MENU

K-HOME | KIROLANDIA | KIRI | REGOLAMENTO | CONTATTI  | corrente culturale | frida.artes | cookie law
Kirosegnaliamo | Kiroalmanacco | Kirosegnaliamo
K-NEWS |FOTO | RACCONTI | POESIE | DISEGNI/PITTURE | PALCOSCENICO | MUSICA | ARTE | CINEMA | LIBRI | COSTUME/SOCIETA' | SCIENZE/NATURA | VIDEO
IppoKiro PutzoKiro MayaKira LoveKira ManuKira AttiroKira VolpocaKiro MireKira Krouge VeraKira

giovedì 17 aprile 2014

LA GUERRA DELLE MICRO MACCHINE

autore:  Sara Saurini (AttiroKira) 
Kiroflessioni 

racconti 
costume e società





Frizione, -accelleratore-, freno… 
Frizione, -accelleratore-, freno…
Frizione, -accelleratore-, freno…

Grande raccordo anulare, ore 8.45 ripeto gli stessi gesti in un loop snervante.

Non mi è mai piaciuto molto guidare, per anni sono venuta a Roma con i mezzi pubblici, mi trovavo bene nella grande marea dei pendolari, certo la puntualità era una chimera, la pulizia di mezzi e persone una vana speranza, ma ho conosciuto tante persone, letto tanti libri, ascoltato buona musica o semplicemente dormito. Purtroppo  la sede del mio lavoro si è spostata dal centro verso le “colonne di Ercole” di Roma, un luogo dove le fermate di autobus, treni e metro sono poche, pochi sono gli avventori che ne fanno uso e spesso presi dallo sconforto si danno all’autostoppismo.

Insomma, “parto” malissimo, sono una forzata della macchina che per di più guida principalmente nell’assurdo traffico di Roma, una specie di girone infernale senza regole ed orari.

In questi ultimi tre anni ne ho viste tante, il pulmino di suore in panne con il motociclista tutto tatuaggi che cerca  il guasto, la signora anziana che tampona uno scooter fermo e vuole avere ragione, allagamenti, neve, addirittura giornate senza traffico… e nulla di tutto ciò tendenzialmente mi scuote più di tanto, mi metto in fila, ascolto la radio, in caso di traffico estremo metto anche smalto e trucco, insomma, mi adatto e resisto… tollero tutto… tranne… le micro macchine che, sparse come infiniti virus si aggirano per le strade, sopra i marciapiedi, svicolano e sgusciano ovunque, si incastrano in ogni dove, fastidiose e imbarazzanti come il prosciutto crudo fra i denti… e non c’è vigile interdentale che ci possa salvare!

A sentire i proprietari questi trabiccoli infernali sono comodi e pratici, certo, per loro!

Provate ad immettervi su una corsia a traffico intenso del GRA con una macchina normale e guardatevi intorno, vi accorgerete che un gregge di micro macchine vi circonda tagliandovi la strada nei modi più disparati, camminando in parte sulla corsia d’emergenza  e a volte addirittura perpendicolarmente rispetto alla strada. Se la tua velocità di crociera non gli è gradita ti lampeggiano e ti tartassano fino a quando non cambi corsia, anche se sei alla guida di una Porsche,  più di qualche volta sono stata tentata di inchiodare solo per togliermi la soddisfazione di vedere il conducente soffocare tra gli air bag.

E come ignorare la sosta selvaggia che viene praticata da chi possiede questi veicoli! Puntualmente quando sono alla ricerca di un parcheggio e mi sembra di scorgerne uno vuoto all’orizzonte è occupato da una di queste lattine ambulanti, ma tutto sommato finché è un posto regolare posso soprassedere, ma chi compra questo genere di macchine o, non sa parcheggiare o  comunque, vuole farlo con poca fatica, così le si può trovare ovunque! La settimana scorsa i secchioni della riciclata sotto casa mia erano praticamente circondati… e se avessi sfondato il lunotto posteriore di una di quelle macc#@! per infilare le mie bottiglie di plastica ben schiacciate e i miei giornali già letti, la vandala sarei stata io… da non crederci!

Siamo in piena guerra! Tra poco i conducenti di queste lattine cominceranno a non scendere più nemmeno per fare le cose più banali e così troveremo micro macchine in fila alla posta, a prendere il caffè al bar, o in palestra a fare pilates!

Per quanto mi riguarda io ho iniziato a combattere, domani comincio dal fustino su quattro ruote della mia vicina di casa, pare sia particolarmente affezionata al cassonetto del vetro, e io ho così tante bottiglie da riciclare…





Se consideri questo post interessante scrivi un commento e/o clicca mi piace!!!    

Nessun commento:

Posta un commento