MENU

K-HOME | KIROLANDIA | KIRI | REGOLAMENTO | CONTATTI  | corrente culturale | fridaartes | privacy e cookie | disclaimer
Kirosegnaliamo | Kiroalmanacco | Kirosegnaliamo
K-NEWS |FOTO | RACCONTI | POESIE | DISEGNI/PITTURE | PALCOSCENICO | MUSICA | ARTE | CINEMA | LIBRI | COSTUME/SOCIETA' | SCIENZE/NATURA | VIDEO
IppoKiro PutzoKiro MayaKira ManuKira AttiroKira MireKira VeraKira CeresKira VolpocaKiro Krouge Krouge SpanKiro

venerdì 16 dicembre 2022

APPUNTAMENTO A LONDRA in scena al TEATROSOPHIA. Un viaggio dentro ai sentimenti che porta dritto ai fortissimi applausi


Recensione critica dello spettacolo "Appuntamento a Londra”
di  Mario Vargas Llos, regia Ilenia Costanza
Replica di domenica ventisette  novembre duemilaventidue, Teatrosophia – Roma


La magia del teatro offre l'occasione di trasformare i sogni in possibilità sino a farli divenire quasi realtà. 
 
APPUNTAMENTO A LONDRA di Mario Vargas Llosa, magistralmente diretto da Ilenia Costanza, è il racconto di un inaspettato incontro che ben presto si trasforma in un fitto tracciato dell’anima volto a comporre la storia di una grande amicizia ma anche di un profondo amore.
 
Così la scena, nel delizioso e accogliente TEATROSPHIA di Roma, si apre e siamo improvvisamente a Londra, in una stanza d’albergo dove un’elegante donna arriva a scuotere la giornata di un ricco uomo in viaggio d’affari dal Perù. Lei, affascinante e da subito enigmatica, dichiara di essere la sorella del suo migliore amico in gioventù. Ma dopo i primi attimi qualcosa già non quadra. Sì, è vero, la seducente sconosciuta è a conoscenza di tanti dettagli di quel lontano rapporto d’amicizia, forse troppi? Come il particolare di quel pugno sferrato al tentativo proprio di suo fratello di baciare il grande amico.
 
Ma chi è veramente quella donna? Cosa sta accadendo tra i due mentre si parlano? E quei racconti che, piano piano, vediamo comporsi sono tutti reali oppure c’è una profondità che riusciamo solo ad intravedere e che da sincerità diviene immaginazione e viceversa? E quando cambia improvvisamente il punto di vista cosa avviene tra loro?
 
Lo spettacolo è un movimento di pensieri, é un viaggio dentro ai sentimenti forti e tenui, tra le paure, i desideri, le speranze di attraversare quegli intangibili spazi che tengono lontani dalle proprie nascoste identità. Si alternano memorie, svelamenti continui che si capovolgono, che si lasciano scorgere per alcuni attimi, afferrare dalla mente per poi trasformarsi in voli dentro gli abissi di impulsi feroci e dolci mai definitivamente domati e compresi. Le confessioni si sviluppano in un tessuto altamente onirico in cui ogni verità sembra scomparire e aprire la strada solo ad intrecci del cuore e della fantasia.
 
I due protagonisti, Enzo Piscopo e Guido Lomoro, sono abilissimi a farci godere della loro passione, a spingersi fin dentro le loro storie e poi respingerci al di fuori, in un’altra direzione che improvvisamente prende forme che nemmeno ci si saremmo aspettati. Piscopo è bravissimo e sempre credibile nelle sue vesti interpretative al femminile che ci ammaliano tanto che ogni sua parola diviene così plausibile da farci credere a tutto.  
 
Mentre le evocanti luci diventano sfondo tra paragrafi esistenziali in un tappeto musicale che sorregge ogni passaggio scenico, la regia di Ilenia Costanza è in grado, con estrema lucidità, di comporre l’intarsio di pensieri e parole dell’accattivante e tagliente testo del premio Nobel per la letteratura Mario Vargas Llosa.
 
Nell’abbondante ora di bellissimo spettacolo si lasciano scorrere i flussi delle coscienze senza mai invadere troppo le libertà emozionali che si vanno sprigionando sempre più sino al commosso fortissimo applauso finale.
 
Veramente complimenti  a tutti.
 
Andrea Alessio Cavarretta -
_KIROLANDIA®_
 


 
APPUNTAMENTO A LONDRA
Di Mario VargasLlosa
Con
Enzo Piscopo e Guido Lomoro
Regia di Ilenia Costanza
Musiche originali di Lorena Vetro
luci di Gloria Mancuso
Produzione
Vetri Blu e Teatrosophia
 
www.teatrosophia.it