MENU

K-HOME | KIROLANDIA | KIRI | REGOLAMENTO | CONTATTI  | corrente culturale | fridaartes | privacy e cookie
Kirosegnaliamo | Kiroalmanacco | Kirosegnaliamo
K-NEWS |FOTO | RACCONTI | POESIE | DISEGNI/PITTURE | PALCOSCENICO | MUSICA | ARTE | CINEMA | LIBRI | COSTUME/SOCIETA' | SCIENZE/NATURA | VIDEO
IppoKiro PutzoKiro MayaKira ManuKira AttiroKira VolpocaKiro MireKira Krouge VeraKira CeresKira

martedì 24 marzo 2020

KIROSEGNALIAMO #iorestoacasa dal 24 al 30 marzo 2020

K-news
Kiri,  non ci fermiamo e non ci fermeremo nemmeno ora e per questo facciamo proseguire ancora le KIROSEGNALAZIONI di KIROLANDIA blog di cooperazione dell'omonima corrente culturale nella versione #IORESTOACASA.

Abbracciamo fortissimo tutti i teatri, i musei, le sale espositive, i cinema, i tantissimi luoghi di intrattenimento... con loro i direttori artistici, gli organizzatori, gli amministratori, tutto lo staff... gli attori, i registi, i musicisti, i danzatori, gli scrittori, i pittori... le case discografiche, le case di produzione, di distribuzione, le case editrici... e con loro tutti gli uffici stampa... insomma chiunque lavora ed è connesso al mondo dell'arte e della cultura.

Purtroppo ora c'è uno stop ma sappiate che noi tutti aspettiamo che ogni cosa ritorni alla normalità e noi di Kirolandia vi aspettiamo, come siamo soliti fare, con un immenso sorriso.

Per dare un segnale di continuità e di positività in questo difficilissimo momento storico in cui il Covid-19 ci costringe a casa, perché a casa dobbiamo stare tutti,  Kirolandia ha deciso di dare spazio alle iniziative che possono essere fruite restando a casa #iorestoacasa.

Quindi si prosegue con i suggerimenti selezionati sulla base delle vostre importanti indicazioni ma anche sulla base delle nostre ricerche.

Chiunque vuole segnalarci un'iniziativa fruibile da casa, può farlo scrivendo alle nostre email kirolandia@gmail.com -  info@kirolandia.com  o anche attraverso tutti i canali che già conoscete e le varie chat Messenger, Instagram, Twitter, Linkedin, ovunque... scriveteci, spiegateci cosa state facendo per creare intrattenimento che si può seguire comodamente dal divano di casa, mandateci un'immagine se l'avete e provvederemo a dare voce alle vostre iniziative.

Ricordate che i suggerimenti di Kirolandia sono sempre doppi e se servirà non saranno solo qui nel blog ma anche attraverso le KIROSOCIALNEWS  lanci direttamente dai nostri social:  Facebook, Twitter e Linkedin.

Al momento la nostra trasmissione radiofonica, "#doyoudream kirolandia on air" sulla webradio Radio Godot,  è ferma e con essa anche  il KIROEVENTO DA SOGNO della settimana, ma riprenderemo presto.

Seguite gli hashtag #kirosegnalazioni   #kirosocialnews e scoprirete iniziative per allietare le vostre permanenze casalinghe i Kiri di KIROLANDIA® sono con voi anche se rimanete a casa!!!

Dunque ecco per sognare sempre con voi, soprattutto adesso...


TEATRO VIRTUALE

PROSEGUONO...

LO CUNTO DE LI CUNTI
Tutti i giorni

LO CUNTO DE LI CUNTI
nella città di Napoli durante la terribile pandemia dell’a.d. 2020
a cura di
Mariano Bauduin
con
The Beggars’ Theatre e Gli Alberi di Canto Teatro

Cuntisti: Mariano Bauduin, Mario Brancaccio, Virgilio Brancaccio, Giuliana Carbone, Elisabetta D’Acunzo, Sergio del Prete, Fabio Di Gesto, Chiara di Girolamo, Francesca Fedeli, Renata Fusco, Lello Giulivo, Ernesto Lama, Fortuna Liguori, Matteo Mauriello, Antonella Morea, Francesca Morgante, Maurizio Murano, Maria Claudia Pesapane, Paolo Romano, Anna Spagnuolo, Patrizia Spinosi, Fausta Vetere, Enrico Vicinanza

Video realizzati da Pasquale Caso – Ambra Proietti
Regia e ideazione Mariano Bauduin

Partirà sabato 14 marzo il progetto digitale di Mariano Bauduin dedicato al Pentamerone di Giovan Battista Basile dal titolo “Lo cunto de li cunti – nella città di Napoli durante la terribile pandemia dell’a.d. 2020”.

L’idea è quella di realizzare con i mezzi a disposizione di ognuno dei cuntisti (smartphone, tablet, telecamere) dei video racconti dell’intero Cunto de li cunti. Ogni video durerà circa venti minuti, con musiche legate al repertorio della tradizione campana - composto da villanelle, moresche, canti a distesa e carnevaleschi - che ha caratterizzato la carriera di tutti i partecipanti, in Italia e nel mondo. I video, uno al giorno come in un vero rito collettivo, saranno diffusi attraverso i canali social del The Beggars’ Theatre e faranno parte della programmazione culturale online dell’Assessorato alla Cultura e al Turismo del Comune di Napoli.

«Come il Cunto di Basile si ispirò a quel filone di centoni novellistici che partirono dall’esempio emblematico nel Decamerone di Boccaccio, Basile compone e raccoglie questi cunti del nostro bagaglio tradizionale campano – spiega Bauduin - Quindi mi è venuto alla mente il momento di condivisione dei giovani del decameronesco Boccaccio, che si incontrano nel periodo di peste a Firenze e traggono da un momento di grande drammaticità e criticità l’occasione per raccontarsi storie. In realtà questo è anche un modo per cercare di mantenere un legame con sé stessi, con la propria memoria, con la propria identità. Le favole hanno per propria natura questo rapporto con la metastoria, la sospensione del tempo in cui tutto è possibile: oggi, ieri e domani si fondono in un racconto che ci trascina nelle più profonde stanze del nostro subconscio».

Tra i cuntisti i membri della compagnia Gli Alberi di Canto Teatro e artisti che hanno collaborato con il Beggars’ Theatre di San Giovanni a Teduccio nelle ultime stagioni, che si alterneranno nell’interpretazione delle 49 favole: Mario Brancaccio, Virgilio Brancaccio, Giuliana Carbone, Elisabetta D’Acunzo, Sergio del Prete, Fabio Di Gesto, Chiara di Girolamo, Francesca Fedeli, Renata Fusco, Lello Giulivo, Ernesto Lama, Fortuna Liguori, Matteo Mauriello, Antonella Morea, Francesca Morgante, Maurizio Murano, Maria Claudia Pesapane, Paolo Romano, Anna Spagnuolo, Patrizia Spinosi, Fausta Vetere e  Enrico Vicinanza. Mariano Bauduin registrerà la cornice del Pentamerone, quindi l’introduzione e la conclusione dell’opera di Basile.

«È importante che Napoli, in questo momento di isolamento, mantenga salda la propria identità culturale e mi sembra doveroso esprimerla nella maniera più alta che la nostra letteratura ha prodotto, vale a dire il Pentamerone del Basile – conclude Bauduin - Il mio rapporto con Basile, come quello della mia compagnia e degli artisti che hanno collaborato con noi in tanti anni, è un rapporto importante in quanto trasmesso dal nostro Maestro, Roberto De Simone, che ce lo ha raccontato e tramandato in mille modi. Vogliamo condividere questa tradizione e lo facciamo con i mezzi che abbiamo a disposizione nella nostra quotidianità, telefonini e registrazioni molto semplici, ma realizzate con un profondo senso di collettività, condivisione e unione, in un momento in cui si rischia l’allontanamento e la divisione tra le persone».

NOTA
«Che il Cunto de li Cunti tragga la sua materia dalle fiabe popolari napoletane è ben risaputo; eppure il Cunto è anche una complessa opera letteraria, connotata da un raffinato e composito linguaggio. In essa Giambattista Basile seppe fondere l’autentico dialetto napoletano e le costruzioni sintattiche desunte dal Decamerone; seppe coniugare espressioni e locuzioni gergali, proverbiali, invettive plebee, con parodistiche metafore nel pomposo stile barocco dei suoi tempi; seppe bilanciare in geniale equilibrio altezze poetiche e basse scurrilità, linguaggio sublime e lazzi osceni, ciarlatanismo ed erudizione, spontaneità e sapienza letteraria, erotismo e sentimenti, latino notarile e sberleffo pulcinellesco, delirio donchisciottesco e balli di Sfessania, magia rinascimentale e mitologia popolare, con un orecchio a Boccaccio, agli umanisti, a Rabelais, al Marino, e l’altro ai quartieri di via Toledo, di Forcella, di Porta Capuana e di Piazza Mercato.
Nel Cunto è rilevante la componente teatrale, espressa con un sapiente dosaggio dei ritmi, con la forma delle narrazioni, dei dialoghi diretti;  componente realizzata appieno nei monologhi dei personaggi, il cui linguaggio sembra derivare direttamente dai repertori dei Comici dell’Arte. Ed a tale proposito le inevitabili associazioni con alcune espressioni e forme del linguaggio scespiriano fanno ipotizzare la circolazione orale di repertori carnevaleschi o della Commedia dell’Arte, di formulari comici e drammatici, cui largamente attinsero sia Basile sia Shakespeare». Mariano Bauduin

Facebook: @beggarstheatre
_________________________________________________________________________

LA GUERRA DI PAULINUZZU MILLARTI
Associazione Culturale Arte Mediterranea Teatro
Fino al 3 Aprile

Anche noi di Arte Mediterranea diciamo #IORESTOACASA.

Fino al 3 Aprile, in via del tutto eccezionale, sarà disponibile la versione integrale dello spettacolo "La Guerra di Paulinuzzu Millarti" premiato alla XIII 
e XIV edizione del Portopalo, Premio più a sud di Tunisi.

Occasione unica per chi non lo avesse ancora visto e per chi avesse voglia di rivedere lo spettacolo con #AndreaPuglisi e #BenedettaNicoletti.
Con la partecipazione di #FrancoSegnalatore e #SimoneZampaglione.

Aspettiamo tantissimi commenti e tante condivisioni. Restiamo in casa! 
Spettacolo Integralewww.youtube.com/watch?v=j7ceRANE2Wk&t=1849s
_________________________________________________________________________


Con aggiornamento!

TEATRO ELISEO in STREAMING
Sino al 3 Aprile

Continua il viaggio virtuale al Teatro Eliseo con la possibilità di vedere in streaming #videointegrali degli spettacoli teatrali di nostra produzione!

>>> Secondo SPETTACOLO
UNA TIGRE DEL BENGALA ALLO ZOO DI BAGHDAD
di Rajiv Joseph
con Luca Barbareschi
e con Denis Fasolo, Andrea Bosca, Marouane Zotti, Hossein Taheri, Sabrie Khamiss, Nadia Kibout
scene Massimiliano Nocente
costumi Andrea Viotti
luci Iuraj Saleri
musiche Marco Zurzolo
regista assistente Nicoletta Robello Bracciforti
il trucco e parrucco di Tigre è realizzato da Rocchetti & Rocchetti S.R.L.
regia Luca Barbareschi
produzione: Casanova Teatro – Teatro Eliseo
L’invasione americana del 2003 ha appena avuto luogo e Baghdad è devastata dalla guerra. Due marines americani sono stati messi a guardia di una tigre in uno zoo della città. Per ammazzare il tempo si raccontano le esperienze avute nella guerra. In realtà quel terribile conflitto è vissuto da loro come un cruento video game.
Dallo zoo sono da poco fuggiti tutti i leoni che, sicuri di poter raggiungere la libertà perduta, sono andati invece incontro alla loro morte. I soldati non hanno esitato a sparare uccidendoli tutti non appena sono riusciti a uscire dalle gabbie. La tigre, rimasta saggiamente nella sua prigione, è preda anche lei dei ricordi e non riesce a darsi pace né comprendere come ha potuto una sua debolezza – quella prediletta: il cibo – renderla vittima di un’imboscata, quando dopo aver mangiato un boccone succulento, ma pieno di sonnifero, si è risvegliata a migliaia di chilometri di distanza imprigionata in uno zoo.

UNA TIGRE DEL BENGALA ALLO ZOO DI BAGHDAD: https://youtu.be/IkvFKboJyPA

---
>>> Primo SPETTACOLO
IL DISCORSO DEL RE
di David Seidler
con Luca Barbareschi, Filippo Dini, Astrid Meloni, Chiara Claudi, Roberto Mantovani, Mauro Santopietro, Ruggero Cara, Giancarlo Previati
regia Luca Barbareschi
produzione esecutiva Daniela Piccolo
fotografia Iuraj Saleri
musiche Marco Zurzolo
scenografia Massimiliano Nocente
costumi Andrea Viotti
produzione Teatro Eliseo - Casanova Multimedia
Nella Londra a cavallo tra gli anni '20 e '30, Albert Frederick Arthur George Windsor, sale sul trono con il nome di Giorgio VI. Uomo insicuro e affetto da una balbuzie invalidante si trova ad affrontare imbarazzanti discorsi pubblici cui era tenuto. In più, Giorgio VI si trovava a essere la voce del e per il popolo britannico in un momento difficile della storia, alla vigilia del secondo conflitto mondiale. Ma che voce poteva essere o quale guida per il popolo? Così venne portato dalla moglie in visita dal logopedista australiano Lionel Logue, dai metodi anticonformisti, capace di sondare le anime e di medicarle, attore mancato per eccessiva enfasi, insegnò al Duca di York come superare l’incubo di parlare in pubblico. Logue pretese subito il “tu” dal reale e sottopose il futuro re ad una cura che attingendo al laboratorio teatrale quanto alla seduta psicanalitica gli permise di salire sul trono.

IL DISCORSO DEL RE:  https://bit.ly/2IQFpv1
_________________________________________________________________________
LETTURE  SUL WEB

NOVITÀ

CECITÀ DI JOSÈ SARAMAGO LETTO  DA PROFIRIO RUBIROSA
Mercoledì 25 Marzo a partire dalle ore 13.00

PORFIRIO RUBIROSA TENTA LA LETTURA DA RECORD CON “CECITÀ” DI JOSÈ SARAMAGO

IL PERFORMER DADAISTA VENEZIANO SI CIMENTERÀ NELL’IMPRESA, MAI TENTATA PRIMA D’ORA, DI
LEGGERE IN DIRETTA STREAMING PER INTERO E SENZA INTERRUZIONI, IL NOTO ROMANZO DELLO

SCRITTORE PREMIO NOBEL

In piena quarantena, con tutte le restrizioni del caso e la necessità per gli artisti di battere nuove strade espressive, non poteva non arrivare anche l’ennesima trovata di PORFIRIO RUBIROSA, artista dadaista non nuovo a performance capaci di far parlare di sé. Mercoledì 25 marzo, a partire dalle 13, l’istrionico cantautore si cimenterà infatti nella lettura tutta d’un fiato – dalla prima all’ultima pagina – del romanzo CECITÀ, capolavoro dello scrittore portoghese premio Nobel per la letteratura Josè Saramago pubblicato nel 1995. L’evento, organizzato in collaborazione con la factory artistica ISOLA TOBIA LABEL, la COOPERATIVA ESIBIRSI e il MEETING DEGLI INDIPENDENTI (MEI) – questi ultimi due impegnati in queste settimane sul fronte del riconoscimento di un contributo da parte dello Stato anche per i lavoratori dello spettacolo – verrà
trasmesso in diretta streaming sulle pagine Facebook ufficiali di Porfirio Rubirosa (www.facebook.com/porfiriorubirosaofficial), Isola Tobia Label (www.facebook.com/isolatobialabel) e della società cooperativa Esibirsi (www.facebook.com/coopesibirsi).

La scelta del romanzo CECITÀ, uno dei vertici dell’opera di Saramago, non è casuale. “Artisticamente parlando, CECITÀ è quanto di più attuale possa esserci nel difficilissimo momento in cui stiamo vivendo – spiega Porfirio Rubirosa – perché parla di epidemia, di paziente zero, e soprattutto racconta la quarantena.
Le conseguenze dell’isolamento e il cambiamento delle abitudini e del proprio stile di vita. Racconta del mutamento delle relazioni sociali e delle reazioni dell’uomo”.
“È una prova durissima – precisa poi a proposito della decisione di leggere il romanzo tutto di seguito – ma lo è anche rimanere isolati ed in quarantena. Lo sforzo da me profuso non sarà affatto diverso da quelli che tutti noi facciamo ogni giorno, in queste giornate interminabili. E spero che possa essere anche l’occasione non solo per un’insolita forma di svago per coloro che vorranno assistere per intero o solo in parte, ma pure
un’occasione per riflettere sulle pericolose conseguenze di un isolamento. Sulla possibile deriva, anche violenta, che dobbiamo evitare se vogliamo continuare a conservare, seppur in una situazione estrema, la nostra umanità. Come d’altra parte ci ha insegnato Primo Levi nel suo SE QUESTO È UN UOMO”.

Riferimenti artista:
Facebook: www.facebook.com/porfiriorubirosaofficial
Instagram: www.instagram.com/ilcapodeidadaisti
YouTube: www.youtube.com/porfi60mdt
Sito web: www.porfiriorubirosa.it
_________________________________________________________________________

PROSEGUE...

SINNOMBRE TEATRO LETTURE
Tutte le sere, ore 19.30

SINNOMBRE Teatro, tutte le sere alle 19.30  vi presenta il progetto #iorestoacasa e leggo!

Dopo i primi appuntamenti con Gisella Cesari e Danilo Caino che ci hanno intrattenuto ieri sera e questa sera con le loro letture prime letture, proseguiranno nella settimana molti altri appuntamenti.

A tutti coloro che li stanno seguendo e che le li seguiranno la compagnia Sinnombre Teatro chiede suggerimenti e gradimenti attraverso commenti.

#sinnombreteatro #iorestoacasaaleggere

Di seguito i link che potete utilizzare per seguire la simpatica iniziativa di IO RESTO A CASA A LEGGERE di SINNOMBRE TEATRO

Facebook: www.facebook.com/watch/sinnombreteatro.ita
Youtube:  www.youtube.com/channel/UC4HHaCcLQA2Z7BZEQgobekg
Instagram: @Sin.nombreteatro
_________________________________________________________________________
MUSICA DAL VIVO ON LINE

PROSEGUONO...

ESIBIZIONI DAL VIVO DEGLI ARTISTI DI ISOLA TOBIA LABEL
Dal 12 Marzo al 2 Aprile, vari orari
SE NON PUOI ANDARE DALLA MUSICA, LA MUSICA VIENE DA TE... ECCO I CONCERTI IN QUARANTENA!

Undici esibizioni dal vivo che gli artisti di Isola Tobia Label terranno dalle loro abitazioni in diretta streaming per sentirci tutti più vicini
In questi tempi di distanze fisiche e isolamenti forzati, lasciamo che sia la musica a unirci tutti e a farci sentire meno soli! Nasce da qui l’idea dei Concerti in quarantena che, se vorrete, vi terranno compagnia con una serie di imperdibili appuntamenti… da casa. Gli artisti di Isola Tobia Label sono infatti già pronti a scaldare la voce e gli strumenti per regalarvi via streaming undici esibizioni in diretta live dalle loro abitazioni. Voi dovrete solo mettervi comodi, collegarvi alla nostra pagina Facebook www.facebook.com/isolatobialabel oppure alle pagine dei singoli artisti e mettere le vostre orecchie in modalità ascolto per un’ora circa di buona musica! Potrete così assaporare l’ampia varietà dei dischi del nostro chiosco in un’inedita versione e magari decidere di acquistare una copia fisica o digitale dei nostri album.

Quasi sempre è quando subiamo l’assenza di qualcosa che ne capiamo importanza e valore – spiega Carlo Mercadante, direttore artistico di Isola Tobia Label – dovendo, noi operatori dello spettacolo, patire un periodo di inattività forzata che ci colpirà duramente, ho la speranza che si possa affrontare una riflessione seria su quanto, per noi e per il pubblico, valga davvero la cultura. Mi piacerebbe che alla riapertura dei teatri gli artisti fossero i primi a riempire i posti presenziando ai concerti di altri artisti. Mi piacerebbe che chi fa musica smettesse di pubblicare solo link spotify e tornasse a promuovere dischi da vendere. E mi piacerebbe che la gente tornasse a dare valore a quelle canzoni che danno loro sorrisi, lacrime ed emozioni, incrementando il lavoro di chi opera nel campo della cultura. Che sia un’occasione per prendere coscienza. Insieme. Oltre scuderie e personalismi. Concerti in quarantena è questo – conclude infine – un piccolo gesto per dire che noi non vogliamo estinguerci e che abbiamo la volontà di tentare di aprire una discussione

Qui di seguito il calendario completo:
-         Giovedì 12 Marzo ore 19, concerto di Mizio Vilardi (www.facebook.com/MizioVilardiMusic)
-          Venerdì 13 Marzo ore 19, concerto di Jacopo Perosino (www.facebook.com/jacopoperosino)
-          Sabato 14 Marzo ore 21, concerto degli Skaperol (www.facebook.com/Skaperol)
-          Domenica 15 Marzo ore 19, concerto di Porfirio Rubirosa (www.facebook.com/porfiriorubirosamusic)
-          Venerdì 20 Marzo ore 19, concerto di Gerardo Tango (www.facebook.com/gerardo.tango.official)
-          Sabato 21 Marzo ore 19, concerto di hUMANOALIENO (www.facebook.com/hUMANOALIENO)
-          Domenica 22 Marzo ore 19, concerto di Liana Marino (www.facebook.com/lianamarino.music)
-          Venerdì 27 Marzo ore 19, concerto di Carlo Mercadante (www.facebook.com/ci.mercadante)
-          Sabato 28 Marzo ore 21, concerto di Saverio D’Andrea (www.facebook.com/Saverio.Dandrea)
-          Domenica 29 Marzo ore 19, concerto di Miriam Foresti (www.facebook.com/miriamforesti)
-          Giovedì 2 Aprile ore 20, concerto dei CubeLoose (www.facebook.com/CubeLoose)

Vi aspettiamo, #Nutriamolamusica insieme con coraggio ed entusiasmo!
_________________________________________________________________________
ARTE VIRTUALE
 NOVITÀ

#ARTEPIDEMIA L'Arte di stare a Casa
Quando vuoi

Parte la Campagna Sociale dedicata all'Arte al tempo del Covid-19
A cura di Riccardo Pirrone

ANCHE I PROTAGONISTI DEI QUADRI PIÙ FAMOSI RESTANO A CASA


Non c'è nessuna figura che scende dalla collina di Ekberg, sopra la città di Oslo, tra i toni accesi e disperati di Munch, così come rimarrà empio il


bicchiere d'assenzio di Degas, senza i solitari e soliti avventori del Cafè de la Nouvelle-Athènes, a Pigalle. E probabilmente staranno dormendo i nottambuli di Hopper, abituati alle strade deserte della notte, ancora increduli di vedere la stessa desolazione anche con la luce del giorno. Le passeggiate tra i campi di papaveri disegnati da Monet, sono ormai un ricordo e gli amanti, non si baciano più, ai piedi delle scale immaginate e dipinte da Hayez.

È l'arte nei giorni del Covid-19, raccolta ed esposta in rete da Riccardo Pirrone, il creativo reso celebre per le campagne a base di black humor, che hanno portato l'agenzia funebre Taffo Funeral Services, ad esser tra le pagine online più seguite dal popolo dei social network.
Nasce così #ARTEPIDEMIA - L'Arte di stare a Casa, la campagna sociale dedicata all'Arte al tempo del Coronavirus, che prende ispirazione dal fotografo e pittore Jose Manuel Ballester, che in passato aveva già svuotato capolavori dell'arte, da Leonardo Da Vinci a Sandro Botticelli. Pirrone ripropone l'idea, con la proposta di una campagna di real time marketing, producendo interventi grafici insieme al grafico Simone Putignano, su opere che creano nel pubblico riflessione e destabilizzazione, come testimoniano le centinaia di interazioni e condivisioni al suo post, ormai già virale.

Le opere di Edgar Degas, Claude Monet, Edvard Munch, Edward Hopper e Francesco Hayez, private delle figure umane protagoniste dei dipinti, diventano la grande metafora che racconta il mondo attuale, con città, bar e campagne deserte. I locali vuoti, le strade spettrali, i teatri privi di vita e i parchi più desolati nonostante il sole di primavera, sono le istantanee di una Italia mai vista prima, il cui senso di responsabilità della popolazione è sollecitato dalla riflessione e provocazione artistica di Pirrone, che ai propri followers sembra dire "anche i protagonisti dei quadri più famosi restano a casa". Una rivisitazione dal riso amaro, che diviene immediatamente un invito per i più capaci. Grazie all'hashtag #artepidemia , il pubblicitario invita grafici, creativi e artisti ad una call to action, un gioco utile anche per trascorrere con un pizzico di creatività le lunghe ore delle giornate in quarantena.

«Non è vero che questa epidemia sta tirando fuori il peggio di noi e non è vero neanche che sta tirando fuori il meglio di noi. Stare da soli a casa ci costringe ad essere noi stessi», afferma Riccardo Pirrone e continua dicendo, «Ci proviamo con i social a dipingerci per quello che vorremmo essere, a sognare, a divertirci e a interagire, ma quando si chiudono le App siamo costretti ad accettare che anche domani saremo soli con noi stessiÈ dura, ma lo facciamo per noi e anche per gli altri. Alla fine un pittore non è altri che una persona che sta sola, chiusa in casa, a mostrare se stesso. Se stesso nel mondo».

_________________________________________________________________________

Con aggiornamento!

CAMPIDOGLIO, #LACULTURAINCASA SU WEB E SOCIAL
Ecco gli appuntamenti digital nei Musei Civici e a Casa del Cinema fino al 30 marzo

Campidoglio, #laculturaincasa su web e social
Gli appuntamenti digital nei Musei Civici fino al 30 marzo. Al via il contest fotografico #Romaallafinestra, attività per bimbi e incontri virtuali con i 
curatori, archeologi e storici dell’arte.

Roma Capitale della cultura, aderendo alla campagna #iorestoacasa, prosegue le attività su web e social con il programma #laculturaincasa. Sono tantissimi gli appuntamenti, gli approfondimenti e i video che le istituzioni culturali di Roma Capitale mettono a disposizione online per tutti, per tutta Italia, in questo periodo. Il canale social @culturaroma darà aggiornamenti quotidiani con hashtag #laculturaincasa.

Di seguito gli appuntamenti digital promossi dall’Assessorato alla Crescita culturale - Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali nei MUSEI CIVICI dal 23 fino al 30 marzo.

Partirà la prossima settimana il contest fotografico #FinestresuRoma: tutti i cittadini potranno postare foto di ciò che vedono fuori dalle loro case. Nei giorni in cui l’emergenza sanitaria ci impone di restare a casa, tutti potranno condividere la loro vista di Roma. Un’occasione inusuale per andare alla scoperta di luoghi, storie, monumenti, a partire dalle immagini che ciascuno vede quotidianamente affacciandosi dalla finestra. Con questa iniziativa, realizzata da Roma Capitale, Assessorato alla Crescita culturale, Sovrintendenza Capitolina in collaborazione con Sapienza Università di Roma - Facoltà di Lettere e Filosofia (Corso di laurea in Storia dell’arte) e Master Digital Heritage. Cultural Communication Through Digital Technologies, si intende costruire un racconto collettivo di una Roma  come non è mai stata vista prima.

La settimana digital dei Musei Civici vedrà protagonista il Museo di Casal de' Pazzi, importante deposito pleistocenico ricco di reperti geologici, paleontologici ed archeologici che promuove il contest #Un mondo scomparso: i bambini potranno cimentarsi in un gioco alla scoperta dell’età pleistocenica, per imparare divertendosi. Basterà inviare dei disegni sul Pleistocene via e-mail all’indirizzo info@museocasaldepazzi.it oppure postarli sulla pagina Facebook del Museo. Chi ha avrà riportato più like vincerà un libro per bambini sulla preistoria. Il 30 marzo, in occasione del 5° compleanno del Museo di Casal de' Pazzi, è prevista una grande sorpresa virtuale per tutti. Tutte le informazioni su www.museocasaldepazzi.it

Sui canali social della Sovrintendenza Capitolina continua il racconto dei principali monumenti della città, descritti in maniera dettagliata e con tante curiosità inedite da archeologi e storici dell'arte sul sito. La prossima settimana, in particolare, saranno proposti i video sull’Acquedotto Traiano Paolo e sulla Privata Traiani Domus, una domus i cui resti sono conservati oltre 10 metri sotto il livello stradale, con il racconto dei luoghi a cura degli archeologi della Sovrintendenza.

In questo periodo di chiusura dei luoghi della cultura, si può - da casa con smartphone, tablet o pc - esplorare i Musei e i grandi capolavori che Roma custodisce. Sono cinque i tour virtuali dei Musei Civici: Musei Capitolini (
tourvirtuale.museicapitolini.org), Mercati di Traiano – Museo dei Fori Imperiali (tourvirtuale.mercatiditraiano.it), Museo dell’Ara Pacis (tourvirtuale.arapacis.it), Museo Napoleonico (tourvirtuale.museonapoleonico.it), Casino Nobile dei Musei di Villa Torlonia (tourvirtuale.museivillatorlonia.it). I tour virtuali sono fruibili da pc in lingua italiana e inglese e propongono una visita a tutto schermo delle sale e dei capolavori esposti. Cliccando sugli hotspot inseriti negli ambienti e navigando le mappe interattive, la visita si approfondisce con elementi di contesto come foto, video e testi.

Su www.museiincomuneroma.it si possono inoltre conoscere e approfondire le straordinarie collezioni conservate nei Musei Civici, navigando tra le pagine delle diverse sedi museali e scegliendo il percorso fotografico attraverso le sale o le collezioni. Le mostre in corso nei Musei Civici saranno presentate attraverso i social con brevi video realizzati dai curatori e con post che ne illustrano opere, temi, artisti e contesti, a cominciare da Canova. Eterna bellezza e C’era una volta Sergio Leone.

Inoltre il Sistema Musei Civici di Roma Capitale ha aderito ed è presente sulla piattaforma online 
www.google.com/artproject sviluppata dal Google Cultural Institute. Qui il pubblico di tutto il mondo può ammirare immagini ad alta risoluzione delle opere d'arte più importanti messe a disposizione dai musei partner dell'iniziativa. Sono presenti sulla piattaforma con circa 800 immagini ad alta risoluzione delle opere più significative delle loro collezioni: Musei Capitolini, Centrale Montemartini, Mercati di Traiano, Museo dell'Ara Pacis, Museo di Scultura Antica Giovanni Barracco, Museo della Civiltà Romana, Museo delle Mura, Museo di Roma, Museo Napoleonico, Casa Museo Alberto Moravia, Galleria d'Arte Moderna, Museo Carlo Bilotti, Museo Pietro Canonica, Museo di Roma in Trastevere, Musei di Villa Torlonia. Inoltre, per 12  musei è possibile anche visitare virtualmente le sale grazie alla tecnologia Street View che permette di muoversi a 360° e avvicinarsi alle opere, approfondendole con le schede di dettaglio. Facebook, Twitter e video sono integrati nella piattaforma, consentendo agli utenti di invitare i loro amici a vedere e discutere le loro opere preferite. Tra le altre funzioni a disposizione degli utenti, "Le mie Gallerie" permette di salvare viste specifiche delle opere d'arte selezionate e di costruire la propria galleria personale. L'attività proseguirà anche sui canali social dei Musei, da non perdere gli approfondimenti dei maggiori capolavori dei Musei Capitolini, del Museo di Roma e tanti altri: partendo dal racconto di un'opera, un fil rouge narrativo ci conduce in una visita virtuale dei nostri musei  tra artisti, opere, aneddoti e ricorrenze storiche. ​
_________________________________________________________________________


CINEMA NEL WEB

NOVITÀ

SHORT FILM HUNGRY BIRDS
In uscita on line il 24 Marzo
L’ATTORE GIOVANNI AREZZO PROTAGONISTA DI “HUNGRY BIRDS”
SHORT FILM SCRITTO E DIRETTO DAL FILM MAKER  RAFFAELE ROMANO, IN USCITA ONLINE IL 24 MARZO

E’ online da oggi, su YouTube, “Hungry Birds”, short film scritto e diretto dal film maker  Raffaele Romano, già vincitore del premio BEST INDIE SHORT al LOS ANGELES FILM AWARDS.
Protagonista l’eclettico e promettente attore e regista ragusano, Giovanni Arezzo, accanto al celebre Dominic Chianese ( indimenticabile Zio Junior de “I Sopranos” e Johnny Ola de “Il Padrino” pt.2) .

"Hungry birds",  girato e ambientato interamente a Londra , offre una potente riflessione sulle dinamiche economico-sociali della nostra società accostandole al comportamento dei piccioni, attraverso uno stile innovativo e riconoscibile.


Giovanni Arezzo, nell’intenso ruolo di un  clochard, rivela il suo eclettismo e la capacità di fondersi nelle storie e nelle scritture, come  ha più volte dimostrato in teatro, dove ha spesso dato voce a vicende e personaggi complessi e dalla forte personalità. Tra questi, Chet Baker, il più celebre trombettista bianco della storia della musica mondiale,  del quale tratteggia un ritratto sincero, sentito ed empatico, dell'uomo e dell'artista, del suo genio e della sua sregolatezza, in CHET!, monologo di cui è anche coregista con Laura Tornambene. Lo spettacolo, che ha debuttato nel 2018,  gira l’Italia da un anno, e sarebbe andato in scena in questi giorni al Teatro Due di Roma.

HUNGRY BIRDS
Written and Directed: Raffaele Romano
Starring: Dominic Chianese, Giovanni Arezzo
Dop: Richard Osborne
Sound mixer: James Tocher
1AD and Editor: Daniele Nania
Make up: Brooke Lee Davis
Costumes: Sarah Pollicita
Vfx Artist: Salvatore Lo Cascio
Music: Giovanni D’Allò
Sound Design: Vera Sorrentino
Production Assistant: Kira Dhaliwal
Producer: Raffaele e Giorgio Romano

“Hungry Birds” è visualizzabile  al link:  https://youtu.be/_rpJHE5wR5g
_________________________________________________________________________

PROSEGUE 

Con aggiornamento!

CAMPIDOGLIO, #LACULTURAINCASA SU WEB E SOCIAL
Gli appuntamenti digital di Casa del Cinema dal 23 al 30 marzo

Roma Capitale della cultura, aderendo alla campagna #iorestoacasa, prosegue le attività su web e social con il programma 
#laculturaincasa. Sono tantissimi gli appuntamenti, gli approfondimenti e i video che le istituzioni culturali di Roma Capitale mettono a disposizione online per tutti, per tutta Italia, in questo periodo. Il canale social @culturaroma darà aggiornamenti quotidiani con hashtag #laculturaincasa.

Di seguito gli appuntamenti digital a cura della Casa del Cinema

Lunedì 29 sarà inaugurato un nuovo spazio, in cui verrà riproposto, in collaborazione con CSC-Cineteca Nazionale, il meglio de “I lunedì della Cineteca” (si potrà rivedere l’incontro “Camilleri secondo Camilleri”, con Andrea Camilleri, Marco Bellocchio, Giancarlo Giannini, Carlo Verdone, Alfredo Baldi, Pif e Felice Laudadio). Proseguirà il dialogo a distanza con i suggerimenti e i consigli di Giorgio Gosetti nella rubrica “La cineteca del direttore” (il 25 e il 29 marzo). La Casa farà poi gli auguri a registi e attori che compiono gli anni nei prossimi giorni, proporrà citazioni famose nella rubrica “Domani è un altro giorno: le frasi più belle dai film” ma festeggerà anche l’anniversario di film importanti (il 28 marzo 1980 uscì nelle sale “La città delle donne” di Federico Fellini). E poi ancora “La parola al critico” (mercoledì 25 con Alberto Crespi e venerdì 28 con Antonio Monda), “I consigli di CdC”, con i nostri film del cuore, ma anche la proposta di “giocare” con il pubblico online attraverso piccoli quiz sul cinema da fare insieme. Il fine settimana sarà all’insegna di altre preziose pillole video che ci anticiperanno l’incontro del lunedì successivo con la Cineteca Nazionale.
_________________________________________________________________________
ATTIVITÀ e LETTURE BAMBINI ON LINE

NOVITÀ

TEATRO LE MASCHERE in streaming  
Dal 23 Marzo 2020
I prossimi si terranno lunedì 30 marzo e lunedì 6 e 13 aprile, sempre alle ore 15.00.

Sembra che questo brutto virus ci costringa ancora un bel po' a casa e, visto che siamo molto bravi e ligi, cerchiamo di organizzare il tempo dei nostri bambini...
Dal momento che non potete venire a Teatro, sarà il Teatro a venire da voi!!!
Infatti a partire da lunedì 23 marzo alle 15:00 alcuni dei nostri spettacoli del Teatro Le Maschere, saranno in streaming sulla nostra pagina Facebook https://www.facebook.com/teatrolemaschere/?ref=br_rs
Forse qualcuno lo avrete già visto, ma sicuramente ai bambini farà piacere rivederli (ricordate che i bambini amano risentire le stesse fiabe con le STESSE parole!!!).
Sarà un modo di passare un’oretta in compagnia dei nostri attori (che vogliamo ringraziare per il sostegno dato a quest'iniziativa).
I piccoli potranno prendere spunto dallo spettacolo per creare tutti i disegni che vorranno e li potrete inviare direttamente all'indirizzo mail seguente: comunicazione@teatrolemaschere.it
L’accesso naturalmente è totalmente gratuito.
In questo modo non vi dimenticherete del Teatro Le Maschere che, appena si potrà, vi accoglierà a braccia aperte!
Anche noi restiamo a casa!!!
Primo appuntamento

TRE OMINI NEL BOSCO dalla fiaba dei fratelli Grimm, testo di Franco Mescolini, regia di Gigi Palla, con Martina Carletti, Rodolfo Mantovani, Gabriella Praticò. I costumi sono di Carla Marchini e le scene di Giuseppe Convertini.

Un cantastorie accompagna il pubblico in un alternarsi di narrazione e azione attraverso il complesso percorso di crescita di una fanciulla narrato nel rispetto della ricca e tradizionale simbologia delle fiabe. Due sorellastre, una matrigna, un principe e tre misteriosi omini del bosco rappresentano gli elementi principali di una storia che tra metamorfosi, prodigi, oggetti magici e prove da superare conduce la protagonista al raggiungimento di un nuovo essere pronto ad affrontare le difficoltà dopo aver conquistato fiducia e coraggio
Note di regia di Gigi Palla
Tutti sanno quanta importanza possono avere le fiabe sull’animo del bambino, importanza non solo dal punto di vista del piacere che può dare ascoltarla, ma per un vero e proprio motivo pedagogico. Il bambino dai 5 ai 9/10 anni si identifica completamente con i personaggi della fiaba, vivendo i loro sentimenti operando una vera e propria “ginnastica” del sentimento, così dimenticata ma così salutare! È per tutto ciò che abbiamo scelto una favola dei Fratelli Grimm molto classica (buono, cattivo, elemento fantastico, giusta punizione ecc....) da mettere in scena nel modo più classico e rispettando non solo il testo ma anche i ... bambini. Anche se potrebbe sembrare superfluo sottolinearlo, la fiaba dei Tre Omini del Bosco, rimanda ad una ben più ampia riflessione sulla fatica, l’impegno che la vita, costantemente, ci richiede visto che assai di rado ci è dato di vivere in una condizione ottimale, vale a dire, priva delle difficoltà e dei pesanti condizionamenti determinati dalla nostra ed altrui immaturità. Anche nella cattiva sorte, tuttavia, la vita ci concederà sempre l’occasione di ripresa (quello che, nella fiaba è rappresentato dall’elemento magico) la possibilità di risolvere, attraverso l’accettazione di alcune prove, di volta in volta, i problemi ......c’est le vie.....
Durata 1 ora
Età 3/8 anni

Facebook:  https://www.facebook.com/teatrolemaschere/?ref=br_rs
_________________________________________________________________________

PROSEGUONO...

Con aggiornamento!

RESTO A CASA CON LE FIABE
Secondo video on line su youtube

SECONDA FIABA
“Le due vecchine” di Annabella Aurora Calabrese e Daniele Esposito
Regia di Annabella Calabrese
Con Letizia Buchini, Annabella Calabrese, Giovanna Cappuccio, Rossella RossyRox Celati, Andrea Ferrara, Roberto Giannuzzi, Irena , Chiara Lauretii, Maria Marra e Cristian Moriconi
Montaggio Daniele Esposito
Il primo video della serie è visualizzabile al link: https://www.youtube.com/watch?v=HAvaSOcro-0
---

PRIMA VIDEO
“Gatta Cenerentola e la maledizione della rima” di Annabella Calabrese e Daniele Esposito
Regia di Annabella Calabrese

Con Annabella Calabrese, Giovanna Cappuccio, Rossella Celati, Andrea Ferrara, Roberto Giannuzzi, Irena Goloubeva, Chiara Laureti e Maria Marra
Montaggio Daniele Esposito

“Resto a casa con le fiabe” è un progetto ideato da Annabella Calabrese e dalla compagnia “Le chat Noir” con l’intento di donare ai tanti bimbi a casa una piccola forma di intrattenimento.
Tutti i video sono delle versioni “teatralizzate” di fiabe di tradizione italiana e sono realizzati in conformità alle norme per il contenimento del Covid19. Attori, autori, regista e montatore hanno lavorato ciascuno dalla propria casa e prestando la loro opera gratuitamente per intrattenere grandi e piccini.
Il primo video della serie è “Gatta Cenerentola e la maledizione della rima”, una versione “video” della fiaba teatrale liberamente ispirata a “Lo cunto de li cunti” di Giambattista Basile, scritta da Annabella Calabrese e Daniele Esposito nell’ambito del progetto “Itinerario Giovani” finanziato dalla regione Lazio e andata in scena durante lo spettacolo “Le fiabe del Castello” al Castello di Santa Severa.
Il video è adatto a grandi e piccini e ha una durata di 18 minuti, in cui gli spettatori potranno godere di questo divertente esperimento tecnologico.

#noirestiamoacasaconlefiabe
#andrátuttobene❤

Il primo video della serie è visualizzabile al link: https://youtu.be/0tqBwrcE_6I
_________________________________________________________________________

Con aggiornamento!

TECHNOTOWN VA SUL WEB
Sino al 29 Marzo  - Ogni giorno il calendario è pubblicato sul sito

@Home, on line nuove sfide creative per bambini e famiglie dal 24 al 29 marzo 2020
140 squadre hanno partecipato alle attività della prima settimana.
I vincitori sono inclusi nella Hall of Fame sul sito

Ripartono da oggi pomeriggio nuove sfide creative, ludiche, didattiche e scientifiche a distanza con Techno@Home, l’iniziativa dedicata a bambini e ragazzi promossa da Technotownlo spazio per bambini e ragazzi dedicato alla creatività e alla scienza dell’Assessorato alla Persona, Scuola e Comunità Solidale di Roma Capitale, con l’organizzazione di Zètema Progetto Cultura.

Dal 18 marzo ad oggi hanno partecipato 140 squadre, tra singoli e famiglie, che si sono cimentate in sfide come LegoCreationsAsciugamani d’AutoreLenzuoloStyle e Art@Home. Sul sito di Technotown sono già pubblicati i vincitori delle sfide della scorsa settimana, insieme alle nuove attività proposte da oggi fino a domenica, con cui mettere in gioco la propria fantasia, logica e creatività.

Per partecipare basta collegarsi al sito di Technotown www.technotown.it e scegliere una delle sfide in calendario. Per quelle in partenza viene mostrato un apposito countdown, così che tutti possano collegarsi alla stessa ora e iniziare la sfida. Scaduto il tempo a disposizione, ogni squadra potrà mandare la foto della propria creazione all’indirizzo e-mail lab@technotown.it e ottenere così un primo punteggio. Ad ogni attività verrà assegnato un punteggio per entrare nella Hall of Fame, la pagina del sito dedicata ai vincitori. Il punteggio iniziale potrà essere incrementato con altri extrapunti in base ai like che le foto delle proprie creazioni riceveranno sui canali social Facebook, Instagram e Twitter di Technotown.

Sugli stessi canali social, inoltre, verranno postati approfondimenti, brevi tutorial e livestreaming per realizzare delle cose insieme. Ci saranno poi diverse rubriche come quella, ad esempio, che racconta la storia degli Innovatori, di uomini e donne che hanno reso importante il nostro Paese nel mondo con la loro genialità.

I risultati di questa prima parte di programmazione confermano una tendenza alla partecipazione collettiva delle famiglie e una crescente fidelizzazione alle attività lanciate, di volta in volta, tramite i canali web e social di Technotown.

Dal 18 marzo ad oggi il sito web di Technotown ha registrato più di 7200 contatti, di cui l’80% da parte di nuovi utenti. La maggior parte è risultata proveniente dall’area italiana con una forte predominanza di Roma, ma ci sono stati anche utenti da Milano e dalle aree di Bari, Firenze, Napoli e Torino, oltre a 70 accessi dagli Stati Uniti e altri ancora da Spagna, Germania, Svizzera, Francia, Olanda e Ucraina.

Attraverso una fruizione nuova, innovativa ed interattiva delle sue attività, sfruttando il sito web e i social, Technotown ha voluto offrire ai bambini, ma anche a un pubblico di tutte le età, momenti quotidiani di svago e divertimento creativo, occasioni di collaborazione e condivisione in famiglia o a distanza. Sono molte infatti le interazioni di nonni, parenti e amici, che entrano attivamente nel gioco o che commentano, votano e giudicano le creazioni di amici, nipoti o parenti distanti.

Attività proposte dal 24 al 29 marzo:
LEGOCREATIONS – I concorrenti si sfideranno a ricostruire con i classici mattoncini Lego alcuni oggetti che hanno fatto la storia della tecnologia e che oggi non esistono più.
ART@HOME – Gli sfidanti riprodurranno con qualsiasi materiale e senza limite alla creatività, alcune opere conservate nei Musei Civici.
LENZUOLOSTYLE – Attraverso l’utilizzo di un lenzuolo i partecipanti dovranno ricreare capi di abbigliamento che hanno fatto la storia della moda internazionale. Attraverso questo anche le nuove generazioni potranno scoprire come ci si vestiva e cosa si amava indossare in passato.
ASCIUGAMANI D’AUTORE – Attraverso il solo utilizzo di asciugamani, i concorrenti dovranno ricostruire le locandine di alcuni tra i film più importanti della storia del cinema internazionale.

In questa settimana si aggiungeranno 2 nuove sfide:
PAESAGGI SONORI – Ascoltando una traccia audio ci sfideremo a riconoscere il maggior numero possibile di suoni della nostra vita di tutti i giorni.
INVENZIONI, TECNOLOGIE, OPERE D’ARTE – Una versione riveduta e corretta del classico gioco “Nomi, cose e città” dove gli utenti si sfideranno a trovare oggetti divisi per categoria partendo da una lettera iniziale. Dovranno scrivere le parole non su un foglio ma componendo le lettere con quello che troveranno in casa.

Per il progetto Techno@Home
www.technotown.it - lab@technotown.it
Facebook: @Technotown - Ludoteca a Villa Torlonia
Twitter: @technotownroma
Instagram: @technotownroma

TECHNOTOWN
Via Lazzaro Spallanzani, 1/a (Villino Medioevale - Villa Torlonia)
_________________________________________________________________________
FESTIVAL NEL WEB
PROSEGUE...

RESTIAMO A CASA LIVE
Da lunedì 16 marzo tutti i giorni alle ore 15.00  in diretta dai social un appuntamento con un artista.

RESTIAMO A CASA LIVE - ASPETTANDO ARTE PER LA LIBERTÀ”: OGNI GIORNO ALLE 15 UN ARTISTA DEL FESTIVAL IN DIRETTA SOCIAL

A partire da lunedì 16 marzo tutti i giorni alle ore 15 in diretta dai social un appuntamento con un artista.

È questa l’iniziativa promossa da “Arte per la Libertà, il festival della creatività per i diritti umani”, nato dall’unione di “Voci per la Libertà – Una canzone per Amnesty” e “DeltArte – il Delta della Creatività”, un’anima più musicale e una più artistica. Il festival avrebbe dovuto prendere avvio a fine marzo, come sempre in provincia di Rovigo, ma è stato rimandato a causa della situazione sanitaria nazionale.

Aderendo con convinzione alla campagna #iorestoacasa nasce così il minifestival on line “Restiamo a casa Live - Aspettando Arte per la Libertà”: #restiamoacasalive. Con un pensiero anche a chi a casa non ci può stare perché una casa non ce l'ha: #vorreirestareacasa. Un tema forte che incrocia diritto alla salute e diritto all'alloggio.

“Restiamo a casa Live - Aspettando Arte per la Libertà” ha un calendario giornaliero che propone performance in diretta streaming sui social network legati al festival. Perché, come affermano Michele Lionello e Melania Ruggini, i due direttori artistici, “il nostro festival, e in più in generale la cultura del nostro Paese, non deve fermarsi proprio ora e deve innanzitutto cercare di regalare emozioni autentiche e momenti di spensieratezza a tutti.”

Ogni giorno dai profili social (Facebook, Instagram e Twitter) di Arte per la Libertà,Voci per la Libertà e Deltarte, si collegheranno musicisti, cantanti, street artist, pittori e pittrici, attori e attrici, per condividere un pezzo del loro tempo ed esprimersi nel loro linguaggio artistico.
Il primo appuntamento è con il Portavoce di Amnesty International Italia, Riccardo Noury, che parlerà del rapporto tra arte e diritti umani e del profondo legame tra “Voci per la libertà” ed Amnesty International; a seguire alcuni degli artisti che negli ultimi anni sono stati protagonisti del festival. La prima settimana sarà tutta al femminile con Chiara Patronella, Carolì. Eleonora Betti, Jessica Ferro, Elisa Erin Bonomo ed Alessandra Carloni.
Nella seconda settimana Carlo Valente, Grace N kaos, Violetta Carpino, Marco Cortesi, Marmaja, Centocanesio e Michele Mud. A seguire altri artisti per uscire dalla quarantena e ricominciare ad incontrarsi.

Tutti i giorni alle ore 15.00 in diretta su: 
www.facebook.com/arteperlaliberta/ - www.facebook.com/vocixlaliberta - www.facebook.com/Deltarte/
www.instagram.com/vociperlaliberta/ - www.instagram.com/deltarte/ https://twitter.com/vocixlaliberta - https://twitter.com/DeltArte

CALENDARIO DELLE PRIME DUE SETTIMANE
Lunedì 16 Marzo – Riccardo Noury – Portavoce Amnesty International Italia
Martedì 17 Marzo - Chiara Patronella – Musicista
Mercoledì 18 Marzo – Carolì – Street artist
Giovedì 19 Marzo - Eleonora Betti - Musicista
Venerdì 20 Marzo – Jessica Ferro - Street artist
Sabato 21 Marzo - Elisa Erin Bonomo - Musicista
Domenica 22 Marzo - Alessandra Carloni - Street artist
Lunedì 23 Marzo – Carlo Valente – Musicista
Martedì 24 Marzo – Gianluca dei Grace N kaos – Musicista
Mercoledì 25 Marzo – Violetta Carpino – Street artist
Giovedì 26 Marzo – Marco Cortesi - Attore
Venerdì 27 Marzo – Guido e Jacopo dei Marmaja – Musicista
Sabato 28 Marzo - Centocanesio - Street artist
Domenica 29 Marzo – Michele Mud – Musicista
_________________________________________________________________________
USCITE  e  PRESENTAZIONI LIBRI ON LINE

PROSEGUONO...

PRMAVERA EDITORIALE:
IL ROMANZO DI FORMAZIONE DI CLAUDIO PROIETTI
Il libro acquistabile online, sia nella versione cartacea sia e-book.
In giornate in cui il governo ci invita a rimanere in casa, la lettura diviene il migliore viatico per affrontare il periodo di quarantena imposto e riuscire a svagare con la mente. Tra le novità editoriali più interessanti c’è “Isìra storia di una donna che fiorisce, il nuovo romanzo di Claudio Proietti, scrittore, autore teatrale e regista di cortometraggi.

La vicenda di Isìra ha le caratteristiche del Bildungsroman, il "romanzo di formazione", segue il percorso di crescita della giovanissima protagonista, attraverso le sue emozioni, passioni, dolori e continue scoperte tra molteplici indizi. Scrive Proietti: “Isìra ha negli occhi una stella luminosissima e il coraggio di un cerbiatto che fugge”. La sua è una formazione che ha i tratti della trasformazione, in un percorso prima di smarrimento e poi di scoperta di sé. Da bruco Isìra, nel suo cammino, si tramuta in una splendida farfalla pronta a spiccare il volo.

Isìra storia di una donna che fiorisce” è anche la narrazione di un amore protettivo, sviscerato e incondizionato, il racconto di “anime danzanti” che si ritrovano in una vita ancora tutta da scoprire.

Racconta l’autore: “Volevo uscire in primavera. Non c’è momento migliore per far nascere un libro che ha per sottotitolo: Storia di una donna che fiorisce! Questa avventura è stata la mia fioritura e spero che sia anche quella di ogni anima che avrà la bontà di perdersi/ritrovarsi nelle mie pagine”
Si invita così il lettore ad intraprendere con la giovane protagonista lo stesso percorso di accettazione e perdono di sé, per scoprire la propria anima e apprendere i doni che si possiedono senza saperlo.
Il libro è ordinabile in tutte le librerie ma, in questi giorni di chiusura degli esercizi commerciali lo si può acquistare online, sia nella versione cartacea sia e-book. Tra l’altro disponibile su Amazon con spedizione prime.

Claudio Proietti è nato a Roma nel 1973. Allievo dello sceneggiatore Leo Benvenuti (“Amici miei” di Mario Monicelli, “C’era una volta in America” di Sergio Leone, “Compagni di scuola” di Carlo Verdone) è autore di diverse commedie teatrali: “E tu sei bellissima”, “Meglio zitelle!”, “Da domani ti amo”, “Tutto per tutti”, “Tre anime in sala d’attesa”, “Papà povero papa!”. Produttore, regista e autore di cortometraggi, nel 2014 ha pubblicato il libro dal titolo Ho due storie per te (Armando Curcio Editore), e nel 2016 il libro per ragazzi L’incredibile storia di Casiamù (Edizioni Progetto Cultura) che è stato adottato da diverse scuole.
_________________________________________________________________________

BAR PAPA' 2
di Patrizio Cossa
Ultra Edizioni

BAR PAPA' 2
ALTRE STORIE MASCHIE
SEMPRE CORRETTE AL LATTE
il nuovo libro di Patrizio Cossa
Ultra Edizioni

È stato pubblicato lo scorso 12 marzo il nuovo libro di Patrizio Cossa: Bar Papà 2 - Altre Storie Maschie Sempre Corrette al Latte, Ultra Edizioni. Dopo il successo di Bar Papà – storie maschie corrette al latte.

In un momento in cui è vietato uscire di casa l'unico modo per raccontare le storie dei papà raccolte da Patrizio Cossa è on line. Alle ore 20.00 sulla pagina facebook  Bar Papà (https://www.facebook.com/barpapalive/)interverranno Diletta Parlangeli moderatrice dell'incontro, Pietro Sparacino stand up comedian, Marco Fagnani, Beppe Lamberto, entrambi Papà Blogger e tanti altri protagonisti delle storie raccontate, e non.

Il nuovo libro raccoglie venti storie di venti padri diversi, famosi e non, che affrontano ogni giorno la paternità con tutte le sue difficoltà, con le sue paure e le sue gioie.
Tra i papà intervistati: Michele La Ginestra, Fortunato Cerlino e Stefano Fresi.
Tantissime le emozioni che ne emergono. Dalla storia del papà che ha deciso di adottare un bambino; a quella del papà che ha scoperto di essere gay dopo la nascita del secondo figlio; quelle di un ragazzo diventato padre a 21 anni, età giovanissima in questo momento storico; fino ad arrivare alla storia del papà separato. E la diretta facebook verterà anche su questo argomento. Molti sono i papà che, ai tempi del coronavirus, non riescono a vedere i propri figli da giorni e non si sa ancora per quanto.Ascolteremo anche la loro storia e cosa sognano di fare non appena li riabbracceranno.

Perchè questo non è un bar qualunque.
È un bar dove i papà possono stare senza fretta.
È un bar dove i papà cambiano i figli senza problemi.
È un bar dove non siamo mammi ma semplicemente papà.
È passato un anno dall'apertura di Bar Papà e tante cose sono cambiate.
Non c'è più il tavolo degli scacchi, non c'è lo specchio grande, non c'è Mario col suo cavallo.
Ma ora c'è il tavolo da biliardino per il campionato padri-figli, c'è la cabina telefonica funzionante e ben due fasciatoi nel bagno degli uomini.
E poi ci sono le storie.
Attori, cantanti, scrittori, viaggiatori, sognatori, esploratori, sedentari...
Una volta è passata anche la morte con il figlio.
Qui ci sono storie di padri, storie di vita, storie di bar.
Benvenuti al Bar Papà

Bar Papà non è solo un libro. Bar Papà è molto di più. É un luogo di aggregazione, virtuale e non, dove i papà possono raccontarsi, dove possono ascoltare le storie degli altri e scambiarsi opinioni e paure, gioie e preoccupazioni. Senza nessun tipo di pregiudizio, senza la paura di sentirsi inadeguati, cercando di creare un clima di condivisione e di tranquillità che aiuta a crescere. Tutti insieme.

Pagina fb Bar Papà: www.facebook.com/barpapalive/
_________________________________________________________________________
PODCAST MUSICALI

PROSEGUE...

ONIDO (podcast) Only For The Clubbers
Una puntata al mese

Sonido è un progetto di podcast radiofonici che permette di conoscere tutte le nuove e le migliori tendenze dei club italiani e internazionali, quindi se 
siete appassionati del genere o semplici curiosi è il posto giusto!


Tutti i mesi una nuova puntata disponibile su iTunes e Spotify da ascoltare dove e quando si vuole dal proprio smartphone, tablet o pc.

Padrone di casa Riccardo di Lazzaro, da anni nel settore dei club e al timone di numerose serate di successo romane e non solo.

Nella prima puntata tanta musica, tra gli ospiti due producers di grande talento del panorama delle notti italiane Paggi&Costanzi, intervistati da Riccardo Di Lazzaro, i protagonisti hanno presentato due loro singoli Move Your Body e Una Palabra ripercorrendo tutte le tappe dagli esordi al prossimo futuro. Nella seconda puntata ospite Jude&Frank, nella terza Vanessa Mcalexander.

Per seguire tutti gli aggiornamenti, video backstage, costruzione delle puntate e anteprime esclusive, si può seguire il canale social Instagram di @sonido.official e per vincere le magliette direttamente il canale Instagram @riccardodilazzaro.

Sonido è anche interattivo, infatti è possibile inviare a: 
promo.sonidopodcast@gmail.com produzioni musicali inedite, i migliori progetti avranno l’opportunità di partecipare alla registrazione della puntata e presentare i propri progetti.
_________________________________________________________________________

 Segui sempre gli hashtag 
#kirosegnalazioni #kirosocialnews 
per rimanere informato 
sugli eventi da sogno della settimana #iorestoacasa...


Chiunque vuole segnalarci un'iniziativa fruibile da casa, può farlo scrivendo alle nostre email kirolandia@gmail.com -  info@kirolandia.com  o anche attraverso tutti i canali che già conoscete e le varie chat Messenger, Instagram, Twitter, Linkedin, ovunque... scriveteci, spiegateci cosa state facendo per creare intrattenimento che si può seguire comodamente dal divano di casa, mandateci un'immagine se l'avete e provvederemo a dare voce alle vostre iniziative.