MENU

K-HOME | KIROLANDIA | KIRI | REGOLAMENTO | CONTATTI  | corrente culturale | fridaartes | privacy e cookie | disclaimer
Kirosegnaliamo | Kiroalmanacco | Kirosegnaliamo
K-NEWS |FOTO | RACCONTI | POESIE | DISEGNI/PITTURE | PALCOSCENICO | MUSICA | ARTE | CINEMA | LIBRI | COSTUME/SOCIETA' | SCIENZE/NATURA | VIDEO
IppoKiro PutzoKiro MayaKira ManuKira AttiroKira MireKira VeraKira CeresKira VolpocaKiro Krouge Krouge

giovedì 1 luglio 2021

BIANCANEVE ALTROVE fra luci e ombre, paura e speranza al TEATRO DI VILLA TORLONIA



Una passeggiata attraverso il verde del Parco di Villa Torlonia per bussare anche noi, riguardosi spettatori, alla porta della casa dei 7 nani e ascoltare rapiti la fiaba della bella bimba dai capelli color ebano, guance rosse come il sangue e pelle bianca come la neve.
 
Inizia così la performance Biancaneve Altrove, con il coordinamento artistico di Fabrizio Pallara, andata in scena presso lo spazio immerso nel verde del teatro di Villa Torlonia. Un anfiteatro naturale che ha accolto, sul finir del tramonto, la narrazione affidata al poliedrico Valerio Malorni e alla musica dal vivo del bravissimo Federico Ferrandina.
 
Una lettura interessante della versione attualmente conosciuta dei fratelli Grimm della fiaba di Biancaneve che viene resa estremamente accattivante dall'incredibile voce di Valerio Malorni capace di giocare con timbri vocali, rugosità e suoni leggeri come uno scultore alle prese con la sua opera più amata.
 
Le musiche di Federico Ferrandina sono scenografia e guida alle emozioni espresse durante la lettura e l’intreccio di luci e proiezioni sulle finestre del Teatro Torlonia, diventano quadri per una inedita mostra che ci immerge nelle stanze della storia di Biancaneve.
 
Molto è reso grazie ai colori, ombre e luci affidate a Camilla Chiozza e Marco Guarrera, che si alternano scaldando il paesaggio naturale e di grande valore è il richiamo stilistico scelto per lo specchio, servitore della matrigna e per la prospettiva resa della casetta dei nani nella foresta. Se l’ebano della finestra dalla quale la mamma di Biancaneve guardava scendere la candida neve era così prezioso, perché non far raccontare direttamente dalle finestre del palazzo di Villa Torlonia la fiaba tanto amata da grandi e piccini?
 
“Lo specchio dice sempre la verità”
 
Una lettura coraggiosa con interessanti suggestioni sonore quella di Biancaneve Altrove. Una fra tutte la rivisitazione della canzoncina dei nani che tornano dalla miniera: una vera perla dedicata ai più grandi. Senza spazio e senza tempo, questa bella interpretazione ci permette di prendere le giuste distanze dalla versione disneyana e ci accompagna verso la nostra immaginazione creativa senza paura di perderci nella foresta buia.
 
LA SCINTILLA
Pensare come i grandi. Immaginare come i più piccoli. Il teatro ci insegna che…
 
Forse non poteva esserci modo migliore per riaprire le danze della mia rubrica #nonchiamatelipiccoli. Io, che avrò letto Biancaneve infinite volte, ho trovato in questa bella versione Biancaneve Altrove la capacità di porre l’accento su elementi riconoscibili e importanti. Fra tutti il ruolo dello specchio, servo fedele costretto a dare notizie che esso stesso comprende nel loro valore doloroso. L’imprudenza che genera dolore. La generosità senza alcuna pretesa che conduce all’amore puro. La scintilla vera stavolta però sono loro, i bambini presenti, che fanno sperare in un futuro più bello grazie alle splendide famiglie che hanno scelto di scegliere il valore della cultura.

- Raffaella Ceres -
_KIROLANDIA®_






www.teatrodelleapparizioni.it

www.facebook.com/malombraa
www.teatrodiroma.net