MENU

K-HOME | KIROLANDIA | KIRI | REGOLAMENTO | CONTATTI  | corrente culturale | fridaartes | privacy e cookie | disclaimer
Kirosegnaliamo | Kiroalmanacco | Kirosegnaliamo
K-NEWS |FOTO | RACCONTI | POESIE | DISEGNI/PITTURE | PALCOSCENICO | MUSICA | ARTE | CINEMA | LIBRI | COSTUME/SOCIETA' | SCIENZE/NATURA | VIDEO
IppoKiro PutzoKiro MayaKira ManuKira AttiroKira MireKira VeraKira CeresKira VolpocaKiro Krouge Krouge SpanKiro

mercoledì 14 dicembre 2022

“RAOUL DUFY Il pittore della gioia” un’immersione nella luce e nel colore a PALAZZO CIPOLLA

 

La luce e il colore prorompono e avvincono nella bellissima mostra RAOUL DUFY Il pittore della gioia a PALAZZO CIPOLLA di Roma, fortemente voluta dal Prof. Avv. Emmanuele F.M. Emanuele, Presidente della Fondazione Terzo Pilastro - Internazionale
Le opere esposte (circa 160) hanno tutta la forza dell'arte pittorica che con il suo linguaggio universale concilia ed unisce le diversità  e avvicina l'uomo a quel bello che dà un senso alla vita.
 
Raoul Dufy attraversa due secoli ricchi di novità (nasce nel 1877 a Le Havre e muore nel 1953 a Forcalquier), vive il fervore delle avanguardie, frequenta scuole di pittori che parlano un linguaggio che si allontana dalla tradizione. Monet, Pissarro, Cézanne, Matisse sono i suoi maestri, ne viene coinvolto ed elabora una sua percezione della realtà  e del colore e costruisce una sua identità.
 
Il bellissimo allestimento della mostra è un’immersione nella sua poliedrica personalità che spazia dalla pittura alla ceramica, dalla grafica alla moda e a tutte quelle produzioni che davano una risposta alla sua forza creativa. 
Il percorso inizia con la visione di una replica in scala 1:10 di una grande composizione “La Fata Elettricità”, un murale di oltre 60 metri di lunghezza per 10 di altezza, composto da 250 pannelli dipinti a olio, che gli fu commissionato per il Padiglione francese dell'Esposizione Universale del 1937 a Parigi dalla Compagnie Parisienne de Distribution d'Électricité. Il visitatore percepisce subito l'originalità  del contenuto e della forma e nella scoperta delle tredici sezioni allestite, potrà  vivere un'esperienza che penetra dentro l'anima fino a farla gioire.
 
Tutte le opere aprono ai sensi ma in alcune lo sguardo si sofferma e si perde come nella visione del “Paesaggio provenzale” (olio su tela, 1905)  o “La terrazza sulla spiaggia” (olio su tela, 1907); ma il mare lo affascina ecco allora i “Battelli ormeggiati nel porto di Marsiglia” (olio su tela, 1908), “ll molo di Honfleur” (olio su tela, 1928), “Le regate” (olio su tela, 1907-1908), “Regata con gabbiani” (olio su tela, 1930), è  un susseguirsi di immagini in cui ritroviamo anche la luce della nostra Sicilia “Paesaggio siciliano, Taormina” (olio su tela, 1923).

“La grande bagnante” (olio su tela, 1914) è un vero capolavoro, attira lo sguardo e ci fa conoscere le prime emozioni del giovane Dufy; ma il pittore ama anche la vita mondana e le corse dei cavalli “Corse a Epsom” (olio su tela, 1934 ), “Ippodromo di Ascot” (olio su tela, 1937-1938) e tutti i luoghi in cui la società  del tempo trova divertimento. Bellissima la sezione degli acquarelli, realizzati negli anni quaranta, dove è solo il colore che dà forma a fiori e composizioni.
Di fronte alle sale dedicate alla moda e alle creazioni di disegni per tessuti cogliamo tutta la sua originalità che preannuncia le sfilate dei grandi stilisti.
 
Immersi in queste stupende atmosfere vi invitiamo a vedere una mostra che è tutta da vivere ed esplorare per entrare nella dimensione spazio-temporale di un pittore che apre con la sua magia al mondo contemporaneo.

Angelelli Mirella -
_KIROLANDIA®_

Immagine a corredo:  foto ufficiale dell'allestimento RaoulDufy_PalazzoCipolla 
 
 
“RAOUL DUFY Il pittore della gioia” - Palazzo Cipolla
Promossa dalla  Fondazione Terzo Pilastro – Internazionale per volontà del suo Presidente Prof. Avv. Emmanuele F. M. Emanuele, realizzata da Poema con il supporto organizzativo di Comediarting e Arthemisia, ideata dal Musée d’Art Moderne de Paris e curata da Sophie Krebs con il contributo di Nadia Chalbi.
Catalogo edito da Skira.