MENU

K-HOME | KIROLANDIA | KIRI | REGOLAMENTO | CONTATTI  | corrente culturale | fridaartes | privacy e cookie
Kirosegnaliamo | Kiroalmanacco | Kirosegnaliamo
K-NEWS |FOTO | RACCONTI | POESIE | DISEGNI/PITTURE | PALCOSCENICO | MUSICA | ARTE | CINEMA | LIBRI | COSTUME/SOCIETA' | SCIENZE/NATURA | VIDEO
IppoKiro PutzoKiro MayaKira ManuKira AttiroKira VolpocaKiro MireKira Krouge VeraKira

mercoledì 13 giugno 2018

Al GAY VILLAGE tanti applausi per i due giovanissimi RICCARDO D'ALESSANDRO e ANDREA LINTOZZI interpreti di IO CHE AMO SOLO TE

Autore: Andrea Alessio Cavarretta (IppoKiro) 


 Recensione critica dello spettacolo IO CHE AMO SOLO TE
di Alessandro Di Marco e Lucilla Lupaioli, regia di Alessandro Di Marco.
Data unica, sabato nove giugno duemiladiciotto, GAY VILLAGE - Roma.



Sul prezioso palco del GAY VILLAGE va in scena uno spettacolo dal forte sentimento.

IO CHE AMO SOLO TE di Alessandro Di Marco e Lucilla Lupaioli è il racconto di due adolescenti che cercano di amarsi. È la storia di due grandi amici che condividono divertimenti, partite di calcetto, compiti in classe, ubriacature, risate, sfottò e proprio dopo uno di quei tanti momenti, alla fine di una chiassosa festa, nel delicato attimo delle confidenze, si trovano di fronte alla possibilità di essere, l'uno per l'altro, qualcosa di più.

Così, proprio in quel frammento d'intimità, uno dei due avvicina le sue labbra a quelle del suo migliore amico e la loro vicenda insieme improvvisamente cambia, mettendo in discussione le loro identità, le loro consapevolezze, ogni elemento dei loro rapporti interpersonali e sociali. Da quel primo bacio si modifica l'intero percorso delle loro giovani vite e rimangono quasi sospesi nella definizione del loro nuovo, complesso amore.

La pièce, molto ben scritta, incastona, all'interno della linearità di un racconto a due voci, dilatati spazi collaterali, in cui le due individualità, uscendo dal tracciato principale, s'interrogano, si osservano, si confrontano. Del loro esistere si intravede molto bene la vicenda interiore, il tormento della scelta, le possibilità di svolta, tanto da creare profondità ed emozione, tanto da raccontare, con tratti che strappano anche delicati sorrisi, la ricerca della difficile collocazione della loro dimensione omosessuale.

I due giovanissimi attori, Riccardo D'Alessandro e Andrea Lintozzi, sono molto bravi ad interpretare con efficacia i loro ruoli, riuscendo di volta in volta a strutturare il continuo divenire, il modificarsi, l'amarsi ed il respingersi ed, anche se alle volte la recitazione tende un pochino ad eccedere, il loro forte carisma scenico trasporta completamente il pubblico all'interno della tormentata vicenda.

La regia di Alessandro Di Marco segue molto bene tutto l'andamento dello spettacolo, configura in modo chiaro i comportamenti, crea bellissime immagini dal forte impatto emotivo, quasi istantanee di vita e sentimento, e ad eccezione di qualche momento d'indugio in alcuni passaggi, riesce a dare al pubblico uno spettacolo di qualità ed emozionalità.

Grandi applausi.  
- Andrea Alessio Cavarretta -


Io Che Amo Solo Te
di Alessandro Di Marco e Lucilla Lupaioli
regia di Alessandro Di Marco
con Riccardo D'Alessandro, Andrea Lintozzi
e con Alessandro Di Marco
Scene e costumi: Nicola Civinini
Assistente alla regia: Guido Del Vento
Luci: Sirio Lupaioli
Foto: Marcella Cistola e Simona Casadei