MENU

K-HOME | KIROLANDIA | KIRI | REGOLAMENTO | CONTATTI  | corrente culturale | frida.artes | cookie law
Kirosegnaliamo | Kiroalmanacco | Kirosegnaliamo
K-NEWS |FOTO | RACCONTI | POESIE | DISEGNI/PITTURE | PALCOSCENICO | MUSICA | ARTE | CINEMA | LIBRI | COSTUME/SOCIETA' | SCIENZE/NATURA | VIDEO
IppoKiro PutzoKiro MayaKira LoveKira ManuKira AttiroKira VolpocaKiro MireKira Krouge

lunedì 18 settembre 2017

KIROSEGNALIAMO Settimana 18-24 Settembre 2017

K-news  



Kiri, continuano anche per questa nuova stagione,  le segnalazioni di Kirolandia blog di cooperazione dell'omonima corrente culturale.




Di settimana in settimana tanti suggerimenti tra teatro, musica, arte, libri e molti altri eventi  selezionati accuratamente sulla base delle vostre importanti indicazioni.



Dunque ecco per sognare con voi... 


TEATRO

DEBUTTI...

"IMPRO’"
Opening e Campionato Nazionale Professionisti

TEATRO SAN PAOLO -  Roma
dal 22 settembre 2017, ore 21.30
Venerdì 22 settembre Opening All Stars; venerdì 13 ottobre 1^semifinale; venerdì 3 novembre 2^semifinale; venerdì 1^ dicembre finale. 

Lo spettacolo d’Improvvisazione Teatrale più celebre, energico e divertente torna a Roma. Verbavolant, scuola romana d’Improvvisazione Teatrale e compagnia professionista, è orgogliosa di presentare la stagione 2017/18 con una grande Opening ed il campionato Nazionale Imprò.
Per quattro venerdì da settembre fino a dicembre al Teatro San Paolo improvvisatori provenienti da ogni parte d’Italia, suddivisi in squadre, si sfideranno a suon di battute, gag e storie di ogni genere in quello che è senza dubbio il format più celebre, la rappresentazione più adrenalinica dell’Improvvisazione teatrale, Imprò. Un rigido notaio veglierà sull’andamento della gara e cercherà di far saltare i nervi agli attori. Il pubblico, come sempre negli spettacoli d’Improvvisazione teatrale sarà il protagonista: deciderà i temi delle sfide e decreterà il vincitore.
Non c’è nessun copione, non c’è nulla di già preparato. Sul palco ci sarà la creatività, la fantasia e la sensibilità degli attori per costruire insieme una storia, una scena e per far ridere a crepapelle il pubblico. Questo è Imprò!

Venerdì 22 settembre la grande festa di apertura con un Imprò All Stars, poi dal 13 ottobre si inizierà a fare sul serio con la prima semifinale. Venerdì 3 novembre la seconda semifinale e venerdì 1 dicembre si giocherà la finale che decreterà la squadra vincitrice del Campionato.

Costo: biglietti al botteghino: 14 euro intero/ 10 ridotto - Online: 12 euro intero/ 8 ridotto - Abbonamento a due spettacoli: 20 euro 
Informazioni: acquiesta qui i tuoi biglietti-> http://www.verbavolant.roma.it/online-store - info@verbavolant.roma.it - 347.9439412
Indirizzo: viale di San Paolo, 190  - Roma
Sito di riferimento teatro: www.teatrosanpaolo.it
__________________________________________________________________________

Associazione del Teatro Patologico
"MEDEA"
di Euripide
organizzazione Valeria Gaveglia - ideato e diretto da DARIO D’AMBROSI

TEATRO QUIRINO -  Roma
23 e 24  settembre  2017, ore 21.00_dom. 18.00

Il progetto proposto da Dario D’Ambrosi e dal suo Teatro Patologico, in collaborazione con l’Università di Roma “Tor Vergata”, Euroma2 e l’Istituto “Lorenzo de' Medici”, è di portare in scena una particolarissima versione della “Medea” di Euripide, a conclusione di un intenso e riuscito percorso teatrale, quello della scuola di formazione teatrale per ragazzi diversamente abili “La Magia del Teatro”.

Lo spettacolo vede in scena ragazzi con disabilità e attori professionisti, tra cui Almerica Schiavo nel ruolo di Medea, Sebastiano Somma nel ruolo di Creonte, Paolo Vaselli nel ruolo di Giasone, e Michela D’Ambrosi nel ruolo di Glauce. L’adattamento possiede come elemento centrale il rapporto tra corpo e linguaggio: un corpo che si fa lingua e comunicazione, grazie all’importantissimo ruolo che ricoprirà la musica dal vivo di Francesco Santalucia e Papaceccio. Il linguaggio assume sostanza soprattutto attraverso l’uso del greco antico. Lo spettacolo prevede infatti sia l’uso dell’italiano che del greco antico (risultato di un attento lavoro di studio e consulenze filologiche). Ciò che ha delineato i diversi momenti e quindi il diverso uso delle due lingue è proprio l’emozionalità, i diversi stati emotivi che caratterizzano questa violenta quanto commovente storia. La musica dal vivo accompagna i momenti in greco antico, non come semplice tappeto musicale ma come vero e proprio intervento corporeo ad arricchire, completare le suggestioni che saranno evocate da un lingua così antica e musicale; la lingua italiana sarà lasciata al silenzio, all’assenza di musica, a quella carica di suggestioni ed emozioni che saranno presenti nei monologhi di Medea quanto nei rapidi e intensi scambi di battute.
La scelta del testo ed il successivo lavoro di sperimentazione dimostrano che il lavoro di D’Ambrosi con i ragazzi con disabilità, non sono solo una forma di terapia, ma anche la fantastica possibilità di espressione artistica ed emotiva, un luogo di aggregazione e di formazione entusiasmante in cui giocare e divertirsi sul serio, in cui i ragazzi disabili hanno potuto sentirsi ed essere finalmente protagonisti.

Dopo le repliche al Teatro Quirino, il progetto "Medea" sarà all'Istituto Italiano di Cultura di Tokio il 29 e il 30 settembre, al Teatro Franco Parenti di Milano e per la prima volta una compagnia teatrale composta da ragazzi con disabilità si esibirà nel Palazzo di Vetro delle Nazioni Unite di New York il 4 dicembre.

Di Euripide - con Almerica Schiavo   Sebastiano Somma   Paolo Vaselli   Michela D’Ambrosi - coro Antei Emanuele   Bischetti Fabio   De Persio Fabio   Ferrari Andrea  Fronticelli Baldelli Nicolò   Giliberti Gilberto   Giliberti Paolo   Sorcini Silvia  Starace Marina   Terracini Claudia   Tortosa Daniele - musiche originali Francesco Santalucia - coordinamento coro Papaceccio - costumi Raffaella Toni - organizzazione Valeria Gaveglia -  ideato e diretto da DARIO D’AMBROSI

Costo: posto unico € 10 
Informazioni: botteghino 06.6794585 - biglietteria@teatroquirino.it
Indirizzo: via delle Vergini,  7 - Roma
Sito di riferimento: www.teatroquirino.it

__________________________________________________________________________
MANIFESTAZIONI

APRONO I BATTENTI...

"FLAG"
Il IV Municipio incontra FLAG, uniti contro la discriminazione e l'omofobia nel segno
della Letteratura, della Recitazione e del Confronto
Spettacoli a cura della compagnia teatrale DiciannoveeVenti e dell'Associazione Culturale Torraccia

Associazione Culturale Torraccia - Roma
dal 21 al 24 Settembre 2017 - vari orari

Nel quartiere romano di San Basilio (IV Municipio) e precisamente nello spazio gestito dall’Associazione Culturale Torraccia, avrà luogo la rassegna culturale  FLAG, ovvero il Festival della Letteratura Arcobaleno e Laboratorio di ogni Genere, un importante evento rivolto ai giovani del quartiere e a tutta la cittadinanza. L'evento Flag è promosso da Ars Media Group Srl, vincitore del bando "S'illumina - Copia privata per i giovani, per la cultura", con il contributo dell’Ente SIAE e del Ministero dei Beni Culturali, in collaborazione con le associazioni Gaycs LGBT e Factory 1342.

La scelta di sviluppare la manifestazione nel quartiere San Basilio, vuole destare l’attenzione in una delle zone in cui la crisi sociale ed economica capitolina è più intensa. La rassegna si sviluppa in quattro giornate in cui si alterneranno letture, prove di recitazione, dibattiti e laboratori, il tutto in funzione dello scambio e della condivisione, provocando una consapevolezza nei partecipanti: quella di condividere un momento di crescita per tutti, aldilà di ogni differenza sociale oppure di orientamento sessuale, cercando e trovando la vera ricchezza delle periferie romane, quella in cui le differenti culture si incontrano, dando vita ad un prolifico meltin pot di generi, etnie ed esperienze.
Al progetto è abbinato un contest rivolto ad autori under35, che presenteranno i loro testi nell'arco della manifestazione, fatti vivere sotto forma di mises en espace dalla compagnia teatrale DiciannoveeVenti. Cinquanta i testi arrivati, con una maggioranza di penne al femminile, visionati dagli organizzatori che hanno scelto i quattro vincitori che vedranno le loro opere pubblicate in Ebook.

Il festival punta dritto alla diffusione della letteratura contemporanea e ha come temi centrali l'identità di genere e l'orientamento sessuale, per far si che la conoscenza dell'altro e l'estinzione dei pregiudizi, possano finalmente divenire realtà. L’iniziativa parte dalla convinzione che le persone (siano esse eterosessuali, omosessuali, lesbiche e transessuali), condividano esperienze similari nell'adolescenza, come in tutta la loro vita, e che messe di fronte ad un vissuto comune raccontato dai protagonisti del festival Flag, possano arrivare a toccare con mano che l'altro, non è poi così diverso o distante da noi.
Sarà il giovane Mattia Di Tommaso a coordinare la kermesse, esprimendo parole di forte significato per il progetto: "E' stato un onore prender parte a FLAG insieme a altre persone altrettanto appassionate che come me si son fatte guidare dai fari dell'uguaglianza e della libertà, due termini che sottolineano la nostra pacifica lotta alla discriminazione" - e aggiunge in riferimento alla scelta del tema arcobaleno - "E' tempo di allargare l'orizzonte culturale di questo Paese che ha visto nascere una legge a tutela delle coppie omosessuali dopo trent'anni di battaglie. La nostra speranza, è che la diffusione della cultura a tema lgbt, possa impiegare meno tempo per mostrare al mondo l'universalità dell'amore e la necessità di pari diritti. Per tutti!".

IL PROGRAMMA:
Giovedì 21 Settembre
ore 19.30: Dibattito: UNIONI CIVILI. UN ANNO DI DIRITTI
Intervengono Micaela Campana, Monica Cirinnà, Maria Laura Annibali e Adriano Bartolucci Proietti. Modera Mattia Di Tommaso
ore 20.30: Proiezione Docufilm: L’ALTRA META’ DEL CIELO
Interviene l'autrice Maria Laura Annibali, accolta da Adriano Bartolucci Proietti
ore 21.00: Presentazione: Progetto Europeo "Out of Sport", con Rosario Coco
ore 21.15: Teatro: L'AMORE E' NA CICATRICE
Con la compagnia di teatro DiciannoveeVenti

Venerdì 22 Settembre
ore 19.00: Letteratura: UNA COPPIA PERFETTA. L'AMORE AI TEMPI DI GRINDR, Ed.Goware Interviene l’autore Mariano Lamberti
ore 19.30: Teatro: ECCE OMO
Spettacolo a cura della compagnia teatrale Diciannove e Venti, tratto dal libro Ecce Omo: 25 Anni di Rivoluzione Gentile, di Franco Grillini e Laura Maragnani
A seguire: Dibattito: OMOFOBIA. COME AFFRONTARLA. COME SCONFIGGERLA
Intervengono Imma Battaglia, Mario Ciarla e Francesco Lepore. Modera Fabiana Germanò
ore 20.30: Presentazione: PROGETTO ITALIAN GAYMES – 5°Edizione
A cura di GAYCS, dipartimento LGBT di AICS
A seguire: Presentazione: LE ATTIVITA’ DELL’ASSOCIAZIONE CULTURALE TORRACCIA
Seguono gli interventi musicali a cura della struttura ospitante

Sabato 23 Settembre
ore 19.00: Letteratura: IL MIO AMICO GAY
Incontro con l’autrice Leandra Pavoré, a cura di Emilio Sturla Furnò
ore 20.30: Presentazione: OPERA VINCITRICE “FLAG CONTEST”
conduce Tommaso Usseglio. A seguire mise en espace del testo scelto, a cura della compagnia teatrale DiciannoveeVenti
A seguire: Presentazione: PROGETTO “NAZIONALE ITALIANA CALCIO GAYFRIENDLY”
A seguire: Proiezione Video: TUTTI UGUALI, TUTTI DIVERSI
Spot realizzato da Gaycs, dipartimento LGBT dell'ente AICS, per la Campagna Nazionale Contro l’Omofobia
Intervengono gli Autori e il Cast. Modera Mattia Di Tommaso
ore 21.15: Live Music: SERATA DANZANTE
A cura dei maestri Nino e Maria dell’Associazione Culturale Torraccia

Domenica 24 Settembre
ore 19.30: Presentazione: I NUOVI CORSI 2017/2018
A cura dell’Associazione Culturale Torraccia
ore 20.00: Presentazione: LE OPERE VINCITRICI DEL “FLAG CONTEST”
Dibattito e mise en espace, a cura della compagnia teatrale DiciannoveeVenti. Moderano Mattia di Tommaso e Diana Pierdicca
A seguire: Premiazione dei Vincitori

Durante il festival sarà allestito un punto ristoro a cura dell’Associazione Culturale Torraccia.

Costo: Ingresso LIBERO 
Indirizzo:  via Aldo Sandulli, 100 - Roma
Facebook di riferimento: www.facebook.com/flagfestival
__________________________________________________________________________

PROSEGUONO...

"AGORÀ - TEATRO E MUSICA ALLE RADICI"
Sesta Edizione

ANFITEATRO DI VIA BOMBICCI A PIETRALATA - Roma
dal 10 al 30 settembre  2017, vari orari

Torna per il sesto anno consecutivo, per le strade della Capitale, la Rassegna “Agorà – Teatro e Musica alle radici”. Sei le date all'interno della manifestazione Estate Romana, finanziata dal Comune di Roma Capitale e con un contributo della Regione Lazio. Diversi gli eventi a cui sarà possibile assistere, anche partecipando attivamente, dal 10 al 30 settembre, presso l’Anfiteatro ‘Colosseo di Pietralata’, sito in via Luigi Bombicci.
Da ormai sedici anni, l’associazione culturale Il NaufragarMèDolce porta lo spettacolo dal vivo fuori dai consueti spazi teatrali e musicali, realizzando una serie di eventi nelle periferie storiche di Roma.Da sei anni “Agorà” è il festival che anima l’estate romana nella periferia est della Capitale.
Quest'anno una novità: il lancio di un progetto triennale, che ogni anno avrà al suo centro un tema diverso affrontato in maniera differente in ogni performance. Il tema scelto per il 2017 è ‘Linguaggi e mondi possibili’. Ci mostrerà la complessità dei rapporti umani, la loro dimensione, l’incontro e il fondersi delle diverse culture. La rassegna “Agorà” ha lo scopo di far diventare il teatro strumento di conoscenza, impegno sociale e integrazione, l’arte come finestra su un mondo lontano attraverso le realtà di casa nostra. Un insieme di spettacoli, eventi e proposte artistiche all'insegna dell'esplorazione e della ricerca che si inserisce nel territorio e lo fa parte integrante dello spettacolo stesso.

In scena si alterneranno, tra gli altri, artisti del calibro di Raiz degli Almamegretta che, con il suo concerto, apre formalmente la rassegna; Lucilla Galeazzi, tra le più grandi cantanti di musica popolare italiana ed europea, madrina di Agorà fin dalla prima edizione; Chiara Casarico e Tiziana Scrocca, attrici, autrici, registe e fondatrici dell’associazione Il NaufragarMèDolce.

Laboratori di canto, danze popolari, teatro e yoga, con percorsi e giornate dedicate, stimoleranno la partecipazione e il coinvolgimento attivo degli spettatori.

QUESTA SETTIMANA:
sabato 23 settembre
18:30 LABORATORI: L’arte dello YOGA
a cura di Laura Martello (insegnante Iyengar Yoga)
19:45 ARTI VARIE: “Why not?”
Piero Ricciardi (Inca Italia)
20:30 TEATRO: “Tre civette sul comò”
Chiara Casarico, Antonella Civale, Tiziana Scrocca, regia Emilia Martinelli

domenica 24 settembre
19:00 ARTI VARIE: “Ratatouille”
Chiara Casarico, Giorgio Carducci, Tiziana Scrocca
20:00 PERCORSI: “ROMA POPOLARE itinerari di altro turismo”
a cura di Tiziana Scrocca, con Jessica Bertagni, Consuelo Casu Di Gaetano, Maria Chiara Russo, Danilo Turnaturi
20:30 MUSICA: Marlon Banda Show
Daniele Guaragna, Enrico Marconi, Luciano Pastori, Piero Ricciardi

Costo: Ingresso GRATUITO
Informazioni e prenotazioni:  info@ilnaufragarmedolce.it - 328 0677440 
Indirizzo: Via Luigi Bombicci - (Pietralata) Roma
Sito di riferimento www.ilnaufragarmedolce.it
__________________________________________________________________________
ARTE

INAUGURANO...

"ENJOY L’ARTE INCONTRA IL DIVERTIMENTO"
a cura di Danilo Eccher

Chiostro del Bramante - Roma
 dal 23 settembre al 25 febbraio 2017 , orario dal lun. al ven. 10.00 – 20.00_ sab. e dom. 10.00 – 21.00/La biglietteria mostre chiude una ora prima.

Dopo il successo della originale mostra Love, l’Arte incontra l’amore, che ha registrato in sei mesi l’afflusso di 150mila spettatori, soprattutto giovani, il Chiostro del Bramante continua il suo innovativo percorso programmatico proponendo ancora una volta una esposizione unica per la singolarità delle opere, che pone sotto la lente di ingrandimento le diverse possibilità percettive ad esse connesse. Una esperienza che lo spettatore può fare attraverso i linguaggi e le poetiche di alcuni tra i più importanti e provocatori protagonisti dell’arte contemporanea. Talvolta infrangere le regole non significa trasgredire, ma ampliarne i confini. Una regola che il Chiostro del Bramante persegue da tempo nelle sue linee programmatiche, proponendo mostre fuori dagli schemi delle convenzioni espositive, dove l’originalità del percorso sta alla base del progetto ideativo.

Diventato Museo di riferimento in ambito nazionale ed internazionale anche dell’arte contemporanea, il Chiostro parte da questi presupposti per la mostra che proporrà. Si chiama Enjoy e ha per sottotitolo l’Arte incontra il divertimento: locuzione emblematica che vuole indicare non solo una diversa modalità di vivere l’arte, ma soprattutto dare “spazio e spazialità” alle opere di artisti di acclarata fama. Infatti molti lavori sono site specific, pensati e costruiti dagli artisti ospiti proprio per gli ambienti del Chiostro del Bramante la cui organizzazione – che fa capo a DART – aggiunge alla creatività dell’esposizione un notevole sforzo produttivo proponendo opere inedite. Tra i grandi nomi allineati troviamo Tinguely, Calder, Fogliati, Erlich, Creed, Neto, Collishaw, Ourlser, Wurm, TeamLab, Hans op De Beeck, De Dominicis, Gander, i protagonisti del ‘900 storico e del terzo millennio, accomunati da un filo sotteso, il divertimento, assunto nell’accezione etimologica della parola: portare altrove. L’altrove, l’altro da sé, il perdersi nei meandri dell’arte e dell’inconscio è ciò che accomuna il gesto di tutti gli artisti presenti in Enjoy, le cui opere guideranno il visitatore in un percorso invisibile ma fortemente tracciato, che prenderanno vita in un incessante rapporto interattivo e giocoso, dove le diverse percezioni del “fuori da sé” avranno un ruolo fondamentale. “La dimensione del piacere, del gioco, del divertimento, dell’eccesso – afferma Danilo Eccher, curatore della mostra – sono sempre state componenti centrali dell’Arte; l’Arte sprofonda nel dolore ma si nutre di piaceri ed è sempre una danza di contrasti. L’illusione è una trasparenza che deforma la realtà, un’apparenza sottile dove tutto è possibile, suggerendo ora il dubbio dell’enigma, ora il sorriso della sorpresa”. Ecco allora che in Enjoy, dalle sculture leggere di Alexander Calder, lo spettatore può perdersi nel labirinto infinito di specchi di Leandro Erlich per poi immergersi e riemergere dalle installazioni ludico-concettuali di Martin Creed o nei raffinati giochi di luci illusorie di TeamLab che prendono forma e mutano solo a contatto con il pubblico, o essere inseguiti dagli occhi indiscreti e inquietanti di Tony Oursler e trovarsi a contatto con i corpi deformati di Erwin Wurm e così via, di artista in artista, di sala in sala: il Chiostro del Bramante diventerà luogo elettivo di una realtà tutta da scoprire, che esiste in ogni istallazione (alcune di grandissime dimensioni), a una realtà che, tuttavia, può anche non esserci. D’altra parte è proprio Paul Klee che ci dice: “L’arte non riproduce ciò che è visibile, ma rende visibile ciò che non sempre lo è”.

Costo: biglietto intero € 13,00 (audio guida inclusa) - biglietto ridotto € 11,00 (audio guida inclusa) per specifiche riduzioni, visita il sito. 
Informazioni: hastag ufficiale #enjoychiostro - +39 06 68809035 (Lunedì – Venerdì 10.00 / 17.00) numero attivo dal 4 settembre sino a fine mostra. - La Caffetteria Bistrot, il Bookshop e il Chiostro hanno ingresso libero indipendentemente dalle mostre
Indirizzo: Via Arco della Pace 5 - Roma
Sito di riferimento: www.chiostrodelbramante.it
__________________________________________________________________________

"INTERVISTA CON L’OPERA"
Intervista all’opera di Chiara Lu
Coordinato da Togaci e da Maria Laura Mele
A seguire selezione di musica elettronica a cura di Mike Papa

HulaHoop Club & Art Gallery - Roma 
23 settembre, ore 19.30

Dove tutto è considerato arte, l’artista è perduto. 
Un ciclo d’incontri coordinato da Togaci –curatrice d’arte contemporanea– e da Maria Laura Mele –psicologa psicoterapeuta– vedrà sul palco dell’HulaHoop Club Gallery cinque artisti, cinque storie di vita, cinque opere emblematiche del vissuto dell’artista nell’attuale momento storico.

L’obiettivo degli incontri è ritessere la trama di significati interrotta tra l’opera, l’artista e i suoi fruitori, nello spazio sperimentale ed esperienziale del dialogo condiviso.

Chiara Lu
Classe 1979, nata fra Lazio ed Umbria (posto conosciuto anche come "Terra di mezzo") dove attualmente vive. Diplomata alla Comics di Roma, lavora un po' come grafica e un po' come illustratrice, anche se avrebbe voluto fare la dj, per questo ascolta tonnellate di musica mentre lavora. Non è facile definire il suo lavoro; nel corso degli anni ha sperimentato molte tecniche che quando lavora amo combinarle fra loro.Recentemente è tornarta alle origini riprendendo a disegnare con matita e inchiostro. Quando il lavoro lo permette collabora spesso con progetti editoriali indipendenti. Ha all'attivo diverse mostre collettive e personali in Italia.


Costo: Ingresso LIBERO + Tessera associativa
Informazioni:  3493191935; Apertura spazio: orario 18.00 - 2.00
Indirizzo: via L.F. De Magistris, 91/93 -Roma
Siti di riferimento: www.hulahoopclub.it - www.chiaraluz.blogspot.com
__________________________________________________________________________

PROSEGUONO...

"The Timeless Dance. Beyond the Mountains"
di Mao Jianhua

COMPLESSO DEL VITTORIANO  ALA BRASINI - Roma
dal 13 al 26 settembre  2017,  dal lunedì al giovedì 9.30 – 19.30; venerdì e sabato 9.30 – 22.00; domenica 9.30 – 20.30.

Sotto l’egida dell’Istituto per la storia del Risorgimento italiano e con il Patrocinio della Regione Lazio di Roma Capitale 

Approda  al Complesso del Vittoriano - Ala Brasini di Roma la prima tappa della mostra The Timeless Dance. Beyond the Mountains, un viaggio fantastico alla scoperta delle opere e dell’universo di valori di Mao Jianhua, imprenditore a lungo impegnato a livello internazionale che, una decina di anni fa, ha saputo dare una svolta alla propria esistenza avviando un intenso percorso d’indagine dei fondamenti culturali e spirituali di certa tradizione cinese.

Le sue opere che scandiscono un percorso a spirale, in sette tappe, suddiviso per concetti ed emozioni: tutte eseguite con pennello e inchiostro su carta di cotone fatta a mano.

Gestione e organizzazione Complesso del Vittoriano - Ala Brasini: Arthemisia. - Organizzazione e coordinamento generale: Roberta Cardinali

Costo: Ingresso LIBERO(consentito fino ad un’ora prima delle chiusura)
Indirizzo: San Pietro in Carcere - Roma
Sito di riferimento: www.ilvittoriano.com
__________________________________________________________________________

SALA BLU presenta
"heArts Exhibition by 31 Women" di Laura Penna
Mostra fotografica personale
a cura di Rossana Calbi
con la collaborazione di Linda De Zen

GALLERIA LA CLESSIDRA BLU - Roma
dal  9 al 30 settembre 2017, orario apertura: dal martedì al sabato 16.00 23.00

Lo spazio espositivo SALA BLU inaugura la stagione espositiva 2017-18 con il progetto fotografico di Laura Penna: heArts.

31 donne forti nell’arte, nello sport, nella musica e nel teatro, fotografate da un’altra donna: Laura Penna. 31 scatti diversi perché ogni volto, espressione, sentimento e volontà merita di essere analizzata e studiata dallo sguardo della fotografa che interpreta per raccontare.

heArts
Exhibition by 31 Women ha una chiara ispirazione: Peggy Guggenheim, un’altra donna!
Nel 1942 la collezionista, curatrice e miliardaria americana di origini svizzere, inaugura la galleria newyorkese Art of This Century, e dal 5 gennaio al 6 febbraio 1943, dietro consiglio di Duchamp, la Guggenheim presenta 31 Women, un omaggio all’arte al femminile. Un’esposizione che conobbe anche molte critiche, il
«Time» non se ne volle neanche occupare, e che quest’anno ha ricevuto l’omaggio della stilista Jenny Packham che le ha dedicato un’intera collezione.
heArts è una citazione della fotografa Laura Penna a un progetto che è stato trasformato in un nuova storia, con nuove protagoniste: le 31 donne italiane che per forza e caparbia hanno colpito l’immaginario della fotografa romana sono diventate le protagoniste di heArts la mostra che sarà ospitata presso SALA BLU dal 9 al 30 settembre.

Il progetto non si è limitato ai molteplici scatti fotografici, gli incontri di Laura sono diventati nuovi legami, la mostra fotografica si è arricchita delle opere delle artiste ritratte: Beatrice Bogoni, Martina D’Anastasio, Gerlanda Di Francia, Silvia Faieta, Zoe Lacchei e Francesca Pizzo. Le artiste visive hanno voluto disegnare con Laura il loro percorso non esponendo solo i loro volti ma presentando anche ciò che creano.

Durante la mostra, venerdì 22 settembre, dalle ore 19.00, l’artista Gerlanda Di Francia realizzerà un live painting prima della presentazione di Aurora nel buio di Barbara Baraldi, edito da Giunti editori.

I volti di heArts sono di Barbara Baraldi, Birthh, Beatrice Bogoni, Francesca Bono, Alice Caligiuri, Mimosa Campironi, Martina D’anastasio, Ilaria D’Angelis, Gerlanda Di Francia, Vera Di Lecce, Sarah Dietrich, Claudia Ducalia, Silvia Faieta, Valentina Farinaccio, Chiara Gamberale, Giungla, Io e la Tigre, Zoe Lacchei, Sara Loreni, Marianne Mirage, Andrea Mirò, Erica Mou, Nada, Ilenia  Pastorelli, Alessandra Perna, Francesca Pizzo, Elisa Pucci, Veronica Raimo, Marina Rei, Verano e Margherita Vicario.

Costo: Ingresso GRATUITO
Informazioni: //
Indirizzo: Via del Teatro Pace, 3 - Roma
Sito di riferimento: www.facebook.com/laclessidrasalablugallery
__________________________________________________________________________

"EXTINCTION Anteprima di una grande mostra dedicata all'estinzione"
&
"GODZIL-LAND Un viaggio fantastico dal MONDO PERDUTO a JURASSIC PARK"
esposizione curata da Fabrizio Modina

MONASTERO DI SAN BENEDETTO - Gubbio
sino al 1 ottobre 2017, orari vari.

Gubbio, 31 marzo 2017 – I dinosauri si sono davvero estinti?
Questa la domanda che lega come un filrouge le due mostre, Extinction. Anteprima di una grande mostra dedicata all'estinzione e Godzil-Land. 
Un viaggio fantastico dal MONDO PERDUTO a JURASSIC PARK , che apriranno i battenti sabato 1 aprile 2017 alle ore 10 presso l'ex Monastero di San Benedetto a Gubbio, location vocata alla divulgazione scientifica, in un contesto geologico davvero unico e straordinariamente pertinente: la Gola del Bottaccione.

La mostra Extinction , realizzata da Geomodel di Mauro Scaggiante in collaborazione con il Comune di Gubbio, curata dai paleontologi Simone Maganuco e Stefania Nosotti, si presenta al pubblico con un'anteprima di una grande mostra dedicata all'estinzione, e si racconta in due sezioni. Preistoria e avanguardia dialogano con l'obiettivo di restituire scientificamente la vicenda racchiusa nelle stratificazioni rocciose della Gola del Bottaccione, a Gubbio: la drammatica estinzione di massa, verificatasi sessantasei milioni di anni fa, la più celebre tra quelle che hanno scandito il tempo geologico, originata dalla caduta sulla Terra di un enorme meteorite e che ha provocato la scomparsa anche dei giganteschi dinosauri non-aviani, dominatori del Mesozoico, vere e proprie icone della Preistoria come il tirannosauro e il triceratopo. Ma non è tutto: Extinction va oltre, e indaga sulla possibilità di riportare in vita un dinosauro tra le teorie di John R. «Jack» Horner, curatore scientifico della celeberrima saga di Jurassic Park , e le ricostruzioni iperrealistiche di dinosauri e altri animali estinti, frutto del lavoro sinergico tra paleontologi e paleoartisti, perfettamente esplicitato dalla sezione Making of , dalla pannellistica e dai video. C'è un altro luogo in cui i dinosauri continuano ad esistere, sfuggendo in qualche modo alla loro estinzione, quello dell'immaginario collettivo e della fantasia, che ci viene proposto da Godzil-Land.

Un viaggio fantastico dal MONDO PERDUTO a JURASSIC PARK , esposizione curata da Fabrizio Modina, realizzata anch'essa in collaborazione con il Comune di Gubbio, in un percorso tra  letteratura, fumetto, cinema, televisione, arti figurative e musica, presentando una straordinaria selezione di materiali provenienti da collezioni private e musei, tra cui manifesti, fotografie, proiezioni, toys e molto altro ancora. Godzil-Land è una mostra nella mostra, che in un viaggio tra fantasia e fantascienza si propone di indagare il fascino dei dinosauri come assoluti protagonisti della Pop Culture e la loro costante presenza nella nostra quotidianità. Le ricostruzioni strettamente scientifiche dei paleontologi si affiancano alle produzioni fantasiose della cultura di massa, trovando un comune denominatore nell’attrattiva che entrambe esercitano sul grande pubblico e nella risonanza di cui godono presso i mass media.

A completamento di queste straordinarie esposizioni, che saranno visitabili fino a domenica 1 ottobre 2017, sono previste numerose giornate-evento che spazieranno da workshop a conferenze divulgative, da laboratori a visite guidate oltre a proporre una ricca offerta didattica rivolta alle scuole; organizzazione e ideazione a cura di Anna Giamborino, geologa e Presidente della neonata Associazione Paleontologica Paleoartistica Italiana.
Accedendo alle mostre sarà inoltre possibile visitare la Quadrisfera di Paco Lanciano. I dinosauri si sono davvero estinti? Venite a scoprirlo.

Costo: vedi Sito 
Indirizzo: via del Perilasio 2, Gubbio
Sito di riferimento: www.dinosauricarniossa.it
__________________________________________________________________________

"Guerre Stellari – Play. La mostra sulla saga che ha sedotto tre generazioni" 
a cura Fabrizio Modina

Porto Antico di Genova, Magazzini del Cotone - Modulo1 - Genova
sino al 15 ottobre 2017, vari orari

PROROGATA SINO AL 15 OTTOBRE 2017

Dopo il grande successo ottenuto al Complesso del Vittoriano - Ala Brasini di Roma, arriva ai Magazzini del Cotone del Porto Antico di Genova - in una versione più ricca e interattiva - la mostra dedicata all’affascinante universo di Guerre Stellari – Play, un mito assoluto che ha incantato tre generazioni dal 1977 a oggi.
Oltre 1000 pezzi tra modellini, action figures e stampe d’epoca - alcune esposte per la prima volta in Italia - raccontano ai visitatori le scene e i personaggi più indimenticabili di un mondo che ancora oggi seduce e appassiona a livello globale.
A distanza di 40 anni dalla prima uscita nelle sale del primo film della saga (anniversario che sarà celebrato a maggio 2017), si conferma l’importanza mediatica di un fenomeno divenuto parte integrante della cultura popolare mondiale, della quale questa mostra rappresenta una delle molteplici sfaccettature, unica esposizione al mondo a narrare le pellicole attraverso il merchandising.

Guerre Stellari – Play. La mostra sulla saga che ha sedotto tre generazioni si focalizza sull’aspetto ludico della leggendaria narrazione, utilizzando una selezione attinta dall’infinita produzione - partita nel 1977 - di merchandising a marchio Kenner (ora Hasbro) e che , curatore della mostra e uno dei massimi collezionisti mondiali di toys fantascientifici, mette a disposizione del grande pubblico.
Ai più classici toys sono affiancati rarissimi pezzi vintage da collezione quali costumi, accessori, caschi e armi che, in scala reale, ricostruiscono con accurata presenza scenica quell’universo di valori e stereotipi che sono andati oltre il cinema per divenire icone universali.

Con il patrocinio del Comune di Genova e da un’idea di Kornice, è prodotta e organizzata dal Gruppo Arthemisia ed è curata da Fabrizio Modina.
L’evento vede come sponsor Generali Italia e media partner Il SecoloXIX e Radio Babboleo.

Costo: vedi Sito 
Indirizzo:  Calata Molo Vecchio, 15 - Genova
Sito di riferimento: www.centrocongressigenova.it
__________________________________________________________________________

Kirosegnaliamo esce all’inizio di ogni settimana, chi volesse darci comunicazione di eventi con rilievo artistico-culturale può scriverci a kirolandia@gmail.com oppure info@kirolandia.com,  entro la domenica precedente, specificando chiaramente la richiesta di segnalazione, provvederemo previa specifica selezione all'inserimento …