MENU

K-HOME | KIROLANDIA | KIRI | REGOLAMENTO | CONTATTI  | corrente culturale | frida.artes | cookie law
Kirosegnaliamo | Kiroalmanacco | Kirosegnaliamo
K-NEWS |FOTO | RACCONTI | POESIE | DISEGNI/PITTURE | PALCOSCENICO | MUSICA | ARTE | CINEMA | LIBRI | COSTUME/SOCIETA' | SCIENZE/NATURA | VIDEO
IppoKiro PutzoKiro MayaKira LoveKira ManuKira AttiroKira VolpocaKiro MireKira Krouge

lunedì 20 febbraio 2012

QUELLO CHE (NON) TI DICONO… sulla comunicazione






La mia visione comunica(t)tiva della realtà


Tutto è comunicazione e "non si può non comunicare" diceva Paul Watzlawick* già 15 anni fa, ognuno di noi ha una propria idea di cosa sia comunicare, ma non è sempre così come si crede e si sa, o ti dicono.

All’Università ci si interrogava spesso sull’essenza della comunicazione, alcuni prof ci “trasmettevano” definizioni troppo accademiche, altri invece troppo vaghe. Ad aumentare meglio la confusione nella mia testa c’erano le persone che incontravo per caso nei momenti più disparati della giornata, i quali  come un fulmine a ciel sereno, mi ponevano la domanda più temuta della mia vita, ovvero cosa avrei fatto da grande studiando comunicazione.

Bene, non vi dirò qui cosa ho risposto e tantomeno vi potrò fornire una definizione (universale) di cosa sia la comunicazione o di quello che penso io, ma di una cosa sono certa…ossia sulla missione __comunica(t)tiva__di questa rubrica. L’obiettivo da raggiungere sarà arduo, ma provarci ne varrà la pena, avrò almeno condiviso qualcosa con voi.


Vi porterò con me nei miei viaggi virtuali nel favoloso spazio del world wide web, luogo dove “navighiamo” naturalmente ed inconsciamente che occupa ormai gran parte del nostro tempo quotidiano, e cercherò di farvi conoscere quello che ritengo essere il “buono” od il “cattivo” della comunicazione attraverso le immagini, i video, le pubblicità, e/o tutto ciò che avrà un significativo messaggio comunicativo.

Non posso lasciarvi così, senza avervi detto veramente nulla d’interessante, quindi godetevi questa pubblicità non convenzionale (leggi il p.s.)


Messaggio: Security Glass, “Break it! Yes, come on, break it and you can take the money!$ 3 million in cash!”
Azienda committente: 3M (vi ricordate chi ha inventato i post it ?)
Agenzia creativa: Rethink Communications
Dove: Vancouver (Canada)
Quando: 2005

La pubblicità è il prodotto stesso a prova dell’utente, un vetro di sicurezza creato dalla società “3m” con dei materiali molto resistenti e in pratica completamente infrangibili. L’idea creativa è quella di mettere tanti dollari (che siano veri o no, non importa) tra due vetri in una fermata dell’autobus. Il messaggio recita così: “Break it! Yes, come on, break it and you can take the money! $3million in cash!” (“Rompilo, sì dai romplilo! E così potrai prenderti 3 milioni di dollari in contanti!”)

Una curiosità, questa pubblicità che a mio avviso è geniale si è guadagnata il successo oltre che del pubblico, dei media locali e dei blog. Tre anni dopo, nel 2008, l’idea è stata utilizzata da una società di recruitment americana, ecco il video... vedrai l’effetto che ha fatto sulle persone, molto divertente!


p.s. Si chiama pubblicità non convenzionale quel tipo di pubblicità che va al di fuori degli schemi tradizionali, quindi non più il semplice annuncio stampa/radio o tv. Molto spesso la pubblicità è a basso costo e si costruisce attraverso l’uso di mezzi e strumenti che fanno leva sull’immaginario e sui meccanismi psicologici degli utenti finali.
Il messaggio viene veicolato nei modi più disparati, dal semplice vetro della fermata di un autobus (così come abbiamo visto), al tombino sulla strada o anche dentro un orinatoio a muro, gli esempi sono infiniti. Qualsiasi luogo e oggetto può diventare uno spazio pubblicitario. Questo modo di comunicare e di fare pubblicità viene anche chiamato “guerrilla marketing”.

Per ulteriori informazioni o curiosità non esitate, commentatemi...

Tempo di lettura
 Se sei un genio in 10 min compreso il video, altrimenti….ma veramente credi che si può dare un tempo a tutti noi? Mi auguro che l’hai letto con calma, senza stress e perché qualcosa ti ha colpito! J


* Per i più curiosi:
Paul Watzlavick (Villach, 25 luglio 1921 – Palo Alto, 31 marzo 2007) è di origine austriaco ma naturalizzato statunitense è stato lo studioso più importante della pragmatica della comunicazione umana, ma non solo, è conosciuto anche come psicologo e primo esponente della Scuola di Palo Alto. Leggi la sua biografia qui http://bit.ly/jvrQD
E per i più temerari:
Il concetto della citazione “non si può non comunicare”  si può approfondire leggendo il seguente libro tradotto in italiano [Watzlavick et al., 1997] Watzlawick, P., Beavin, J.H., Jackson, D.D., Pragmatica della comunicazione umana, Astrolabio Editore, Roma, 1997.  

Ringrazio nonciclomedia per la foto uomo coperto dai soldi  http://nonciclopedia.wikia.com
Ringrazio il blog remembertolivemementovivere per l'immagine della pubblicità 3m  http://remembertolivemementovivere.blogspot.com/





Se consideri questo post interessante scrivi un commento, vota le stelline e clicca mi piace! 


Nessun commento:

Posta un commento