MENU

K-HOME | KIROLANDIA | KIRI | REGOLAMENTO | CONTATTI  | corrente culturale | frida.artes | cookie law
Kirosegnaliamo | Kiroalmanacco | Kirosegnaliamo
K-NEWS |FOTO | RACCONTI | POESIE | DISEGNI/PITTURE | VIDEO | PALCOSCENICO | MUSICA | ARTE | CINEMA | LIBRI | COSTUME/SOCIETA' | SCIENZE/NATURA
IppoKiro PutzoKiro MayaKira LoveKira VirusKira ManuKira AttiroKira Krouge ChiKira VolpocaKiro MireKira

venerdì 28 dicembre 2012

VILLAGGIO VACANZE quarto giorno: siamo in trappola



autore:  Sara Saurini (AttiroKira) 
Kiroflessioni 
costume e società


VILLAGGIO VACANZE 

Il quarto giorno il nostro tentativo di fuga viene punito da uno spettacolo serale indimenticabile…


QUARTO GIORNO: SIAMO IN TRAPPOLA


Siamo in preda ad una crisi di claustrofobia… decidiamo di uscire, ci hanno detto che la cittadina dove è situato il villaggio è molto carina. Usciti dalla nostra monade ci avviamo con la macchina carichi di ottimismo e aspettative, ma dopo qualche chilometro, senza vedere granché, ci fermiamo a chiedere: “mi scusi come si arriva la centro del paese?” “in che senso?!” “il centro della città, cerchiamo la parte centrale… c’è una piazza? una chiesa o un lungo mare?”  "guarda ragazzo mio... questo é il centro, la periferia e anche lo scalo... però potresti andare, si beh se ti va di guidare con un ottantina di chilometri sei a… oppure con un po’ meno puoi andare a…, però niente di che è una città con strade negozi, non so cosa cercate…" “Grazie, comunque… buona giornata” Le cittadine nei dintorni sono abbastanza deludenti, perciò dopo qualche ora torniamo sconfitti al villaggio. Nel baratro della disperazione decidiamo di dare una nuova possibilità allo spettacolo serale. Il pubblico viene diviso in due gruppi Angeli e Diavoli, non so cosa si aspettino che io faccia, ma una cosa è certa, non lo farò. Si da inizio alle danze! Via con gli indovinelli, il mimo il gioco di abilità… io sono nel gruppo gli Angeli, è evidente che non mi conoscono, comunque perdiamo rovinosamente, sono devastata, ero certa che il sostegno divino ci avrebbe aiutato, peccato ci rifaremo domani con la gara di rutti! Scherzo… o forse no. La serata si conclude con le barzellette raccontate dai bambini presenti tra il pubblico, a parte la percentuale inquietante di storielle sconce e volgari, la ciliegina sulla torta è il presentatore, che un po’ Bonolis, un po’ Bombolo fa una piccola intervista ad ogni bambino parlando con un finto accento tedesco e pensando che questa trovata sia una cosa esilarante per chi lo ascolta.
Da questa ennesima kermesse serale escono soddisfatte solo le bambine che fanno parte della mia comitiva, dopo essersi scatenate con la baby dance ad inizio serata, si sono addormentate ignare di quello che accadeva intorno a loro…beata innocenza!


Parti dal primo giorno: l'arrivo e prosegui sin qui.
                                                                                                                                                                 Continua il prossimo mese....

Se consideri questo post interessante scrivi un commento, vota le stelline e clicca mi piace!  

Nessun commento:

Posta un commento