanti ai laboratori e alle residenze che si sono svolti nei mesi scorsi, sia giovani formazioni teatrali, musicisti, registi, video-maker e artisti di street-art.
Le otto giornate si articolano in quattro sezioni (teatro, danza, musica e arti visive) che danno forma a una vera e propria “vetrina”. Ad ogni sezione sono dedicati due appuntamenti: si comincia il 6 e il 7 Febbraio con la sezione teatro.
Dal teatro si passa alle arti visive: il 13 e il 14 Febbraio sono infatti dedicati alla mostra dei murales realizzati all'interno del laboratorio Mural e Street Painting e alla proiezione, in entrambe le giornate, alle 21.00, di corti, video e film.
Il 20 e il 21 Febbraio tocca alla sezione danza.
Alla musica il compito di chiudere il cerchio. A questa sezione sono infatti dedicate le ultime due giornate del mese,  venerdì 27 sabato 28.
Questa settimana: SEZIONE MUSICA
Venerdi 27 Febbraio 2015
Ore 17.00 (Sala Bianca) Open studio percussioni a cura di Stefano Sansò
Ore 20.00 - 24.00 (Teatro)NO-STOP  DI CONCERTI con i giovani gruppi musicali del territorio
Sabato 28 Febbraio 2015
Ore 20.00 (Teatro)  PROGRESSIVAMENTE LIVE – Lato Due
Enzo “Sisma” Burgaletta (lead vocal, acoustic guitar), Alberto Esposito (bass, synth bass), Sergio Usai (drums), Roberto Ciancamerla (guitars), Domenico Curulli (keyboards, hammond organ, backing vocal)
Lato Due è una band Rock Progressive romana, attiva sin dagli anni 70 che nel 2012 ha festeggiato 40 anni di attività. Il gruppo può vantare, per la sua lunga militanza nel circuito musicale, una corposa esperienza live “a quatto cifre” oltre alle frequenti collaborazioni e sperimentazioni artistiche a tutto tondo, tra cui quella con la poetessa Alda Teodorani per il DVD "15 desideri" e con Beerinitaly, la prima trasmissione interamente dedicata alla birra artigianale. L'esperienza sul palco e la passione per il progressive rock da parte di tutti gli elementi del gruppo, fanno ancora dei Lato Due una solida band da “sentire” dal vivo.
Ore 22.00 (Teatro) RADICI - Kento & The Voodoo Brothers, in collaborazione con Associazione Da Sud
Francesco Carlo, Federico Camici, David Assuntino, Alessio Magliocchetti
Radici è il nuovo progetto musicale di Kento che, insieme ad una vera all star band, si propone di prendere il meglio dell’espressione lirica sperimentata nell’album precedente e unirla ad un sound che abbandona quasi del tutto i classici campionamenti tipici della musica rap per affidarsi al calore del suono analogico. Nei testi si incontrano la passione per il rap degli Anni ’80 e ’90 incontra quella per il cantautorato italiano e la canzone di protesta degli Anni ’60 e ’70, insieme agli echi d’oltreoceano.
www.centraleprenesteteatro.blogspot.it

sui LIBRI

DEBUTTO
“LA SINFONIA MALEDETTA” di Adriano Petta
Presentazione del romanzo APERITIVO LETTERARIO
CIRCOLO DI SINISTRA ECOLOGIA LIBERTA’ DI TESTACCIO – Roma- Domenica 1 marzo 2015, ore 11.00
Adriano Petta, l’autore di “Ipazia, vita e sogni di una scienziata del IV secolo”, “Eresia pura”, “Roghi fatui” e “Assiotea”, con straordinaria naturalezza di stile, sua indelebile cifra, ci guida, quasi in sordina, nel magico, sublime mondo di Irene Delille, l’ultima indimenticabile eroina del suo nuovo romanzo, “La sinfonia maledetta”. Fin dalle prime battute, l’anima del lettore non può non essere sfiorata dalla musa dalle ali di fiamma scoprendo, nel crescendo avvincente della trama, il fantastico mondo schiuso dal romanzo. Simbolo di un oltre più vasto che la trascende, Irene è creatura fragile e forte, negli occhi ha la fiamma della vita. Un direttore d’orchestra donna: un’eccezione, qualcosa di insolito, un’anomalia. Irene è agli antipodi dell’immagine archetipica del Maestro, che vede in personaggi patriarcali un modello esemplare di eccezionale virilità. Dogma infallibile, consolidato da una tradizione secolare, nel mondo delle regole, dirigere un’orchestra è, necessariamente, prerogativa maschile.
Intervengono:Adriano Petta (autore del libro)-Tiziana Colusso (SLC - CGIL Coordinatrice sezione scrittori)-Mauro Cioffari (Capogruppo SEL Municipio Roma I Centro)
www.sinistraecologialiberta-roma1m.org


Kirosegnaliamo esce all’inizio di ogni settimana, chi volesse darci comunicazione di eventi con rilievo artistico-culturale può scriverci a kirolandia@gmail.com oppure info@kirolandia.com,  entro la domenica precedente, specificando chiaramente la richiesta di segnalazione, provvederemo previa specifica selezione all'inserimento … 

Se consideri questo post interessante scrivi un commento e/o clicca mi piace!!!    
Diventa fan della nostra pagina fb!  Seguici su Google+!  O su tw!  Su Pinterest!  Oppure su In!

Nessun commento:

Posta un commento