MENU

K-HOME | KIROLANDIA | KIRI | REGOLAMENTO | CONTATTI  | corrente culturale | frida.artes | cookie law
Kirosegnaliamo | Kiroalmanacco | Kirosegnaliamo
K-NEWS |FOTO | RACCONTI | POESIE | DISEGNI/PITTURE | VIDEO | PALCOSCENICO | MUSICA | ARTE | CINEMA | LIBRI | COSTUME/SOCIETA' | SCIENZE/NATURA
IppoKiro PutzoKiro MayaKira LoveKira VirusKira ManuKira AttiroKira Krouge ChiKira VolpocaKiro MireKira

sabato 1 febbraio 2014

FABIO CHIARINI presenta “diversamente Angeli”

autore: Marcella Sullo (CandidKira) 
miscellanea 
Libri    




Chi sono gli angeli dei nostri giorni? Sono angeli diversi, diversi da chi, diversi in che modo ma soprattutto essere diversi e' un difetto?

La prima volta che ho preso tra le mani il libro di poesie di Fabio Chiarini e' stato proprio nel posto dove lo ha presentato una settimana fa: al TEATRO MILLELIRE. Il nostro teatro, la nostra casa, il luogo dove abbiamo vissuto opportunità di incontro, di espressione, di crescita.

La dedica che mi ha scritto Fabio nella prima pagina ovvero che potessi riconoscermi in qualcuna delle sue poesie e' stata profetica. Mi sono rispecchiata in molti dei suoi versi, Fabio Chiarini scrive di amore a 360 gradi, amore per i genitori, per gli amici, per il partner. Ed è questa complicità che si è respirata al Millelire, ottima l'attività da moderatore di Fabrizio Caperchi, gran comunicatore, perfetto padrone di casa. Le letture sono state affidate a tre giovani e validi attori Daniel De Rossi, Mariano Riccio e Jessica Zanella. Gli interpreti sono stati fondamentali, hanno reso la semplicità dei versi donandogli la profondità implicita.


Splendida "angelo" dedicata al compagno di vita Filippo, toccante "neologismi" viaggio alla ricerca di un vocabolario inventato per poter esprimere quello che spesso a parole non riusciamo a dire. I versi di Chiarini sono pennellate su una tela a due facce, un ritratto di Dorian Gray ...una figura angelica con lati demoniaci. Anche la copertina del libro con due corpi maschili abbracciati, uno bianco e uno nero, yin e yang, un completarsi nella diversità.


Dalla conversazione tra Fabio e Fabrizio abbiamo capito molto della genesi di queste righe, l'invito ad essere sempre se stessi per quanto possa essere difficile " perché chi sa affrontare se' stessi e' davvero un eroe"; l'orgoglio nell'essere diversi senza paura del giudizio altrui, continuare a volare "senza aver paura che il sole sciolga le tue ali". E ancora gli amori maledetti, quelli dannati che ci fanno sentire sbagliati, inadatti, usati, ma anche gli amori puri come quello della madre o quello degli amici. Una battaglia in cui scendiamo in campo ogni giorno, una lotta in difesa dell'uguaglianza , un grido che si leva per la libertà, per vedere i propri diritti riconosciuti. Una voce che Fabio porta in giro per l'Europa, anche in sedi istituzionali, perché possano essere illuminate le ali di quegli angeli intimoriti, di coloro che le nascondono per timore che il peso dell'omologazione, dell'ignoranza, dell'indifferenza possa spezzarle.

Presentazione 
 "diversamente Angeli"
di Fabio Chiarini
Teatro Millelire, 24-01-2014, Roma
Relatore: Fabrizio Caperchi, responsabile del Magazine La Nouvelle Vague
Letture a cura di Jessica Zanella, Mariano Riccio e Daniel De Rossi


Ti potrebbe interessare anche:

Lo SPAGHETTI STORY pensiero



Se consideri questo post interessante scrivi un commento, vota le stelline e clicca mi piace!  

Nessun commento:

Posta un commento