MENU

K-HOME | KIROLANDIA | KIRI | REGOLAMENTO | CONTATTI  | corrente culturale | fridaartes | privacy e cookie | disclaimer
Kirosegnaliamo | Kiroalmanacco | Kirosegnaliamo
K-NEWS |FOTO | RACCONTI | POESIE | DISEGNI/PITTURE | PALCOSCENICO | MUSICA | ARTE | CINEMA | LIBRI | COSTUME/SOCIETA' | SCIENZE/NATURA | VIDEO
IppoKiro PutzoKiro MayaKira ManuKira AttiroKira MireKira VeraKira CeresKira VolpocaKiro Krouge Krouge

giovedì 25 novembre 2021

ALLEGRO, NON TROPPO all’OFF/OFF Theatre di Roma. Per LORENZO BALDUCCI ripetuti applausi a scena aperta

  Autore: Andrea Alessio Cavarretta (IppoKiro)

Recensione critica dello spettacolo "AllegroNon Troppo" di Mariano Lamberti e Riccardo Pechini con la collaborazione di Lorenzo Balducci
regia di Mariano Lamberti.
Replica di venerdì diciannove novembre duemilaventuno, OFF/OFF Theatre - Roma.
 

Mi sono chiesto come iniziare questa riflessione, su quale dei buonissimi elementi porre il primo accento, ho scelto di usare una breve frase chiara:

Lorenzo Balducci sul palcoscenico è eccezionale.

I ripetuti applausi e i bravo a scena aperta per ALLEGRO, NON TROPPO all’OFF/OFF Theatre di Roma sono la prova certa della grande spettacolarità di questa ricca rappresentazione, ottimamente diretta da Mariano Lamberti, scritta in modo altrettanto ottimo dallo stesso MARIANO Lamberti  e Riccardo Pechini per una sola eccellente voce quella di Lorenzo Balducci che riesce, collaborando anche come autore, ad aprirsi in un significativo universo fatto di voci e racconti atti a strappare risate tra disseminate profondità.

Una stand up comedy rielaborata con svariate accortezze testuali in accattivante esibizione contemporanea che, superando lo stesso genere comico teatrale, si costruisce attraverso una stratificata capacità di raccordare diversificate narrazioni, anche autobiografiche, che permettono al protagonista di interpretare molteplici personaggi e sotto-personaggi tanto da elevare il prorompente one man show in una fantasia colma di energia che non permette al pubblico nemmeno un attimo di distrazione.

Poche immagini sullo sfondo chiamate di tanto in tanto a supporto, ed ecco che viene vivisezionato il mondo gay, dai vari focus sulle figure emblematiche che lo hanno apertamente sostenuto e lo hanno avversato più o meno palesemente, alle analisi circa specifiche terminologie, passando in rassegna i luoghi e i modi d’incontro di un tempo e i nuovi mezzi di interconnessione umana (Grinder, Instagram, ecc.). Durante il monologo-storia si fanno strada percorsi che narrano dei primi approcci, delle difficoltà, del coming out, viene esaminato con grande simpatia l’acronimo LGBTQI+, l’uso del tuttə, e molto molto molto altro. Così mentre il raccontare lascia lentamente lo strato tagliente e dissacrante per divenire indagine interiore che cerca di andare più a fondo, il protagonista di questo sapiente divertissement multiforme non si dimentica mai di far ridere il pubblico, al momento giusto, magari con un singolo sguardo o con una veloce pausa anche su quanto in realtà può far solo indignare.

Lorenzo Balducci gioca, si diverte, ci diverte, si trasforma, osa, esagera con arguzia, usa lingue, linguaggi, slang, canta, balla, rappa, twerka, diventa tutto, tutti, stupisce elargendo grande capacità attoriale, mimica corporea, facciale, costruisce un complesso universo “gaio” giustappunto ALLEGRO, NON TROPPO tanto che prima di dare forma scenica all’ultima scoppiettante raffica di fuochi interpretativi lascia sospeso il pubblico a riflettere e ad emozionarsi, sì perché in platea scendono anche lacrime miste sempre a sorrisi alle volte amari.

Un cenno specifico sulle luci che con semplici e ben realizzati accorgimenti riescono a modulare i continui passaggi scenici.

Che questo eccellente spettacolo degno, con sommo rispetto, di un Petrolini dei giorni nostri giunga in tutti i luoghi d’Italia rallegrando e facendo riflettere proprio tuttə.

C’è veramente bisogno di testi così ben scritti, di teatro così ben fatto e di attori veramente così bravi!

- Andrea Alessio Cavarretta -
_KIROLANDIA®_
 
ALLEGRO, NON TROPPO
A Stand Up Comedy Show
Uno Spettacolo di Mariano Lamberti e Riccardo pechini
con Lorenzo Balducci
Luci di Antonio Grambone
Regia di Mariano Lamberti
 
 
www.off-offtheatre.com
 














martedì 23 novembre 2021

KIROSEGNALIAMO dal 23 al 29 novembre 2021

K-news   
I Kiri, continuano per questa stagione 2021-2022, le KIROSEGNALAZIONI di KIROLANDIA blog di cooperazione dell'omonima corrente culturale. Ogni settimana, sulla base delle tantissime proposte giunte in redazione, selezioniamo per voi alcuni eventi da seguire a Roma con un veloce sguardo in streaming e fuori porta.
Potete inviarci i vostri Comunicati Stampa ad una delle nostre email kiroalndia@gmail.com - info@kirolandia.com. Scriveteci e raccontateci delle vostre iniziative.
 
Vi ricordiamo che i suggerimenti di Kirolandia sono tripli!!!
Non solo qui nel blog ma anche attraverso le KIROSOCIALNEWS, lanci direttamente dai nostri social: Facebook, Twitter e Linkedin. A beve riprenderà anche la trasmissione radiofonica, "#doyoudream kirolandia on air" su Radio Godot, e con lei anche la diffusione del KIROEVENTO DA SOGNO della settimana!
Seguite sempre gli hashtag #kirosegnalazioni #kirosocialnews #kiroventodasogno e scoprirete i selezionatissimi suggerimenti dei Kiri di Kirolandia!
 
Dunque per sognare con voi...

 
TEATRO

NOVITÁ
 
TITOLO
Associazione Culturale Teatro Trastevere
Le attrici hanno la data di scadenza
Dal 23 al 28 novembre 2021
scritto e diretto da Emanuele Bilotta
con: Rita Anselmi, Livia D’Ingegno, Elisa Franchi
produzione Catartica
 
DOVE e QUANDO
TEATRO TRASTEVERE – Roma
dal 23  al 28  novembre 2021,  da martedì a sabato ore 21.00, domenica ore 17.30


DETTAGLI
Rita ha trent’anni e sogna di fare l’attrice. E’ all’ennesimo provino, bivio tra l’essere “una che vive di sogni e non sa trovare la strada” e il diventare “una che ama il suo lavoro e quindi non lavorerà un giorno nella vita”, ma l’attesa le è nemica. O forse no. Le attrici hanno la data di scadenza. Come le donne. O questo almeno è ciò che Rita crede. Ma i trent’anni sono il momento in cui dovrà fare i conti con se stessa, in un faccia a faccia tra sogno e realtà.
 
I trent’anni sono l’età in cui avviene l’ingresso nell’età adulta, il problema è arrivarci pronti. Lo spettacolo indaga le ansie e le paure che ci assalgono quando, con il passare del tempo, le nostre aspettative e quelle del mondo esterno iniziano a guardarci con la lente d’ingrandimento chiedendoci il conto. Il bimbo dentro scalpita, la voce della coscienza e quella dei sensi di colpa lo sgridano in coro. Ma, per citare Nietzsche “Bisogna avere un caos dentro di sé per generare una stella danzante”.
 
ALTRE INFORMAZIONI
🎫Biglietti: 13 €
CONSIGLIATA PRENOTAZIONE
prevista tessera associativa
 
Avviso ai Soci
Teatro Trastevere Il Posto delle Idee
 
via Jacopa de' Settesoli 3, Roma
 
Contatti: 065814004 info@teatrotrastevere.it
www.teatrotrastevere.it
 
Kirolandia Media partner
__________________________________________________________________________
__________________________________________________________________________
 

lunedì 22 novembre 2021

DRAG ME UP - QUEER ART FESTIVAL seconda edizione. Tema #NOSTEREOTYPES: stereotipi di genere e rappresentazione nei media

   K-news   
DRAG ME UP - Queer Art Festival
Direzione Artistica:
KARMA B e HOLIDOLORES
dal 25/11/2021 al 13/12/2021
#NosterEotypEs: stereotipi di genere e rappresentazione nei media
 
Da giovedì 25 novembre a lunedì 13 dicembre 2021, riprende il suo corso il progetto pluriennale DRAG ME UP - Queer Art Festival, giunto alla sua seconda edizione. Il progetto promosso da Roma Culture, è vincitore dell'Avviso Pubblico Contemporaneamente Roma 2020 – 2021 –2022 curato dal Dipartimento Attività Culturali ed è realizzato in collaborazione con SIAE.
DRAG ME UP - Queer Art Festival nasce dall’idea di Ondadurto Teatro, che ne cura la Direzione Artistica con la collaborazione delle Drag Queen HoliDolores e del duo Karma B. Al centro della seconda edizione, che avrà luogo in più tappe, tra eventi in presenza e in streaming, negli spazi Centrale Preneste Teatro, Teatro Biblioteca Quarticciolo, Teatro del Lido di Ostia, Ellington Club, OFF/OFF Theatre e Cinema Avorio, è il tema #NOSTEREOTYPES: Stereotipi di Genere e Rappresentazione nei Media.
 
DRAG ME UP è una piattaforma artistica che affronta tematiche di genere attraverso i codici della “subcultura” Drag. Un network internazionale per le arti contemporanee e l’attivismo LGBTIQ+, una vetrina dove rappresentare tutte le espressioni di genere, esaltandone i caratteri attraverso costumi, make-up e acconciature, in un connubio d’ironia e attivismo socio-culturale.
DRAG ME UP è un momento di riflessione su istanze sociali legate all’inclusione, una manifestazione internazionale di Performing Art QUEER Multidisciplinari.
 

venerdì 19 novembre 2021

CHEF stringe in una morsa tesissima gli spettatori di TREND NUOVE FRONTIERE DELLA SCENA BRITANNICA – XX EDIZIONE



Prosegue  al Teatro Belli la rassegna Trend – nuove frontiere della scena britannica, curata da Rodolfo di Giammarco e giunta alla sua XX edizione. E mai come quest’anno gli spettacoli sembrano parlare direttamente allo spettatore, alle paure, alle incertezze, alle metamorfosi che l’anno pandemico ha prodotto e amplificato. I personaggi disturbati e disturbanti raccontano i nostri disagi, superabili o insuperabili, comunque molto umani e vivi, che toccano lo spettro intero dei nostri sentimenti.
 
E questa complessità risuona in Chef, magnificamente interpretato da Viola Marietti, in un monologo fisicamente ed emotivamente impegnativo, che stringe lo spettatore in una morsa tesissima, tra battute fulminanti e divertenti, momenti tragici e teneri che producono una connessione profonda tra pubblico e personaggio. Chef è rinchiusa in un box smerigliato con l’acqua che le arriva alle caviglie e che lei tenta disperatamente di asciugare usando i suoi vestiti di cui via via si libera mentre racconta di un padre violento e assente, una madre non protettiva, un ex traditore criminale e di come sia finita a gestire la cucina di un carcere femminile. Eppure Chef continua a sognare un suo ristorante, una stella Michelin e di pubblicare un libro di ricette che proprio in quella gabbia sta componendo.

giovedì 18 novembre 2021

FORT APACHE CINEMA TEATRO presenta DESTINAZIONE NON UMANA allo SPAZIO ROSSELLINI di Roma

  K-news   


Sabato 20 (ore 19.00) e domenica 21 novembre 2021 (ore 17.30)

(Da mercoledì 17 a venerdì 19 novembre 2021 – Prove aperte dalle 11.00 alle 19.00)
presso Spazio Rossellini, in Via della Vasca Navale, 58 – ROMA
 
FORT APACHE CINEMA TEATRO
presenta
 
DESTINAZIONE NON UMANA
Spettacolo e Prove Aperte
Con la Compagnia Fort Apache Cinema Teatro
 
Scritto e diretto da 
Valentina Esposito
 
con Fabio Albanese, Alessandro Bernardini, Matteo Cateni, Chiara Cavalieri, Christian Cavorso, Viola Centi, Massimiliano De Rossi, Massimo Di Stefano, Emma Grossi,
Gabriella Indolfi, Michele Fantilli, Giulio Maroncelli,
Piero Piccinin, Giancarlo Porcacchia, Fabio Rizzuto,
Edoardo Timmi
 
 costumi Mari Caselli - ideazione scenografica Valentina Esposito
scenografia Edoardo Timmi - musiche Luca Novelli
luci Alessio Pascale - fonico Luigi Di Martino - fotografo di scena JoFenz
organizzazione Ilaria Marconi, Giorgia Pellegrini, Martina Storani, Sofia Tremontini
 
 
Sabato 20 e domenica 21 novembre 2021, presso lo Spazio Rossellini di Roma va in scena “Destinazione non umana”, nuovo spettacolo della Compagnia Fort Apache Cinema Teatro, ultimo progetto produttivo che vede coinvolti gli interpreti di FACT, attori ed ex detenuti formatisi all’interno delle carceri di provenienza ed oggi, professionisti di cinema e palcoscenico. La Compagnia, inserita ormai da tempo nel circuito distributivo nazionale e nei Progetti di Ricerca e Formazione dell’Università La Sapienza di Roma, è diretta da Valentina Esposito, autrice e regista impegnata da quasi vent’anni nella conduzione di attività teatrali, dentro e fuori i penitenziari italiani.
Due anteprime nazionali dello spettacolo andranno in scena il 20 (ore 19.00) e il 21 novembre (ore 17.30) presso lo Spazio Rossellini di Roma, dopo le prove aperte ad aspiranti operatori di Teatro Sociale, che avranno luogo dal 17 al 19 novembre nello stesso spazio.