MENU

K-HOME | KIROLANDIA | KIRI | REGOLAMENTO | CONTATTI  | corrente culturale | frida.artes | cookie law
Kirosegnaliamo | Kiroalmanacco | Kirosegnaliamo
K-NEWS |FOTO | RACCONTI | POESIE | DISEGNI/PITTURE | PALCOSCENICO | MUSICA | ARTE | CINEMA | LIBRI | COSTUME/SOCIETA' | SCIENZE/NATURA | VIDEO
IppoKiro PutzoKiro MayaKira LoveKira ManuKira AttiroKira VolpocaKiro MireKira Krouge

martedì 16 maggio 2017

KIROSEGNALIAMO 16-22 Maggio 2017

K-news 




Kiri, continuano le segnalazioni di  Kirolandia blog di cooperazione dell'omonima corrente culturale.





Di settimana in settimana vari suggerimenti tra teatro, musica, arte  e tanti altri eventi selezionati  accuratamente sulla base delle vostre importanti indicazioni.






Dunque ecco per sognare con voi... 


TEATRO

Ginevra Media Prod  presenta
"Il colloquio"
Giacca e cravatta obbligatorie
di Serge Da Silva
Traduzione e regia Virginia Acqua

TEATRO DE' SERVI - Roma
dal 16 maggio al 4 giugno 2017, ore  21.00_sab. ore 17.30 e 21.00_dom. ore 17.30

A chiudere la stagione, arriva la commedia già campione d’incassi al Théâtre Melo d’Amélie di Parigi con uno straordinario successo di pubblico e critica per oltre un anno di repliche.
La commedia francese approda ora al Teatro de’ Servi grazie al lavoro di Virginia Acqua, traduttrice e regista della versione italiana che vede in scena nel nuovo allestimento Ermenegildo Marciante, Luca Basile e Tommaso Arnaldi, in un impianto scenografico arricchito dalle opere e installazioni d’arte della giovane artista Cristina Gasparrini.
"Il colloquio" affronta in maniera divertente e dissacrante uno dei più grandi incubi della nuova generazione: il colloquio di lavoro. Quei quindici minuti che non solo decideranno del nostro futuro, ma che ci restituiranno un'immagine di chi siamo e di cosa (non) siamo capaci di fare.
Ed ecco, in attesa del colloquio, un trio altamente improbabile: un brillante e griffatissimo laureato in economia, molto spavaldo e sicuro di sé; un modesto e goffo impiegato, stralunato e chiacchierone, fin troppo espansivo, che si sposta con i mezzi pubblici e veste fuori moda; un fanatico di arti marziali, salutista, spaccone e disinvolto che adora Bruce Lee e Walker Texas Ranger. Sono tre disoccupati da lungo tempo, convocati nello stesso giorno e ora per sostenere il colloquio per il lavoro dei loro sogni. L’annuncio precisava: “giacca e cravatta obbligatorie”, e i tre uomini si adeguano, ma ciascuno a proprio modo. Incluso l'asso nella manica che ciascuno di loro si è preparato per avere la meglio sugli altri.
Dialoghi brillanti, comicità coinvolgente e mai banale, ironia corrosiva sulle ossessioni e le ansie che si scatenano in tutti coloro che devono affrontare uno dei più grandi incubi dei nostri tempi.

di Serge Da Silva - con Luca Basile  (Franco Nessuno), Ermenegildo Marciante (Luca Leggenda), Tommaso Arnaldi (Sergio Sangria) - Scene Cristina Gasparrini – Luci Cristian Bove – Musiche Vakarelis - Traduzione e regia Virginia Acqua

Indirizzo: via del Mortaro (ang. Via del Tritone), 22 - Roma
Sito di riferimento: www.teatroservi.it
____


Avviso ai Soci
L'Associazione Culturale Teatro Trastevere presenta
“LA MORTE TI FA BELLA”
di M. Donovan e D. Koepp
adattamento e regia  di Alessandra Silipo e Susanna Lauletta

Lo spettacolo, tratto dal film del 1992 diretto da Robert Zemeckis ed interpretato dai premi Oscar Maryl Streep e Goldie Hawn, è una commedia noir che vi travolgerà fino “all'ultimo...respiro".

TEATRO TRASTEVERE -  Roma
dal 16 al 21 maggio 2017, ore 21.00_dom. 17.30

“Ti guardi allo specchio e vedi un mostro?
Hai visto la pura perfezione di altri corpi, volti, arti, epidermidi, portamenti e atteggiamenti,
e poi vedi te stesso e inorridisci?
Acqua Vita.
Sempre eternamente viva!”

Una commedia nera. Una beffarda ricerca rocambolesca della pura perfezione estetica, dell'eterna bellezza, del desiderio di fermare il tempo sul proprio volto e le proprie mani. Una corsa grottesca per riuscire a modificare l'immagine deforme riflessa “...che importa se poi caschi e ti smonti!” Chirurgia plastica, creme, belletti, vere e proprie torture. Il culto perverso dell'apparire. Coscienze deboli e forti volontà. La lotta all'ultimo sangue di due donne disposte a tutto pur di vendicarsi. Un uomo costretto nella trappola di una promessa. Rapporti superficiali, finte amicizie, matrimoni interessati, invidie taciute. Individui o forse burattini che si confondono in un intreccio di corpi vivi, perfetti o non sempre tali e corpi innaturali, impeccabili, realizzati.

“La scelta di portare a teatro un lavoro come “La Morte ti fa
bella” nasce dal voler indagare e sperimentare il mito dell'eterna giovinezza esasperandone i punti di vista. Indipendentemente dall'età, assistere al proprio decadimento è un concetto poco ammesso nella realtà in cui viviamo. E chi ha la risposta, il metodo o l'antidoto più o meno efficace per allontanare sempre di più quel momento diventa una divinità, e la ricerca dell'apparenza impeccabile l'unica religione da seguire qualunque siano le conseguenze. Personaggi svuotati, riflessi distorti, corpi destrutturati raccontano la rocambolesca rincorsa volta ad appagare il desiderio di essere eterni in un modo o nell'altro” cit. Lauletta-Silipo

Di M. Donovan e D. Koepp - adattamento e regia: Alessandra Silipo e Susanna Lauletta - con Alessandra Silipo, Susanna Lauletta, Michelangelo Nari, Giulia Spinelli, Tiziano Mariani

Indirizzo: via Jacopa de Settesoli 3 - Roma
Sito di riferimento: www.teatrotrastevere.it
____

ALESSIA NAVARRO
 in

"Frida Kahlo IL RITRATTO DI UNA DONNA"
di Alessandro Prete, Igor Maltagliati, Luca Setaccioli
regia di Alessandro Prete

TEATRO QUIRINO -  Roma
dal 16 al 21 maggio 2017, ore 21.00_dom. 18.00

Dopo il successo dello scorso anno, Alessia Navarro torna in scena al Teatro Quirino – Vittorio Gassman con l’opera teatrale che prende spunto dalla straordinaria vita dell’artista messicana Frida Kahlo.
Personalità forte e complessa, pittrice simbolo dell'avanguardia artistica messicana del Novecento, Frida Kahlo viene ricordata non solo per le sue famosissime opere, ma sopratutto per essere stata icona dell’emancipazione femminile, in questa piece viene messo in luce l’aspetto più intimo della donna.
La sue vicissitudini interiori vengono raccontate non con una biografia realistica, ma attraverso i suoi quadri più celebri che in scena prendono vita narrando storie di donne, in un omaggio alla forza e all'identità femminile.
Infatti, in “Frida Kahlo: il ritratto di una donna” prenderanno vita sulla scena alcuni dei suoi celebri quadri, attraverso alcune storie di donne diverse tra loro. Filo conduttore delle storie saranno i simbolismi rappresentati nei quadri stessi. Ad ogni gesto delle protagoniste corrisponderà una pennellata sullo sfondo. Ad ogni storia conclusa corrisponderà, quindi, un quadro compiuto. Il tutto legato da una danzatrice che contestualizzerà ancora meglio il tempo e lo spazio.
Saranno visibili, attraverso l'interpretazione degli altri attori, i vari personaggi che hanno accompagnato la sua vita. Vedremo Frida Kahlo per come la conosciamo solo all’inizio, come introduzione ai quadri; alla fine della rappresentazione, invece, emergerà la celebrazione dell’eredità che la stessa pittrice ha voluto lasciare alle donne: la forza e l’indipendenza.
Verrà raccontata la Donna, in ogni luogo, in ogni spazio ed in ogni tempo, fino a raggiungere l’idea di Frida Kahlo intesa come icona femminile.

Dieci sono le opere scelte: Nascita (il manifesto della vita), Autoritratto con collana (la donna fiera davanti al dolore), La mia balia e io (il conflitto con la madre e il desiderio di maternità), Quel che mi diede l'acqua (la malattia e la morte), Qualche piccolo colpo di pugnale (il femminicidio), Autoritratto con capelli corti (la donna che annulla la propria femminilità), Il suicidio di Dorothy Hale (il suicidio), La colonna spezzata (l'amore), Il sogno (il dialogo con la propria coscienza), Autoritratto da Tehuana (la donna sposa e compagna di un uomo).

Di Alessandro Prete, Igor Maltagliati, Luca Setaccioli - regia Alessandro Prete con Alessia Navarro, Gianluca Gobbi, Giulia Barbone e Giulia Santilli - musiche: Stefano Mainetti - aiuto regia:  Valentina Morgia - costumi: Gisa Rinaldi - sound engineer: Tiziano Stampete - realizzazioni grafiche:  Domenico Rastelli per Ince Media - consulenza storica: Silvia Cardi  -  amministratore: Antonio Cocciardi - luci: Marco Laudando - photo: Azzurra Primavera

Indirizzo: via delle Vergini  7 - Roma
Sito di riferimento: www.teatroquirino.it
____

"PER COLPA DI UN CONIGLIO"
Uno spettacolo comico e surreale che mette in scena la pratica della discriminazione e i rischi quotidiani di una società omologata e omologante.

TEATRO LO SPAZIO - Roma
dal 16 al 21 maggio 2017  -  ore 17.00_ dom  20.30

Un mondo popolato da personaggi bizzarri, grotteschi e armati di pregiudizi, un mondo esasperato e accelerato, due attori che danno vita a una folla di personaggi che sorprendono, divertono, fanno riflettere e fanno paura.
PER COLPA DI UN CONIGLIO racconta la storia di Vanda che aspetta che qualcosa di bellissimo accada nella sua vita, convinta che qualcuno prima o poi la condurrà in un luogo meraviglioso e salvifico. Ma se poi l’incontro che farà non è quello previsto?
Uno spettacolo con una marcata connotazione sociale, che denuncia in modo impietoso la discriminazione, i pregiudizi e l’omologazione cui siamo sottoposti ogni giorno, affrontando temi di stringente attualità come la trasformazione dell’esperienza della genitorialità, il razzismo, la xenofobia, l’omofobia, l’assuefazione ai social network e la sottile pericolosità dei messaggi veicolati dai media.
“Crediamo fortemente che questo testo possa far riflettere il pubblico sull’importanza dello stare nel mondo con un atteggiamento critico – dicono gli autori - esercitando costantemente la propria capacità intellettuale e la propria sensibilità, e che possa allertare sui rischi di una società omologata e omologante”.
In PER COLPA DI UN CONIGLIO è infatti costante il tema del non voler vedere, del non voler sapere, l’atteggiamento chiuso di chi, per paura del diverso, non vuole mettere in discussione il proprio punto di vista, ma tutto viene messo in scena con una varietà di toni, di stili e di suggestioni che lo rendono comico, onirico e capace di consegnare al pubblico il suo messaggio in modo incisivo.

Scritto da Paolo Camilli e Simone Zafferani  - con  Paolo Camilli e Moira Angelastri - regia: Moira Angelastri, Paolo Camilli  - aiuto regia: Paolo Macedonio  - scene: Alessandro Di Cola musica: Luca Longobardi - costumi: Barbara Calderoni

Indirizzo: via Locri, 32/44 - Roma
Sito di riferimento: www.teatrolospazio.it
___­_

DANZA

"Premio TWAIN_DirezioniAltre"

AUDITORIUM MASSIMO FRECCIA -  Ladispoli ( Roma)
20 maggio  2017 , ore 21.00

Un appuntamento davvero speciale con la serata finale del Premio TWAIN_DirezioniAltre: in scena cinque compagnie di danza rigorosamente under 35 che presenteranno in prima assoluta i loro lavori. 
Il Premio è un progetto di TWAIN Centro di produzione danza regionale  e Residenza di spettacolo dal vivo diretto da Loredana Parrella; l’iniziativa nasce dalla consapevolezza di quanto sia difficile oggi produrre spettacoli nel mondo della danza contemporanea e quindi dal desiderio aiutare concretamente gli artisti e di conoscere e sostenere la nuova generazione di autori. 

Hanno partecipato alla prima edizione del Premio oltre sessanta compagnie professioniste provenienti da tutta Italia e da tutta Europa. Dopo una prima selezione a cura di TWAIN, sono cinque i progetti finalisti che il 20 maggio presenteranno al pubblico i loro progetti: Karen Eide Boen con Soft command, Zoè Bernabèu e Lorenzo Covello con Un po' di più, Jessica De Masi con In-contrastabile, Simone Zambelli con Non ricordo e Anna Giustina con reRality.

Al termine della serata verrà assegnato ad uno degli spettacoli in scena il Premio TWAIN DirezioniAltre che consiste in un contributo economico alla produzione, l'ospitalità in residenza artistica e l'inserimento dello spettacolo nella stagione di Danza Twain 2017.

A decretare il vincitore del premio di produzione una giuria di esperti composta da: Loredana Parrella - Dir.Artistica Twain Centro Produzione Danza Regionale, Alessandro Pontremoli - Docente Università Torino e Membro Commissione Consultiva Danza MiBACT, Antonio Calbi - Direttore Teatro di Roma, Roberta Nicolai - Dir.Artistica Teatri di Vetro Festival, Loris Petrillo - Coreografo e Docente, Silvana Barbarini - Dir.Artistica Vera Stasi/Tuscania Danza progetti per la Scena, Simonetta Pusceddu - Dir.Artistica T.OFF e Cortoindanza Festival Cagliari.

Il Premio TWAIN_DirezioniAltre è partner del progetto Dominio Pubblico, dedicato ai giovani under 25. I ragazzi si costituiranno in un’apposita giuria che premierà a sua volta uno spettacolo che verrà inserito nella programmazione di Dominio Pubblico Festival al Teatro India il 1 giugno 2017.

Indirizzo: Strada Stale Aurelia, 1
Sito di riferimento: www.associazionemassimofreccia.it
____

CINEMA

PROSEGUONO...

 “IL MONDO DI MEZZO”
di Massimo Scaglione
UN FILM SU MAFIA CAPITALE.
protagonista Matteo Branciamore.

NELLE SALE ITALIANE DAL 4 MAGGIO

Il film attraversa gli anni '70 per approdare ai giorni nostri. Racconta l’epopea del mattone a Roma e i disastrosi risultati della cementificazione nelle periferie della capitale espressione della connivenza tra potere politico e palazzinari.
Una storia che ripercorre i traffici tra corrotti e corruttori e che sfocia nella nota inchiesta denominata “Mafia Capitale”.
Gaetano Mariotti (Tony Sperandeo) è un imprenditore romano, Re del mattone: l’uomo, ambizioso e senza scrupoli, nutre il desiderio, oltre che di accumulare ricchezze, di condurre suo figlio Tommaso (Matteo Branciamore) sulle sue stesse orme. Sarà la sua prematura morte a catapultare Tommaso, suo malgrado, alla guida dell’impero del padre. La coscienza lascia repentinamente il posto ad un’incalzante avidità che porterà il giovane a stringere uno scellerato sodalizio con i poteri del Campidoglio. In stile Cosa Nostra, si completa il filone giudiziario ormai noto come Mafia Capitale.

Il Mondo di Mezzo è un film di indignazione che strappa la realtà portandola sullo schermo, come dice il regista, autore di  Angeli al Sud (nomination ai David di Donatello come miglior regista esordiente), La Moglie del Sarto e del docufilm I sogni cominciano con un'elica.

Nel cast, tra gli altri, anche Laura Lena Forgia, Massimo Bonetti, Nathaly Caldonazzo, Francesca Rocco, Paolo Raggi, Sandro Medici.

Il film è prodotto e distribuito da Red Moon Films, ha ottenuto il riconoscimento dell’interesse culturale dal MiBACT, Ministero per i Beni e le Attività Culturali - Direzione Generale Cinema, e si avvale del Contributo di Regione Lazio e del Patrocinio del Comune di Cosenza e della Presidenza dell’Assemblea Capitolina di Roma. 
____

DISTRIBUZIONE INDIPENDENTE
è lieta di presentare
una produzione EAR CINEMA e GALACTUS 
EAST END
 un film di
Skanf & Puccio

NELLE SALE ITALIANE DAL 3 MAGGIO

Cosa succede se due gemellini geek dirottano il segnale di un satellite militare supersegreto sullo stadio Olimpico per vedere “a scrocco” il derby Roma-Lazio? Sullo sfondo di una Capitale devastata dalla speculazione edilizia e dalla mala politica, Totti segnerà il goal della vita, i fantasmi cercheranno pace attraverso la vendetta, le gesta di un coraggioso astronauta brilleranno nel cosmo e… Nanni tornerà in sella alla sua Vespa. Tutto può succedere a East End!

Irriverente film d’animazione.
Un’opera prima insolita e coraggiosa, un cartoon dai toni politicamente scorrettissimi che vede la luce dopo tre intensi anni di lavoro grazie all’entusiasmo e alla dedizione di un affiatato team creativo composto da talentuosi disegnatori, animatori, grafici, artisti digitali, musicisti (tra cui il mitico gruppo dei Superobots) e doppiatori.
Lontano dalla Roma eterna e monumentale, lontano dalle luci della ribalta, c’è la Roma sconosciuta e abbandonata dei sobborghi, ed è proprio qui, nella periferia est della Capitale, che sorge il nuovissimo e già dimenticato quartiere East End, un microcosmo colmo di personaggi, avventure e situazioni paradossali, dove l’erba cresce rigogliosa e indisturbata tra le crepe dei marciapiedi, infrastrutture e collegamenti sono eternamente in fase di sviluppo e l’immondizia ammassata ai piedi dei cassonetti è diventata arredo urbano. Un quartiere come tanti, troppi, che riflette disagi e contraddizioni della “nostra” realtà quotidiana, con uno sguardo sfacciato e puntuale su Roma, sull’Italia, sull’Europa.
È questo lo scenario in cui si muovono i protagonisti del film, personaggi-macchiette esilaranti che nelle mani di Skanf & Puccio rompono il limite del perbenismo dissacrando ogni possibile cliché, in pieno accordo con la realtà, marcia e corrotta, che li circonda. Ma East End è anche e soprattutto la cornice di uno spassoso intrigo internazionale messo in atto da un gruppo di bambini, che ignari di tutto e con la loro straordinaria purezza e ingenuità, metteranno in grave pericolo la città e i già precari equilibri politici mondiali. Sullo sfondo, attesissimo, il derby Roma-Lazio che si giocherà allo Stadio Olimpico…

Paese: Italia, 2016 Durata: 85 minuti Genere: Animazione, Commedia

Regia: Luca Scanferla, Giuseppe Squillaci Soggetto: Luca Scanferla, Giuseppe Squillaci Sceneggiatura: Luca Scanferla, Giuseppe Squillaci con la collaborazione di Federico Moccia Character Design: Andrea Minella Production Design: Paolo Maddaleni Montaggio: Massimo Alberto Croce Storyboard Supervisor: Gianluca Greco Pose & Animation key: Antonio Campiglio Animation Director: Matthew Lyon Sviluppo Artistico, Animazione: Canecane (Roma) Animazione: AIC (Toronto)
---
Musiche: Georges Pascal Marchese, Alessandro Cagnizzi, Marco Dalla Chiesa, Gianmarco Mondi, Giuseppe Squillaci, Game Zero, Superobots Suono: Sound On Missaggio: Andrea Malavasi Direttore del Doppiaggio: Claudio Venditti Voci: Francesca Rinaldi, Germana Savo, Roberta Chelini, Alessandro Scaretti, Stefano Thermes, Gianluca Solombrino, Germano Basile, Stefano Starna, Enzo Avolio, Daniele Valenti, Emidio La Vella, Paolo Macedonio, Ivan Castiglione, Simone Veltroni, Gaetano Lizzio
---
Produzione: Ear cinema slu, Galactus srls Prodotto da: Giuseppe Squillaci, Andrea Iervolino, Monika Bacardi Distribuzione italiana: Distribuzione Indipendente Distribuzione internazionale: Ambi Distribution

Trailer ufficiale: www.youtube.com/watch?v=VAFCmsmMJjs  
Sito filmwww.eastend.it

all'ESTERO...

Uruguay

"Animeland – Racconti tra manga, anime e cosplay"
documentario autoprodotto del regista pugliese Francesco Chiatante

Montevideo Comics

>>> Centro Cultural de España -  sabato 20 maggio 2017, ore 16.30
>>> Sala Hugo Balzo - domenica 21 maggio 2017, ore 17.10  

Doppia proiezione  per l'Opera prima diretta dal regista Francesco Chiatante.

Continua con successo il tour del film, dopo le proiezioni - tra le tante - al Roma Fiction Fest e al Lucca Comics&Games. Tra gli intervistati Paola Cortellesi, Valerio Mastandrea, Masami Suda, Tokidoki, Maurizio Nichetti, Caparezza, Shinya Tsukamoto, Yoichi Takahashi, il Premio Oscar Michel Gondry, Luca Raffaelli, Yoshiko Watanabe, Vincenzo Mollica, Fausto Brizzi e i Kappa Boys.
Le due proiezioni del documentario, unitamente ai sottotitoli in spagnolo, sono stati resi possibili grazie al prezioso aiuto dell'Istituto Italiano di Cultura di Montevideo.
Animeland è un vero proprio viaggio tra cartoni animati giapponesi e non, manga, anime e cosplay, attraverso ricordi, aneddoti e sogni di personaggi degli ambiti più disparati il cui immaginario e la cui vita sono stati influenzati da fumetti e cartoni animati. Da Heidi a Goldrake, da Jeeg Robot Dragonball Naruto, passando per Holly e Benji, L’incantevole Creamy e Ken il guerriero, dalla fine degli anni Settanta è iniziata in Italia una vera e propria invasione “animata” giapponese. Più che un film è un “documento” che intende ricostruire e ripercorrere tutto quello che erano e sono poi diventati manga, anime e cosplay in Italia, segnando l’intero immaginario ‘pop’ delle generazioni degli ultimi quarant’anni con robot, maghette e orfanelli!

Numerosi gli intervistati nel film, dall’animatrice e mangaka Yoshiko Watanabe, già assistente di Osamu Tezuka, allo stilista Simone Legno alias Tokidoki, da cantanti come Caparezza, che nelle canzoni spesso introduce citazioni tratte da manga giapponesi, ad attori come Paola Cortellesi – che canta la sigla di un cartone animato della propria infanzia – e Valerio Mastandrea. Ma anche i racconti di Giorgio Maria Daviddi del Trio Medusa e una esclusiva intervista al misterioso cosplay Goldy. Registi italiani quali Maurizio Nichetti e Fausto Brizzi e registi stranieri come Shinya Tsukamoto e il Premio Oscar Michel Gondry, ma anche Masami Suda, animatore di cartoni animati quali Ken il guerriero, Kiss Me Licia e Yoichi Takahashi, autore di Holly e Benji. 
Tra i nomi italiani spiccano quelli dei giornalisti Luca Raffaelli, filo conduttore del racconto e di Vincenzo Mollica, ma c’è spazio anche per un sociologo, Marco Pellitteri, per un saggista come Fabio Bartoli e per la squadra dei Kappa Boys, che per primi importarono i manga giapponesi in Italia. Il tutto con le musiche originali di Simone Martino, la consulenza artistica di Fabio Anastasio Zucchi e l'ufficio stampa di Carlo Dutto. 

Tra le prossime tappe del documentario: negli stessi giorni, 20 e 21 maggio, quattro proiezioni al festival San Beach Comix di San Benedetto del Tronto, dove sarà presente il regista per rispondere alle domande del pubblico. Quindi la proiezione a Milano domenica 28 maggio al circolo Arci Metissage nell'ambito della rassegna ceCINEattacks.
____

MUSICA

la musica popolare romana al BQB
Valentina De Giovanni con Gabriele Elliott Parrini


BARONATO QUATTRO BELLEZZE - Roma
4, 11, 25 maggio 2017, ore 21.30

Questa settimana ECCEZIONALMENTE il concerto si svolgerà Domenica 21 Maggio 2017, in orario aperitivo. 


Voce e chitarra danno vita alle atmosfere di una Roma che non c’è più, con un repertorio di musica popolare che spazia dagli anni ‘20 agli anni ’70: Gabriella Ferri, Pasolini, Tenco, Garinei e Giovannini e tanti ancora. Teatro canzone che nasce da una ricerca approfondita su fonti e vecchie registrazioni. E due pezzi rispolverati dalla tradizione, caduti nel dimenticatoio negli ultimi decenni.

«Tra i lustrascarpe racconta Valentina De Giovanni – c’è chi puliva con il Brunello, chi con lo champagne, e chi con lo sputo. Noi l’alcool preferiamo farvelo bere ma vi mandiamo via con tanto di scarpe lucide. Questo significa il nome». Il duo musicale e artistico, che si è incontrato durante una rappresentazione teatrale nel 2010, collabora stabilmente da un paio di anni, portando in giro, non solo per la capitale, la passione per una romanità scomparsa, che sta rivivendo una intensa stagione di riscoperta e interesse.

Lo storico Baronato Quattro Bellezze, ad un anno e mezzo dalla riapertura con la nuova gestione, conferma la sua vocazione sperimentale e culturale: mostre d’arte contemporanea, letture, presentazioni di libri e concerti ne animano le serate. «Abbiamo raccolto la sfida di mantenere lo spirito del locale aggiungendovi la nostra visione e il nostro amore per l'arte in ogni sua espressione, oltre alla passione condivisa per il buon vino e il buon cibo» (BQB).

Valentina De Giovanni con Gabriele Elliott Parrini - Musica popolare romana: voce e chitarra


Informazioni: INGRESSO GRATUITO 
Indirizzo: Via di Panico,  23 - Roma
Riferimento facebook: www.facebook.com/baronatoqb
____

ARTE

"LeCoDiDè LeCosedidèntro"
di Stefano Restivo
a cura di Mariantonietta Fiordelisi
KIROLANDIA corrente culturale  - media partner.  

GALLERIA IL LABORATORIO  - Roma
dal 16 al 21 maggio 2017,  vari orari
Vernissage Martedì 16 Maggio 2017, ore 19.00

L'artista Stefano Restivo espone in una singolare personale la sua nuova creazione d'immagini dal titolo emblematico "LeCoDiDè - LeCosedidèntro".

Dopo aver riscosso un grande successo con le sue tre precedenti personali attraverso le quali Stefano Restivo ha voluto perlustrare l'identità umana da varie angolature, servendosi della fotografia come strumento,  in questa nuova esposizione usa lo scatto fotografico per arrivare ad esprimere nuove concettualità scrutando dentro di sé e mostrando l'essenza, la vera essenza.

La fotografia diviene così strumento-supporto per dire che il fotografo ritorna #uomoimperfetto e in questa sua veste si ridentifica semplicemente artista imperfetto.

Fotografo:Stefano Restivo - Curatrice: Mariantonietta Fiordelisi  - Media partner: KIROLANDIA corrente culturale - Comunicazione e presentazione a cura di Andrea Alessio Cavarretta #scrittoremetropolitano

Informazioni: INGRESSO LIBERO 
Indirizzo: Via del Moro, 49 - Roma
Sito di riferimento centro: www.uomoimperfetto.it
____

"La voce delle donne"
Considerazioni al femminile sulla violenza di genere
Mostra Fotografica
Progetto e fotografie di Sergio Battista

CASA INTERNAZIONALE DELLE DONNE Sala Atelier  -  Roma
20 maggio 2017, dalle 16.30 alle 19.30

Dal 2006 al 2017 le donne uccise in Italia sono state 1740 e di queste più del 70% in ambito familiare. Nella maggior parte dei casi, il femminicidio è preceduto da atti di violenza fisica e psicologica che tendono a minare la sicurezza e il senso di consapevolezza nelle donne. Le cronache raccontano, attraverso i media, solo quando la violenza fisica è stata portata a compimento, mentre la violenza quotidiana fatta di parole, sguardi, atti mancati, scarsa considerazione, viene spesso fatta passare in secondo piano, pur essendo parte integrante e humus di quel retroterra culturale che ancora oggi persiste nelle nostre società e condiziona in maniera distorta le relazioni umane.

Su queste basi prende vita e acquista rilevanza il progetto fotografico: La voce delle donne – considerazioni al femminile riguardo alla violenza di genere, cui hanno partecipato 21 donne che hanno aderito con entusiasmo, concedendo la loro immagine ed esternando i loro pensieri riguardo questa piaga sociale, in assoluta libertà di forma e di contenuti, senza remore o stereotipi. Attraverso le loro parole e i loro sguardi veniamo condotti nel territorio oscuro delle speranze svanite, della disillusione, del dolore, della paura, ma al contempo anche nella voglia di luce, di rinascita e di consapevolezza, nella necessità di una sana educazione per i figli, di speranza e di futuro. Un progetto solo in parte fotografico, dedicato all’universo femminile, dal quale è stato realizzato un libro, che uscirà a fine maggio. Oltre alla pubblicazione editoriale, e a complemento di questa, è stata realizzata anche una mostra: un’esposizione di quadri che contengono un ritratto fotografico e le testimonianze delle 21 partecipanti. La mostra fotografica, accompagnata da un reading, è un percorso fatto di volti e parole che trasportano i visitatori in un mondo intimo e straordinariamente prezioso di desideri, episodi ed esperienze realmente vissute, di quello che sarebbe potuto accadere, con semplicità e schiettezza, cercando di affrontare direttamente il cuore del problema.
Ognuna ha trovato in questo progetto una possibilità per far sentire, in modo personalizzato e autentico, la propria voce; uno spaccato del mondo femminile raccontato coraggiosamente dalle donne mettendoci….. la faccia.

Progetto e fotografie di Sergio Battista - Con la partecipazione di Arianna Ninchi e Silvia Siravo

Informazioni: INGRESSO LIBERO 
Indirizzo: via della Lungara,  19  - Roma
Sito di riferimento: www.casainternazionaledelledonne.org
____

PROSEGUONO...

"BOTERO"
a cura di Rudy Chiappini 

COMPLESSO DEL VITTORIANO  ALA BRASINI - Roma
da venerdì 5 maggio a domenica 27  agosto  2017, vari orari.

Notte Europea dei Musei - Sabato 20 Maggio: Apertura straordinaria fino alle 24 (ultimo ingresso ore 23), con ingresso ridotto.

Una dimensione onirica, fantastica e fiabesca dove si percepisce forte l’eco della nostalgia e di un mondo che non c’è più o in via di dissoluzione. Uomini, animali, vegetazione i cui tratti e colori brillanti riportano immediatamente alla memoria l’America Latina dove tutto è più vero del vero, dove non c’è posto per la sfumatura e che anzi favorisce l’esuberanza di forme e racconto.
Questa è la cifra stilistica di Fernando Botero, origini colombiane, famoso e popolare in tutto il mondo per il suo inconfondibile linguaggio pittorico, immediatamente riconoscibile.
Alla sua arte, nel suo ottantacinquesimo genetliaco, si rende omaggio con un’esposizione che ripercorrerà attraverso una cinquantina dei suoi capolavori, molti dei quali in prestito da tutto il mondo, oltre 50 anni di carriera del Maestro dal 1958 al 2016.

La mostra, che si presenta come la prima grande retrospettiva dell’opera di Botero in Italia, sotto l’egida dell’Istituto per la storia del Risorgimento italiano, promossa dall’Assessorato alla Crescita culturale - Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali di Roma Capitale, con il patrocinio della Regione Lazio.
Organizzata e co-prodotta da Gruppo Arthemisia e MondoMostreSkira, è curata da Rudy Chiappini in stretta collaborazione con l’artista.


La mostra vede come sponsor Generali Italia e special partner Ricola. - L’evento è consigliato da Sky Arte HD. - Il catalogo è edito da Skira.

Immagine: Fernando Botero, Donna seduta, 1997. Olio su tela, 134x92 cm

Indirizzo: San Pietro in Carcere - Roma
Sito di riferimento: www.ilvittoriano.com
____

La Galleria Vittoria di via Margutta presenta la mostra dal titolo
"Passato, Presente, Futurismo"
di Antonio Fiore Ufagrà
a cura di Giorgio Di Genova e Romina Guidelli.

Complesso archeologico CASE ROMANE DEL CELIO  - Roma
da venerdì 5 a lunedì 5 giugno  2017, tutti i giorni ore 10.00-13.00 / 15.00- 18.00, eccetto il martedì e mercoledì

Sotto l’alta sorveglianza del MIBAC: Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo e della Soprintendenza Speciale per i Beni Archeologici di Roma, la mostra è patrocinata dal Ministero dell’Interno – Fondo Edifici di Culto

La mostra Comprende 13 opere del  percorso di Ufagrà, il quale si è imposto nel panorama artistico da 40 anni, dando al visitatore un ampio scenario di come nel tempo si è evoluta la sua pittura.

Con le opere di Antonio Fiore Ufagrà le Case romane del Celio diventano uno spazio che si proietta nel futuro, o meglio potremmo dire con un’espressione originale verso uno “spazio del futuro”, in cui la forza del passato, attraversando le opere del presente, alimenterà la proiezione del visitatore verso il fascino coinvolgente, imprevedibile e suggestivo dell’ottica generata dal Movimento futurista, che s’è diffusa nel panorama artistico (e non solo) mondiale.

L’editore Gangemi di Roma pubblica per l’occasione il catalogo.

Indirizzo: via Margutta,  103 - Roma
Sito di riferimento: www.galleriavittoria.com 
____

"[T]ESSERE"
PERSONALE PITTORICA di  Giovanni Palmieri
a cura di Maria Rita Ursitti - organizzazione di Andrea Alessio Cavarretta (Kirolandia)

PROROGATA A MERCOLEDI 17 MAGGIO 2017  - Finissage ore 19.30

CENTRO CULTURALE ARTEMIA - Roma
da sabato 22 aprile a domenica 14maggio 2017, la mostra è visitabile durante gli orari di apertura del centro.

La direttrice del centro culturale Artemia Maria Paola Canepa, omaggerà l'artista, durante il vernissage, leggendo la poesia dedicata alla mostra da Andrea Alessio Cavarretta.
Ciascuno di noi compone se stesso attraverso le tracce del proprio vissuto  ed è con il sopraggiungere di ogni ulteriore tassello che l'esistere  assume una nuova inaspettata forma."  Giovanni Palmieri

Dopo la tappa partenopea Giovanni Palmieri porta la sua personale pittorica [T]ESSERE, nella città da dove è partita, Roma.
Un nuovo tassello si aggiunge a quel percorso artistico attraverso il quale il pittore continua la sua ricerca di un equilibrio condotto idealmente e materialmente con tratti e colori. Le distanze dell'animo si vanno lentamente colmando attraverso nuovi incontri e nuove soluzioni artistiche tutte intimamente collegate tra loro.
Questa volta ad ospitare i tanto apprezzati acrilici su tela è una location molto interessante il centro culturale ARTEMIA di Roma, una realtà in cui coesistono in totale armonia tante forme d'arte e cultura tra le quali i dipinti di Giovanni Palmieri, potranno trovare una collocazione unica ed irripetibile. 
Se nella tappa precedente la mostra [T]ESSERE si era già arricchita di due nuove sezioni, contraddistinte da serie di dipinti quali i complessi CONTENUTI ed i gioiosi MANDALA, che qui riverranno esposti con delle assolute novità, la vera sorpresa è il contenitore IN SOLEM, pianeti nani del nostro sistema solare rivisti in modo singolare dall'artista.

L'organizzazione della mostra è come sempre della corrente culturale KIROLANDIA con la direzione di Andrea Alessio Cavarretta,  la curatrice è Maria Rita Ursitti. Media partner dell'esposizione è OFFLINE MAGAZINE di Benedetta Morbelli e Francesca Muscarà.

Informazioni: INGRESSO GRATUITO con tessera 
Indirizzo: Via Amilcare Cucchini, 38 - Roma
Sito di riferimento centro: www.centroculturaleartemia.it
____

"EXTINCTION Anteprima di una grande mostra dedicata all'estinzione"
&
"GODZIL-LAND Un viaggio fantastico dal MONDO PERDUTO a JURASSIC PARK"
esposizione curata da Fabrizio Modina

MONASTERO DI SAN BENEDETTO - Gubbio
da sabato 1 aprile a domenica  1 ottobre 2017, orari vari.

Gubbio, 31 marzo 2017 – I dinosauri si sono davvero estinti?
Questa la domanda che lega come un filrouge le due mostre, Extinction. Anteprima di una grande mostra dedicata all'estinzione e Godzil-Land.
Un viaggio fantastico dal MONDO PERDUTO a JURASSIC PARK , che apriranno i battenti sabato 1 aprile 2017 alle ore 10 presso l'ex Monastero di San Benedetto a Gubbio, location vocata alla divulgazione scientifica, in un contesto geologico davvero unico e straordinariamente pertinente: la Gola del Bottaccione.

La mostra Extinction , realizzata da Geomodel di Mauro Scaggiante in collaborazione con il Comune di Gubbio, curata dai paleontologi Simone Maganuco e Stefania Nosotti, si presenta al pubblico con un'anteprima di una grande mostra dedicata all'estinzione, e si racconta in due sezioni. Preistoria e avanguardia dialogano con l'obiettivo di restituire scientificamente la vicenda racchiusa nelle stratificazioni rocciose della Gola del Bottaccione, a Gubbio: la drammatica estinzione di massa, verificatasi sessantasei milioni di anni fa, la più celebre tra quelle che hanno scandito il tempo geologico, originata dalla caduta sulla Terra di un enorme meteorite e che ha provocato la scomparsa anche dei giganteschi dinosauri non-aviani, dominatori del Mesozoico, vere e proprie icone della Preistoria come il tirannosauro e il triceratopo. Ma non è tutto: Extinction va oltre, e indaga sulla possibilità di riportare in vita un dinosauro tra le teorie di John R. «Jack» Horner, curatore scientifico della celeberrima saga di Jurassic Park , e le ricostruzioni iperrealistiche di dinosauri e altri animali estinti, frutto del lavoro sinergico tra paleontologi e paleoartisti, perfettamente esplicitato dalla sezione Making of , dalla pannellistica e dai video. C'è un altro luogo in cui i dinosauri continuano ad esistere, sfuggendo in qualche modo alla loro estinzione, quello dell'immaginario collettivo e della fantasia, che ci viene proposto da Godzil-Land.

Un viaggio fantastico dal MONDO PERDUTO a JURASSIC PARK , esposizione curata da Fabrizio Modina, realizzata anch'essa in collaborazione con il Comune di Gubbio, in un percorso tra  letteratura, fumetto, cinema, televisione, arti figurative e musica, presentando una straordinaria selezione di materiali provenienti da collezioni private e musei, tra cui manifesti, fotografie, proiezioni, toys e molto altro ancora. Godzil-Land è una mostra nella mostra, che in un viaggio tra fantasia e fantascienza si propone di indagare il fascino dei dinosauri come assoluti protagonisti della Pop Culture e la loro costante presenza nella nostra quotidianità. Le ricostruzioni strettamente scientifiche dei paleontologi si affiancano alle produzioni fantasiose della cultura di massa, trovando un comune denominatore nell’attrattiva che entrambe esercitano sul grande pubblico e nella risonanza di cui godono presso i mass media.

A completamento di queste straordinarie esposizioni, che saranno visitabili fino a domenica 1 ottobre 2017, sono previste numerose giornate-evento che spazieranno da workshop a conferenze divulgative, da laboratori a visite guidate oltre a proporre una ricca offerta didattica rivolta alle scuole; organizzazione e ideazione a cura di Anna Giamborino, geologa e Presidente della neonata Associazione Paleontologica Paleoartistica Italiana.
Accedendo alle mostre sarà inoltre possibile visitare la Quadrisfera di Paco Lanciano. I dinosauri si sono davvero estinti? Venite a scoprirlo.

Indirizzo: via del Perilasio 2, Gubbio
Sito di riferimento: www.dinosauricarniossa.it
____

"TOULOUSE- LAUTREC. La Belle Époque"

AMO - Palazzo Forti - Verona
da sabato 1 aprile  a domenica 3 settembre 2017

Notte Europea dei Musei - Sabato 20 Maggio: Apertura straordinaria fino alle 24 (ultimo ingresso ore 23), con ingresso ridotto.

Parigi, fine Ottocento; la vita bohémienne, gli artisti di Montmartre, il Moulin Rouge, i postriboli, i teatri, le prostitute. Questa è la realtà che vive e rappresenta Henri de Toulouse-Lautrec (1864-1901), diventandone il più noto interprete.
Alto un metro e cinquantadue - era affetto da una forma di nanismo - e morto a meno di 36 anni devastato dalla sifilide e dall’alcolismo, Toulouse-Lautrec divenne noto soprattutto per i suoi manifesti pubblicitari e i ritratti di personaggi dell’epoca. Sue sono le immagini, ben impresse nell’immaginario collettivo, del balletto al Moulin Rouge e di Aristide Bruant e delle discinte prostitute nelle maisons closes (le case chiuse) in cui aveva il suo atelier.

170 opere provenienti dall’Herakleidon Museum di Atene. Curata da Stefano Zuffi, la mostra è patrocinata dal Comune di Verona ed è prodotta e organizzata dal Gruppo Arthemisia.

Immagine: Henri de Toulouse-Lautrec, Jane Avril (Before Letters), 1893, Color Lithography, 124x91,5 cm, © Herakleidon Museum, Athens Greece

AGSM, main sponsor ha contribuito significativamente alla sua realizzazione.  - Generali, partner di Arthemisia per Valore Cultura, offre gratuitamente a tutti i visitatori l’audioguida della mostra.  - La mostra vede come sponsor tecnico Trenitalia, media partner RMC - Radio Monte Carlo e L’Arena, hospitality partner Due Torri Hotel Verona e champagne partner Maison Perrier Jouët. - L’evento è consigliato da Sky Arte HD. - Il catalogo è edito da Skira.

Indirizzo: Via Abramo Massalongo, 7 - Verona
Sito di riferimento: www.arenamuseopera.com
____

"JEAN-MICHEL BASQUIAT. New York City"
(Opere dalla Collezione Mugrabi)
a cura di Gianni Mercurio

Notte Europea dei Musei - Sabato 20 Maggio: Apertura straordinaria fino alle 23 (ultimo ingresso ore 22), con ingresso ridotto.

Chiostro del Bramante - Roma
 da venerdì 24 marzo a domenica 30  luglio  2017 - vari orari

PROROGATA SINO AL 30 LUGLIO 2017

Con una grande mostra a Roma che racchiude le sue opere più importanti, il Chiostro del Bramante rende omaggio al pittore Jean-Michel Basquiat, figura iconica e controversa della cultura newyorkese degli anni ’80.
Continua il percorso di ricerca e indagine da parte di DART Chiostro del Bramante sulle personalità più influenti dell’arte, con una esposizione che indaga le origini e l’importanza della street art e dei graffiti, dopo il grande successo di “LOVE. L’arte contemporanea incontra l’amore” che ha registrato un afflusso di oltre 150 mila visitatori.
Più di 90 opere caratterizzate per la maggior parte da tele di grandi dimensioni e realizzate dal giovane writers americano, racconteranno del rapporto di Jean-Michel Basquiat con la sua nativa New York e di quelle strade che gli forniranno delle tele bianche su cui l’artista dalle origini afro-americane inciderà i tratti distintivi e indelebili della sua arte.
Una corona, icona ricorrente nei suoi capolavori e simbolo dell’orgoglio di appartenere alla cultura afro-americana, per celebrare un genio immortale.

Mostra prodotta e organizzata da DART Chiostro del Bramante e Gruppo Arthemisia, in collaborazione con Assessorato alla Crescita culturale – Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali. Sponsor tecnico : Trenitalia – Gruppo Ferrovie dello Stato. Media Coverage by Sky Arte HD.

Indirizzo: Via Arco della Pace 5 - Roma
Sito di riferimento: www.chiostrodelbramante.it
____

"Guerre Stellari – Play. La mostra sulla saga che ha sedotto tre generazioni" 
a cura Fabrizio Modina

Notte Europea dei Musei - Sabato 20 Maggio: Apertura straordinaria fino alle 24 (ultimo ingresso ore 23), con ingresso ridotto.

Porto Antico di Genova, Magazzini del Cotone - Modulo1 - Genova
da giovedì  9 marzo  a domenica 16 luglio 2017, vari orari

Dopo il grande successo ottenuto al Complesso del Vittoriano - Ala Brasini di Roma, arriva ai Magazzini del Cotone del Porto Antico di Genova - in una versione più ricca e interattiva - la mostra dedicata all’affascinante universo di Guerre Stellari – Play, un mito assoluto che ha incantato tre generazioni dal 1977 a oggi.
Oltre 1000 pezzi tra modellini, action figures e stampe d’epoca - alcune esposte per la prima volta in Italia - raccontano ai visitatori le scene e i personaggi più indimenticabili di un mondo che ancora oggi seduce e appassiona a livello globale.
A distanza di 40 anni dalla prima uscita nelle sale del primo film della saga (anniversario che sarà celebrato a maggio 2017), si conferma l’importanza mediatica di un fenomeno divenuto parte integrante della cultura popolare mondiale, della quale questa mostra rappresenta una delle molteplici sfaccettature, unica esposizione al mondo a narrare le pellicole attraverso il merchandising.

Guerre Stellari – Play. La mostra sulla saga che ha sedotto tre generazioni si focalizza sull’aspetto ludico della leggendaria narrazione, utilizzando una selezione attinta dall’infinita produzione - partita nel 1977 - di merchandising a marchio Kenner (ora Hasbro) e che , curatore della mostra e uno dei massimi collezionisti mondiali di toys fantascientifici, mette a disposizione del grande pubblico.
Ai più classici toys sono affiancati rarissimi pezzi vintage da collezione quali costumi, accessori, caschi e armi che, in scala reale, ricostruiscono con accurata presenza scenica quell’universo di valori e stereotipi che sono andati oltre il cinema per divenire icone universali.

Con il patrocinio del Comune di Genova e da un’idea di Kornice, è prodotta e organizzata dal Gruppo Arthemisia ed è curata da Fabrizio Modina.
L’evento vede come sponsor Generali Italia e media partner Il SecoloXIX e Radio Babboleo.

Indirizzo:  Calata Molo Vecchio, 15 - Genova
Sito di riferimento: www.centrocongressigenova.it
____

"GIOVANNI BOLDINI"
A cura di  Tiziano Panconi e Sergio Gaddi

Una delle più ricche e spettacolari esposizioni antologiche degli ultimi decenni con oltre 150 opere, fra oli e pastelli tra i più rappresentativi della produzione di Boldini e di altri artisti coevi, oltre a una piccola selezione di disegni su carta e incisioni   

COMPLESSO DEL VITTORIANO  ALA BRASINI - Roma
da sabato 4 a domenica 16 luglio 2017, vari orari.

Notte Europea dei Musei - Sabato 20 Maggio: Apertura straordinaria fino alle 24 (ultimo ingresso ore 23), con ingresso ridotto.

Sotto l’egida dell’Istituto per la storia del Risorgimento italiano, con il patrocinio del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo (MiBACT) e della Regione Lazio, la grande retrospettiva è organizzata e prodotta dal Gruppo Arthemisia in collaborazione con l’Assessorato alla Crescita culturale-Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali di Roma Capitale ed è curata da Tiziano Panconi e Sergio Gaddi.

Il fascino femminile, gli abiti sontuosi e fruscianti, la Belle Époque, i salotti, l’attimo fuggente: è il travolgente mondo di Giovanni Boldini, genio della pittura che più di ogni altro ha saputo restituire le atmosfere rarefatte di un’epoca straordinaria.
Le opere provengono dai principali musei internazionali quali il Musée d’Orsay di Parigi, l’Alte Nationalgalerie di Berlino, il Musée des Beaux-Arts di Marsiglia, gli Uffizi di Firenze, il Museo Giovanni Boldini di Ferrara e da prestigiose collezioni privatedifficilmente accessibili.
Sessanta diversi prestatori sono stati sapientemente coordinati in quattro anni (questo il tempo di preparazione della mostra) daTiziano Panconi – autore del catalogo ragionato di Boldini del 2002 – con la collaborazione di Sergio Gaddi, per portare in mostra anche 30 opere di artisti contemporanei a Boldini, quali Cristiano Banti, Vittorio Matteo Corcos, Giuseppe De Nittis, Antonio de La Gandara, Paul-César Helleu, Telemaco Signorini, James Tissot, Ettore Tito, Federigo Zandomeneghi.

“Ospite d’eccezione” al Vittoriano anche il capolavoro simbolo della Belle Époque e della Palermo felicissima: la grande tela dedicata a Donna Franca Florio (1901-1924).

La mostra vede come sponsor Generali Italia, sponsor tecnico Trenitalia e media partner Dimensione Suono Due. - L’evento è consigliato da Sky Arte HD.
Il catalogo è edito da Arthemisia/Skira.

Immagine: Giovanni Boldini, Ritratto di Donna Franca Florio, 1901-1924. Olio su tela, 221x119 cm, AMT Real Estate SPA in c.p.o

Indirizzo: San Pietro in Carcere - Roma
Sito di riferimento: www.ilvittoriano.com
____

SERATE CON OSPITI
"apeRIVER"
Thursday is the New Saturday
ospita: VIRGINIO Acoustic Live
a seguire:
Palco Aperto con le voci di Joe Balluzzo,
Giuseppe Avellis, il duo Andrea Tortolano e Francesco Melillo
e Stefano Castiello

Host Giusva
Virginio ad ApeRIVER. E' notte di cantautori da Marmo!

MARMO  - Roma
18 maggio 2017,  dalle ore 19

ApeRIVER, ispirato all'attore River Phoenix e dedicato a musica dal vivo e cultura.
A partire dalle 19 fino alle 21.30 è tempo di aperitivo con il piatto gourmet dello chef, seguito dall'inizio dei live fissato alle 22.00.

Accolto dal frontman Giusva, arriva VIRGINIO, cantautore di spessore e di grande sensibilità con un Acoustic Live che metterà i brividi. Durante la sezione Palco Aperto, aprono i due giovanissimi Giuseppe Avellis e Stefano Castiello.

Quando Virginio è passato per la prima volta da ApeRIVER, l'appuntamento dell'ex-marmeria cominciava a muovere i primi passi. Lui, ragazzo prodigio della provincia di Latina, aveva già scritto per grandi nomi come Laura Pausini, Elisa, Kylie Minogue. Aveva già vinto Amici. Aveva già collaborato con autori del calibro di Gary Barlow. Eppure non si è tirato indietro, prendendo parte a quel piccolo appuntamento romano che nulla poteva offrire, se non un grande calore ed un'immensa stima nei confronti di un giovane pieno di talento come lui. A distanza di quasi due anni Virginio torna, accolto da Giusva, nel cuore pulsante di una San Lorenzo che offre musica, senza nulla chiedere in cambio. Un acoustic live chitarra e voce, segnerà il tempo sotto il cielo di Marmo, dando vita ad una notte magica che regalerà fortissime emozioni.

Ad aprire la sezione Palco Aperto sarà un giovane pieno di speranze come Joe Balluzzo, ventiseienne con la passione per la musica e il pianoforte, a cui si avvicina sin da bambino. Le sue sono canzoni che parlano d'amore e di sfide, con un velo di malinconia in grado di colpirti dentro. Partecipa con successo ad eventi di spessore come Area Sanremo, Tour Music Fest di Mogol e il mitico Roxy Bar. Apre i concerti di Stef Burns e dopo l'esordio con il brano Scivola passano anche i singoli Amami per Sempre, l'inglese We've Found Love e poi il frizzante Australia, fino a Il Grido dove Balluzzo denuncia la sua insofferenza verso la società. Lo scorso 21 aprile esce Vado Via che lo porta in giro per l'italia con un tour omonimo. Segue per la sezione Palco Aperto, Andrea Tortolano e Francesco Melillo, con rivisitazioni acustiche di un vasto repertorio pop, entrambi finalisti del Festival della Rotta del Talento. Accolti da Giusva arrivano anche Stefano Castiello, napoletano, studente di canto e chitarra, amante del pop e soft rock con cui anima alcuni locali di Napoli nel fine settimana. Castiello è seguito da Giuseppe Avellis, ventunenne dall'animo pigro ma estremamente creativo, di origini pugliesi e con una sconfinata passione per la sua terra e per la musica. Si forma all'Accademia Musicale Modugno e arriva a Roma, dove da tre anni frequenta la Sonus Factory. Sul palco lo accompagnano Nico Schiano alla tastiera e Tommaso Testa al cajon.

Informazioni: INGRESSO LIBERO con possibilità aperitivo 
Indirizzo: piazzale del Verano 71,  Roma (San Lorenzo)
Sito di riferimento teatro: www.marmoroma.it
____

 STORE

La MB Music International
presenta l’ultima raccolta
 “Atmosfera 2.0”
di Mirko Oliva

Su ITunes e su gli store digitali
dal 28 aprile 2017

Dopo il grande successo di “Se ritornerai”, il brano firmato da Mirko Oliva e pubblicato a marzo 2015 e i successi ottenuti in Colombia e Romania, il 21 aprile2017, in anteprima assoluta, il noto cantante italiano presenterà il suo nuovo EP “Atmosfera 2.0”, all’interno del quale troveremo un duetto con Luis Navarro (Amici 8).
L’EP sarà distribuitodal più grande distributore digitale BELIEVE DIGITAL.

Questa idea nasce principalmente dopo il successo ottenuto in America Latina il 18 giugno 2015 quando esce la versione spagnola di “Se ritornerai” dal titolo “Cuando vuelvas tu”, brano distribuito dall’etichetta italo-inglese CDF Records.
Nel luglio 2015 Mirko Oliva inizia la sua avventura nell’est Europa nel talent show televisivo X Factor Romania, mentre, tornato in Italia, pubblica il 15 dicembre 2015 il nuovo singolo “Atmosfera”, in collaborazione con il rapper Evol. Il brano debutta nella top 100 dei brani più scaricati di Itunes, pur non avendo nessun supporto radiofonico.
Di “Atmosfera” viene poi realizzata la versione in spagnolo dal titolo “Inseguro” edita il 15 febbraio 2016 che vanta la collaborazione con Julio Cesar Meza, vincitore di X Factor Colombia.
Ad oggi realizza il suo ultimo EP con la partecipazione anche di Luis Navarro il noto cantante partenopeo conosciuto per aver partecipato alla trasmissione di Maria De Filippi Amici con cui realizza un remix dance club del brano in spagnolo “Cuando vuelvas tu”, dove lui stesso canta un pezzo della canzone.
Oltre a questo brano ritroviamo il duetto in spagnolo con Julio Cesar Meza, star da milioni di visualizzazioni su Vevo e con migliaia e migliaia di fan, e il duetto con il rapper Evol.
Un EP sicuramente da ascoltare tutto d’un fiato, che non deluderà le aspettative dei suoi fan… per cui non ci resta che dire: “keep calm and stay tuned!”
____

Kirosegnaliamo esce all’inizio di ogni settimana, chi volesse darci comunicazione di eventi con rilievo artistico-culturale può scriverci a kirolandia@gmail.com oppure info@kirolandia.com,  entro la domenica precedente, specificando chiaramente la richiesta di segnalazione, provvederemo previa specifica selezione all'inserimento …

Nessun commento:

Posta un commento