MENU

K-HOME | KIROLANDIA | KIRI | REGOLAMENTO | CONTATTI  | corrente culturale | fridaartes | privacy e cookie
Kirosegnaliamo | Kiroalmanacco | Kirosegnaliamo
K-NEWS |FOTO | RACCONTI | POESIE | DISEGNI/PITTURE | PALCOSCENICO | MUSICA | ARTE | CINEMA | LIBRI | COSTUME/SOCIETA' | SCIENZE/NATURA | VIDEO
IppoKiro PutzoKiro MayaKira ManuKira AttiroKira VolpocaKiro MireKira Krouge VeraKira CeresKira

venerdì 4 gennaio 2019

Originalità travolgente con gli OBLIVION per LA BIBBIA RIVEDUTA E SCORRETTA al TEATRO QUIRINO

autrice: Mirella Angelelli (MireKira) 



Finalmente gli OBLIVION approdano a Roma al TEATRO QUIRINO per rappresentare il loro ultimo grandioso prodotto scenico La Bibbia riveduta e scorretta diretta da Giorgio Gallione, scritta e interpretata da Davide Calabrese, Fabio Vignanelli, Lorenzo Scuda accompagnati da Graziana Borciani e Francesca Folloni.

Un palco inondato di luce, un immaginifico torchio tipografico del '400, una strega sul rogo, un Dio parlante e Johannes Gutenberg, inventore della tecnica dei caratteri mobili per la stampa, è già pronto ad esaltare la sua rivoluzionaria creazione che darà origine all’età moderna, così ha inizio il sorprendente spettacolo.
Il supremo creatore viene sulla terra portando con sé la sua “autobiografia” scolpita sulla pietra al fine di pubblicarla, ma la lotta e l’antitesi tra il potere della comunicazione e quello sovrumano è immediata. In un surreale scontro per trovare la giusta linea editoriale si arriva ad un accordo, così vedrà la luce il primo best seller della storia!


La narrazione, in cui musica, canto e prosa si fondono attraverso passaggi veloci ed incalzanti, è esilarante; il quintetto con ironia pungente e satira raffinata, a volte irriverente, si prodiga sul palcoscenico ed interpreta vari ruoli cambiando pelle e costumi, smitizzando il racconto con un linguaggio audace. Assistiamo alla dissacrazione di personaggi ed avvenimenti del Vecchio Testamento per giungere alla tanto attesa nascita di Gesù che, in veste di rapper, con l'ardito pseudonimo “JC”, denuncia il suo conflitto generazionale verso il padre, raccontando così la storia di una famiglia veramente molto particolare.

Il testo moderno e attuale, ricco di ricercatezza e profondità, trova la sua sintesi nella parte musicale creata da Lorenzo Scuda, corredata da canzoni originali e travolgenti all'interno di un percorso corale cucito appositamente per ogni singola scena dove le voci degli interpreti si fondono esaltandosi l’una con l’altra. Un musical spassoso, tutto da vedere sia con lo sguardo di un giovane affascinato ed incredulo sia con quello di un adulto pensante che indaga e riflette.

È questo un nuovo modo per innescare la riflessione nell’uomo di oggi, tanto distratto, o un metodo rivoluzionario per insegnare i testi sacri in una nuova folle catechesi? Ciò che è eterno può essere aggiornato ad una versione almeno 2.0? La risposta è nello spettacolo che si propone al pubblico, originalissimo, anche nelle scene, nei costumi e nelle coreografie. La fantasia e la creatività degli autori e degli attori, trascina gli spettatori con leggerezza verso un finale al termine del quale il fortissimo applauso di tutta la platea è spontaneo e totale: gli OBLIVION hanno fatto di nuovo centro, una breccia profonda con un linguaggio più che innovativo.

- Mirella Angelelli -
_Kirolandia_

AGIDI
OBLIVION
"LA BIBBIA RIVEDUTA E SCORRETTA"
uno spettacolo scritto da  Davide Calabrese Lorenzo Scuda Fabio Vagnarelli
con
Graziana Borciani   Davide Calabrese   Francesca Folloni
Lorenzo Scuda   Fabio Vagnarelli
musiche Lorenzo Scuda
scene e costumi Guido Fiorato
luci Aldo Mantovani
coreografie Francesca Folloni
regia GIORGIO GALLIONE