MENU

K-HOME | KIROLANDIA | KIRI | REGOLAMENTO | CONTATTI  | corrente culturale | fridaartes | privacy e cookie
Kirosegnaliamo | Kiroalmanacco | Kirosegnaliamo
K-NEWS |FOTO | RACCONTI | POESIE | DISEGNI/PITTURE | PALCOSCENICO | MUSICA | ARTE | CINEMA | LIBRI | COSTUME/SOCIETA' | SCIENZE/NATURA | VIDEO
IppoKiro PutzoKiro MayaKira LoveKira ManuKira AttiroKira VolpocaKiro MireKira Krouge VeraKira

sabato 21 aprile 2018

Grazie alla CAMERA MUSICALE ROMANA, CARMEN DI MARZO canta l'amore ai SS. APOSTOLI di Roma ed emozione tutto il pubblico

autrice: Mirella Angelelli (MireKira)  






La CAMERA MUSICALE ROMANA al Convento dei SS. XII Apostoli, nella Sala dell'Immacolata di Roma, durante sua stagione concertistica, presenta, come da tradizione, uno spettacolo di prosa e musica, “Rosy D’Altavilla” l’amore oltre il tempo, scritto e diretto dal conosciuto e bravo Paolo Vanacore, con musiche originali di Alessandro Panatteri.

L'attrice e cantante Carmen Di Marzo, protagonista di alto livello, recita un monologo e canta tredici brani, ritrovati dalla sapiente ricerca filologica del regista.

La storia si svolge a Napoli, città della musica e dell'amore, e si snoda tra realtà e ricordo su due livelli narrativi che si alternano e si intrecciano.

Nella sala gremita, gli spettatori interessati partecipano allo svolgersi di questa evocante vicenda. Il primo personaggio a prendere vita è Rosetta, bidella di una scuola, pronta ad aiutare gli alunni nelle loro vicende amorose. È proprio lei ad essere stata, in una vita precedente, Rosy D'altavilla, contante famosa dei Cafè Chantant napoletani, un mondo pieno di magia che ancora oggi cattura l'emotività.
Così mentre la narrazione va vanti, il ricordo si anima, e attraverso le parole di Rosy si rivivono le atmosfere dei vicoli partenopei, gli echi di canti lontani, il sogno del palcoscenico, aspettativa di tante fanciulle povere per riscattarsi attraverso l'arte.


Ma è l'amore cercato, vissuto e perso che fa da sfondo al racconto. Nella poesia delle canzoni sentiamo la malinconia dei sentimenti e della paura degli innamorati che non mutano attraverso il tempo.

Un pianoforte e un flauto, suonati da Alessandro Panatteri e Fabio Angelo Colajanni, dolcissime note accompagnano le melodie della bravissima interprete che si muove con destrezza, sia nei semplici panni della bidella che in quelli più sofisticati della sciantosa.

La conclusione della storia sarà una sorpresa per il pubblico che, prima commosso, poi divertito, uscirà soddisfatto, anche per aver ascoltato tanta bella musica di grandi autori della tradizione italiana.

- Mirella Angelelli -



“Rosy D’Altavilla” l’amore oltre il tempo
Con Carmen Di Marzo.
Testo e Regia di Paolo Vanacore,  Musiche originali di Alessandro Panatteri
Fabio Angelo Colajanni, flauto
Alessandro Panatteri, pianoforte e direzione


VIII Stagione Concertistica di Musica ai Ss. Apostoli a cura della Camera Musicale Romana
Direzione artistica del Soprano Elvira Maria Iannuzzi.