MENU

K-HOME | KIROLANDIA | KIRI | REGOLAMENTO | CONTATTI  | corrente culturale | fridaartes | privacy e cookie
Kirosegnaliamo | Kiroalmanacco | Kirosegnaliamo
K-NEWS |FOTO | RACCONTI | POESIE | DISEGNI/PITTURE | PALCOSCENICO | MUSICA | ARTE | CINEMA | LIBRI | COSTUME/SOCIETA' | SCIENZE/NATURA | VIDEO
IppoKiro PutzoKiro MayaKira ManuKira AttiroKira VolpocaKiro MireKira Krouge VeraKira

sabato 30 dicembre 2017

L'ESSENZIALE VERITÀ DELLE COSE - FRANCESCO TROMBADORI ritratti e paesaggi del primo '900 alla GALLERIA D' ARTE MODERNA di Roma

autrice: Mirella Angelelli (MireKira)  




In questi giorni di festa, dove c'è più tempo per dedicarsi anche all'arte e la cultura, tra le passeggiate spensierate in centro, dovete assolutamente programmare una tappa alla GALLERIA D'ARTE MODERNA di Roma, per gustarvi l'affascinante mostra antologica L'ESSENZIALE VERITÀ DELLE COSE su FRANCESCO TROMBADORI a cura di  Giovanna Caterina De Feo dell’Associazione Amici di Villa Strohl-Fern e della Sovrintendenza Capitolina.

Fransceso Trombadori, siciliano di nascita ma romano di adozione, percorre quel primo '900 in cui correnti di ricerca e dispute appassionate coinvolgono, uniscono e dividono pittori italiani ed europei. Con loro, il raffinato artista vive alcune importanti e formative esperienze e trova nel corso di quegli anni la sua personale vena poetica.

La mostra, dal titolo emblematico, racchiude 130 opere, la maggior parte realizzate tra gli anni  '30 e i '50, che spaziano dai ritratti, ai paesaggi ed alle nature morte e dà un ampio assaggio anche delle grandi capacità tecniche e dell'eleganza di questo notevole pittore.


Così, nella carrellata dei bei dipinti, emerge il figurato femminile, classico nella sua impostazione, atto a sottintendere uno studio attento ed inclusivo del passato che si avvia a diventare altro. Il corpo sembra statico, ma è allo stesso tempo morbido e flessuoso, una luce sospesa lo avvolge e il colore, nel nudo, sembra una patina d'oro e ambra che dona rilievo a volti pensosi, sognanti e segreti.

Nel corso degli anni il pittore trasforma la sua tavolozza: dai paesaggi limpidi ed assolati della Sicilia approda alle atmosfere rarefatte e sognanti di ponti e piazza romane
Luoghi che tanta storia raccontano, appaiono fermi nel tempo, toni cromatici e sfumature trasmettono un sentimento di pace e serenità.
Il paesaggio, frutto di un lavoro di analisi e studio costruttivo, che passa anche attraverso l'uso della fotografia, sottratto dal tempo e alla contingenza, arriva alla sua essenza e, sospeso tra reale e irreale, cattura ed irretisce lo spettatore.

Una mostra antologica ricca di capolavori che consiglio a tutti di vedere per passare alcune ore  riflessive immersi in quel bello di cui c'è sempre bisogno.

- Mirella Angelelli -

L'ESSENZIALE VERITÀ DELLE COSE - FRANCESCO TROMBADORI
Promossa da Roma Capitale, Assessorato alla Crescita culturale - Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali, a cura di  Giovanna Caterina De Feo dell’Associazione Amici di Villa Strohl-Fern e della Sovrintendenza Capitolina. Organizzazione di Zètema Progetto Cultura. Catalogo Maretti edizioni.