MENU

K-HOME | KIROLANDIA | KIRI | REGOLAMENTO | CONTATTI  | corrente culturale | frida.artes | cookie law | Kiroalmanacco|Kirosegnaliamo|Kirosegnaliamo
K-NEWS |FOTO | RACCONTI | POESIE | DISEGNI/PITTURE | VIDEO | PALCOSCENICO | MUSICA | ARTE | CINEMA | LIBRI | COSTUME/SOCIETA' | SCIENZE/NATURA
IppoKiro PutzoKiro MayaKira LoveKira VirusKira ManuKira AttiroKira Krouge ChiKira VolpocaKiro

lunedì 26 settembre 2016

KIROSEGNALIAMO 26 Settembre-2 Ottobre 2016

Kirosegnaliamo




Kiri, continuano le segnalazioni di  Kirolandia blog di cooperazione dell'omonima corrente culturale.

Di settimana in settimana qualche suggerimentio sia In che Off, selezionato accuratamente sulla base delle vostre importanti indicazioni.




Dunque ecco per sognare con voi... 





TEATRO

"SEPARATI"
scritto e diretto da Alessandro Capone
Lui, rimasto senza un soldo, affittuario di uno scantinato buio e polveroso; lei, inquilina del piano di sopra, davvero troppo nevrotica: una disperata storia d’amore tra due separati si intreccia con la storia di quattro amici che nonostante problemi e diversità non si separano mai
TEATRO DE' SERVI - Roma
da martedì 27 settembre a domenica 22 ottobre 2016, ore 21.00_sab 17.30 e 21.00_dom. 17.30

Si apre la stagione del Teatro de’ Servi con “Separati”, la nuova commedia scritta e diretta da Alessandro Capone, già noto al pubblico teatrale per “Uomini sull’orlo di una crisi di nervi”.
Con "Separati", Alessandro Capone torna a raccontare l'universo maschile, questa volta dal punto di vista dei padri separati, spesso accusati di non assumersi le proprie responsabilità, di ignorare i bisogni femminili, di non saper rispondere ai propri obblighi paterni. È una riflessione sulla difficoltà di capirsi, sui luoghi comuni e gli stereotipi che polarizzano gli uomini e le donne su posizioni spesso conflittuali e di cui tutti, in un modo o nell'altro, abbiamo fatto esperienza. Ma vincere è soprattutto l'ironia, forse l'unica forma terapeutica che permette ancora una catarsi.

La Bilancia Produzioni  - Scritto e diretto da Alessandro Capone - con Francesco Bauco (Paolo), Emy Bergamo (Francesca), Roberto D’Alessandro (Roberto), Giampiero Mancini (Massimiliano), Massimiliano Vado (Nicola) - Scene Maria Catena Pennisi -  Costumi Giusy Nicoletti – Musiche Stefano Caprioli

Indirizzo: Via del Mortaro (ang. Via del Tritone), 22 - Roma  
Sito di riferimento teatro: www.teatroservi.it  

___

"LA FOTO DEL CARABINIERE"
scritto, diretto e interpretato da Claudio Boccaccini
TEATRO MARCONI - Roma
da venerdì 30 settembre a domenica 2 ottobre 2016 - ore 21.00_dom. ore 17.30

Il Teatro Marconi apre il sipario sulla seconda stagione. Ad inaugurare il cartellone è il commovente spettacolo di Claudio Boccaccini che porta in scena "La foto del Carabiniere" da lui scritto, diretto e interpretato.
L'attore, che lo scorso 23 settembre nella Sala del Refettorio della Camera dei Deputati,  ha ricevuto il Premio Speciale Salvo D'Acquisto per "per aver onorato la figura del Vice Brigadiere in Teatro" è il diretto testimone del sacrificio del giovane carabiniere. “E' d'obbligo per me raccontare la storia di questo eroe affinché il suo sacrificio non venga mai dimenticato” ha affermato l'attore dopo il ritiro del premio consegnatoli dall'Associazione Ancislink.
Il 23 settembre del 1943 davanti al mare di Palidoro un vicebrigadiere dei carabinieri, il ventitreenne Salvo D’Acquisto, fu ucciso dalle SS. Il giorno prima, durante un’ispezione, era esplosa una cassa di munizioni uccidendo due soldati tedeschi. Un incidente, ma per i tedeschi l’episodio era da considerarsi un attentato e, come tale, andava vendicato con una rappresaglia. La foto del carabiniere è il ricordo vero di un protagonista della vicenda, il padre dell’autore e interprete, Tarquinio Boccaccini, che quella mattina del ’43 era tra quei ventidue uomini salvati dal gesto dell’eroico carabiniere.

Di e con Claudio Boccaccini, diretto da Claudio Boccaccini.

Indirizzo: viale Guglielmo Marconi, 698/E - Roma
Sito di riferimento: www.teatromarconi.it

___

STAND-UP COMEDY

GIORGIO MONTANINI
in
"Per quello che vale…"
di e con Giorgio Montanini
TEATRO NUOVO -  Milano
sabato 1 ottobre 2016, ore 20.45

Giorgio Montanini, reduce dalla terza stagione di Nemico Pubblico su Rai3, torna sul palco del Teatro Nuovo di Milano.
Dopo il successo dello scorso anno  uno dei pochi rappresentanti della stand-up comedy in Italia sale sul palco con Per quello che vale… il suo nuovo monologo, una sua riflessione sul ruolo che il comico ricopre nella società.
Un comico satirico non dovrebbe mai salire sul piedistallo, non dovrebbe pontificare e, soprattutto, sentirsi migliore di quello che denuncia. Un palco non dovrebbe trasformarsi in pulpito, lo spettacolo in comizio e il pubblico in partito. In Italia, Paese in evidente crisi di identità, la figura del comico, però, viene elevata a punto di riferimento, a guru, a bocca della verità.  Quello che pensa un comico e che poi diventa monologo, assume proporzioni d’importanza imbarazzante; il comico diventa punto di riferimento politico, sociale ed economico. Per Montanini, questa deriva populista non è solo profondamente sbagliata nell’essenza, ma anche pericolosa.

ALTRA SCENA e STAND UP COMEDY LIVE.  Autore ed inteerprete: Giorgio Montanini

Indirizzo: via San Babila - Milano
Sito di riferimento teatro: www.teatronuovo.it
Altro sito di riferimento: www.standupcomedylive.it

___

ARTE
PROSEGUONO....

"maria savino. Percorsi luminosi"
COMPLESSO DEL VITTORIANO - ALA BRASINI - Roma
da giovedì 22 settembre a domenica 14 ottobre 2016,  vari orari

Luce, natura, spazio ed eleganza delle forme.
Con 23 opere - alcune delle quali realizzate appositamente per l’esposizione romana come quelle della serie Frammenti -, la mostra racconta gli aspetti più significativi dell’evoluzione stilistica e della ricerca artistica in continua trasformazione di Maria Savino (1971, Vimercate), artista poliedrica che ha scelto la luce come medium espressivo principale del suo lavoro.
Elemento in grado di valicare confini e barriere spaziali, scevro di alcun limite di intensità e manifestazione emblematica della vita, è la luce che viene qui adoperata come relazione di idee, collegamento tra gli oggetti e amplificatore di concetti.

Ad aprire il percorso espositivo, una sequenza dei primi lavori realizzati con lastre in acciaio di forte impatto visivo (come in Percorsi luminosi Rosa e Percorsi luminosi Celeste del 2015), possenti e sinuose forme attraversate da fili di vari colori che si riflettono sulla superficie specchiante dando vita a visioni e sensazioni differenti per l’osservatore.
In questo continuum cronologico ed evolutivo, l’artista presenta poi installazioni tridimensionali luminose monocrome, che amplificano le tematiche già evidenziando il percorso di sinaptici collegamenti per un do ut des: lavori realizzati con materiali e tecnologia semplici (materiali come fili, lampadine led, sfere in plexiglass, smalti, foto, quotidiani, radiografie e altro ancora), che si presentano al visitatore con sfere luminose su basi uniformi di vari colori, come satelliti dai quali partono fili opachi, come rami di vegetazione, segnali di vita. Appartengono a questa sezione opere delle serie Frammenti e Filo conduttore. Fili radicati sorgono e viaggiano su tragitti liberi per relazionare “Mondi” (sfere) e realtà differenti (nell’opera Filo conduttore 6 le sfere, come nel sistema Copernicano, orbitano nell’immenso
giallo solare come pianeti culturali relazionati da “fili conduttori”).
La sfericità rende più limpido il linguaggio eliminando angoli chiusi e reconditi, in cui ogni singolo spazio acquisisce pari dignità indipendentemente da ciò che lo anima e dall’energia che lo fa pulsare. Il cangiante alternarsi di colori determina, infine, la dialettica (dei fili) tra opposti (Filo conduttore 8, 2016).

La mostra è curata, prodotta e organizzata da Maria Savino, in collaborazione con Studio Lattuada, Milano e vede come sponsor tecnico C.M.D. Paderno d’Adda.
Il catalogo è edito da Gangemi Editore.
  
EVENTO GRATUITO
Indirizzo: San Pietro in Carcere - Roma
Sito di riferimento: www.ilvittoriano.com

___

"THERE IS NO PLACE LIKE HOME"
APPRODO FLUVIALE - Roma
L'esposizione prosegue sino al 30 settembre 2016, dalle 10.00 alle 12.00- dalle 16.00 alle 23.00

Alla sua IV edizione di  THERE IS NO PLACE LIKE HOME, 30 artisti in un luogo inedito e poco conosciuto della capitale, l' approdo sul fiume Tevere nei pressi di Ponte Marconi.
La mostra presenta installazioni, videoproiezioni e azioni performative ed offre uno sguardo nuovo su Roma, dalle sue viscere: le acque bionde e irrequiete del Tevere. L’arte contemporanea torna a far rivivere il fiume che attraversa la città e che ne custodisce intatti gli aspetti naturalistici e di navigazione.
Le azioni performative degli artisti avranno luogo il 16 e il 28 settembre 2016.

Progetto d'arte contemporanea nato a Roma nel 2014 da  Giuseppe Pietroniro, Stanislao Di Giugno, Marco Raparelli, Alessandro Cicoria, Daniele Puppi  Giuliana Benassi e Giulia Lopalco
Realizzazione con il contributo di Roma Capitale, in collaborazione con la SIAE. Evento inserito nell’edizione 2016 dell’ESTATE ROMANA
Patrocinio dell'Autorità di Bacino del Fiume Tevere.Sostengono la mostre: Neo Comunicazione Integrata, Calipso Srls, G.S.S., Untitled Association, Birra Menabrea, Conoscere il Tevere, Materia, Impresa Navarra, altrospazio, With Us.
Ringraziamenti: Ines Musumeci Greco, per la collaborazione Martina Adami, Alessandro Aversa, Serena Basso, Federico Di Iorio, Filippo Faruffini, Rita Fracassi, Davide Franceschini, Goffredo Frollini, Lorenzo Gigotti, Francesca Rossi, Claudio Sisto.
Artisti: Josè Angelino, Massimo Bartolini con Pietro Riparbelli, Stefan Burger, Ludovica Carbotta, Alessandro Cicoria, Michela de Mattei, Maria Adele Del Vecchio, Federica Di Carlo, Stanislao Di Giugno, Fantazio, Michael Fliri, Federico Fusi, Judith Kakon, Tobias Kaspar, Masbedo, Jacopo Miliani, Jonathan Monk, Liliana Moro, Matteo Nasini, Luigi Ontani, Jorge Peris, Giuseppe Pietroniro, Gianni Politi, Daniele Puppi, Calixto Ramirez, Marco Raparelli, Vincenzo Simone, Nico Vascellari, Italo Zuffi.
Organizzazione: Associazione Culturale Vitoria Gasteiz

EVENTO GRATUITO 
Informazioni: abbigliamento e calzature comode
Indirizzo: Lungotevere San Paolo, 48 - Roma (sotto ponte Marconi)
Sito di riferimento: www.thereisnoplace.com

___


"BARBIE. THE ICON " a cura di Massimiliano Capella
COMPLESSO DEL VITTORIANO  ALA BRASINI - Roma
da venerdì 15 Aprile a domenica  30 Ottobre 2016, vari orari
Barbie as Marilyn, 1997 © Mattel Inc.
Il suo vero nome è Barbara Millicent Roberts, ma per tutti è solo Barbie. Barbie è molto più di una semplice bambola. È un’icona globale, che in 56 anni di vita è riuscita ad abbattere ogni frontiera linguistica, culturale, sociale, antropologica. Per questo motivo la sua figura attrae sempre più l’attenzione come fenomeno culturale e sociologico tanto da dedicarle mostre come Barbie.
Barbie. The Icon racconta l’incredibile vita di questa bambola che si è fatta interprete delle trasformazioni estetiche e culturali della società lungo oltre mezzo secolo di storia, ma - a differenza di altri miti della contemporaneità che sono rimasti stritolati dal passare del tempo - ha avuto il privilegio di resistere allo scorrere degli anni e attraversare epoche e terre lontane, rappresentando oltre 50 diverse nazionalità, e rafforzando così la sua identità di specchio dell’immaginario globale.

Nella sede romana la mostra, prodotta da Arthemisia Group e 24 ORE Cultura – Gruppo 24 ORE in collaborazione con Mattel, curata da Massimiliano Capella, si è arricchita di nuovi prestiti dalla serie Barbie Fashionista, tra cui i modelli Curvy, Tall e Petit, che riproducono le diverse corporature femminili, e le wedding dolls della Coppia Reale inglese William e Catherine.

Indirizzo: San Pietro in Carcere - Roma
Sito riferimento: www.ilvittoriano.com



Kirosegnaliamo esce all’inizio di ogni settimana, chi volesse darci comunicazione di eventi con rilievo artistico-culturale può scriverci a kirolandia@gmail.com oppure info@kirolandia.com,  entro la domenica precedente, specificando chiaramente la richiesta di segnalazione, provvederemo previa specifica selezione all'inserimento …

giovedì 22 settembre 2016

lunedì 19 settembre 2016

KIROSEGNALIAMO 19-25 Settembre 2016

Kirosegnaliamo




Kiri, continuano le segnalazioni di  Kirolandia blog di cooperazione dell'omonima corrente culturale.

Di settimana in settimana qualche suggerimentio sia In che Off, selezionato accuratamente sulla base delle vostre importanti indicazioni.



Dunque ecco per sognare con voi... 




      
TEATRO

"BOLERO A Journey Celebrating Creativity"
 di Juliu Horvath
In anteprima europea a Roma, la nuova creazione
dell' ex danzatore e inventore del Gyrotonic, dedicata a Elisabetta Carnevale prima ballerina della WCO
TEATRO OLIMPICO - Roma
mercoledì 21 e giovedì 22 settembre 2016, ore 21.00

Uno spettacolo, prodotto dalla White Cloud Opera, direzione artistica di Pietro Gagliardi, che vedrà interpreti principali Elisabetta Carnevale, Prima Ballerina della White Cloud Opera e Jackson Kellogg e con loro la compagnia fondata nel 2011.
Un grande evento che darà il via alle celebrazioni per il 30esimo anniversario del White Cloud Studio di New York, primo centro mondiale di GYROTONIC®..  BOLERO A Journey Celebrating Creativity racconta in qualche modo in danza, parole e musica la vita di Juliu Horvath, ex danzatore e inventore del Gyrotonic Uno spettacolo fatto di grandi suggestioni.
Testimonial del progetto l’attore Simone Montedoro.

Interpreti principali: Elisabetta Carnevale/Jackson Kellogg -  E con Elisabetta Rosso, Sandra Messina e Ricardo Calvo, Ferdinando e Pietro Gagliardi, Matteo Aversa, Stefano Capitani, Franco Corsi, Sara Di Blasi, Rosalba Ferrante, Don Friedwald, Laura Gagliardi, Michela Galdi, Marta Garzia, Alessio Giannachi, Martina Malvasi, Francesca Pietrosanti, Patrizio Piraino, Martina Scotti, Daniele Toti - Coreografia:  Juliu Horvath e gli interpreti della WCO - Regia: Juliu Horvath e Pietro Gagliardi - Musica: Ravel, Autori Vari - Adattamento musicale: Massimiliano Troiani - Costumi : Fabrizio Rivelli, Daniele Amenta - Assistenti ai costumi: Yari Molinari, Mauro de Palma, Jacky Romano - Disegnatore luci:  Stefano Pirandello - Direttore di scena: Fabrizio Sterbini - Direttore artistico: Pietro Gagliardi - Prodotto da WHITE CLOUD OPERA srls - Organizzazione: Lorenzo Fiuzzi - Assistente di compagnia: Marta Gagliardi - Press Manager: Raffaella Tramontano - Grafic design: Enrica D'Aguanno  - Si ringrazia LUX VIDE di Luca Bernabei,
Regia video Jan Maria Michelini, ALY BONAFEDE, ARIANNA BONAFEDE


Indirizzo: Piazza Gentile da Fabriano, 17 - Roma  
Sito di riferimento teatro: www.teatroolimpico.it