MENU

K-HOME | KIROLANDIA | KIRI | REGOLAMENTO | CONTATTI  | corrente culturale | frida.artes | cookie law
Kirosegnaliamo | Kiroalmanacco | Kirosegnaliamo
K-NEWS |FOTO | RACCONTI | POESIE | DISEGNI/PITTURE | PALCOSCENICO | MUSICA | ARTE | CINEMA | LIBRI | COSTUME/SOCIETA' | SCIENZE/NATURA | VIDEO
IppoKiro PutzoKiro MayaKira LoveKira ManuKira AttiroKira VolpocaKiro MireKira Krouge VeraKira

lunedì 9 febbraio 2015

KIROSEGNALIAMO 9-15 Febbraio 2015

Kirosegnaliamo






Kiri, continuano le segnalazioni in Kirolandia blog di cooperazione dell'omonima corrente culturale.Per voi, di settimana in settimana, alcuni suggerimenti, piccoli e grandi, sia In che Off, selezionati sulla base delle vostre importanti indicazioni, in pieno kirostile, qualità libera da tutto e da tutti!!!

in PALCOSCENICO 

DEBUTTO
“LA FANTASTICA AVVENTURA DI MR. STARR” di Claudio Gregori
con Lillo & Greg
TEATRO OLIMPICO - Roma -   da Martedi 10 Febbraio a Domenica 8 Marzo 2015, ore 21.00_dom ore 18.00
"Che il viaggio abbia inizio: benvenuti nel fantastico mondo di Mr. Starr, il nuovo trascendente spettacolo di Lillo & Greg!"
Mr. Starr è un uomo prigioniero in un luogo lontano nel tempo e nello spazio.
Un bizzarro Gran Sacerdote lo vuole vittima sacrificale per il Sacro Viaggio, ma Mr. Starr si oppone. Egli non sa come, quando e perché sia arrivato lì. Sa soltanto che tutto è iniziato quella stessa mattina, il giorno del suo cinquantesimo compleanno, mentre era intento nei preparativi della festa. Poi aveva ricevuto quello strano regalo: un libro in codice. Il defunto nonno, famoso archeologo, aveva predisposto che lui lo ricevesse proprio in quella fatidica data.
Da quel momento è iniziata la sua avventura in mondi sconosciuti, tra incontri assurdi e personaggi fuori da ogni schema possibile.
Con La Fantastica Avventura Di Mr. Starr, Claudio Gregori ci invita a partecipare a un viaggio straordinario nel metateatro più estremo, tra luci e proiezioni che immergeranno lo spettatore in universi paralleli, dove non esistono confini tra reale e surreale e dove il tempo è un luogo e lo spazio un sogno. Situazioni paradossali, battute fulminanti, umorismo cinico e dissacrante si risolveranno in fragorose risate mentre ci si chiederà: esiste l’aldilà per chi è già dall’altra parte? Forse non ci sarà una risposta. O forse si. Una sola promessa: alla fine sarà dura tornare alla  realtà.
La maturità artistica di questo spettacolo si manifesta con giocoso garbo nelle sue evoluzioni più alte. Claudio Gregori, per la prima volta nella sua lunga e ricca storia d'autore, propone al largo pubblico una tematica delicata e complessa come quella dell'origine del mondo e delle filosofie che ne conseguono. Anche questa volta l'efficace affiatamento dei due tra i più illustri umoristi del panorama italiano si dimostra in una perfetta simbiosi; infatti l'apporto ricco di empatia ed immediatezza che Lillo Petrolo, in arte "Lillo", conferisce al testo, dona quella fruibilità naturale che affascina le differenti età.
Mr. Starr riesce a parlarci della vita terrena e non, di religioni alternative e di filosofie di nicchia con la stessa disarmante semplicità ed ironia con cui si racconta la vita d'ogni giorno!
La magica comunicazione che questo spettacolo sa offrire è forse il massimo esempio della complementarità della coppia Lillo&Greg e del loro perfetto equilibrio artistico. Un'alchimia che li vede a ragione ormai leader nel teatro d'autore nazionale.
Una nuova forma di commedia, ma emblema dell'ironia firmata Lillo&Greg: surreale, intelligente, ironica, originale, ma anche poetica, evocativa, profonda e ricca di spunti di riflessione con riferimenti storici, scientifici e letterari, quindi annoverabile come "opera d'interesse culturale"
Il rapporto che gli artisti instaurano con il pubblico, spazia dalla radio al cinema, al teatro, alla musica ed è davvero un fenomeno raro, probabilmente unico in Italia, dell'eclettismo artistico che contraddistingue Lillo & Greg.
LSD Edizioni_Autore Claudio Gregori-Regia: Andrea Simonetti-Interpreti: Lillo & Greg, Simone Colombari, e con Vania Della Bidia, Roberto Fazuoli, Scnene: Andrea Simonetti
www.teatroolimpico.it


DEBUTTO
“VIVA LA GUERRA!” di Andrea Bizzarri
TEATRO OROLOGIO – Sala Mario Moretti - Roma  - Martedi 10 e Mercoledi 11 Febbraio2015,  ore 21.30
1944. Quattro giovani salgono sulle montagne laziali per iniziare la loro resistenza. Dall'alto di una vecchia stalla in cui sono rifugiati, attendono l'arrivo di un treno tedesco carico di armi e munizioni che, raggiunta Roma, rifornirà gli occupanti, già da mesi impegnati in un'aspra guerriglia contro gli attivisti partigiani. Il loro compito è far saltare quel treno, prima che raggiunga la Capitale. Il gruppo è unito, punta dritto alla meta, ma è giovane. E allora può succedere che la convinzione traballi, che qualcuno confonda gli ideali politici e pensi che forse si stava meglio quando si stava peggio. Oppure, che ci si ritrovi ammaliati dall'inaspettata presenza di una donna, bella, attraente e misteriosa che, di colpo, cambia tutte le carte in tavola; ricordandoci, alla fine, di essere pur sempre uomini. Un'opera sulla leggerezza, scritta ed allestita con freschezza ed energia, per rivivere l'ultima guerra da un'ottica inedita, quella goliardica e disimpegnata della giovinezza.
Autore e regista:  Andrea Bizzarri- Interpreti:Alida Sacoor, Roberto Bagagli, Guido Goitre, Davide Maria Marucci, Matteo Montaperto-Scene: Sandro Ippolito-Costumi Lucia Mirabile-Produzione Readarto Officine artistiche

DEBUTTO
“LAPÈNLAPÈN “di Elena Gigliotti e Dario Aita
TEATRO OROLOGIO – Orfeo - Roma  - Martedi 10 e Mercoledi 11 Febbraio2015,  ore 21.00
Gli anni 90 sono un ricordo da sfogliare dopo pranzo, di  domenica. Le foto dei compleanni passano davanti agli occhi, come se questi anni 90 stessi ci avessero lasciato solo immagini sbiadite, maglioni sbagliati, cerchietti, e canzoni. Gli anni 90 al sud, sono la famiglia. Sono le sorelle che ascoltano Alessandro Canino e si nascondono nel bagno per piangere. E i fratelli, che fanno ritorno e che parlano poco. E se parlano, litigano. Sono LapènLapèn, che esiste e non esiste, e guarda la poesia di questi anni andati con occhi pieni di nostalgia. Sono mamma e papà. Sono soprattutto mamma. A cui non sfuggono respiri, pensieri e agitazioni.
Mamma che deve esserci sempre.
Mamma che guverna centu figghi.
E pronta a ricordarci, infine, che centu figghi non governanu na mamma. LapènLapèn è esattamente questo. Sfogliare le foto dei compleanni dopo pranzo, di domenica. A distanza di tempo. Poiché nel tempo, gli anni raccontati, maturano.
E noi pure. Insieme a nomi, legami, e ricordi. Pieni-pieni di questi magnifici anni 90. Da sfogliare. Dopo pranzo, di domenica. Un regalo per chi ha famiglia. Per chi ne ha più di una. E per chi non ne ha.
nO (Dance first. Think later)_Ideazione Elena Gigliotti, Dario Aita-Regia Elena Gigliotti-Interpreti: Cristina Donadio e (in ordine alfabetico) Dario Aita,
Federico Brugnone, Lucio De Francesco, Ivan Marcantoni,  Giuseppe Mortelliti, Nella Tirante, Daniela Vitale –Coreografie: Claudia Monti-Costumi: Giovanna Stinga-Luci: Claudio Amadei

DEBUTTO
“SCINTILLE” di  Laura Sicignano
TEATRO DUE ROMA - Roma - Martedi 10 a Domenica 15 Febbraio 2015,  ore 21.00_dom ore 18.00
"se non ci ribelleremo, sarà solo la giusta punizione per essere state povere e docili"
New York, 25 marzo 1911: manca un quarto d’ora alla chiusura della fabbrica T.W.C., produttrice di camicette. Sono al lavoro 600 persone, per lo più giovani immigrate italiane o dall’Europa dell’Est, sfruttate e sottopagate. Una scintilla. In un attimo prende fuoco il grattacielo che ospita la fabbrica. In 18 minuti 146 vittime, quasi tutte ragazze. I proprietari della fabbrica verranno assolti, nonostante non fossero in atto le più elementari misure di sicurezza. Ma la scintilla della protesta si è sprigionata. Questa vicenda diventerà uno dei precedenti storici per la Festa della Donna. Molti altri episodi hanno concorso a dar vita all’8 marzo, ma non c' è episodio nella storia delle donne più adatto a segnare un punto di svolta.
Un monologo corale. Non una narrazione, ma una molteplicità di interpretazioni, dove il personaggio di una madre, Caterina, come una matrioska, contiene ed emana da sé gli altri personaggi, le figlie e un coro di altre figure minori, ma non secondarie. Nessuno è minore in questa storia scritta per restituire voce alle operaie bruciate come streghe ribelli. Bruciate in una grandine di lucide scintille che si sono disperse nell’aria in cenere. La storia minore delle donne che hanno fatto la Grande Storia, ma sono state dimenticate.
Chi erano? Cosa sognavano quando sono partite alla ricerca del sogno americano, della terra promessa? Madonne addolorate senza assunzione al cielo, ma solo un lavoro a cottimo. Cosa desideravano Maltese Caterina, 39 anni, Italia; Maltese Lucia, 20 anni, Italia; Maltese Rosa, 14 anni, Italia?
“La concretezza del lavoro dell’attore, la sua fatica, la concentrazione, la cura dei dettagli, la tolleranza di uno spazio claustrofobico, le stesse del lavoro artigiano di una camiciaia, con la sua ritualità antica dei gesti, la confidenza con le macchine e gli oggetti di sartoria, che diventano parte del suo stesso corpo.
Maneggiando con amore e semplice familiarità la storia e le forbici da cucito, la Curino scorre con delicatezza da un personaggio all’altro, da un polsino ad un colletto.
Camicie come croci.
È allo spettatore l’ultima azione, quella di non dimenticare, con la dolcezza dolorosa di chi ha subito un torto, ma non può da solo trovare un
risarcimento.” Da Laura Sicignano.
Lo spettacolo è vincitore del PREMIO DEL PUBBLICO DEL 13° FESTIVAL TEATRALE DI RESISTENZA – PREMIO MUSEO CERVI, apprezzato per l’attualità e storicità dei temi affrontati: la sicurezza sul lavoro, la discriminazione ed emigrazione, le prime forme di organizzazione sindacale, la storia dimenticata delle donne che hanno fatto la grande Storia, le speranze dei migranti di ogni tempo e Paese, l'emancipazione femminile.
Teatro Cargo di Genova_ Autrice e regista: Laura Sicignano- Interprete:Laura Curino
---
Lo spettacolo fa parte della rassegna: A Roma! A Roma! direzione artistica di Francesca De Sanctis da Martedi 3 Febbraio a Domenica 29 Marzo 2015 – vari orari
www.teatrodueroma.it

DEBUTTO
AUGENBLICK – L’istante del possibiledi Riccardo Brunetti
Prima Nazionale
TEATRO STUDIO UNO  - Roma -  da Giovedi 12  Domenica 22  Febbraio 2015, ore 21.00_dom ore 18.00
Primo esperimento in Italia di Teatro "Immersivo" che trasformerà gli spazi della “Casa Romana del Teatro Indipendente” in un unico grande set performativo.
Il Teatro "Immersivo" rappresenta una nuova e particolarissima tipologia di performance che sta riscuotendo un successo senza precedenti nei maggiori centri del Regno Unito e degli Usa, in cui lo spettatore è lasciato libero di fruire dello spettacolo a più livelli e con percorsi a propria scelta. Un’esperienza attiva e partecipata che la compagnia Amaranta/Orma Fluens mette in gioco con questo importante e ambizioso progetto, portando in esclusiva negli spazi del Teatro Studio Uno ai quali si accederà eccezionalmente dall’entrata di via Francesco Baracca, 52 un lavoro innovativo, sorprendente e incredibilmente coraggioso.
Con Augenblick Emiliano Loria e Riccardo Brunetti, partendo dal romanzo incompiuto di René Daumal “Il monte analogo”, creano una drammaturgia originale in grado di dare vita ad una performance site-specific che condurrà i partecipanti in un straordinario ed emozionante viaggio nel tempo.  Lo spettatore sarà invitato ad esplorare, cercare, seguire e farsi trasportare in un intreccio drammaturgico per tutti i sensi,  partecipando attivamente  e scegliendo tra una miriade di percorsi possibili.
Un viaggio nell’istante del possibile, una riflessione sul tempo che scorre come scalata alpina alla ricerca dei propri desideri. Uno spettacolo che non va osservato comodamente, ma vissuto appieno, che restituisce un ruolo attivo e partecipe allo spettatore “immerso” totalmente in un’eccezionale esperienza assolutamente unica e irripetibile.
Amaranta/Orma Fluens_ -Drammaturgia: Emiliano Loria, Riccardo Brunetti-Regia: Riccardo Brunetti- Interpreti: Alfredo Pagliuca, Carolina Bevilacqua, Emanuele Nargi, Paola Scozzafava, Riccardo Brunetti, Sandra Albanese, Silvia Ferrante-Allestimento: Amaranta / Orma Fluens

DEBUTTO
“COPPIA APERTA QUASI SPALANCATA” di Dario Fo e Franca Rame
con la regia di Lina Moras
TEATRO KOPÓ  - Roma -  ore 21.00, da Venerdi 13 a  Domenica 15  Febbraio 2015, aperitivo a partire dalle ore 20.00
sabato 14 febbraio speciale san valentino! solo per max 30 persone apericena servita al tavolo e spettacolo
Il  Teatro Kopó decide di festeggiare San Valentino con uno degli spettacoli più rappresentati di Dario Fo  e Franca Rame.
Antonia, 38 anni, casalinga, moglie e madre, è ormai all'ennesimo tentativo di suicidio a causa dell'infedeltà del marito. Lui, affascinante intellettuale di sinistra, libertino e abile retorico, propone alla moglie la “coppia aperta” come soluzione ai problemi coniugali.
Dopo un iniziale rifiuto Antonia si convince a tentare.Ma cosa succede quando una donna che si stava ormai dando per vinta finisce di fare la moglie e si riscopre femmina? Cosa succede insomma quando la coppia diventa “aperta”... da entrambe le parti? Un atto unico dalla forte comicità e ironia che mette a nudo le dinamiche delle relazioni sentimentali in un contesto grottesco ma mai inverosimile.  Un dipinto sempre attuale di incomunicabilità nel quale rancori e rivincite  mettono in moto un carosello di eventi dai quali nè uomo nè donna usciranno a testa alta, vittime dei loro stessi desideri.
Coppia aperta quasi spalancata, portato in scena dalla Compagnia dei Cardini, ha debuttato allʼinterno del Festival del Teatro Indipendente di Pordenone nel 2009 ottenendo da subito ottimi riscontri di pubblico e critica. Da allora è partita una torunèe per diverse stagioni e in  varie regioni dʼItalia (dal Friuli, alla Sardegna, passando per la Lombardia)  arricchendosi di piacevoli riscontri replica dopo replica e crescendo insieme ai suoi protagonisti. Forte di un adattamento fresco e ricco di ritmo e di una scenografia essenziale che lascia ampio spazio al “gioco” degli attori, “Coppia Aperta Quasi Spalancata” è uno spettacolo divertente e adatto a qualsiasi tipo di pubblico, rappresentabile in ogni tipo di spazio, anche non prettamente teatrale.
Compagnia dei Cardini _Autori: Dario Fo e Franca- Regia: Lisa Moras Rame-Interpreti: Lisa Moras e Michele Vargiu
www.teatrokopo.it

DEBUTTO
“DONNA NON RIEDUCABILE- Memorandum Teatrale su Anna Politkovskaja” di Stefano Massini
Progetto di e con Elena Arvigo
TEATRO BRANCACCINO  - Roma -  da Venerdi 13 a  Domenica 15  Febbraio 2015, ore 21.30_dom ore 17.30
Elena Arvigo porta in scena un monologo di forte attualità nato dalla penna di Stefano Massini.
 “Donna non rieducabile " è un memorandum immaginario ispirato ai reportage di Anna Politkovskaja, giornalista russa nota per il suo impegno sul fronte dei diritti umani, per i suoi reportage dalla Cecenia e per la sue critiche  al Presidente della Federazione Russa Vladimir Putin, assassinata il 7 ottobre 2006 nell'ascensore del suo palazzo, mentre stava rincasando.  L’inchiesta sulla sua morte ad oggi è ancora aperta.
Stefano Massini drammaturgo fiorentino molto apprezzato sia in Italia che all’estero ha adattato in forma teatrale brani autobiografici ed articoli di Anna Politkovskaja dando vita ad una serie di istantanee, un album di immagini, che lo stesso autore definisce “quadri”, che propongono esperienze, situazioni, atmosfere e stati d’animo che accompagnano il pubblico in un viaggio nelle terre russe e cecene attraverso gli occhi di Anna Politkovskaja.
A dar voce alla giornalista russa è qui Elena Arvigo interprete intensa e poliedrica, divisa da sempre tra teatro, cinema e televisione, che ha scelto di portare in scena un testo in grado di stimolare il pubblico e farlo riflettere sul tema della libertà di stampa e la responsabilità del sapere che la Politkovskaja incarnava nel suo modo di fare giornalismo. 
Conosciuta per i suoi numerosi ruoli femminili nel teatro indipendente ma anche in produzioni stabili, con questa anteprima di “Donna non rieducabile” la Arvigo inaugura  un ciclo di monografie sulle donne che proporrà nel corso del 2015 e che proseguirà con “Etty Hillesum”, monologo dedicato alla scrittrice olandese di origine ebrea vittima della Shoah, in scena sempre a Roma nel mese di marzo a Scena Sensibile, rassegna del Teatro Argot.
Autore: Stefano Massini-Progetto: Elena Arvigo_ Interprete: -Cura di Rosario Tedesco-Luci e Video:Andrea Basti-Grafica: Serena Carminati 
Produzione: Compagnia Gank-In collaborazione con SantaRita Teatro e AssExLavanderia
Si ringrazia la preziosa collaborazione di Damiano D'Innocenzo, Andrea Ermanno Riscassi, Rialto Sant'Ambrogio e l’Associazione AnnaViva. 

DEBUTTO
“VAGHE DONNE ¨C L’AMORE AI TEMPI  DELLA PESTE” di Velia Viti e Maria Antonia Fama
EMPORIO DELLE ARTI – Roma - da Venerdi 13 a  Domenica 15  Febbraio 2015, ore 21.00_dom ore 18.00
Lo spettacolo si ispira liberamente al Decameron di Boccaccio e ha ottenuto un ottimo riscontro di critica e pubblico durante l’ultimo Festival di Teatro Medievale e Rinascimentale di Anagni.
Maria Antonia Fama, diretta da Velia Viti, e accompagnata dalla chitarra di Maurizio Miucci, dà voce alle eccezionali figure femminili protagoniste di alcune novelle del Decameron. Monna Filippa, Lisa, Monna Ghita e Lisabetta sono donne coraggiose, sensuali, fiere, ironiche, brillanti, tragiche e comiche, moderne padrone del proprio destino, che affermano il loro ruolo all'interno di un contesto storico-sociale dove le donne sono costrette a vivere totalmente subordinate alla volontà maschile.
Nella rivisitazione del Decameron, le due autrici si concentrano sulle vicende che stanno dalla parte delle donne. Lo spazio scenico è riservato alle figure femminili, protagoniste e destinatarie del racconto, che campeggiano nel ruolo di interpreti e narratrici. Ad esse è contrapposta una figura maschile che fa da sfondo, resta quasi inanimata e assolve al ruolo di semplice accompagnatore, e che fa capolino soltanto quando l'ardore della giovane interprete non lo coinvolge nel vortice della sua passione carnale.
L'attrice riesce a coinvolgere il pubblico scaldando gli spettatori con un'interpretazione originale e appassionata, alternando momenti drammatici e di profonda commozione a brani carichi di comicità piccante, intelligente ed allusiva, intervallati da esibizioni canore. Tre serate innovative da non perdere, che danno spazio a storie interessanti, canzoni e inaspettate riletture all’insegna della sfera femminile del capolavoro di Boccaccio. 
Autrici: Velia Viti e Maria Antonia Fama- Registi: Velia Viti Interpreti: Maria Antonia Fama e Maurizio Minnucci


in PALCOSCENICO per Bambini

DEBUTTO
“CIAO BUIOdi Fabio Traversa e Tiziana Lucattini
CENTRALE PRENESTE TEATRO  - Roma - (Dai 5 anni in su), Domenica 15 Febbraio 2015 - ore 16.30
Sono il buio e la notte i protagonisti di questo lavoro in cui realtà e immaginazione si incontrano per raccontare storie, buffe o di paura, di lupi e coniglietti, streghe e mostri pelosi, orsi e orsetti, insieme a episodi di vita quotidiana e teneri ricordi di nonni e bisnonni. Nell'ora in cui tutto diventa possibile, in cui i bambini vanno a dormire aspettando il bacio della buona notte e il racconto che li rassicuri, il loro letto è come una scatola magica che produce sogni e apparizioni
Compagnia Ruotalibera Teatro_Autrici, registi, interpreti: Fabio Traversa e Tiziana Lucattini-Scene: Francesco Persico-Costumi: Antonia Di Lorenzo-Disegno luci: Martin Beeretz-Organizzazione e promozione: Paola Meda e Serena Amidani
--
Rassegna Infanzie in gioco 2014/15 del Centrale Preneste Teatro che prosegue sino al 29 Marzo 2015. Per il quarto anno consecutivo il sipario del teatro si apre per dare spazio a spettacoli dedicati ai più piccoli e alle loro famiglie. L’iniziativa è organizzata dalla Compagnia Ruotalibera e da Centrale Preneste Teatro per le nuove generazioni con il sostegno della Regione Lazio - Direzione Regionale Cultura e Politiche Giovanili e in collaborazione con il Municipio V di Roma Capitale.
Ogni domenica alle ore 16.30. In cartellone 24 spettacoli con racconti e storie per grandi e piccini. Alcuni sono proposti dalla Compagnia Ruotalibera, ma tantissimi sono gli ospiti provenienti da Roma e da tutta Italia. Un cartellone ricco e variegato che propone tanti spettacoli divertenti ed educativi per imparare e crescere in famiglia.
www.centraleprenesteteatro.blogspot.it

sul CINEMA

PROSEGUE
 “MATEO” di Maria Gamboa
Vincitore del premio speciale della giuria al Festival di Cartagena 2014 e del Grifone di Cristallo al Giffoni Film Festival 2014.
Premio Opera Prima Ispano-Americana ed il Premio Jordan Alexander Kressler alla migliore sceneggiatura al Miami Film Festival 2014.
NELLE SALE ITALIANE da Giovedi 22 Gennaio 2015
E’ una storia di scelte difficili che deve affrontare un sedicenne colombiano, diviso tra la necessità di sopravvivere, il lavoro per conto della criminalità organizzata ed il fascino della creatività e della libertà che troverà nel mondo del teatro.
Cineclub Internazionale Distribuzione, con questo film, il cui co-protagonista è un sacerdote impegnato a sottrarre i giovani alla criminalità organizzata, intende rendere omaggio alla memoria di don Pino Puglisi e di don Peppe Diana.
Mateo, 16 anni, raccoglie denaro frutto di estorsioni per conto dello zio, ed usa il suo compenso per aiutare sua madre, la quale accetta a malincuore e per necessità quei soldi guadagnati in maniera illecita. Madre e figlio vivono da soli in un quartiere povero e violento, lungo la valle del fiume Magdalena, in Colombia. Per non essere espulso dalla scuola, Mateo accetta di frequentare un gruppo teatrale del posto.
Il gruppo è diretto da un sacerdote coraggioso, Padre David, molto attivo nel recupero sociale degli adolescenti. Mentre il ragazzo si scopre affascinato dalla libertà e dalla creatività che si sprigionano dallo stile di vita praticato dal gruppo, suo zio insiste nel chiedergli di trovare informazioni incriminanti sugli attori. Messo sotto pressione, Mateo dovrà compiere scelte difficili.
Durata: 83 Minuti- Colombia-Francia 2014
Disrtibuzione Cineclubinternazionale_Regista: di María Gamboa-Interpreti:Carlos Hernández, Felipe Botero
www.cineclubinternazionale.eu

in merito alle MANIFESTAZIONI

DEBUTTO
“Scena Pubblica - cultura permanente a Tor Marancia: un teatro a cielo aperto”  di Associazione Culturale Twain
Musica, danza, teatro, laboratori nel quartiere
Con il patrocinio del Municipio Roma VIII e del Presidente Andrea Catarci - sostenuta dal MiBACT- Ministero per i Beni e le Attività Culturali e del Turismo, e di OFFicinaTwaIN 14/16, Officina Culturale Regione Lazio. In collaborazione con TIDA, Teatro Instabile di Aosta.
VARI LUOGHI a Tor Marancia- Roma– da Mercoledi 4 Febbraio a Domenica 29 Marzo 2015 – vari orari
Nell'ambito dell'iniziativa "Extra in Roma" di Zètema Progetto Cultura, nasce Scena Pubblica - cultura permanente a Tor Marancia, un progetto artistico urbano che coinvolgerà per circa due mesi il Municipio Roma VIII in un solo grande evento. Roma è una città dal grande fermento artistico, eppure nella zona di Tor Marancia mancava un'offerta culturale di qualità.
Scena Pubblica  ha l'intento di rilanciare l'arte nel quartiere, ponendosi in modo informale, affinché chiunque possa usufruire dello spettacolo, senza doverlo cercare in un teatro. L'iniziativa è promossa dall' Associazione Culturale Twain, con la direzione artistica di Loredana Parrella e Marco Chenevier.
Dal 4 Febbraio al 29 Marzo 2015 si troveranno concerti nelle piazze, performance di danza contemporanea nel parco, reading letterari nelle enoteche, laboratori nelle scuole, spettacoli teatrali nei centri anziani e nei bar e molto altro ancora.
L'offerta è rivolta agli abitanti del quartiere, ma anche al grande pubblico: la scelta sarà vasta e destinata a tutte le fasce d'età; infatti tutti gli eventi e le iniziative comprendono sia attività di spettacolo dal vivo che di formazione, per bambini, adolescenti e anziani. Particolare attenzione sarà dedicata alla scena contemporanea.
“Scena Pubblica” propone la fruizione degli spettacoli in spazi non convenzionali, con l'obiettivo di trasformare Tor Marancia in un grande teatro a cielo aperto: un'occasione per far conoscere la scena contemporanea italiana, ma anche per stimolare la crescita culturale nel quartiere.
L’intero progetto verrà seguito e documentato dalla videomaker e fotografa Simona Pampallona; l'artista creerà un documentario che verrà proiettato e consegnato al Municipio VIII e a Zètema Progetto Cultura, come documento delle attività svolte nel quartiere.
Parallelamente allo spettacolo dal vivo, si svilupperà il progetto di street art interattiva “I love Tor Marancia”, un progetto che racconterà  il quartiere a partire dalle storie di alcuni personaggi della zona. Si tratta dell’ideazione di una sorta di “guida alternativa” alla storia del quartiere e ai suoi personaggi. Il progetto sarà realizzato in collaborazione con Mondo Bizzarro Gallery e l’Associazione del Parco della Torre di Tor Marancia.
Tutti gli spettacoli e laboratori saranno gratuiti per il pubblico.
Finanziato da Zètema Progetto Cultura, Roma Capitale e Roma d'Inverno 2014|2015-Prodotto e organizzato da Associazione Culturale Twain, centro delle attività di Cie Twain physcal dance theatre, compagnia produzione danza.
Associazione Culturale Twain_ Direzione artistica: Loredana Parrella e Marco Chenevier.
Questa settimana:
mercoledi 11 febbraio
h 11:00 Le Cardamomò – musica – Mercato Montagnola, Viale Pico della Mirandola 
venerdi 13 febbraio
h 20:00 Angelo Sigaro Conti/Cristiano Armati/Yari Selvetella, “Lettere dalla strada” – reading letterario – Enoteca Vino Tinto, Via Salvatore di Giacomo 10
sabato 14 febbraio
h 11:00 Orchestra Malancia – musica – Largo Bompiani
h 12:15 Cie Twain physical dance theatre, “Profumo” – danza contemporanea – Largo Bompiani
h 18:30 Ulderico Pesce, “Moro: i 55 giorni che cambiarono l’Italia” – teatro – Centro anziani San Michele, Piazzale Antonio Tosti 4
domenica 15 febbraio
h 11:00 Orchestra Malancia – musica – Parco della Torre, Viale Tor Marancia 29
h 12:15 Cie Twain e TIDA , disloc actions – danza contemporanea – Parco della Torre, Viale Tor Marancia 29
h 17:00 Quinto Quarto Trio – musica – Bar Bompiani, Via Benedetto Bompiani 8
www.scenapubblica.wordpress.com

DEBUTTO
Nostalgie del presente/futuro giornate di Post Popular Art. Manifestazione di teatro, danza, musica e arti visive.
Con il sostegno di Roma Capitale – Assessorato alla Cultura, Creatività, Promozione Artistica e Turismo– Dipartimento Cultura – Servizio Spettacoli ed Eventi.
CENTRALE PRENESTE TEATRO  - Roma - da Venerdi 6 a Sabato 28 Febbraio 2015 – vari orari
Otto giornate d'arte e performance che attraversano l'intero mese di Febbraio. Tanti appuntamenti con il teatro, la danza, la musica e le arti visive a partire dal 6 fino al 28 Febbraio.
Il progetto, all’insegna della trasversalità, coinvolge soggetti diversi per età, esperienze, linguaggi artistici, utilizzo di tradizione e innovazione. La manifestazione è dedicata a esposizioni e performance che coinvolgono in una serie di momenti “corali” sia i partecipanti ai laboratori e alle residenze che si sono svolti nei mesi scorsi, sia giovani formazioni teatrali, musicisti, registi, video-maker e artisti di street-art.
Le otto giornate si articolano in quattro sezioni (teatro, danza, musica e arti visive) che danno forma a una vera e propria “vetrina”. Ad ogni sezione sono dedicati due appuntamenti: si comincia il 6 e il 7 Febbraio con la sezione teatro.
Dal teatro si passa alle arti visive: il 13 e il 14 Febbraio sono infatti dedicati alla mostra dei murales realizzati all'interno del laboratorio Mural e Street Painting e alla proiezione, in entrambe le giornate, alle 21.00, di corti, video e film.
Il 20 e il 21 Febbraio tocca alla sezione danza.
Alla musica il compito di chiudere il cerchio. A questa sezione sono infatti dedicate le ultime due giornate del mesevenerdì 27 sabato 28.
Questa settimana: SEZIONE ARTI VISIVE
Venerdì 13 Febbraio 2015
Ore 19.00 (Giardino)Mural e Street Painting realizzati nel laboratorio a cura di Aisling Pallotta
Ore 20.00 – 23.00 (Teatro)
NELLE STRADE, NEL TEMPO - interviste a chi ha molto vissuto a cura di Fabio Traversa
ESCA MONTAGE “Senza chiedere permesso”
Un film di Iolanda La Carrubba-Sceneggiatura Iolanda la Carruba e Sarah Panatta
Sabato 14 Febbraio 2015
Ore 19.00 (Giardino)Mural e Street Painting realizzati nel laboratorio a cura di Aisling Pallotta
Ore 20.00 - 23.00 (Teatro) STREET VIDEO SOCIAL
Visione dei corti realizzati dal Centro 6 – Spazio no stop per giovani del Municipio Roma V - e da altri Centri per Minori del Comune di Roma
www.centraleprenesteteatro.blogspot.it

rigurado l’ ARTE

DEBUTTO
 “Villa Farnesina, il Trionfo dell'Amore tra tinte e delicati versi” di Artable Associazione culturale
per Atmosfere romane tra arte e letteratura ciclo di visite con letture a cura di Maria Rita Ursitti e Andrea Alessio Cavarretta
presso VILLA FARNESINA – Roma - Sabato 14  febbraio ore 10,30
A pochi passi da Porta Settimiana si apre l'ingresso di Villa Farnesina alla Lungara, un prezioso scrigno d'arte voluto dal ricco banchiere senese Agostino Chigi che, chiamando all'opera artisti quali Raffaello, Peruzzi, Sebastiano del Piombo e il Sodoma, scrive una splendida pagina del Rinascimento romano.L'associazione Artable con la storica dell'arte Maria Rita Ursitti e lo scrittore metropolitano Andrea Alessio Caravetta, vi da appuntamento il giorno di San Valentino, con " Villa Farnesina, il trionfo dell'amore tra tinte e delicati versi" , primo incontro del ciclo Atmosfere romane, tra arte e letteratura.Protagonista è l'Amore espresso attraverso la duplice visione artistica e letteraria, narrato negli splendidi affreschi delle sale e nelle affascinanti letture dei versi di Poliziano, Dante, Catullo e molti altri autori più o meno conosciuti.
Per informazioni e prenotazioni: mail artable@libero.it .    
ARTABLE associazione culturale_Curatori della visita: Maria Rita Ursitti e Andrea Alessio Cavarretta
https://www.facebook.com/pages/Artable-Associazione-Culturale/595479380494984?fref=ts

Kirosegnaliamo esce all’inizio di ogni settimana, chi volesse darci comunicazione di eventi con rilievo artistico-culturale può scriverci a kirolandia@gmail.com oppure info@kirolandia.com,  entro la domenica precedente, specificando chiaramente la richiesta di segnalazione, provvederemo previa specifica selezione all'inserimento … 

Se consideri questo post interessante scrivi un commento e/o clicca mi piace!!!    

Nessun commento:

Posta un commento