MENU

K-HOME | KIROLANDIA | KIRI | REGOLAMENTO | CONTATTI  | corrente culturale | frida.artes | cookie law
Kirosegnaliamo | Kiroalmanacco | Kirosegnaliamo
K-NEWS |FOTO | RACCONTI | POESIE | DISEGNI/PITTURE | PALCOSCENICO | MUSICA | ARTE | CINEMA | LIBRI | COSTUME/SOCIETA' | SCIENZE/NATURA | VIDEO
IppoKiro PutzoKiro MayaKira LoveKira ManuKira AttiroKira VolpocaKiro MireKira Krouge VeraKira

venerdì 7 aprile 2017

SULLE SPINE di Daniele Falleri, al TEATRO DUE ROMA Urbano Barberini seduce il pubblico

Autore: Andrea Alessio Cavarretta (IppoKiro) 


Recensione critica dello spettacolo teatrale SULLE SPINE di Daniele Falleri,
Prima replica, martedì quattro aprile duemiladiciassette, Teatro Due Roma.



Si apre il sipario del TEATRO DUE ROMA e SULLE SPINE di Daniele Falleri ha il suo seducente inizio.

Ad interpretare questo gioiellino drammaturgico è il bravo attore Urbano Barberini che riesce, in un attimo, ad irretire il pubblico per poi attraversare con grande capacità i singoli quadri rappresentativi di un percorso raffinatamente noir,  ricco di profondità e cinici sarcasmi.  

Ad essere rappresentata, con la giusta alternanza tra levità comica e densità introspettiva, è la complessa identità umana che si dipana in tutto il suo esistere all'interno e attraverso ogni singolo passaggio psicologico.

Tante risate in platea, moltissimi applausi spontanei alternati a momenti di sospensione.

Perbenismi, apparenze, costumi familiari e sociali punzecchiati a suon di battute. Esposizioni della fragilità umana di fronte ad immobilismi imperturbabili, identificati chiaramente dalla presenza di uno strizzacervelli, ben interpretato da Sergio Valastro, resistente rispetto a qualsiasi richiesta d'interazione,  intento solo a scandire, con i suoi appunti, incontri che non lasciano intravedere nessuna possibile diagnosi risolutiva.
Tanti i rimandi metaforici sia argomentativi che scenografici per poter raccontare una storia drammaticamente reale ben assestata  nell'assurdità del paradosso.
Nessuna sospensione, nessuna esitazione per un personaggio incastrato in un corpo che non gli appartiene e che costruisce il suo macabro disegno, avvicinandosi lentamente a ciò che vuole essere a discapito di ciascun suo collaterale, sia umano che animale. Il suo sé contro chiunque e qualunque cosa.

Molte le interessanti scelte registiche di Daniele Falleri, alcune forse sovrabbondanti, ma tutte tese nel loro insieme a completare la struttura di una vicenda veramente molto ben pensata, ben scritta e ben recitata tra moduli carichi di introspezioni e colpi di scena.  Effetti visivi ed onomatopeici di sicuro appeal che si incardinano nella dimensione di un monologo dall'arduo messaggio molto attuale.

Veramente un bel lavoro, in ogni suo aspetto, che merita di essere visto muniti di alta predisposizione  al sarcasmo.

- Andrea Alessio Cavarretta -

SULLE SPINE
Scritto e diretto da Daniele Falleri
Con Urbano Barberini 
E con Sergio Valastro
Aiuto Regia Viviana Broglio - Direttore di Scena Simone Romano 
Musiche Marco Schiavoni - Foto Carlo De Gori






 

Nessun commento:

Posta un commento