MENU

K-HOME | KIROLANDIA | KIRI | REGOLAMENTO | CONTATTI  | corrente culturale | fridaartes | privacy e cookie | desclaimer
Kirosegnaliamo | Kiroalmanacco | Kirosegnaliamo
K-NEWS |FOTO | RACCONTI | POESIE | DISEGNI/PITTURE | PALCOSCENICO | MUSICA | ARTE | CINEMA | LIBRI | COSTUME/SOCIETA' | SCIENZE/NATURA | VIDEO
IppoKiro PutzoKiro MayaKira ManuKira AttiroKira MireKira VeraKira CeresKira VolpocaKiro

martedì 17 novembre 2020

KIROSEGNALIAMO dal 17 al 23 novembre 2020

K-news


Kiri, continuano in questa stagione 2020-2021, le KIROSEGNALAZIONI di KIROLANDIA blog di cooperazione dell'omonima corrente culturale. Ogni settimana, sulla base delle tantissime proposte giunte in redazione, selezioniamo per voi alcuni eventi da seguire a Roma con un veloce sguardo in streaming e fuori porta.
Potete inviarci i vostri Comunicati Stampa ad una delle nostre email kiroalndia@gmail.com - info@kirolandia.com. Scriveteci e raccontateci delle vostre iniziative.
 
Vi ricordiamo che i suggerimenti di Kirolandia sono tripli!!!
Non solo qui nel blog ma anche attraverso le KIROSOCIALNEWS, lanci direttamente dai nostri social: Facebook, Twitter e Linkedin. Non appena ripartirà la trasmissione radiofonica, "#doyoudream kirolandia on air" su Radio Godot, riprenderà anche la diffusione del KIROEVENTO DA SOGNO della settimana!
Seguite sempre gli hastag #kirosegnalazioni #kirosocialnews #kiroventodasogno e scoprirete i selezionatissimi suggerimenti dei Kiri di Kirolandia!
 
Dunque per sognare con voi...
 
LIBRI
 
NOVITA'
 
TITOLO
ROBERTA PALOPOLI 
- TRE PER UNA - 
I crimini di Stuart Newell
Il nuovo romanzo
Castelvecchi Editore
 
DOVE
 IN LIBRERIA E NEGLI STORE DIGITALI

 
DETTAGLI
 A proposito del libro, la scrittrice commenta: «Questo romanzo è nato per caso, ho immaginato un personaggio che potesse sempre trovare una via d’uscita, ma con un cuore leale, l’esigenza sottostante può essere la mia voglia di riscatto da un mondo in cui spesso siamo succubi di regole e leggi senza senso, la mia innata necessità di totale indipendenza e libertà dalle regole sbagliate. - continua - Spero che i lettori comprendano la leggerezza e l’onestà del personaggio, che possano intravedere nella stranezza della storia non solo la particolarità della sua personalità ma la capacità di sognare, agire e affrontare sempre ogni cosa senza paura. Nonostante il “mestiere” che svolge».
Stuart Newell uccide, con soddisfazione. Non sa porre ostacoli ai suoi desideri assassini. Viaggia, ha successo, classe, bellezza. Uccide ormai senza comprenderne il motivo, come avesse ogni giorno una missione criminale incontrollabile. Riesce ad adescare le sue vittime con stratagemmi assolutamente straordinari. Stuart però si innamora. E da quel momento il suo compito si amplifica, stimolato da un sentimento sconosciuto.
Tre per una. I crimini di Stuart Newell è un romanzo articolato che ci avvicina alla mente criminale di chi considera la sua vita ostaggio del delitto, non senza attimi di lucida umanità. Un “fashion killer”, cittadino del mondo, che infierisce con classe e vive in un universo di logico ordine.
 
BIOGRAFIA autrice
Psicologa, vive e lavora a Roma. Ha pubblicato Mater dolcissima (Emersioni, 2018). Tre per una. I crimini di Stuart Newell è il suo secondo romanzo.
_______________________________________________________________________
_______________________________________________________________________
 
GIA' SUGLI SCAFFALI
 
TITOLO
IN TE HO NASCOSTO UN LAGO
di
MARCO FORTUNA
30 componimenti per raccontare passato e presente in un tempo ciclico plasmato di sentimenti, esperienze e relazioni.
Editore LietoColle
 
DOVE
IN LIBRERIA E NEGLI STORE DIGITALI


DETTAGLI
“IN TE HO NASCOSTO UN LAGO”: NEI VERSI DI MARCO FORTUNA UN OMAGGIO ALLA VITA E ALLA SUA CICLICITA’.
La poesia di Marco Fortuna è esistenza, contemplazione della natura, diluizione del dolore. È nostalgia e rinnovamento, aspirazione a un nuovo umanesimo.
La parola divenuta immagine: i versi del poeta, confluendo nella narrazione del sentimento universale, diventano socialità e rappresentazione dell’uomo, nei cui dolori, gioie e illusioni, da sempre, si scopre la totalità della vita.
“Nella poesia ci emozioniamo per qualcosa che capita a noi stessi e non, di riflesso, per qualcosa che capita ad altri. È una delle cose preziose che servono per farci ‘sentire’ che siamo ancora vivi.” [Marco Fortuna]
Ecco la casa di terra dove bambini
scaldano davanti al fuoco
le gambe scarne
e sfogliano il granturco
nell’odore di fango e paglia.
Poche le parole che cadono dalla bocca
e poi il fuoco si spegne
la notte si raffredda.
Le finestre spoglie,
senza vetri,
guardano il campo
dove una lepre fulminea passa.
Sulle canne dello stagno
la libellula dorme quieta.
Ogni poeta eleva la nostalgia come suo elemento centrale. Forse sì, ma in Fortuna, questa meditazione sul passato e sul ritorno possibile, senza essere troppo drammatizzata, si riempie di particolari (dico proprio di particolari fisici, di cose, di modi delle materie) così bene elencati, confessati, acquisiti e infine immessi nel tessuto del testo, da conferire all'opera un tenore di originalità. Insomma, non un canto funebre sul mondo, ma poesia rivitalizzante il mondo. Il mondo poetico di "In te ho nascosto un lago" è un mondo non perduto; è solo il mondo della conoscenza dell'azione affettiva.
 
BIOGRAFIA autore
Marco Fortuna è nato e vive nelle Marche, una regione dove le montagne, le colline e il mare cullano i suoi sogni, parlano al suo animo e ritornano con accenni e ricordi nei suoi scritti. Il suo amore per la poesia è iniziato tra i banchi di scuola e si è rinnovato sempre con intensità. Ha iniziato a scrivere poesie nel 2000 ed ancora oggi coltiva questa passione. Una ricerca costante, un viaggio nel cuore dell’uomo.
I suoi interessi letterari nel tempo hanno spaziato in ambito teatrale con la stesura della pièce "Le parole possono cambiare il mondo", messa in scena per la prima volta dalla compagnia teatrale i Lo.co.s. nel 2016 al Teatro Nuovo di Capodarco di Fermo. Prossimamente verrà presentato, in tour per l’Italia, un nuovo spettacolo teatrale dal titolo “L’amore non basta”, incentrato sulle contemporanee forme di solitudine. Importanti le collaborazioni con musicisti di fama nazionale e internazionale come il M° Fabrizio De Rossi Re, il M° Roberta Silvestrini, il M° Paolo Quilichini, il M° Davide Martelli e il M° Antonio Ferdinando De Stefano che ha musicato una sua poesia per uno spettacolo teatrale andato in scena a Bruxelles.
Con il musicista Fabio De Sanctis ha musicato alcune delle sue poesie interpretate dall'attore e poeta Sergio Soldani.
 
ALTRE INFORMAZIONI
www.marcofortuna.it
www.lietocolle.ecwid
_______________________________________________________________________
_______________________________________________________________________
 
MUSICA
 
NOVITA'
 
TITOLO
RIVOLUZIONE DISCHI
Presenta
SYSTOLIC AND DIASTOLIC
DISCO D’ESORDIO DEL DUO FISCHER BOOM
Con Pierpaolo Ranieri al basso e Marco Rovinelli alla batteria
 
DOVE
Dal 13 novembre 2020 su tutti i canali digitali


DETTAGLI
Un disco in cui il basso e la batteria incontrano l’elettronica con un linguaggio che miscela groove, psichedelia e improvvisazione. Systolic and Diastolic è l’album d’esordio dei Fischer Boom, band composta da Pierpaolo Ranieri al basso e Marco Rovinelli alla batteria, che esce venerdì 13 novembre per l’etichetta Rivoluzione Dischi. I due musicisti, che collaborano insieme da molti anni in vari ambiti musicali, hanno deciso di creare questo progetto discografico cominciando ad unire piccole idee ritmiche molto libere, sviluppando poi composizioni strumentali basate su atmosfere di tipo psichedelico ed elettronico con un sound graffiante e metropolitano. Non a caso la caratteristica principale del duo è una ritmica serrata con un basso potente, diretto e dal suono nitido e una batteria dalle diverse colorazioni timbriche. A questo i due musicisti hanno aggiunto synth, drum machines, cori e altri suoni ricercati, sempre con l’idea di rendere il tutto riproducibile in un live essenziale ed energico. Un progetto in cui Pierpaolo Ranieri Marco Rovinelli hanno cominciato a esplorare una nuova direzione musicale che si differenzia dalle loro produzioni precedenti.
La pubblicazione del disco è stata preceduta da due singoli: il primo Change Direction, uscito il 31 maggio 2019, brano che è senza dubbio un buon manifesto del progetto, sia a livello compositivo sia nella performance live, data anche la presenza di sezioni che si possono aprire facilmente a momenti improvvisativi. I'm late, uscito nell’ottobre 2020 è il secondo singolo del duo e si caratterizza per un beat accelerato, ispirato ai ritmi della metropoli e alla frenesia della vita quotidiana. Al brano ha fatto seguito un video, realizzato da Giacomo Citro e Valerio Fea, in cui la vita del protagonista è cadenzata da un'organizzazione molto serrata e concreta con un finale che però lascia qualche dubbio allo spettatore su quale sia la reale interpretazione della storia.
 
Tracklist
I’m Late
A little breath
Change Direction
Escape from Metropolis
Order and Chaos
Digital Soul
Iron Hands
The Butler
 
ALTRE INFORMAZIONI
 Link Spotify
https://open.spotify.com/album/5MRRWJAtzuBWoKdiRhkyuI?si=nnE-XZt5Q2WNk97UI2LQFQ
_______________________________________________________________________
_______________________________________________________________________
 
GIA' NEGLI STORE
 
TITOLO
SEGNI INVISIBILI
IL NUOVO DISCO DI ANTONELLA VITALE
Dal 6 novembre 2020 per l’etichetta FILIBUSTA RECORDS
 

DETTAGLI
Un disco crossover che sintetizza il percorso musicale di una vita, cominciato nel jazz per abbracciare in seguito la musica d’autore, il soul e tanti altri linguaggi. Si presenta così Segni invisibili, ultimo progetto della vocalist Antonella Vitale che esce il 6 novembre per l’etichetta Filibusta Records. Un progetto trasversale che rappresenta per certi versi il punto di stabilità di una artista che dopo 25 anni di intensa attività, si libera da ogni condizionamento, abbandonando ogni concetto legato alle classificazioni. Non a caso hanno partecipato alla realizzazione di questo lavoro musicisti con i quali la vocalist si trova per la prima volta a collaborare: tra questi Gianluca Massetti, al pianoforte and keyboards, principale arrangiatore dei brani che ha dato un supporto determinante alla realizzazione di questo lavoro con un suono moderno, fresco e originale. A lui si aggiungono Andrea Colella al contrabbasso, Francesco De Rubeis alla batteria e percussioni e Danielle Di Majo al sax Soprano/alto sax/flute (artista con la quale ha collaborato nella formazione Ajugada Quartet nel disco Hand Luggage). Segni Invisibili rappresenta un inno alla libertà di comporre, libertà di seguire il proprio gusto musicale, senza regole ben precise, superando le etichette e aprendo la strada ad una contaminazione elegante che non tradisce mai un trascorso jazzistico sempre presente e mai abbandonato del tutto. Da questo punto di partenza Antonella Vitale si muove tra la musica d’autore, omaggiando due brani storici della canzone italiana come Per me è importante (Tiromancino) e Tu non mi basti mai (Lucio Dalla) e spaziando tra la musica funky, il soul e composizioni spesso dai tratti onirici.
Il disco si apre con Eschilo uno dei brani più ritmati, forse il più vicino alla black music, che associa alla vena cantautorale un groove deciso e determinato, ma mai eccessivo. Amara è invece composizione dai suoni mediterranei, caratterizzata da arrangiamenti minimali e un testo introspettivo, carico di significati personali. In Superfice è senza dubbio una delle track più oniriche e melodiche, dove subentra anche un buon utilizzo dell’elettronica sempre elegante e mai invasivo. Incoerenza è un brano malinconico, con un testo evocativo associato ad un ritmo dalle tinte funk che si sposa con una poetica sempre legata al cantautorato. Segni Invisibili è senza dubbio la composizione che sintetizza alla perfezione l’essenza di un album che diventa un crocevia e una confluenza di stili amalgamati alla perfezione: un brano raffinato ricco di interplay in cui oltre al canto di Antonella Vitale, fuoriesce un bel fraseggio di sassofono che a tratti diventa la voce principale. Infine Tra le Nuvole è un bel dialogo tra piano e voce, forse la composizione che rappresenta al meglio il trait d’union tra un passato jazzisitico tradizionale e una nuova curiosità che apre la strada ad altri stili abbracciando perfettamente il concetto di contaminazione.
 
ALTRE INFORMAZIONI
Line-up
Antonella Vitale, voce
Gianluca Massetti, pianoforte and keyboards - arrangiamenti
Andrea Colella, contrabbasso,
Francesco De Rubeis, batteria e percussioni e
Danielle Di Majo, sax Soprano/alto sax/flute
Track-list
Eschilo
In superficie
Tu non mi basti mai (cover/ L. Dalla)
Amara
Incoerenza
Tra le nuvole
Segni invisibili
Per me è importante (Tiromancino)
_______________________________________________________________________
_______________________________________________________________________
 
ARTE

PROSEGUONO...
 
TITOLO
BACK TO NATURE
Un progetto espositivo inedito che riflette sul futuro e sui cambiamenti climatici
In mostra nel parco, a ingresso gratuito, le installazioni di artisti di fama internazionale come Andreco, Mario Merz, Mimmo Paladino,
Benedetto Pietromarchi, Davide Rivalta, Grazia Toderi, Edoardo Tresoldi e Nico Vascellari
 
DOVE e QUANDO
PARCO DI VILLA BORGHESE _ Roma
Dal 15 settembre al 13 dicembre 2020


DETTAGLI e CON CHI
Il parco di Villa Borghese, uno dei parchi storici più famosi e amati di Roma, ospiterà Back to Nature. Arte Contemporanea a Villa Borghese, a cura di Costantino D’Orazio. Un progetto espositivo inedito che riflette sul futuro e sulla necessità di costruire un nuovo rapporto con la natura, in questo complicato periodo di cambiamenti climatici e di pandemia. In mostra, ad ingresso gratuito, una serie di installazioni pensate per essere esposte all’aperto e apprezzate da tutti coloro che frequenteranno il parco, appositamente progettate o reinventate per l’occasione da artisti di rilievo internazionale come Andreco, Mario Merz, Mimmo Paladino, Benedetto Pietromarchi, Davide Rivalta, Grazia Toderi, Edoardo Tresoldi, Nico Vascellari.
Back to Nature rappresenta una novità assoluta all’interno della programmazione culturale della città: si tratta del primo progetto coordinato con installazioni d'arte contemporanea nell’ambito di una strategia di valorizzazione dei parchi storici della Capitale. Le opere dialogheranno grazie alla trasparenza, che permetterà di ammirarle in sintonia con la natura del parco e in perfetta convivenza tra loro. Passeggiare nel parco permetterà ai visitatori di godere della corrispondenza tra il segno contemporaneo, le architetture del parco e le piante che lo abitano.
 
La manifestazione è concepita come un festival nel quale, intorno alle grandi installazioni artistiche nel verde, in dialogo armonioso con la natura, si svolgeranno performance musicali e interventi di street artist, volti al coinvolgimento del pubblico. I visitatori della mostra potranno interagire con le immagini elaborate dagli artisti e diventare protagonisti del festival attraverso selfie e scatti fotografici.
 
COSTO e altre INFORMAZIONI
 Ingresso gratuito
__________________________________________________________________________
__________________________________________________________________________
 

IN STREAMING
 
TEATRO
 
NOVITA'
 
TITOLO
A Shakespeare/Marlowe Digital Diptych
Gian Maria Cervo
Nikolay Kolyada
Una coproduzione
Teatro Stabile delle Arti Medioevali - Società Cooperativa (Festival Quartieri dell’Arte) - ITALIA
Kolyada Theatre - FEDERAZIONE RUSSA
 
DOVE e QUANDO
In scena il 20 e 21 novembre 2020 in prima mondiale
www.quartieridellarte.it
 

DETTAGLI
Progetto promosso dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale - Direzione Generale per la Promozione del Sistema Paese, in collaborazione con la Direzione Generale Spettacolo del Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo, nell’ambito del progetto Vivere all’italiana sul palcoscenic
 
Il progetto prevede uno spettacolo teatrale, un video e una serie di appuntamenti di approfondimento
“A Shakespeare/Marlowe Digital Diptych” è un progetto cross-mediale nato dall’incontro del drammaturgo e curatore italiano Gian Maria Cervo e il regista e drammaturgo russo Nikolay Kolyada.
Il progetto include una messa in scena teatrale in prima mondiale al Teatro Kolyada di Ekaterinburg il prossimo 20 novembre che sarà trasmessa in streaming sui siti e sui social del Festival e un video che sarà proiettato e trasmesso attraverso social e televisioni successivamente.
Il 21 novembre sarà realizzata anche una presentazione per il pubblico online dal Palazzo dei Papi, luogo dove Orson Welles girò il suo “Otello”, scelto per questo motivo e per la sua medievalità da Kolyada per girare le parti video dello spettacolo. Inoltre appena possibile sarà realizzata una conferenza-spettacolo del progetto in un luogo legato alla cultura elisabettiana e alla messa in scena shakespeariana.
“A Shakespeare/Marlowe Digital Diptych” si compone di due riscritture brevi ed è un Progetto promosso dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale - Direzione Generale per la Promozione del Sistema Paese, in collaborazione con la Direzione Generale Spettacolo del Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo, nell’ambito del progetto Vivere all’italiana sul palcoscenico.
Lo spettacolo, che si presenta dunque con un double-bill, è diretto da Kolyada e prevede un cast composto da attori e musicisti russi dell’ensemble del Kolyada Theatre e 3 attori-performer-musicisti italiani giovani diplomati presso alcune delle migliori scuole di arti performative italiane.
Attori live intratterranno rapporti con personaggi virtuali che appariranno su schermi disseminati sul palcoscenico.
Il progetto consolida dunque l’immagine internazionale di un drammaturgo italiano come Cervo che lavora su un heritage in cui le suggestioni italiane sono forti e di acquisizione di esperienza e skills per tre giovani interpreti italiani che potranno lavorare con un importante metteur en scene russo lodato per la sua modernità da testate di indiscusso prestigio internazionale come il New York Times e che il critico e studioso americano John Freedman ha definito come uno dei “padri” e “madri” del movimento teatrale contemporaneo della Federazione russa.
Per le rappresentazioni dello spettacolo, recitato in russo e italiano, si prevedono sopra-titoli sia in italiano che in inglese.
 
CAST ARTISTICO E TECNICO
Drammaturgie Gian Maria Cervo
Regia Nikolay Kolyada
Attori
Lorenzo Grilli
Konstantin Itunin, KolyadaTheatre
Alexey Romanov, KolyadaTheatre
Daria Kizingasheva, KolyadaTheatre
Daria Kvasova, KolyadaTheatre
Dario Guidi
Luigi Cosimelli
Nikolay Kolyada
Ulteriori 3 attori dell’ensemble del Kolyada Theatre (Coro)
Video Francesco Di Mauro, Andrea Lombardini
Scene e costumi Christin Vahl, Rossella Oppedisano, Nikolay Kolyada
Disegno luci Nikolay Kolyada
Make-up Valeria Pacini
Traduzioni in lingua russa Irina Dvizova
Traduzioni in lingua inglese Peter Bartlett
Team produttivo Maxim Reyno, Cesare Ceccolongo, Diego de Grandis, Alberto Pichardo y Gallardo
Ringraziamenti a TLN Tele Lazio Nord Viterbo
 
Altre INFORMAZIONI
 www.quartieridellarte.it
_______________________________________________________________________
_______________________________________________________________________
 
DANZA
 
NOVITA'
 
TITOLO
Paesaggi del Corpo
Focus danza e letteratura sul Cile
 
DOVE e QUANDO
20/22/24 Novembre 2020
 Diretta Streaming su YouTube
dal Teatro Artemisio Gian Maria Volonté - Velletri (RM)
 

DETTAGLI
Prosegue Paesaggi del Corpo, in diretta video sul canale YouTube del Festival, con il Focus danza e letteratura sul Cile: il 20, 22 e 24 novembre saranno trasmessi in streaming le repliche degli spettacoli La danza della realtà, ultima produzione della Compagnia Atacama (Italia), dedicata all’universo creativo di uno dei più importanti artisti contemporanei, Alejandro Jodorowsky e La Bailarina di Cia Pe Mellado (Cile), performance ispirata a Gabriela Mistral, poetessa e insegnante cilena, Premio Nobel per la letteratura. A causa delle restrizioni dell’ultimo DPCM, gli eventi saranno chiusi al pubblico e visibili solamente in streaming sul canale YouTube di Paesaggi del corpo.
 
Il primo importante momento del Focus danza e letteratura sul Cile si avrà venerdì 20 novembre alle ore 19:30 con l’incontro visibile in streaming dal titolo Gabriela Mistral. Poesia e Danza con la compagnia cilena Pe Mellado che dalle ore 21:00 porterà in scena al Teatro Artemisio La Bailarina, uno spettacolo che guarda all’universo poetico della poetessa Gabriela Mistral. In questa performance la coreografa Paulina Mellado, accademica presso il Dipartimento di Danza, Facoltà di Lettere, Universidad de Chile e presente in tutto il mondo con le sue coreografie, ha cercato di collegare la danza con la scrittura e il movimento con la parola, consapevole che entrambi muovono verso il gesto poetico come simbolo della creazione e si avvicinano alla sua essenza, al suo spirito libero, al suo slancio di lotta e ai sogni trattenuti.
Si continuerà domenica 22 novembre alle ore 17:30, con un altro imperdibile appuntamento con la Compagnia Atacama che presenta in streaming dal Teatro Artemisio La danza della realtà, uno spettacolo ispirato all’opera di Alejandro Jodorowsky artista poliedrico, che coglie con il suo sguardo visionario la realtà e la condizione esistenziale dell’essere umano. Il progetto, ideato e diretto da Patrizia Cavola e Ivan Truol, porta sulle scene i danzatori Marco Cappa Spina, Nicholas Baffoni, Valeria Loprieno e Camilla Perugini, accompagnati dalle musiche originali del gruppo musicale Epsilon Indi. Il tema centrale dello spettacolo è lo scontro tra complessità del vivere contemporaneo e la natura antica, ancestrale dell’uomo che permane anche nella contemporaneità. Fragilità, conflitti, relazioni, innocenza, violenza portate in scena attraverso un teatro fisico, tipico dello stile della compagnia Atacama, in cui i linguaggi della poesia e del grottesco si fondono.  A seguire si svolgerà l’incontro Alejandro Jodorowsky. Danza e Letteratura con la Compagnia Atacama.
Martedì 24 novembre alle ore 17:30 e alle ore 21:00 sarà possibile vedere nuovamente in streaming lo spettacolo La Danza della Realtà della Compagnia Atacama.
 
CON CHI
Pe Mellado | La Bailarina
Coreografia Paulina Mellado
Aiuto coreografo Andrea Torrejón
Interpreti Marcela Retamales, Camila Jiménez, Gonzalo Venegas, Esteban Cerda, Vannia Villagrán, Cristián Hormazabal, Paulina Mellado
Musiche José Miguel Miranda
Artista Visuale Richard Solis
Scenografie e Illuminazione José Antonio Palma
Compagnia Atacama | La Danza della realtà
Ideazione, Coreografia, Regia Luci Patrizia Cavola - Ivan Truol
Con Marco Cappa Spina, Nicholas Baffoni, Valeria Loprieno, Camilla Perugini
Musiche Originali Epsilon Indi
Costumi Milena Corasaniti
Amministrazione Letizia Coppotelli
Organizzazione Emanuela Mino
Management e Distribuzione Theatron 2.0
Produzione Atacama
Con il contributo di MIBACT Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo - Dipartimento Dello Spettacolo, REGIONE LAZIO – Assessorato alla Cultura e Politiche Giovanili.
In coproduzione con Paesaggi del Corpo – Festival Internazionale Danza Contemporanea
Residenze La Scatola Dell’Arte
In coproduzione con Paesaggi del Corpo – Festival Internazionale Danza Contemporanea
Residenze La Scatola Dell’Arte
 
Altre INFORMAZIONI
Per prenotarsi e ricevere il link per seguire gratuitamente gli eventi è necessario inviare una email a info@paesaggidelcorpo.it.
Programma completo su paesaggidelcorpo.it 

_______________________________________________________________________
_______________________________________________________________________
 
MODA
 
NOVITA'
 
TITOLO
ROMAISON 2020
Roma, una Maison straordinaria:
archivi e produzioni dei laboratori di Costume
 
DOVE e QUANDO
Entra nel vivo la programmazione web legata alla mostra.
Sui profili ufficiali Facebook e Instagram di Romaison un’intensa attività di podcast, video interviste e talk in diretta
per approfondire le tematiche del mondo della moda e del costume
ed entrare all’interno delle storiche Sartorie romane.
 

DETTAGLI e PROGRAMMA
Nel progetto di riscoperta del patrimonio rappresentato dalle sartorie di Costume romane fortemente voluto e supportato dalla Sindaca di Roma Capitale Virginia Raggi, ROMAISON non finisce con la chiusura anticipata della mostra in ottemperanza al DPCM, ma prosegue sui canali digitali come piattaforma di ricerca, dedicata al rapporto tra la moda e il costume. Sulle pagine Facebook e Instagram di ROMAISON è già disponibile un palinsesto di appuntamenti con contenuti inediti, che continuerà ad aggiornarsi fino al termine della mostra consentendo al pubblico di conoscere da vicino le sartorie e le loro storie attraverso le voci narranti degli stessi protagonisti.
Post con le immagini più suggestive della mostra, podcast realizzati dalle sedi storiche degli atelier, video interviste e talk in diretta per raccontare gli aspetti più curiosi e attuali del mondo della moda e del costume. Questi sono gli strumenti attraverso i quali Romaison si rivolge al pubblico accompagnandolo in un viaggio fatto di ricordi, immagini, foto d’epoca e documenti originali che dialogano con le esperienze attuali e le prospettive future. Oltre alla possibilità di scoprire una selezione di immagini d’archivio inedita, si potrà assistere ad una serie approfondimenti, focus e interviste sulle tecniche di realizzazione artigianale, che rendono unica e per questo apprezzata nel mondo la produzione di ognuna delle Sartorie.
 
Si è cominciato con Simone Bessi per Annamode e con Massimo Pieroni del Laboratorio Pieroni e Luigi Piccolo per la Sartoria Farani i primi protagonisti dei podcast già pubblicati sui canali social, ai quali seguiranno nei prossimi giorni quelli con Giuseppe e Jacopo Peruzzi di Costumi d’Arte (domenica 15 novembre) e Dino Trappetti di Tirelli Costumi (martedì 17 novembre). Un giro di interventi che riprenderà da Annamode giovedì 19 novembre con il podcast dal titolo La sartoria oggi, per proseguire durante la prossima settimana con il secondo intervento di Massimo Pieroni Il racconto dei bozzetti, in programma domenica 22 novembre.
 
Accanto ai racconti delle Sartorie, prende il via anche un fitto calendario di dirette Instagram, che vedranno protagoniste alcune figure rilevanti del panorama della moda, del costume, del cinema e della comunicazione, che interverranno approfondendo temi che vanno dall’etica e la sostenibilità ambientale, alla relazione tra Moda Costume, tra reciproche influenze e ricerca.
 
Domenica 15 Novembre dalle 18.30 in diretta sul profilo Instagram della mostra, Gloria Maria Cappelletti Editor at large di i-D Italy e curatrice del Fashion Film Festival Milano dialogherà con Edward Buchanan designer di Sansovino 6 Milano ed ex designer director di Bottega Veneta su Donyale Luna & Black Fashion Icons: dal costume simbolo di Oenothea indossato da Donyale Luna nel “Satyricon” di Federico Fellini, alle nuove icone della contemporaneità.
 
Appuntamento in diretta anche giovedì 19 novembre alle 19 con la Vicedirettrice di Vogue Italia e Head of Vogue Talents Sara Maino che parlerà con la curatrice Clara Tosi Pamphili dell’influenza reciproca tra moda e costume e del ruolo che ha avuto Vogue con i suoi iconici editoriali ispirati al cinema e alle arti visive.
 
Da Lunedì 16 partirà il ciclo Encounters una serie di video interviste con visitatori d’eccezione che racconteranno la propria visione del cortocircuito tra la moda e il costume, in una promenade all’interno del percorso espositivo. Gabriella Pescucci, pluripremiata costumista già vincitrice di un Premio Oscar per il film “L’Età dell’Innocenza”, Gabriele Mayer, proprietario dell’omonimo archivio di bozzetti e disegni, appena donato alla Galleria Nazionale, figura chiave della storia del costume romano (Venerdì 20), Carlo Poggioli, costumista che ha firmato oltre 60 produzioni cinematografiche, collaborando recentemente soprattutto con Paolo Sorrentino (Sabato 21), discuteranno di abiti di scena, pezzi originali, accessori e bozzetti che diventano l’incipit per una riflessione che intreccia storie e aneddoti.
 
Altre INFORMAZIONI
 www.romaison.it
_______________________________________________________________________
_______________________________________________________________________
 
FESTIVAL
 
NOVITA'
 
TITOLO
«ARF! presenta:
Qualcos’altro!» diventa… #Qualcosaltro!

DOVE e QUANDO
Tutte le dirette streaming potranno essere seguite sulla pagina Facebook di ARF! e su VVVID.it


PROGRAMMA e DETTAGLI
Che Roma sia in zona gialla, arancione o rossa, la pandemia non ferma ARF! che, dopo l’annullamento delle mostre di Silvia ZicheDarwyn CookeDave Johnson e COme Vite Distanti al Mattatoio Testaccio, causa DPCM dello scorso 3 novembre, “riconverte” online la quasi totalità dei propri contenuti, ma non tutti.
Ecco allora che, anche grazie al sostegno della Regione Lazio, della CCIA di Roma e di Unioncamere Lazio, la ricca proposta di #Qualcosaltro! si trasforma in:
- 4 webinARF di altissima qualità.
 
       venerdi 20 novembre alle ore 17
       «RIFF + MeFu + Moleste: come il lockdown unisce il mondo del fumetto»: la volontà di avere una visione del futuro, di avere una progettualità, raccogliendosi intorno a un cambiamento reale e possibile, nonostante le difficoltà enormi che stiamo vivendo.
Persone che creano luoghi di dialogo e confronto. Tre nuovissime realtà associative nate proprio nella seconda metà del 2020: RIFF - Rete Nazionale Festival di Fumetto, la prima Associazione nazionale di categoria (fondata da ARF! FestivalNapoli ComiconEtna ComicsLucca Comics & Games e Treviso Comic Book Festival); MeFu - i Mestieri del Fumettogruppo di ricerca che si pone l’obiettivo di indagare sulla situazione economica dei creatori di fumetto in Italia (unendo per la prima volta sceneggiatori, disegnatori, coloristi e letturisti); Moleste, il collettivo delle autrici italiane per la parità di genere nel fumetto.
 
       sabato 21 novembre alle ore 17
       «Quel che stavamo cercando» con Alessandro Baricco (parole e voce) e Gloria Pizzilli (visioni e disegni).
Il nuovo lavoro di Baricco, 33 frammenti che rileggono la pandemia in chiave mitica, raccontati dal segno carnale e sinuoso della Pizzilli, pluripremiata fumettista e illustratrice toscana (The New Yorker, The New York Times, The Boston Globe, GQ USA, Wired Italia, La Stampa, L’Espresso, Feltrinelli, Mondadori, Éditions du Seuil, Dylan Dog Color Fest), già in mostra con Corpi pericolosi all’ARF! 2019, che realizzerà “in tempo reale” un’opera ispirata alle suggestioni dell’audiolibro.
        
       domenica 22 novembre alle ore 17
       LIVE PERFORMING: in diretta da Parigi, Luigi Critone disegna “live” ispirandosi al suo ultimo libro a fumetti Aldobrando (novità Coconino Press), raccontato dalle parole di Gipi, sceneggiatore dell’opera già uscita in Francia per Casterman, con la moderazione di Mauro Uzzeo.
        
       domenica 22 novembre alle ore 18
       LIVE PERFORMING: in diretta dal suo studio romano, Werther Dell’Edera disegna “live” ispirandosi alla sua ultima serie a fumetti Something is killing the children (Edizioni BD), bestseller assoluto negli Stati Uniti, già per ben due volte sold out prima ancora di raggiungere le librerie americane, raccontato dalle parole di Francesco Artibani, con la moderazione di Gud.
 
- Una mostra super esclusiva IN OMAGGIO.
CoVertine di Dave Johnson: direttamente dagli USA, una delle quattro mostre che erano in programma al Mattatoio per l’evento «ARF presenta: Qualcos’altro!»
In accordo con il celebre autore statunitense - star internazionale di Marvel, DC Comics e Dark Horse, vincitore dell’ambitissimo Eisner Award - l’esposizione “fisica” diventa un contenuto digitale assolutamente esclusivo, scaricabile solo da chi si iscrive (gratuitamente) ai 4 webinARF (tramite Eventbrite) e unicamente durante i 3 giorni di evento in streaming.
 
- COme VIte Distanti Compendium: 6 mesi dopo.
Il Compendium racconta e “aggiorna” “COme VIte Distanti” il progetto solidale ideato e realizzato durante il lockdown della scorsa primavera da ARF! Festival, in collaborazione con PressUp, a sostegno della raccolta fondi per l’INMI Lazzaro Spallanzani di Roma, grazie al quale sono stati donati 62.385 euro e che ha unito in un unico libro (vincitore del Premio Boscarato 2020 del Treviso Comic Book Festival) oltre 80 autori della Serie A del fumetto italiano.
“COme VIte Distanti. Compendium. Sei mesi dopo” è un albo speciale di 36 pagine, prodotto in una tiratura limitatissima, frutto del lavoro di autrici e autori straordinari, che arricchiscono il volume realizzato durante il lockdown con nuove visioni con tavole inedite, contenuti extra, e con tanti altri progetti che, mentre nasceva COme VIte Distanti, sono stati realizzati in parallelo da altri fumettisti, illustratori, autrici, autori, collettivi.
Questa nuova pubblicazione si fregia della copertina di Danijel Zezelj (autore anche della prima storia The heart of a robot), dell’introduzione della Dott.ssa Marta Branca, Direttore Generale dello Spallanzani e di una serie di contenuti inediti di Marco Alama, Francesco Artibani, Fabbri & Antonucci, Luca Bertelé, Paolo Castaldi, Katja Centomo, Francesca Ciregia, Cristiano Crescenzi, Davide De Cubellis, Ale Giorgini, Riccardo Guasco, Hurricane, Fabio Iamartino, Marcello Manchisi, Giovanni Masi, Alessia Moretti, Leo  Ortolani, Nocentini e Colangeli,  Francesco Poroli, Susanna Raule e Armando Rossi, Pierpaolo Rovero, Sualzo, Davide Toffolo, Tonus, Ilaria Urbinati, Mauro Uzzeo, Walter Venturi, Zerocalcare.
Il Compendium sarà acquistabile in due versioni:  online solo il 20, 21 e 22 novembre oppure in modalità “combo” abbinato alle ultime copie di «COme VIte Distanti» in vendita negli stessi 3 giorni, in quattro esclusivi punti vendita di Roma: Forbidden Planet (Re di Roma), Libreria Giufà (San Lorenzo), FOX Gallery (Largo Argentina) e Nero di China (Colli Albani).
 
- 150 opportunità di vero lavoro.
La Job ARF! curata da Daniele “Gud” Bonomodedicata alle job opportunities tra autori esordienti e case editrici diventa interamente digitale: tutte le call dell’edizione 2020 di questa efficacissima sezione di ARF! Festival (che da sempre fa incontrare domanda e offerta, creando VERO lavoro) lanciate sin dalla scorsa primavera, hanno fatto pervenire 1.248 portfolio che - una volta preselezionati - hanno infine portato a fissare 150 colloqui on-line che avverranno con Bao Publishing, Feltrinelli Comics, Editoriale Cosmo, Il Castoro, Tunué, Shockdom, Eris Edizioni, Becco Giallo, Bugs Comics, Sinnos, Edizioni NPE, Noise Press, Edizioni Segni d’Autore, Diabolo e Lavieri.
 
Altre INFORMAZIONI
 www.arfestival.it
info@arfestival.it
_______________________________________________________________________
_______________________________________________________________________
 
PROSEGUE...
 
TITOLO
NTF20 sul web
 
DOVE e QUANDO
Mediateca dello Spettacolo di Ecosistema digitale
per la cultura della Regione Campania


DETTAGLI
Dopo il successo degli spettacoli in live streaming, continua l’esperienza di NTF20 sul web. Con un semplice click è possibile accedere alla Mediateca dello Spettacolo di Ecosistema digitale per la cultura della Regione Campania dove poter vedere, gratuitamente, on demand alcuni degli eventi andati in scena per il Napoli Teatro Festival Italia 2020.
 
Ecco l’elenco dei titoli disponibili:
-         SETTIMO SENSO da un racconto di Ruggero Cappuccio, drammaturgia e regia Nadia Baldi, con Euridice Axen
-         RESURREXIT CASSANDRA ideazione e regia Jan Fabre, testo Ruggero Cappuccioperformer Stella Höttler
-     SALA D’ATTESA – THE WAITING ROOM scritto e diretto da Ettore De Lorenzo, con la partecipazione di Massimiliano Gallo
-         PERCHÉ LEGGERE I CLASSICI da Italo Calvino con Francesco Montanari e Guglielmo Poggi, regia Davide Sacco
-         LA MISTICA DEL COSMO mezzosoprano e direzione artistica di Raffaella Ambrosino
-      LI CANTI DELLA GATTA CENERENTOLA un progetto di teatro musicale e pupi napoletani di Ambrogio Sparagna, con la partecipazione straordinaria di Iaia Forte
-  THE MAGIC DOOR con Giada Colagrande (voce, theremin, tamburo), Arthuan Rebis (voce,chitarra classica, nyckelharpa, hulusi, esraj), Vincenzo Zitello (arpa celtica, lama sonora, flauti, santoor), Giovanna Barbati (violoncello barocco), Nicola Caleo (tamburo a cornice)
-         UNA PERSONA – Ovvero come Fernando scoprì di essere stato Luigi spettacolo musicale di Roberta Rossi
-         RUMORE DI FONDO da un’idea di Ivo ParlatiNadia Baldi con Gea Martire
-    CONCERTO TRA SCRITTURA E TRASCRITTURA di Roberto De Simone, dall’opera di Johann Sebastian Bach, direttore d’orchestra Luigi Grima
-    TUTTE LE NOTTI DI UN GIORNO di Alberto Conejerolettura drammatizzata con Claudio Di Palma, Marina Sorrenti, a cura di Instituto Cervantes.
-         Y-SAIDNAYA ideazione, testo e regia Ramzi Choukair
 
Altre INFORMAZIONI
Grazie alla Mediateca dello spettacolo della Regione Campania potete guardarli gratuitamente e quando preferite a questo link: cultura.regione.campania.it/web/teatro/ondemand 

_______________________________________________________________________
_______________________________________________________________________

PER I BAMBINI
 
PROSEGUONO...
 
TITOLO
SERVIZIO DI DOPOSCUOLA
PER ALUNNI DELLA SCUOLA DELL’INFANZIA E DELLA PRIMARIA
I bambini potranno svolgere i propri compiti scolastici e fruire anche di attività laboratoriali.
 
DOVE e QUANDO
CASINA DI RAFFAELLO - Villa Borghese - Roma
martedì e giovedì pomeriggio
Orari dal 3 al 26 novembre:
Appuntamento all’ingresso di Casina di Raffaello 15 minuti prima per effettuare il triage
Attività all’aperto
Dalle 16.00 alle 17.00: per bambini dalla 1° alla 5° primaria (max 7 bambini)
Dalle 16.15 alle 17.15: per bambini nati nel 2015 e nel 2016 (max 5 bambini)
Dalle 16.30 alle 17.30: per bambini dalla 1° alla 5° primaria (max 7 bambini)
Laboratorio a Casina di Raffaello
Dalle 17.00 alle 18.00: per bambini dalla 1° alla 5° primaria (max 7 bambini)
Dalle 17.15 alle 18.15: per bambini nati nel 2015 e nel 2016 (max 5 bambini)
Dalle 17.30 alle 18.30: per bambini dalla 1° alla 5° primaria (max 7 bambini)
 
DETTAGLI
Casina di Raffaello, a novembre con il servizio di doposcuola i bambini potranno scoprire le bellezze naturalistiche di Villa Borghese e della mostra d’arte all’aperto Back to Nature
Ogni martedì e giovedì pomeriggio in programma attività all’aperto e laboratori creativi.
Casina di Raffaello, lo spazio arte e creatività dell’Assessorato alla Persona, Scuola e Comunità Solidale di Roma Capitale, gestito in collaborazione con Zètema Progetto Culturaprosegue anche a novembre il servizio di doposcuola dedicato ai bambini della scuola dell’infanzia e della scuola primaria. Inaugurato lo scorso 29 settembre.
Nel mese di novembre, in occasione della mostra Back to Nature, la Casina di Raffaello proporrà tutti i giovedì pomeriggio delle attività dedicate a far scoprire ai bambini le installazioni d’arte contemporanea dislocate nel verde di Villa Borghese. Ogni martedì pomeriggio invece i bambini potranno scoprire flora, fauna e arte della storica villa giocando tra alberi e architetture. Ogni attività all’aperto avrà la durata di un’ora e sarà seguita da un laboratorio creativo a tema che si terrà negli spazi della Casina di Raffaello.
 
In caso di maltempo l’attività in programma all’aperto, verrà sostituita da un laboratorio creativo che si svolgerà negli spazi interni di Casina di Raffaello.
 
PROGRAMMA
Martedì 3 novembre:
Attività all’aperto: Una villa da scoprire: il lago
Laboratorio: Stampare la natura
Giovedì 5 novembre:
Attività all’aperto: Back to Nature: Wing Project
Laboratorio: Volare
Martedì 10 novembre:
Attività all’aperto: Una villa da scoprire: i giardini
Laboratorio: La villa dei miei sogni
Giovedì 12 novembre:
Attività all’aperto: Back to Nature: Yarn bombing, 2020
Laboratorio: Tessere
Martedì 17 novembre:
Attività all’aperto: Una villa da scoprire: gli animali
Laboratorio: Un bestiario da modellare
Giovedì 19 novembre:
Attività all’aperto: Back to Nature: Etherea, 2018 + Senza titolo (Igloo di Oporto), 1998
Laboratorio: Costruire
Martedì 24 novembre:
Attività all’aperto: Una villa da scoprire: gli alberi
Laboratorio: Albero. L’esplosione lentissima di un seme
Giovedì 26 novembre:
Attività all’aperto: Back to Nature: Senza titolo (Bandiere), 2020 + Drops, 2020
Laboratorio: Sventolare
 
COSTO e altre INFORMAZIONI
Prenotazione obbligatoria al contact center 060608 (attivo tutti i giorni ore 9-19)
Fino ad esaurimento dei posti disponibili 
Il costo è di € 7 a bambino per ciascuna delle due attività in programma (attività all’aperto e laboratorio creativo). E’ possibile iscriversi a entrambe le attività al costo di € 14.
Il servizio è organizzato nel rispetto delle norme per il contenimento della diffusione del Covid-19. Previsti specifici percorsi per l'ingresso e per l'uscita, il "triage" di accoglienza e il distanziamento interpersonale.
www.casinadiraffaello.it
__________________________________________________________________________
__________________________________________________________________________
 
GLI EVENTI SEGNALATI POTREBBERO SUBIRE VARIAZIONI
 
Segui sempre gli hashtag
#kirosegnalazioni #kirosocialnews #kiroeventodasogno
per rimanere informato
sugli eventi da sogno della settimana
 
Chiunque vuole segnalarci un'iniziativa può farlo inviando il Comunicato Stampa completo d'immagine ad una delle nostre email kirolandia@gmail.com - info@kirolandia.com