MENU

K-HOME | KIROLANDIA | KIRI | REGOLAMENTO | CONTATTI  | corrente culturale | frida.artes | cookie law
Kirosegnaliamo | Kiroalmanacco | Kirosegnaliamo
K-NEWS |FOTO | RACCONTI | POESIE | DISEGNI/PITTURE | VIDEO | PALCOSCENICO | MUSICA | ARTE | CINEMA | LIBRI | COSTUME/SOCIETA' | SCIENZE/NATURA
IppoKiro PutzoKiro MayaKira LoveKira VirusKira ManuKira AttiroKira Krouge ChiKira VolpocaKiro MireKira

lunedì 12 ottobre 2015

KIROSEGNALIAMO 12 -18 Ottobre 2015

Kirosegnaliamo


Kiri, continuano le segnalazioni in Kirolandia blog di cooperazione dell'omonima corrente culturale.



Per sognare con voi, di settimana in settimana, alcuni suggerimenti, piccoli e grandi, sia In che Off, selezionati sulla base delle vostre importanti indicazioni, in pieno kirostile, qualità libera da tutto e da tutti!!!

in merito al TEATRO 

DEBUTTO
"FUORIGIOCO" di Lisa Nur Sultan
TEATRO OROLOGIO Sala Orfeo - Roma  - da Martedi 13 a Giovedi 22 Ottobre 2016 ,  ore 21.00_dom ore 18.00
Prima Nazionale
Dopo Invidiatemi come io ho invidiato voi di Tindaro Granata, FUORIGIOCO è il secondo spettacolo del percorso monografico che il Teatro dell’Orologio dedica a Proxima Res, produzione artistica milanese fondata nel 2009.
Dopo una residenza creativa al Teatro dell’Orologio, debutta in prima nazionale.
SINOSSI
La Storia si ripete sempre tre volte: la prima come tragedia, la seconda come farsa e la terza come partita di calcio.
28 giugno 2012: Italia-Germania, semifinale degli Europei.
Gli occhi del paese sono puntati su SuperMario, perché non ci faccia fare la fine della Grecia. E poi certo anche sull’altro Mario, perché a Bruxelles convinca la Merkel ad allentare la cinghia.
Ma a noi interessa il terzo Mario, il compagno di Anna, che abita in quel palazzo, dietro quella finestra, e stasera vorrebbe guardarsi la partita come tutti, ma non potrà. Perché sul cornicione accanto, Adriano e Laura si tengono per mano: si vogliono buttare. Ma perché? E soprattutto, perché proprio ora?!!
Siam pronti alla morte, l’Italia chiamò, sì!
Autrice: Lisa Nur Sultan - Progetto e regia: Emiliano Masala Interpreti: Giampiero Judica, Elisa Lucarelli, Emiliano Masala, Francesca Porrini - Scene: Andrea Simonetti - Luci: Javier Delle Monache - Suono: Alessandro Ferroni - Assistente alla regia: Mauro Santopietro - Produzione: Proxima Res e Progetto Goldstein
www.teatrorologio.it



DEBUTTO
"HITCHCOCK. A love story" di Fabio Morgan
TEATRO OROLOGIO Sala Gassman - Roma  - da Giovedi 15 a Domenica 25 Ottobre 2016 ,  ore 20.00_dom ore 17.00
La compagnia CK Teatro – Colossal Kitch Teatro, omaggia il maestro del brivido Alfred Hitchcock.
SINOSSI
Due ragazzi col sogno di diventare attori, si incontrano durante un provino per uno spettacolo teatrale dedicato alla filmografia del regista. La loro storia, una storia d’amore ricca di colpi di scena e di pennellate noir, si muove attraverso le fitte trame di Caccia al ladroIntrigo internazionaleVertigoIl delitto perfettoPsychoLa finestra sul cortile e Gli Uccelli. L’azione scenica si sviluppa in un divertente alternarsi tra la vita privata dei due protagonisti e la storia, sul palco, dei personaggi che interpretano.
La fenomenologia della coppia e della relazione amorosa è uno dei temi più cari alla sceneggiatura hitchcockiana, che ne descrive in modo inimitabile le tante sfaccettature, in particolare quelle orientate verso la degenerazione: la seduzione e l'innamoramento, la fedeltà e il sacrificio, il sospetto e la gelosia, la paura di non essere amati e il tradimento, la noia e la solitudine, la comicità e la tragedia.
Autore: Fabio Morgan - Regia:  Leonardo Ferrari Carissimi - Interpreti: Anna Favella e Luca Mannocci - Scene e costumi:  Alessandra Muschella - Disegno luci: Martin Emanuel Palma - Produzione Progetto Goldstein
www.teatrorologio.it

DEBUTTO
"Questa volta te lo dico che ti amo" di Luca Franco
TEATRO DEI SERVI - Roma - da Martedi 13 Ottobre  a Domenica 1 Novembre - ore 21 da martedi a venerdi_ 17.30 e 21 sabato_17.30 domenica
Arriva il secondo spettacolo in cartellone al Teatro de’ Servi, che prosegue la stagione con il gradito e atteso ritorno dell’attrice Roberta Scardola e alcuni dei colleghi con cui lo scorso anno ha condiviso il grande successo di “Prendo in prestito tua moglie”.  Sempre a cura della Compagnia Mercanti di Stelle e diretta da Luca Franco.
Una commedia dei sentimenti: amore e amicizia, nostalgia e rimpianto, antiche speranze ed emozioni sospese, ricordi e riscatti, paure e delusioni, non senza un pizzico di goliardia. In fondo si parla di ragazzi ex bambini che si ritrovano per far rivivere i tempi della scuola, rievocando amicizie, scherzi, derisioni e tanta varia umanità. Una rimpatriata che vuol essere un viaggio in un passato nemmeno troppo lontano, e che per qualcuno è anche la speranza di poter cambiare ancora il futuro. Ogni lasciata è persa o finalmente i sentimenti repressi riusciranno ad esprimersi? Un amore mai svelato è destinato a morire o è vero che al cuor non si comanda? Lo scopriremo a suon di risate sulle intramontabili note degli Anni ’80 e ’90.
L'amore di bambini che non conosce barriere morali o pregiudizi... Non conosce complessi e paure... Di questo e molto altro tratta lo spettacolo, che unisce con un filo nostalgico e ironico, divertente e romantico sei personaggi del tutto attuali. Dario organizza una festa di capodanno a casa sua e decide di invitare i compagni di classe che non vede da dieci anni. Tra questi compagni, guarda caso, Dario (Corrado Gattinara) invita anche Monica (Roberta Scardola), di cui è stato innamorato da sempre e a cui non aveva mai avuto il coraggio e l'occasione di rivelare il suo amore perché si consideravano ‘migliori amici’.
Insieme a Monica arrivano anche i compagni di classe: quattro tipologie di caratteri attualissimi, ognuno con il suo vizio e la sua virtù. Federico (Marco Russo) alle prese con un matrimonio di convenienza, Camillo (Daniele Trombetti) e Manuel (Daniele Locci) che
costituiscono una coppia comica naturale con le loro gag spontanee, il loro modo di essere popolari e allo stesso tempo trentenni nostalgici; Eleonora (Monica Falconi) alle prese con il suo aspetto e la rivalsa di anni di "tappezzeria". Ne esce un viaggio tra i ricordi della giovinezza, ai tempi della scuola, con tutti i miti e le star degli anni 90.
Autore e regista: Luca Franco - Intrpreti e ruoli: Roberta Scardola – Monica, Corrado Gattinara – Dario, Marco Russo - Federico, Daniele Trombetti - Camillo, Daniele Locci - Manuel, Monica Falconi – Eleonora
www.teatroservi.it

DEBUTTO
"DELITTI E CONTENTI" di Daniele Vessella
TEATRO TESTACCIO - Roma - da Giovedi 15 a Domenica 18 Ottobre 2015, ore 21.00_dom ore 18.00
In un'improbabile camera d'albergo si dispiega la storia di Federico, tipico uomo in piena crisi di mezza età, frustrato, immaturo e vanesio che, per sentirsi di nuovo giovane e fuggire alla noia della routine quotidiana inizia una relazione con la bella Lulù, donna affascinante e mondana. Il trio è completato da Paola, moglie fedele, tradizionalista e follemente innamorata di Federico. Se la coppia di amanti cercherà di inscenare il suicidio della povera Paola, non è detto che quest'ultima, determinata a riavere il suo uomo, non tenterà l'omicidio della giovane Lulù. Ma chi sarà la vera vittima alla fine? Una rocambolesca commedia in giallo che racconta il tipico triangolo amoroso con un finale del tutto inaspettato.
Arte 2.0_ Autore: Daniele Vessella - Regia: Luca Pennacchioni - Interpreti: Loredana Guagliuolo, Luca Pennacchioni, Ornella Lorenzano - Aiuto Regia: Roberto Bonfantini - Costumi e Scenografie: Adelaide Stazi -Musiche: Valentina Ciaffaglione
www.teatrotestaccio.it

DEBUTTO
“E tu sei bellissima”di Claudio Proietti
TEATRO L’AURA  - Roma - da Giovedi 15 a Domenica  18  Ottobre  2015 - ore 21.00_dom ore 18.00
Si amavano così tanto da non riuscire a stare insieme”, potrebbe essere questo il sottotitolo del testo che vede come protagonisti Paolo e Cristina. Sono passati diversi anni da quando si sono visti l’ultima volta ed ora si rincontrano in una cittadina di provincia. Il loro sarebbe un rapporto perfetto ma non riescono a fare a meno di litigare. Anche questa volta, come sempre, tornano a galla vecchi dissapori ed amarezze ma anche tanta passione e nostalgia.  Una storia spiritosa, buffa, a tratti grottesca. Vestita di ricordi e piccole tenerezze. 
È una vicenda ricca di humor e momenti esilaranti. La struttura della messinscena permette agli attori valutazioni solitarie e paradossali. Alcuni loro ragionamenti sconfinano nell’assurdo. Una consuetudine più comune di quello che si crede. Tutti abbiamo formulato ipotesi inverosimili, che giustificavano i nostri atteggiamenti e condannavano quelli del partner. I due protagonisti  racconteranno la loro storia d’amore. Lo faranno senza troppi scrupoli. All’insegna della commozione e del divertimento.
Autore e regista: Claudio Proietti - Interpeti: Laura Monaco e Andrea Venditti
www.regisassociazioneculturale.it



DEBUTTO
"SCOMPAIO"  di Francesca R. Miceli Picardi
TEATRO TRASTEVERE - Roma - Sabato 17 e Domenica 18 Ottobre 2016 - ore 21.00_dom ore 18.00
Laura è alla stazione che non aspetta nessun treno. O per strada, senza fretta di andare in nessun posto. Se la vedi le resti lontano, volti lo sguardo e la dimentichi velocemente. Il resto del tempo è o resta invisibile. Eppure ha un nome, una storia e molti ricordi come ognuno di noi. Ma c’è qualcuno che si ricorda di lei? Beatrice invece non la incontri per strada con molta facilità, ma se succede non puoi non voltarti e notare la sua classe. Ha scelto di non vivere di ricordi. Il suo tempo è un calendario invisibile che profuma di cipria e si veste di perle. Ma a volte, lei, il tempo lo ferma. Quasi scompare. Mentre Laura canta. Sembra impossibile che queste due donne possano toccarsi, ma potrebbero essersi sfiorate. Cosa possono avere in comune una barbona e una ricca borghese? Forse nulla, forse pezzi di vita che si è scelto di mettere da parte. Due mondi a confronto, due realtà talmente vere da sembrare irreali. Due donne che si scontrano senza mai incontrarsi davvero, che si sfiorano senza toccarsi. Ci si può trovare mentre ci si perde, scomparendo ognuno nel proprio buio che, a volte, diventa una luce accecante.
Autrice:  Francesca R. Miceli Picardi -Diretto e interpretato da Francesca R. Miceli Picardi e Manola Rotunno - Aiuto regia: Gaia De Grecis  - Trucco: Flavia Marassi - Foto di scena: Manuela Giusto - Luci e audio: Vanessa Lentini e Lara Panizzi




PROROGATO
"AUGENBLICK  – L’istante del possibile"  drammaturgia di Emiliano Loria Riccardo Brunetti- Regia di Riccardo Brunetti
Un'esperienza immersiva
coprodotta da Amaranta/Orma Fluens - Teatro Studio Uno
TEATRO STUDIO UNO  - Roma -  sino a Domenica 18 Ottobre, ore 21.00_dom ore 18.00 
Dopo il successo di queste settimane viene prorogato fino al 18 ottobre Augenblick - L’istante del possibile.
Augenblick è un varco nel tempo. Un tempo passato, un tempo di guerra. Ispirato al libro incompiuto di Renè Daumal “Il monte analogo”, offre allo spettatore una trama intrigante e complessa,  rivelata dalle storie di un gruppo di avventurieri dello spirito riuniti per ritrovare l’esploratore  scomparso Pierre Sogol. Tanti percorsi narrativi distinti ma intrecciati che lo spettatore “immerso” nella performance può decidere di seguire, cercando, esplorando e perdendosi tra le innumerevoli strade da percorrere.
L’Immersive Theatre,  nuova tipologia di performance, in continuità con altre forme di teatro (Promenade, teatro sensoriale, teatro partecipativo, teatro per singolo spettatore, site-specific performance), oltre a restituire un ruolo attivo e partecipe allo spettatore, richiede nello stesso tempo un impegno diverso per gli attori/performer chiamati a ricreare ogni volta una relazione multisensoriale, stimolando tutti i sensi nel tentativo di dare vita alle molteplici interazioni tra performer e fruitore.
Amaranta/Orma Fluens - Teatro Studio Uno_Drammaturgia: Emiliano Loria Riccardo Brunetti- Regia: Riccardo Brunetti-Allestimento: Amaranta/Orma Fluens-Performer: Adriana Gallo Adriano Saleri Alfredo Pagliuca Anna Maria Avella Carolina Bevilacqua Chiara Capitani Elisa Poggelli Emiliano Trimarco Mario Migliucci Paola Caprioli Paola Scozzafava Riccardo Brunetti Sandra Albanese Sebastiano Valentini Silvia Ferrante Ursula Mainardi Valeria Marinetti-Foto Eleonora Loria-Tecnica :Cristiano Milasi-Costruzion:i Speciali Leonardo Mian-Strategie di Comunicazione: Amaranta-Webmaster: Alfredo Pagliuca-Social Networks: Paola Scozzafava-Illustrazioni: Eugenio Sicomoro-Fotoritocco: Luca Iuliano Paolo Scarfone-Staff: Fabiana Reale Felice David: Filippo Cavicchioni-Con l'insostituibile supporto di: famiglia Ferrante/Chiarolanza, famiglia Amoruso/Sbordoni Angelotti, famiglia Toscani, Irina Mian
---
Per conoscere più da vicino questa nuova forma di teatro, la compagnia Amaranta Teatro/OrmaFluens in esclusiva nel set di Augenblick propone sabato 17 (h 10-18) e Domenica 18 Ottobre (h 10-14) il WorkshopAnblick: L'azione nel Teatro Immersivo”, rivolto a danzatori ed attori professionisti con almeno due anni di esperienza, a cui verrà data la possibilità di sperimentare sul set dello spettacolo i meccanismi base dell’immersive theatre attraverso il lavoro intensivo con i regista e la compagnia dello spettacolo.
www.teatrostudiouno.com

PROSEGUE
"VILLA DOLOROSA Tre compleanni falliti" di Roberto Rustioni
Liberamente tratto da Tre sorelle di Čechov
TEATRO VASCELLO - Roma da Lunedi 5  a Martedi 13  Ottobre 2015,  ore 21.00_ dom. ore 18.00
Nella vita la gente non si spara, non si impicca, non fa dichiarazioni d’amore ogni momento. Né si dicono a ogni momento cose intelligenti. La gente per lo più beve, mangia, fa la corte, dice sciocchezze. Dunque bisogna che tutto questo si veda sulla scena. Bisogna fare una commedia dove la gente venga, vada via, mangi, parli del tempo, giochi a carte. Ma non perché questo serve all’autore, ma perché così avviene nella vita reale”. Anton Čechov
Il testo della giovane Rebekka Kricheldorf, Villa Dolorosa, è una sorta di riscrittura delle Tre sorelle di Čechov trasposte ai giorni nostri, ricco di suggestioni. Debutta sulla scena romana per le Vie dei Festival il 5 Ottobre al Teatro Vascello, dove proseguirà nell’ambito della programmazione dal 6 al 13 Ottobre 2015. Lo spettacolo sarà poi al Teatro Franco Parenti di Milano dall’8 al 24 Marzo 2016.
Villa Dolorosa è un gioco di sguardi: quello di Rebekka Kricheldorf incrocia lo sguardo di Čechov.
Il tema dell’incompiutezza è centrale nel dramma ambientato in una Germania contemporanea, all’interno di una villa un po' fatiscente, abitata da una strana famiglia, dove si festeggia un compleanno. All'orizzonte, speculare, il capolavoro di Čechov. Cambiano le regole del gioco, ma l'obiettivo è sempre lo stesso: afferrare il senso dell’esistenza, sentirsi padroni del tempo. Con leggerezza e col sorriso sulle labbra, malgrado il titolo ingannevole, ci si interroga sui grandi temi della vita. Il tempo scorre, ogni anno si festeggiano i compleanni, ma ogni volta è diverso, qualcosa nelle tre sorelle inevitabilmente cambia. Ognuno, a suo modo, cerca di tollerare o mascherare una realtà che necessariamente dovrà affrontare, al posto di quella immaginata e sperata. È la storia di un’assenza, di un vuoto, dove i desideri più intensi dei personaggi non si concretizzano in atti di volontà e le azioni non corrispondono alla veemenza dei desideri. I protagonisti aspirano a un futuro migliore, sembra che lo stiano sognando e si scontrano con l’impossibilità di realizzarlo, come prigionieri nei loro stessi sogni. L’oscillazione tra malinconia e ilarità, felicità e infelicità fa di quest’opera lo specchio della condizione umana.
Liberamente tratto da Tre sorelle di Čechov - Uno spettacolo di Roberto Rustioni  da Rebekka Kricheldorf - Traduzione: Alessandra Griffoni- Adattamento e regia:  Roberto Rustioni - Interpreti:  Federica Santoro, Emilia Scarpati Fanetti, Roberto Rustioni,  Eva Cambiale, Carolina Cametti, Gabriele Portoghese -  Assistente alla regia: Gabriele Dino Albanese - Produzione Fattore K. in collaborazione con Associazione Olinda Onlus e Cadmo/Le Vie dei Festival -
Progetto ideato nell'ambito Fabulamundi Playwriting Europe 2014 Residenza Carrozzerie n.o.t.
www.teatrovascello.it

PROSEGUE
"CLANDESTINI"  di Gianni Clementi  
TEATRO ROMA - Roma - da Martedi 6 a Domenica 18 Ottobre 2015  - ore 21, sabato ore 17 ed ore 21, domenica ore 17.30
Clandestini" è un esilarante spaccato di vita quotidiana estrapolato da un futuro non troppo lontano in cui l'autore (Gianni Clementi) immagina un deciso ribaltamento degli equilibri economici mondiali in
cui è il mondo occidentale a sbarcare clandestinamente sulle coste di un paese africano per cercar quella fortuna ormai sperperata in patria, un futuro nel quale il tempo a disposizione è terminato e la salvezza è possibile solo lontano da casa e quello che oggi chiamiamo "primo mondo" non sarà che l'ultimo di quelli possibili. Quattro personaggi al limite del tragicomico, inseriti in situazioni surreali, irriverenti, estreme che porteranno lo spettatore a ridere delle loro piccole e grandi tragedie in un'altalena di battute e situazioni esilaranti.
Protagonisti di questa divertente pièce teatrale sono: Eros (Matteo Milani) cinico e opportunista "showman" romano che pur di avere la cittadinanza è disposto a sposare un'indigena oversize, Orazio (Marco Cavallaro) esilarante pescatore catanese che con la sua ingenua purezza attenterà al cuore di Angelica (Antonia Renzella) una romantica badante/poetessa e Silvano un brillante ex commercialista milanese alle prese con un presente da "vù cumprà" (Alessandro Salvatori). Il cast, diretto dalla dinamica regia di Vanessa Gasbarri, dà vita ad uno spettacolo di rara intensità, in cui comico e drammatico si fondono in un atto unico cinico ed irriverente, fatto di battute esilaranti e della tagliente comicità tipica delle migliori commedie di Clementi.
"Quando una società perde i punti di riferimento e la curiosità si avvita su se stessa, le conseguenze generano un' implosione della società stessa...ecco che in un'ipotetica visione del futuro avviene un ribaltamento di posizioni e di ruoli...i padroni diventano servi ed i servi padroni. E quando i servi divengono padroni...so' dolorii!”
PRAGMA srl_Autore: Gianni Clementi-Regia: Vanessa Gasbarri- Interpreti: Marco Cavallaro, Matteo Milani,
Antonia Renzella, Alessandro Salvatori-Scene e costumi: Katia Titolo-Luci: Camilla Piccioni-Aiuto regia: Aldo Spahiu-Assistente alla regia: Valentina De Giovanni-Ufficio stampa: Andrea Cova-Capo elettricista: Fabrizio Mazzonetto
 www.ilteatroroma.it

PROSEGUE
"DONNA NON  RIEDUCABILE Memorandum teatrale su Anna Politkovskaja"  di Stefano Massini
Un progetto di e con Elena Arvigo a cura di Rosario Tedesco
TEATRO OUT-OFF Milano – da Mercoledi 7 a Domenica 25 Ottobre  2015 - da mart. a ven. ore 20.45_sab.ore 19.30_dom. ore 16.00
In occasione del nono anniversario della morte di Anna Politkovskaja, va in scena al Teatro Out Off “Donna non rieducabile”. Lo spettacolo è un memorandum immaginario ispirato ai reportage della giornalista russa, nota per il suo impegno sul fronte dei diritti umani, per i suoi reportage dalla Cecenia e per la sue critiche  al Presidente della Federazione Russa Vladimir Putin.
La sera del 7 ottobre lo spettacolo sarà a ingresso gratuito (su prenotazione 0234532140, info@teatrooutoff.it) e verrà introdotto da un intervento dell’Associazione Annaviva. In collaborazione con l’associazione Annaviva, che si occupa di promuovere la libertà di stampa e la tutela dei diritti umani nell’Est Europa, saranno numerose le iniziative di commemorazione e approfondimento nel corso delle tre settimane di programmazione. Il programma completo a seguire.
Elena Arvigo, dopo il successo di pubblico e critica  riscosso la scorsa stagione, a nove anni dalla scomparsa della giornalista russa, porta in scena un testo in grado di stimolare il pubblico e  far riflettere sul tema della libertà di stampa e la responsabilità del sapere che la Politkovskaja incarnava nel suo modo di fare giornalismo.
La Arvigo ci accompagna tra i racconti della giornalista russa: sul palco solo il telaio di una porta e una sedia, unici elementi scenografici.
Il testo è un monologo di forte impatto e attualità nato dalla penna di Stefano Massini. Questo spettacolo fa parte del progetto “Le imperdonabili”, una serie di monografie su differenti personaggi storici femminili: Etty Hillesum, Elena di Sparta, Marina Cvetaeva, Marguerite Duras e Monica Ertl. Lo spettacolo “Etty Hillesum- la resistenza del pensiero” ha vinto il bando Game del Teatro Stabile delle  Marche e “Elena di Sparta” debutterà nel giugno 2016 al Teatro Out/Off .
Lo spettacolo “Donna non rieducabile” ha preso forma in collaborazione con Rosario Tedesco che ha aderito a questo progetto, ne ha curato la messa in scena e sta condividendo il percorso e gli sviluppi e con Andrea Basti che si occupa della parte tecnica. Questo progetto è teso verso un traguardo multitematico. Il lavoro si è sviluppato  grazie alla residenza offerta dall’Associazione ExLavanderia – presso l’Ex Manicomio di Roma  di Santa Maria della Pietà. Lo spettacolo  è autoprodotto ed  è andato in scena fino ad oggi  con il supporto organizzativo dell’Associazione culturale Gank
Autore:  Stefano Massini - Un progetto di e con Elena Arvigo - Regia:  Rosario Tedesco- Luci e video : Andrea Basti -Collaborazione artistica:  Damiano D’Innocenzo -Produzione SantaRita Arts Centre in collaborazione con  Teatro Out Off
Si ringraziano  inoltre  Compagnia Gank  (Antonio Zavatteri, Paolo Zanchin, Alberto Giusta, Nadia Fauzia) e Massimiliano Taggi (Presidente Associazione ExLavanderia )

PROSEGUE
"UN GABBIANO" regia di Gianluca Merolli
SALA UNO TEATRO  - Roma – da Giovedi 8 a Sabato 17  Ottobre 2015, ore 21.00_dom. ore 18.00
TEATRO, RITORNA A GRANDE RICHIESTA A ROMA "UN GABBIANO",  L’ESORDIO ALLA REGIA DI GIANLUCA MEROLLI
Andrea Schiavo presenta a Roma "Un Gabbiano" prima regia di Gianluca Merolli: poliedrico interprete delle regie di Giancarlo Sepe, Marco Carniti, Pino Micol, Cristopher Malcolm, Pappi Corsicato, Maria Sole Tognazzi e Peter Marcias; untimamenteprotagonista a Roma degli spettacoli “Dignità autonome di prostituzione” e “Romeo e Giulietta Ama e cambia il mondo” per la regia di Giuliano Peparini. Merolliscegliedi mettere in scena un'attenta rilettura del "Gabbiano" di Anton Checov.
La storia si svolge nella tenuta estiva di Sorin, fratello della famosa attrice Irina, appena arrivata per una breve vacanza con il suo amante, il noto scrittore Trigorin. Il figlio di lei, Konstantin, scrive drammi teatrali ed è innamorato di Nina, una giovane che desidera diventare attrice. Durante la rappresentazione in giardino di un suo testo, Irina deride il figlio. Nel frattempo Nina scappa con Trigorin. Diventata attrice, conoscerà molte delusioni e pur abbandonata da Trigorin, continuerà a rifiutarsi a Konstantin.
«Tra atmosfere pieno melò e thriller simbolista, gli uomini e le donne sono amati senza ricambiare: Kostja ama Nina, che ama Trigorin, che ama la sua poesia. In questo circolo del "non amore" si aggira l'unica viva del gruppo, Nina, che nella ricerca disperata di appartenere a questo humus umano che tanto la attrae, ne sarà risucchiata definitivamente quando deciderà di diventare attrice».
Da Anton Checov - Adattamento e regia:  Gianluca Merolli -Produzione: Andrea Schiavo per H501 e Napoli Teatro Festival Italia
www.salauno.it

PROSEGUE
"IL BREVETTO DELL'ANIMA" di Luciano Capponi
TEATRO AGORA’ - Roma - da Giovedi 1 a Domenica 25 Ottobre, ore 21.00_dom ore 17.30
Luciano Capponi autore e regista indubitabilmente “di frontiera”, considerato da molti un autore post contemporaneo per la sua capacità di rilanciare la mente al di là dei propri ostacoli, torna con un nuovo travolgente spettacolo. Dopo lo straordinario successo di pubblico che gli ha permesso, lo scorso anno, di registrare il sold out per due settimane con Il Vasetto di Pandora, il regista e autore sarà in scena di nuovo con un cast di sette attori. Siamo nel Medioevo e chissà se storico o delle coscienze. Non lo sa il Re, non lo sa la regina, vagamente i cortigiani e un po’ Samuel, il figlio sprovveduto del Re.
Poi c’è Gioffa, dai facili costumi, travestita da suora angelicata, che mira al letto del figlio del Re. Uno con le idee chiare c’è, ed è Alan Bicco, il buffone di corte. È lui che stravolge gli equilibri vetusti e stantii della corte consentendo al Re di morire in pace e al figlio di sedersi al trono con un nuovo cipiglio e forse una nuova coscienza.
Commedia? Dramma? Tragedia? Farsa?
Di tutto un po’ e il sapore finale riflette la commistione di questi generi.
Un fantasy epocale, nella ripetizione umana e ossessiva degli stereotipi, dei luoghi comuni e delle sciocchezze di sempre, per non parlare delle violenze.
Il brevetto dell’anima sembrerebbe essere l’esame finale dopo aver superato altri brevetti strettamente collegati a quella catena inossidabile dell’idiozia umana.Niente di mistico o di trascendentale, la cipolla di Bertoldo vige e traccia la via nella semplicità e nel buon senso.
Virtù estremamente rare, ieri oggi, domani.
Autore e regista: Luciano Capponi - Interpreti: Daniele Aldrovandi - Lollo Frizza -  Giulio Brando - Valentina Scorsese - Bessy Bang - Stefano D'Angelo - Penny Brown
www.teatroagora80.com

circa il TEATRO PER RAGAZZI 

DEBUTTO
"FRATELLINO E SORELLINA" di Tiziana Lucattini
Ispirato alla fiaba Fratellino e Sorellina dei fratelli Grimm
CENTRALE PRENESTE TEATRO  - Roma - (Per bambini dai 3 ai 10 anni) - Domenica 18 Ottobre 2015, ore 16.30
Si apre per il quinto anno il sipario di Centrale Preneste Teatro per ospitare Infanzie in gioco 2015/16, la nuova stagione teatrale dedicata alle famiglie. La rassegna è organizzata da Ruotalibera/Centrale Preneste Teatro per le nuove generazioni. In cartellone 24 spettacoli, da ottobre ad aprile, in programma ogni domenica alle ore 16.30.
Il primo appuntamento della stagione è con il debutto romano di Fratellino e sorellina.
Un fratello e una sorella sono alle prese con il giorno della recita scolastica. Lo spettacolo sta per cominciare. In un lungo flashback si ripercorrono, filtrati dagli occhi dei due protagonisti, i momenti quotidiani che hanno preceduto quell’istante così emozionante: conflitti, frustrazioni, rapporti con i genitori, la maestra. Domande (senza risposte) sulla vita. Una telecamera, ora complice ora “spiona”, accompagna i due ragazzini nel loro intenso e allegro percorso di consapevolezza.
Compagnia Ruotalibera Teatro_Interpreti: Cora Presezzi e Massimiliano Frascà - Scritto e diretto da: Tiziana Lucattini -Drammaturgia: Tiziana Lucattini e Fabio Traversa Organizzazione e promozione: Paola Meda e Serena Amidani

per la DANZA

PROSEGUE
"NO GRAVITY DANCE COMPANY in Dall’Inferno al Paradiso (I viaggi dell’anima)" una creazione di EMILIANO PELLISARI
 TEATRO OLIMPICO - Roma -   da Martedi 6 a Domenica 18 Ottobre 2015, ore 21.00_dom ore 18.00  
A 750 anni dalla nascita di Dante Alighieri, le celebrazioni ufficiali vedono tornare all’Olimpico dal 6 al 18 ottobre gli straordinari spettacoli in danza di Emiliano Pellisari dedicati all’opera del Sommo Poeta. Reduce dai successi nell’Europa dell’est e nel prestigioso teatro Théatre des Sablons di Neuilly-sur-Seine e ultimamente a Pechino con lo spettacolo "From  Hell to Heaven", messo in scena nel prestigioso NCPA Grand Theatre, dopo la proposizione delle tre cantiche dantesche in spettacoli singoli Emiliano Pellisari torna all’Olimpico con “Dall’Inferno al Paradiso”, presentando l’opera dantesca attraverso un originale e raffinato compendio in danza dell’intera Commedia, unendo alla tecnica tradizionale la sua specifica esperienza di macchinerie barocche e arti acrobatiche.
Le donne e gli uomini,  terrestri e  divini,  mortali e immortali, che Dante racconta nella Divina Commedia non sono corpi. Ma intelligenze, memorie, visioni, desideri, idee: anime. E le anime non pesano. Questa intuizione fisica e poetica è il punto di appoggio dal quale prende, letteralmente, il volo l’allestimento di Emiliano Pellisari. Grazie al recupero di tecniche sceniche e illusionistiche care anche al teatro barocco, i suoi danzatori, acrobati e attori rendono, cantica dopo cantica, del tutto credibile questa ri-creazione del percorso dantesco. Dall’ Inferno verso il Paradiso il viaggio si smaterializza sempre più: i riferimenti, mai realistici, eppure all’inizio riconducibili agli episodi e ai diversi protagonisti del Poema, diventano via via meno evidenti. E nello stesso tempo, sempre più a fuoco è il cuore visivo dello spettacolo, nella comprensione e restituzione del progressivo smarrimento di sé dell’uomo Dante, nel prevalere di uno stupefatto sentire spirituale, di una sospesa e candida leggerezza. Le scelte musicali compiono identico cammino, perdendo anch’esse di peso, fino a giungere ad un impiego di acuta consapevolezza della produzione contemporanea, filtrata da un ricorso all’elettronica mai invasivo, mai ridondante, funzionale sempre alla drammaturgia dello spettacolo.
Sandro Cappelletto
NOGRAVITY DANCE COMPANY Danzatori: Marianna Porceddu, Antonella Perrazzo, Lucia Orru, Eva Campanaro,Mirko Simeone,Rocco Ascia- Coreografie: Emiliano Pellisari e Marianna Porceddu-Musiche: Bach, Rossini, Sybelius, Stravinskj, Meredith Monk, Steve Reich-Rielaborazione/mix : Emiliano Pellisari Studio-Voci recitanti: Gianni Bonagura, Laura Amadei, Carla Ortenzi e Marion Chiris-Costumi e oggetti di scena: Emiliano Pellisari-Disegno luci: Emiliano Pellisari          
www.teatroolimpico.it

dell’ARTE

DEBUTTO
"LA PULCE DE “IL RACCONTO DEI RACCONTI” IN MOSTRA AL MIC!" di Makinarium
MIC – MUSEO INTERATTIVO DEL CINEMA - Milano - da Venerdi 16 Ottobre 2016, orari vari 
 «Scucci, Scucci… dove sei?» Re di Altomonte (Toby Jones) dal film “Il racconto dei racconti”  
Makinarium è orgogliosa di annunciare che il MIC – Museo Interattivo del Cinema, Fondazione Cineteca Italiana, ospiterà La Pulce, creatura ideata e sviluppata dal team di Makinarium per l’ultimo film di Matteo Garrone “Il racconto dei racconti”, in concorso al Festival di Cannes 2015. Un’occasione unica per poter osservare da vicino la creatura più particolare e affascinante del fantasy di Garrone e toccare con mano il lavoro svolto da Leonardo Cruciano (supervisore agli effetti speciali e creatore del concept) e dall’intero team Makinarium. La Pulce, per l’occasione, sarà presentata in versione restaurata e leggermente ritoccata, arricchita da un diorama e nuovi piccoli particolari “d’ambiente”. Ad accompagnare la visita guidata al MIC ci saranno i monitor e il tappeto interattivo che racconteranno il dietro le quinte, le curiosità e gli approfondimenti sugli effetti speciali utilizzati nel più grande fantasy italiano di sempre. 
---
Il 19 e il 20 novembre, inoltre, al MIC sarà presente il regista Matteo Garrone, che terrà una Masterclass in occasione del festival per ragazzi Piccolo Grande Cinema 2015. Nella giornata del 20 novembre, Garrone sarà affiancato da Leonardo Cruciano, supervisore tecnico e artistico di Makinarium, per raccontare la felice esperienza de “Il racconto dei racconti” e il lavoro sugli effetti speciali portato avanti dal team. Combinando assieme effetti fisici e ritocchi digitali, Makinarium ha permesso di realizzare e animare creature realistiche direttamente sul set del film, come nel caso della Pulce e del Drago di 12 metri, rendendo più pratico il lavoro del regista e degli attori.
http://mic.cinetecamilano.it

PROSEGUE
"james tissot" a cura di Cyrille Sciama
CHIOSTRO DEL BRAMANTE  - Roma - da Martedi 26 Settembre 2015 a Sabato 21 Febbraio 2015,  tutti i giorni dalle  ore 10.00 alle 20.00 , Sabato e Domenica 10.00-21.00
Patrocinio dell’Assessorato Cultura e Turismo del Comune di Roma - Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali
La mostra è organizzata con il sostegno eccezionale del Museo d’Orsay, vede come sponsor Generali Italia e come partner dell’iniziativa Trenitalia. L’evento è consigliato da SKY Arte HD.
Per la prima volta in Italia, l’attesissima mostra sul grande pittore francese James Tissot (Nantes, 1836 - Buillon 1902). Le sue opere si potranno finalmente ammirare al Chiostro del Bramante di Roma (26 settembre 2015 - 21 febbraio 2016) dopo le importanti esposizioni dedicategli in tutto il mondo come James Tissot al Petit Palais (Parigi - 1985), Victorian Life Modern Love (Yale Center for British Art, New Haven Connecticut - Musée du Québec, Québec City, Canada - Albright-Knox Art Gallery, Buffalo, New York, tra il 1999 e il 2000), James Tissot et ses Maîtres a Nantes presso il Musée des Beaux-arts (2005) e infine la mostra The Life of Christ del Brooklyn Museum of Art (2009).
Raffinato protagonista dell’élite del suo tempo, invidiato e amato in pari misura, James Tissot è un pittore la cui arte è ancora oggi per alcuni aspetti un enigma, tra influenze impressioniste e istanze preraffaellite. Francese di nascita ma britannico di adozione, vissuto a suo agio tra conservatori e liberali, Tissot celebra nei suoi quadri la vita dell’alta borghesia – il ceto portato in auge in epoca vittoriana tra rivoluzione industriale e colonialismo – trasformando la quotidianità in imprese eroiche e celebrative, mutando ogni gesto in un cliché non privo di originalità.
Dart - Chiostro del Bramante e Arthemisia Group, con il Patrocinio dell’Assessorato Cultura e Turismo del Comune di Roma, hanno fortemente creduto nella necessità di presentare al pubblico italiano un artista ancora poco celebrato. In mostra 80 opere provenienti da musei internazionali quali la Tate di Londra, il Petit Palais e il Museo d’Orsay di Parigi, che raccontano l’intero percorso artistico del pittore e l’influenza che su di lui ebbe l’ambiente parigino e la realtà londinese, dando conto della sua vena sentimentale e mistica, del suo incredibile talento di colorista e del suo interesse per la moda. Tra le opere esposte, capolavori quali "La figlia del capitano" e "La figlia del guerriero" entrambe del 1873 accanto alla Galleria dell’ "HMS Calcutta" (1886) che illustrano i temi principali della sua arte sempre trattati con profondità psicologica e che attestano il suo talento di colorista e fine osservatore del suo tempo.
Prodotta e organizzata da DART Chiostro del Bramante - Arthemisia Group, Con il sostegno eccezionale di Musée d’Orsay-Sponsor Generali Italia
Partner dell’iniziativa: Trenitalia-Special Partner:  JTI-Sponsor tecnico Mantero-Media coverage by Sky Arte HD-Mostra a cura di Cyrille Sciama-Progetto di mostra, direzione dei lavori, progetto grafico di mostra e realizzazione grafica :Mjras snc-Allestimento: Tagi2000-Progetto immagine coordinata: Angela Scatigna-Video: Artist Fabien Iliou-Percorso didattico in mostra: Francesca Valan-Catalogo: Skira
www.chiostrodelbramante.it

per le SERATE IN DISCOTECA


INAUGURAZIONE
GIAM
"BIG OPENING PARTY GIAM  W.A.G. WE ARE GAY  20° Edizione" direzione artistica Annachiara Marignoli
PLANET ROMA - Roma  - Sabato 17 Ottobre  2015,  dalle ore 23.30
Al via la ventesima edizione di GIAM - Il Party Rainbow più noto della capitale, apre le porte alla nuova Stagione Invernale...
Avrà inizio la nuova stagione di GIAM, l'evento rainbow più noto della capitale, che nel sabato di metà ottobre al Planet Roma, darà  il via alla sua ventesima stagione con un Big Opening Party che  promette divertimento, sotto la direzione artistica dell'incontenibile Annachiara Marignoli, supportata dal coordinamento del giovane (per età e non per bravura) Ezio Cristo e coadiuvata dai geniali Karma B... il tutto con l'impeccabile sostegno del fidato Carlo M.. A dare il loro benvenuto ed immancabile sostegno, i soci Paola Dee e Mauro Basso, colonne dell'organizzazione a tinte arcobaleno.
Al grido dirompente di W.A.G., acronimo significante We Are Gay, il concept della  stagione invernale  2015/16 racchiude le diverse personalità musicali del party, sotto un'unica forma, proprio attraverso l'affermazione di un'identità arcobaleno che ogni sabato si districherà nelle sale polivalenti del Planet. Un nuovo logo disegnato da Francesco Mascia e poi il rinnovato prive in sala house, che abbraccia la pista centrale su tre lati, lasciando che il dj suoni tra il pubblico e il super prive del palco, in un'ambientazione molto più minimal e votata al club, con punte di un'eroticità mai volgare. Una pista pop dove la console non sarà fissa, ma cambierà posizione a seconda delle serate... piccoli accorgimenti per un appuntamento che ha coltivato generazioni di pubblici diversi, convincendo ogni anno di più.
Molteplici saranno le collaborazioni con i tanti eventi lgbt in giro per la penisola, di cui quella con il party milanese dal nome MaGayzzini Generali si fa capofila. Si accorcia la distanza Roma-Milano, grazie ad uno scambio interattivo tra le organizzazioni che avrà inizio il 21 novembre, quando lo staff di GIAM raggiungerà i magazzini capeggiato dal primo djset a cura di Paola Dee... e mentre GIAM andrà ospite nell'omonima location di via Pietrasanta a Milano, nella stessa sera il pubblico capitolino accoglierà il cast dei generali, all'ombra del Gazometro. Il tutto verrà trasmesso in diretta su Periscope, il nuovo social network che fa già impazzire le masse. Degna di nota è anche la partecipazione di Enrico Versus, estroso curatore dell'intrattenimento, votato al fashion e al glamour, ed i cui eventi hanno dato risalto al gusto innato del divertimento, da intendersi anche come un'esperienza ultrasensoriale, particolarmente attenta al clubbing e alle passerelle.
In Pop Room, seguiti da Santa Barbara, a cui è affidato il booking djs, ritroviamo l'amatissimo Brezet, in compagnia dei djs Charlsgold, Mattia Matthew, Mr. Mads, Anne Cullen e Atrim, quest'ultima regina della Square Room. Rientra nella sfera pop, ma merita un concetto a parte, LaCocò Room, sala dedicata interamente al pubblico femminile, dove settimanalmente si ricreerà quell'atmosfera tutta dedicata alle ragazze, che ha vinto e convinto nella passata stagione. In House Room invece, si darà ascolto all'esperienza musicale di Kevin Delite, storico vocalist delle notti romane, che accompagnerà i djs Ethan Hunt, David Leroy, Shana Dee e due grandi ritorni come Erik Loud e Gaia Logan. Un italian mood riempirà le notti al Planet Roma, di un sound già noto al pubblico e molto apprezzato anche all'estero. "Una decisione mirata a valorizzare la nostra scuderia, come dicono quelli bravi, fatta di ragazzi giovani ed esperti, già noti anche fuori dal nostro Paese... oppure da guest italiane d'eccezione, che oltreconfine hanno già affermato il loro valore", queste le parole della direzione artistica di GIAM, che punta dritto al bersaglio, per una stagione all'insegna di produzioni musicali Made in Italy.
Ad accogliere ospiti e staff l'adorata Paola Dee, tra le colonne dell'organizzazione capitolina a tinte arcobaleno, che quest'anno presenterà al pubblico una delle novità più attese: la sigla. Quella della ventesima edizione girata dal virtuosismo di Paolo Lombardo, è un perfetto mix di successi anni'80, remixati ad hoc ed egregiamente interpretanti dalla potente voce di Giulia Penna, vincitrice di Giam Academy 2014. Al suono del brano che diverrà il simbolo della nascente stagione, ritroveremo sugli stage di via del Commercio le voci di Kristine VonTrois, vera e propria padrona di casa, insieme a La Pepa e a Giusva, quest'ultimo vocalist del Padova Pride Village; chiude il cerchio delle voci, il giovane D Hazel reclutato da GIAM grazie ai casting a porte aperte svoltisi al Gay Village lo scorso settembre. Dallo stesso luminoso palco che ha illuminato le notti al Parco del Ninfeo, arriva anche la drag più bella e brava d'Italia, Petit Noir, talentuosa e giovanissima ballerina en travestì, eletta nell'ambito dei Drag Factor 2015. Una conferma sarà la presenza indiscussa di KastaDiva, la drag impersonator che fa impazzire il pubblico, con le sue esibizioni di estrema veridicità.
Info & Liste PR: www.giam.biz - info@giam.biz
www.planetroma.com
www.facebook.com/GIAMRoma

Kirosegnaliamo esce all’inizio di ogni settimana, chi volesse darci comunicazione di eventi con rilievo artistico-culturale può scriverci a kirolandia@gmail.com oppure info@kirolandia.com,  entro la domenica precedente, specificando chiaramente la richiesta di segnalazione, provvederemo previa specifica selezione all'inserimento … 

Se consideri questo post interessante scrivi un commento e/o clicca mi piace!!!    






Nessun commento:

Posta un commento