MENU

K-HOME | KIROLANDIA | KIRI | REGOLAMENTO | CONTATTI  | corrente culturale | frida.artes | cookie law
Kirosegnaliamo | Kiroalmanacco | Kirosegnaliamo
K-NEWS |FOTO | RACCONTI | POESIE | DISEGNI/PITTURE | PALCOSCENICO | MUSICA | ARTE | CINEMA | LIBRI | COSTUME/SOCIETA' | SCIENZE/NATURA | VIDEO
IppoKiro PutzoKiro MayaKira LoveKira ManuKira AttiroKira VolpocaKiro MireKira Krouge VeraKira

martedì 22 novembre 2016

KIROSEGNALIAMO 22-27 Novembre 2016

Kiri, continuano le segnalazioni di  Kirolandia blog di cooperazione dell'omonima corrente culturale.




Di settimana in settimana qualche suggerimentio sia In che Off, selezionato accuratamente sulla base delle vostre importanti indicazioni.




Dunque ecco per sognare con voi... 



TEATRO

"PROFUMO DI DONNA"
dal romanzo IL BUIO E IL MIELE
di Giovanni Arpino
DIRETTO E INTERPRETATO DA MASSIMO VENTURIELLO

TEATRO NINO MANFREDI - Ostia
dal 22 novembre al 4 dicembre 2016
 22, 23, 24, 25, 26, 29 novembre e 1, 2 dicembre ore 21.00 - 27, 30 novembre e 4 dicembre ore 17.30 - 3 dicembre ore 17.30 e 21.00

Un capitano in pensione, rimasto cieco a causa di un'esplosione accidentale, decide di recarsi a Napoli da un amico anch'egli non vedente. Il capitano si farà accompagnare in questo viaggio da un giovane soldato in permesso premio. Tra vessazioni e rimproveri, il giovane, ribattezzato ''Ciccio'' al pari di tutti gli sventurati che si sono succeduti nell'ingrata mansione, “scorterà” quindi il bizzarro capitano che si rivelerà un uomo dalla personalità poliedrica; a tratti irascibile e spigoloso, a volte ironico e autoironico, sempre e comunque irresistibile seduttore di donne, per le quali ha una particolare passione. I due partono in treno da Torino e la prima tappa è Genova, dove il capitano decide di passare alcune ore con una prostituta. La seconda tappa del viaggio è Roma, dove il capitano parla con il cugino prete della sua condizione fisica e, per ultimo, giungono a Napoli, dove il capitano viene corteggiato da una giovane donna perdutamente innamorata di lui, ma il capitano sembra infastidito dalle sue attenzioni. La vera ragione del viaggio e dell’incontro con l’amico non vedente giungerà inaspettata e sorprendente solo alla fine... solo allora il capitano capirà che non potrà rifiutare l'aiuto e le attenzioni della giovane donna.

dal romanzo “Il buio e il miele”di Giovanni Arpino  - Adattamento Pino Tierno - diretto e interpretato da Massimo Venturiello - con (in ordine alfabetico) Irma Ciaramella, Camillo Grassi, Andrea Monno, Claudia Portale, Sara Scotto di Luzio, Franco Silvestri
La voce dei brani cantati è di Tosca
Scene: Alessandro Chiti - Costumi Sabrina Chiocchio - Musiche. Germano Mazzocchetti  - Light design: Umile Vainieri

Indirizzo: via dei Pallottini 10 – OSTIA LIDO
Sito di riferimento teatro: www.teatroninomanfredi.it


____


Divisoperzero
presenta
"UBU ME"
Di e con Francesca Villa e Francesco Picciotti
In prima assoluta “uno spettacolo che unisce abilmente le diverse tecniche del teatro di figura

TEATRO STUDIO UNO -  Roma
SALA TEATRO
da giovedì 24 novembre 2016 a domenica 4 dicembre 2017, dal giov. al sab. ore 21.00_dom. 18.00

Pupazzi, fantocci, burattini fatti a pezzi e ricostruiti sono i protagonisti della pièce che segue la trama del testo di Jarry, ma che in questa versione viene

trasformato in una messa/rievocazione dei due burattinai, improbabili sacerdoti di una cerimonia grottesca, irriverente, volgare e sporca per a far rivivere quello che è morto.
Madre e Padre Ubu sono due nobili piccoli e buffi, apparentemente inoffensivi come solo i burattini sanno essere. La fame insaziabile di Padre Ubu, alimentata dall’avidità di Madre Ubu, lo convincerà a uccidere il re e a usurparne il trono. Preso il potere però, Padre Ubu si rivelerà un essere ignobile e vigliacco, finendo inesorabilmente per perdere ogni cosa.
Sulla scena la grande pancia di Ubu, centro di tutto, un simulacro, un’urna, un teatrino dei burattini, ogni cosa si svolgerà dentro, intorno o sopra di essa come forza centripeta e centrifuga della scena. “Ubu me” è un omaggio e una cerimonia funebre, dedicato a quell’essere immondo che è Padre Ubu, un nobile vigliacco e cattivo, ma anche fonte di ispirazione per tutti quanti, con la sua capacità di vivere la sua imperfezione con impeto cavalleresco.   

Indirizzo: via Carlo della Rocca, 6 - Roma (Torpignattara).
Sito di riferimento teatro: www.teatrostudiouno.com

____

“Come un cactus nel deserto”

TEATRO TRASTEVERE - Roma
da venerdì 25 a domenica 27 novembre 2016, ore 21.00_dom. 17.30

Un lunedì sera come tanti, un tavolo da poker, quattro donne e… cinque storie.
A casa di Asia si ritrovano Patrizia, Sveva e Clara e come spesso succede, le singole vite prendono il sopravvento su una tranquilla serata di poker.
Patrizia irrompe come un tornado, ha litigato con Riccardo, la quotidianità si fa troppo opprimente, i conti di fine mese segnano rosso e l’ombra della suocera megera incombe sul suo presente. Ha un sogno nel cassetto: Jonathan, macho latino d’oltre oceano.
Come un cactus nel deserto si presenta come un momento di pura comicità dove il connubio tra verbale e non verbale genererà delle situazioni divertenti e surreali.
Curato nella scenografia da Massimilano Guidi e sotto la guida attenta di Claudio Miani, si trascorrerà un’ora e mezza di sana evasione, staccando la spina da tutte le difficoltà del quotidiano e ricordandoci che le fobie di ciascuno di noi, altro non sono che le fondamenta per una corretta crescita interiore…

Prodotto dall’OUT OUT Theatre, scritto e diretto da Claudio Miani, con Ilaria Falconi, Flavia Franzini, Barbara Gentile, Silvia Pugliese ed Emanuela Reda.

Indirizzo: via Jacopa de Settesoli 3 - Roma
Sito di riferimento teatro: www.teatrotrastevere.it

____

"LA MODA DEI SUICIDI"
di Marco Avarello
Regia di Linda Di Pietro

La location è segreta e verrà comunicata al momento della prenotazione
25, 26, 27 novembre 2, 3, 4 - 9, 10, 11 - 16, 17, 18 dicembre 2016 - Prima replica ore 20:00 – seconda replica ore 21:30

Tra il 2008 e il 2010, 58 dipendenti della società di telefonia France Telecom si sono tolti la vita. Nel mirino l’attività dei manager durante il piano di riorganizzazione.
Ispirato alla storia vera di France Télécom, la Moda dei suicidi è una piece teatrale itinerante ambientata in una location non convenzionale. Il pubblico è introdotto e guidato nei luoghi dove possiamo immaginare che i fatti avvennero. Nel percorso, attraverso le storie di alcuni dipendenti, si ricostruisce la vicenda della privatizzazione del colosso di telefonia francese attuata con un uso spietato e sistematico del mobbing. Realtà e finzione si confondono. I personaggi si rivelano, nell’intimità di una stanza, ripercorrono il passaggio dalla normalità al momento in cui si frantuma. E a tratti le parole dei personaggi si mescolano con quelle realmente scritte, lasciate sotto una finestra dai dipendenti che si tolsero la vita.
Morire di lavoro è inaccettabile, eppure la follia a quanto pare resta una tentazione forte laddove le leggi del mercato hanno reso il rapporto tra una grande organizzazione e le persone che lavorano al suo interno mostruoso e a tratti addirittura ridicolo. La follia diventa liberazione da un ordine che è profondamente disumano, perchè esige la perdita dell'uomo. La salvezza sembra impossibile da trovare eppure è vicinissima.
Lo scontro non voluto tra due personaggi agli estremi produrrà una situazione grottesca e perfino comica, in un continuo ribaltamento di ruoli destinato a condurci verso un finale imprevedibile.

Artinmovimento in collaborazione con Solco srl e Vox Communication srl.
Di Marco Avarello - con Marius Bizău, Vittorio Ciardo, Antonella Civale, Letizia Letza, Marta Nuti, Giuseppe Grisafi, Tiziana Scrocca, Fabio Morici, Marco Zingaro - Regia di Linda Di Pietro

Per info e prenotazioni inviare una mail a modadeisuicidi@gmail.com
L’indirizzo della location su Roma verrà comunicata al momento della conferma della prenotazione.
____

TEATRO SALA VIGNOLI - LA NUOVA STAGIONE
presenta
"LA TRILOGIA DELLA VILLEGGIATURA"
Commedia con musiche di Tato Russo da Carlo Goldoni
Regia CARMEN POMMELLA

TEATRO SALA VIGNOLI - Roma
sabato 26 e domenica  27 novembre 2016, sabato ore 21.00_dom. ore 19.00

Parte il 26 novembre la prima stagione del Teatro Sala Vignoli, il nuovo spazio diretto da Eugenio Dura nel cuore del Pigneto, quartiere sud di Roma.

Il primo spettacolo in scena è  La Trilogia della Villeggiatura di Tato Russo. Tratto dall'opera di Carlo Goldoni, il lavoro rappresenta il primo atto della costituita Compagnia dei Giovani di T.T.R IL TEATRO DI TATO RUSSO che si propone di riportare nelle scuole il repertorio delle opere del maestro. La direzione artistica è affidata a Carmen Pommella.
Lambientazione nella Capri degli anni 50 suggerisce lutilizzo di colori e atmosfere dalla bellezza irripetibili. Ci piace pensare, perciò, che lautore abbia tratto ispirazione da situazioni viste e vissute durante la sua giovinezza. Lanello di congiunzione tra la frivolezza dellepoca e i reali contenuti del periodo, sono le canzoni che si alternano alla prosa e che permettono un piacevole tuffo nel passato quando la musica sostituiva tutta o in parte un racconto di una storia damore o le avventure di unallegra compagnia. Tutto, quindi, ruota intorno alle smanie, alle isterie, ai capricci di una gioventù che pretende di “stare” piuttosto che di “essere”.

Regia CARMEN POMMELLA - con  Carlo Caracciolo, Riccardo Citro, Rita Corrado, Elisabetta DAcunzo, Roberta Esposito, Simona Esposito, Mario di Fonzo, Adriano Falivene, Annarita Ferraro, Irene Grasso, Nuvoletta Lucarelli, Peppe Mastrocinque, Antonio Vitale
e con la partecipazione di Gigi Savoia - scene   Giuseppe Zarbo - costumi   Concetta Nappi - musiche originali: Zeno Craig e Salvatore Benitozzi - disegno luci: Giovanni Porcaro - coreografie: Rita Corrado
                                        
Indirizzo: Via Prenestina, 104 - Roma
Fb di riferimento teatro: www.facebook.com/vignoliteatro/

____



PROSEGUONO....

"MINCHIA SIGNOR TENENTE"
di Antonio Grosso
regia Nicola PISTOIA
Minchia Signor tenente è una commedia in cui si parla di mafia, ma in modo incredibilmente comico e originale, si ride tanto e, alla fine, si riflette.
TEATRO MARCONI -  Roma
da venerdì  18 a domenica 27 novembre 2016, ore 21.00_merc. e dom. 17.30

Torna a teatro Minchia Signor Tenente, la commedia scritta da Antonio Grosso che, in otto anni, ha superato le duecentocinquanta repliche e oltre cinquantamila spettatori.
Sicilia 1992, in un piccolo paesino dell’isola c’è una caserma dei carabinieri, posta sul cucuzzolo di una montagna. I militari, ognuno proveniente da una diversa regione italiana, affrontano la quotidianità del paesino, dove la cosa che turba di più la gente del posto è il ladro di galline: una volpe!!
Tra sfottò e paradossi, un matto che denuncia continuamente cose impossibili e situazioni personali (uno dei militari è fidanzato con una ragazza del posto, e la legge lo vieta!!), i ragazzi si sentono parte di una famiglia, un'unica famiglia. L’arrivo di un tenete destabilizzerà l’unione dei cinque carabinieri.

Di Antonio Grosso - regia. Nicola Pistoia  - con Antonio Grosso, Natale Russo, Gaspare Di Stefano, Francesco Nannarelli, Francesco Stella, Federica Carruba Toscano, Antonello Pascale e Ariele Vincenti. - Luci: Luigi Ascione - Scene: Fabiana di Marco - Costumi: Maria Marinaro

Indirizzo: viale marconi 698E - Roma
Sito di riferimento teatro: www.teatromarconi.it

____


“CIAO, PAPA’... TI PRESENTO MIA MADRE!”
una commedia scritta e diretta da Salvatore Scirè

TEATRO TESTACCIO - Roma
da martedì 15 a domenica 27 novembre 2016, sab ore 21.00 _dom ore 18.00

Anche quest'anno Salvatore Scirè torna al teatro Testaccio con una divertentissima commedia.
Questo nuovo testo rende omaggio al mondo del teatro, accendendo i riflettori su quella speciale realtà rappresentata dal “dietro le quinte” e che tanto affascina chi ne sta al di fuori; un mondo che Salvatore Scirè racconta con voluto disincanto e raffinata ironia, mettendone a nudo pregi e difetti, vizi nascosti ed esibite virtù; peraltro continuando a percorrere – come commediografo - un raffinato itinerario di scrittura teatrale, sempre attuale e attento alle moderne tematiche affettive e sociali. Certamente il palcoscenico stavolta diventa a maggior ragione singolare metafora della vita. Ed è all’interno di questo contesto assai particolare che l’Autore inserisce una storia di affetti veramente insolita e singolare, come l’intrigante titolo della commedia lascia intravedere; una storia che si evolve piacevolmente tra momenti di forte comicità e accenti di grande umanità.

Scritto e diretto da Salvatore Scirè - con Gianpiero Cricchio, Fabio Mascaro, Laura Sorel, Antonella Arduini, Silvia Corti, Alessandra Testa, Mary Suriano, Valeria Mafera.

Indirizzo di riferimento: via Romolo Gessi,  8 - Roma
Sito di riferimento: www.teatrotestaccio.com

____


"CONIUGI"
di Éric Assous
regia Giancarlo Fares
Si può cogliere l’occasione irripetibile della vita anche nel momento meno opportuno?
Una commedia brillante - uscita dalla raffinata penna di uno dei maggiori autori di commedie contemporanee francesi - che ricorda come la felicità non sia una condizione permanente, ma la continua ricerca di un equilibrio.

TEATRO DE' SERVI - Roma
da martedì 8 a domenica 27 novembre 2016, ore 21.00_sab 17.30 e 21.00_dom. 17.30

L’amicizia e l’amore hanno un prezzo? Quanto siamo disposti a pagare per i nostri desideri? Quanto incide la convenienza nei nostri rapporti d’amore e di amicizia? E quanto costa la coerenza? Sono questi gli interrogativi che pone “Coniugi”, la commedia scritta da Assous e diretta da Giancarlo Fares.
Il testo di Éric Assous – autore tra i più rappresentati in Francia e vero pilastro della commedia contemporanea francese – propone, con leggerezza, una riflessione sull’egoismo che domina i rapporti umani.
In scena, due coppie di amici d’infanzia, un’amante e una vincita plurimilionaria al Lotto.
«Cosa fareste voi in caso di una grossa vincita di denaro?» Questa la domanda che attraversa tutto il dipanarsi della vicenda. Le risposte gettano una patina di disincanto sui rapporti matrimoniali che capriccio e denaro sembrano poter facilmente mettere in discussione.

Di Éric Assous - con Felice Della Corte (Saverio), Roberto D’Alessandro (Berto), Francesca Nunzi (Patrizia), Giorgia Guerra (Luana) - Musiche Massimiliano Pace – Luci Cristian Massimini – Costumi Lucia Mirabile - regia Giancarlo Fares

Indirizzo: Via del Mortaro (ang. Via del Tritone), 22 - Roma
Sito di riferimento teatro: www.teatroservi.it

____


GIRA CHE TI RIGIRA…
con
Spadoni&Paniccia
(Valentino Spadoni e Elia Paniccia)
di Donatella Brocco, Elia Paniccia e Valentino Spadoni
regia di Donatella Brocco

TEATRO LO SPAZIO - Roma
6 - 13 - 20 - 27 novembre 2016 e 5 dicembre 2016  - Domenica ore 20.30

Quanto c’è di casuale nelle nostre vite? Siamo artefici delle nostre scelte o è la fortuna a decidere per noi? Ecco il quesito posto da “Gira che ti rigira…”, uno spettacolo originale e coinvolgente.

Il duo comico Spadoni&Paniccia, già conosciuto per il successo avuto al Teatro Golden di Roma, allo Zelig di Milano e allo Zelig Lab On the Road di Roma, si distingue per un linguaggio fulminante e immediato. Lo spettacolo, ideato dalla regista e scritto insieme ai due attori, ha come coprotagonista la Ruota della Fortuna, vera artefice della scaletta della serata: otto scene si alternano seguendo il responso della ruota: che ci sarà dopo? 
Con pochi oggetti in scena, per lasciare spazio alla comunicazione dei corpi e della fantasia, gli attori condividono con il pubblico la condizione di imprevedibilità delle sequenze, dei ruoli e delle atmosfere in un crescendo di sorpresa che sottostà alle leggi del caso e che si trasforma anche in una prova di virtù.

Con pochi oggetti in scena, per lasciare spazio alla comunicazione dei corpi e della fantasia, gli attori condividono con il pubblico la condizione di imprevedibilità delle sequenze, dei ruoli e delle atmosfere in un crescendo di sorpresa che sottostà alle leggi del caso e che si trasforma anche in una prova di virtù

Indirizzo: via Locri, 32/44 - Roma
Sito di riferimento: www.teatrolospazio.it

___­_



TEATRO RAGAZZI

La Compagnia Schegge di cotone
in scena con
"Favole fatte a pezzi"
di Ottavia Leoni e Emanuele di Giacomo

CENTRALE PRENESTE TEATRO-  Roma
domenica 27 novembre 2016, ore 16.30

Il pubblico si troverà di fronte a un vero e proprio museo ambulante delle favole.

Un imbonitore e il suo musicista intratterranno gli spettatori nell’attesa di entrare e, nel frattempo, cercheranno di vendere qualche gadget del mondo delle fiabe: la pera di Biancaneve, la piuma da solletico di Mamma Oca, la macchina per fabbricare arcobaleni. Una volta entrati nel museo ci saranno stanze per tutti i gusti, per ridere e per spaventarsi, per pensare e per stupirsi, e per ricordare che ogni storia è legata a una stella e tutte le stelle guidano il cammino dei viaggiatori notturni.

Lo spettacolo fa parte della Rassegna Infanzie in gioco 2016/17.

Da un’idea di Ottavia Leoni - Testi :Emanuele Di Giacomo - Regia: Collettiva - Musiche originali: Gabriele Ortenzi - Areamag - Con: Barbara Folchitto, Ottavia Leoni, Gabriele Ortenzi, Emiliano Valente

Informazioni: per tutti, grandi e bambini
Indirizzo: Via Alberto da Giussano, 58, Roma
Sito di riferimento: www.centraleprenesteteatro.blogspot.it

____


"ARTU' E LA SPADA NELLA ROCCIA"
Liberamente tratto da I Racconti del Ciclo Bretone
Adattamento e Regia Marco Cavallaro
Compagnia Teatro dei Cento
 
TEATRO MARCONI -  Roma
da sabato 19 e domenica 20 / sabato 26 e domenica 27 novembre 2016, sabato ore 16.00_ dom. ore 11.00

Magie, duelli, incantesimi, battaglie, musiche, balli, risate e tanto coinvolgimento. Questa è uno dei racconti più antichi tra le leggende.
Chi di noi non ha mai sentito parlare di Re Artù e della sua spada nella roccia? Chi non ha mai sognato di essere un cavaliere seduto alla tavola rotonda?
Chi non ha mai creduto alle magie di Merlino?
Torna in scena in una versione del tutto nuova, con musiche originali e una narrazione veloce e brillante, un grande classico per i ragazzi, ma anche per gli adulti. La storia di un destino fatto di sogni e di rivincite.
Il piccolo Semola, rimasto orfano e cresciuto in una famiglia adottiva che lo tratta come servo, avrà il suo destino svelato da un buffo e squinternato mago che gli aprirà le porte della mente verso un destino regale.
Una fiaba per tutti, grandi e piccini, con un cast giovane e preparato a far divertire tutto il pubblico presente., ricordando che in fondo sognare è la cosa più bella che ci possa essere.

Adattamento e Regia Marco Cavallaro - Compagnia Teatro dei Cento

Indirizzo: viale marconi 698E - Roma
Sito di riferimento teatro: www.teatromarconi.it

____


 MUSICAL

Teatro Nuovo di Milano
presenta
"JERSEY BOYS"
Regia
CLAUDIO INSEGNO
con
ALEX MASTROMARINO nel ruolo di Frankie Valli
FLAVIO GISMONDI nel ruolo di  Bob Gaudio MARCO STABILE nel ruolo di  Tommy DeVito CLAUDIO ZANELLI nel ruolo di Nick Massi
e con
ANDREA CARLI - Gyp Decarlo
ALICE MISTRONI - Mary Delgado BRIAN BOCCUNI - Bob Crewe
GIULIO PANGI - Joe Pesci FIORELLA NOLIS – Francine
GLORIA MIELE – Lorraine MASSIMO FRANCESE – Barry
ROBERTO LAI - VALERIA BELLEUDI -  GIUSEPPE ORSILLO
PASQUALE GIRONE MALAFRONTE - Ensamble

Testi  MARSHALL BRICKMAN & RICK ELICE
Musiche BOB GAUDIO
Liriche BOB CREWE

TEATRO OLIMPICO - Roma
da martedì 22 novembre a domenica 4 dicembre 2016, ore 21.00_dom. 18.00

JERSEY BOYS, il pluripremiato musical campione di incassi a Broadway (oltre 2.5000.000 spettatori) e nel West End di Londra è finalmente in Italia. Prodotto dalTeatro Nuovo di Milano grazie a un accordo con Theatrical Rights (NY), Jersey Boys, è un magnifico viaggio musicale tra i successi che hanno scalato le classifiche di tutto il mondo tra gli anni ’50 e gli anni ’70.
Dopo essersi aggiudicato, i premi di “Migliore spettacolo nuovo” e di “Miglior attore protagonista” - grazie alla fantastica interpretazione di Alex Mastromarino - agli ultimi Italian Musical Awards, e dopo essere stato applaudito al Folies Bergére di Parigi,    “Jersey Boys”  arriva a Roma per proseguire la sua tournèe in diversi teatri d'Italia. A produrlo è il Teatro Nuovo di Milano pronto a far cantare e ballare i pubblico italiano e non solo.  
Con Jersey Boys si assapora l’incredibile musica e la vera storia dell’italo-americano Frankie Valli e dei Four Season che, appena ventenni, hanno scritto le proprie canzoni inventando un sound unico che ha venduto oltre 175 milioni di dischi in tutto il mondo.

Jersey Boys - Testi: Marshall Brickman & Rick Elice - Regia: Claudio Insegno - Coreografie: Valeriano Longoni - Scene: Roberto E Andrea Comotti - Costumi: Graziella Pera - Disegno Luci: Alin Theodore Pop - Disegno Audio: Armando Vertullo - Supervisione Musicale: Emanuele Friello - Proiezioni:  Francesca Del Cupolo ed Erika Dolci - Supervisione Alle Proiezioni: Francesca Biral - Direzione Musicale/Tastiera3: Angelo Racz

Indirizzo: Piazza Gentile da Fabriano, 17 - Roma
Sito di riferimento teatro: www.teatroolimpico.it

___­_


MANIFESTAZIONI e FESTIVAL

Festival di Corti Teatrali
“InCortoTeatrale” – 2° edizione 2016
Vieni a sostenere e votare il tuo Corto Teatrale preferito!

da giovedì 24 novembre a domenica 27 novembre, ore 20.30_dom. ore 18.00

Dopo una ardua e minuziosa selezione tra più di 40 proposte inviate come risposta al nostro bando, il CENTRO CULTURALE ARTEMIA di Roma è lieto di presentare la SECONDA EDIZIONE 2016 della Rassegna/Concorso per Corti Teatrali della durata massima di 15 minuti dal titolo “InCortoTeatrale” dedicata ad artisti e gruppi operanti nel territorio di Roma e Provincia.
La finalità è di dare visibilità e spazio a tutti coloro che nella nostra città e provincia s’impegnano nella ricerca di nuove proposte drammaturgiche, offrendo l’occasione della messa in scena del proprio spettacolo e del confronto con il pubblico ed esperti del settore.
Giuria: MIRELLA MAZZERANGHI – Attrice e Madrina della manifestazione; GIANCARLO MORETTI – Autore, Regista, Attore; ARMANDO PIZZUTI – Attore; ANDREA ALESSIO CAVARRETTA – Direttore artistico Kirolandia; GIOVANNI PALMIERI – Direttore organizzativo Kirolandia; MARIA PAOLA CANEPA – Direttore artistico Centro Culturale Artemia
Direzione artistica del Festival e Presidente di giuria: GIANCARLO MORETTI
Conducono e presentano il Festival: LUCIA CIARDO, M. PAOLA CANEPA e GIANCARLO MORETTI
Media Partner: GUFETTO MAGAZINE

Svolgimento del Festival/Concorso:
Il concorso si svolgerà in 4 serate (24, 25, 26 e 27 novembre 2016 ); in ogni serata si esibiranno gli artisti/compagnie selezionate tramite bando, il cui spettacolo sarà valutato da una giuria tecnica competente composta da professionisti del mondo del teatro (attori, registi, giornalisti, autori) e presieduta dal direttore artistico della rassegna. Per l’attribuzione del Premio Speciale del Pubblico verrà consegnata agli spettatori una scheda per votare il miglior corto tra quelli della serata.

SPETTACOLI SELEZIONATI E PROGRAMMA:
• Giovedì 24 novembre • ore 20.30
– Un clarinetto nel mare
scritto e diretto e interpretato da Manuel Amadasi
– La soglia
di Antonino Giuffré – regia Arianna Gasperini con Paola Fiore Burgos, Arianna Gasperini, Antonino Giuffré, Giuseppe Marvaso e Sara Simson
– Le maree
scritto, diretto e interpretato da Gennaro Mazzuoccolo
• Venerdì 25 novembre • ore 20.30
– Come una ruota – Stop al femminicidio
scritto e diretto da Sasà Russo, con la Compagnia Teatrale Iposcenio
– Uno sguardo nuovo
di Fabio Gagliardi e Mario Canale, con Marina loré, Massimo Saccutelli e Fabio Gagliardi
– Incubo di una notte di mezza estate
scritto e diretto da Emanuele Bilotta, con Alberto Brichetto, Noemi Giansanti, Fabrizio Baldani musiche originali di Federico Bini
– Per Lei
di e regia Cristel Checca con Alessandro Balestrieri e Cristel Checca
• Sabato 26 novembre • ore 20.30
– Sogno di una notte
da W. Shakespeare – regia Cristina Valeri, con Cristina Valeri, Franca Marasco, Elisabetta Quartullo, Stefania Giavja, Loretana Paesano, Mauro Sorbelli, Gabriele Pacifici, Corrado Patriarca e Luca Marchetti
– Perché, non posso?
scritto e diretto e interpretato da Domenico Vincenzo Tufano. Supervisione in regia Giancarlo Fares e Vincenzo Ciardo
– Ninna Nanna
Scritto e diretto da Danilo Caiano, con Maria Gisela Cesari, Miriam Fricano, Romano Gennuso, Giorgio Volpe.
– Basto a me stessa
di Ruben Sabatini. Diretto e interpretato da Monia Manzo.
– E’ (sempre) precariomercato
Scritto e diretto da Enrico Vulpiani, con Enrico Vulpiani e Andrea Onori
• Domenica 27 novembre • ore 18
– Countdown
di Johann W. Goete, Ovidio e Jules Verne, con Cinzia Antifona, Valentina Greco e Francesca Pica, regia Compagnia PolisPapin – Domenico Latronico
Countdown?
– Ex-pulsione
Scritto e diretto da Roberto Graziano, con Roberto Graziano, Alessandra Umile, Claudio Strinati e Lola De Marco
– Carlos, l’ultima volta
di Emiliano Metalli, regia E. Metalli e Mauro Toscanelli, con Mauro Toscanelli e Lodovico Bertuzzi

Sito di riferimento centro: www.centroculturaleartemia.it

____

"BATTITI"
rassegna internazionale di circo – teatro

TEATRO FURIO CAMILLO - Roma
da giovedì 17 novembre a domenica 04 dicembre 2016, ore 21.00_dom. ore 18.00

Il Teatro Furio Camillo ospiterà per il quarto anno consecutivo BATTITI una rassegna di teatro di contaminazione, frutto dell'incontro tra le più alte tecniche circensi ed il lavoro d'attore. Dal 17 novembre al 04 dicembre 2016 la rassegna accoglierà spettacoli di compagnie, italiane ed estere, che utilizzano tecniche circensi differenti, raccontando una nuova realtà scenica contemporanea. Tutti i giovedì della rassegna saranno dedicati alla presentazione di performance e spettacoli ancora in forma di “studio” di compagnie under 35. Inoltre anche quest’anno, oltre alla consueta mostra fotografica a cura del “CSF Adams”, la rassegna ospiterà la sezione Piccoli Battiti, dove verranno proposti spettacoli di circo teatro dedicati ai più piccoli.
Apriranno la rassegna il 17 novembre Teodora Grano e Chiara Lucisano con Lascia il tempo che trovi. È il primo frammento di una riflessione sul Tempo, è l'inizio di qualcosa che ancora deve prendere forma.

Questa settimana:
Giovedì 24 novembre Martina Giuliani presenterà Gaia, uno studio su come sia possibile unire il circo e il teatro in un monologo che è in realtà dialogo fra aria e terra.
Il 25 novembre Anita Brandolini presenterà uno spettacolo di ricerca di danza contemporanea e danza aerea su tessuto, FR/AGILE. Non c’è spazio per essere fragili, dicono. Non c’è spazio né tempo per mostrarsi fragili: “controproducente!” dicono. L’imperativo: mostrarsi intraprendenti, determinati, vincenti, attrattivi, autonomi, invincibili. Reclamare uno spazio, un momento per la fragilità.
Il 26 e 27 novembre il Teatro C’art Comic Education presenterà la sua nuova produzione, Casa de Tabua. Due Mondi. Lui con la sua casa viaggiante, lei con la sua casa sonora. Lui con il suo silenzio impacciato e morbido, lei con le sue abitudini precise e ritmiche. Il loro incontro davanti allo sguardo del pubblico li rende ancora più assurdi, più fragili a tal punto che i martelli ballano per loro.

Indirizzo: via Camilla, 44 - Roma
Sito di riferimenti: www.teatrofuriocamillo.it

____



ARTE

PROSEGUONO....

"Antonio Ligabue"
a cura di Sandro Parmiggiani e Sergio Negri,

COMPLESSO DEL VITTORIANO  ALA BRASINI - Roma
da venerdì 11 nevembre  a domenica8 gennaio 2017, vari orari


Un’esposizione interamente dedicata al genio tormentato, originario della Svizzera tedesca, ma che a Gualtieri - sulle rive del Po - visse fino alla morte dopo essere stato espulso dal Paese natale nel 1919. Autodidatta, grazie a una visionarietà e a una capacità di trasfigurazione straordinarie, raggiunse quella dimensione pittorica di espressionista tragico, profondamente umana e intrisa di una sensibilità viscerale che gli valsero la conquista di una propria identità e, dopo fatiche e ostracismi, i riconoscimenti da parte di appassionati e di storici dell’arte.
Attraverso circa 100 lavori, la mostra propone un excursus storico e critico sull’attualità dell’opera di Ligabue che rappresenta oggi una delle figure più interessanti dell’arte del Novecento.

Tra gli olii esposti Carrozza con cavalli e paesaggio svizzero (1956-1957), Tavolo con vaso di fiori (1956) e Gorilla con donna (1957-1958), accanto a sculture in bronzo come Lupo siberiano (1936).
In mostra anche una sezione dedicata alla produzione grafica con disegni e incisioni quali Mammuth (1952-1962), Sulki (1952-1962) e Autoritratto con berretto da fantino (1962) e una sezione sulla sua incredibile vicenda umana.

Sotto l’egida dell’Istituto per la storia del Risorgimento italiano e con il patrocinio della Regione Lazio, Roma Capitale e Fondazione Federico II Palermo, la mostra Antonio Ligabue è promossa dalla Fondazione Museo Antonio Ligabue di Gualtieri e dal Comune di Gualtieri, è curata da Sandro Parmiggiani, direttore della stessa Fondazione e da Sergio Negri, presidente del comitato scientifico, con l’organizzazione generale di Arthemisia Group e C.O.R. Creare-organizzare-realizzare.

L’evento vede come sponsor Generali Italia, sponsor tecnico Trenitalia e media partner AD.

Il catalogo è edito da Skira.

Indirizzo: San Pietro in Carcere - Roma
Sito riferimento: www.ilvittoriano.com

____

"GUERRE STELLARI - PLAY"
a cura di Fabrizio Modina

COMPLESSO DEL VITTORIANO  ALA BRASINI - Roma
da venerdì 28 ottobre a domenica 29 gennaio 2017, vari orari

Il Complesso del Vittoriano - Ala Brasini di Roma ospita la mostra dedicata all’affascinante universo di Guerre Stellari, un mito assoluto che ha incantato tre generazioni dal 1977 a oggi.
Oltre 1000 pezzi tra modellini, action figures e stampe d’epoca - alcune esposte per la prima volta in Italia - raccontano ai visitatori le scene e i personaggi più indimenticabili di un mondo che ancora
oggi seduce e appassiona a livello globale.
Guerre Stellari – Play. La mostra sulla saga che ha sedotto tre generazioni si focalizza sull’aspetto ludico della leggendaria narrazione, utilizzando una selezione attinta dall’infinita produzione - partita nel 1977 - di merchandising a marchio Kenner (ora Hasbro) e che Fabrizio
Modina, curatore della mostra e uno dei massimi collezionisti mondiali di toys fantascientifici, mette a disposizione del grande pubblico.
Ai più classici toys sono affiancati rarissimi pezzi vintage da collezione quali costumi, accessori, caschi e armi che, in scala reale, ricostruiscono con accurata presenza scenica quell’universo di valori e stereotipi che sono andati oltre il cinema per divenire icone universali.

Sotto l’egida dell’Istituto per la storia del Risorgimento italiano, la mostra Guerre Stellari – Play. La mostra sulla saga che ha sedotto tre generazioni è prodotta e organizzata da Arthemisia Group e Kornice, è curata da Fabrizio Modina e vede come special partner Mondadori Store e come partner tecnici iGuzzini, Guidi Go e Grafiche Gemma.

Il catalogo è edito da Piazza Editore e Kornice.

Indirizzo: San Pietro in Carcere - Roma
Sito riferimento: www.ilvittoriano.com

____

"LOVE. L’arte contemporanea incontra l’amore"
a cura di Danilo Eccher
Il Chiostro del Bramante festeggia i suoi 20 anni di attività con una mostra dal carattere internazionale.


Chiostro del Bramante - Roma
 da giovedì 29 settembre 2016 a domenica 19 febbraio 2017 - vari orari

Una novità assoluta e imperdibile nel panorama delle proposte culturali capitoline degli ultimi anni che si candida a riportare la città di Roma in linea agli stessi livelli delle più stimate realtà espositive internazionali. Per la prima volta saranno riuniti tra i più importanti artisti dell’arte contemporanea, come Yayoi Kusama, Tom Wesselmann, Andy Warhol, Robert Indiana, Gilbert & George,Francesco Vezzoli, Tracey Emin, Marc Quinn, Francesco Clemente e Joana Vasconcelos, con opere dai linguaggi fortemente esperienziali (All the Eternal Love I Have for the Pumpkins della Kusama tra le più instagrammate al mondo) e adatte a coinvolgere il pubblico attraverso molteplici sollecitazioni.

L'arte incontra l'amore.
L’esposizione romana intende affrontare uno dei sentimenti universalmente riconosciuti e da sempre motivo d’indagini e rappresentazioni, l’Amore, raccontandone le diverse sfaccettature e le sue infinite declinazioni. Un amore felice, atteso, incompreso, odiato, ambiguo, trasgressivo, infantile, che si snoda lungo un percorso espositivo non convenzionale, caratterizzato da input visivi e percettivi.

Inoltre, in coerenza con il progetto scientifico voluto dal DART Chiostro del Bramante, il visitatore potrà vivere un' esperienza di guida attiva assolutamente fuori dal comune, scegliendo per la prima volta tra 5 "partner audio": John, Coco, Amy, David e Lilly saranno gli speciali compagni di viaggio, a seconda del tipo di esperienza che si vuole intraprendere, che racconteranno le opere esposte e aiuteranno il pubblico ad apprezzare le emozioni in esse contenute. Le audioguide sono state realizzate dalla Zeranta Edutainment s.r.l. società specializzata nell'educational ed entertainment.

Artisti presenti: Vanessa Beecroft, Francesco Clemente, Nathalie Djurberg e Hans Berg, Tracey Emin, Gilbert & George, Robert Indiana, Ragnar Kjartansson, Yayoi Kusama, Mark Manders, Ursula Mayer, Tracey Moffatt, Marc Quinn, Joana Vasconcelos, Francesco Vezzoli, Andy  Warhol, Tom Wesselmann.

Con il patrocinio di Roma Capitale - Assessorato alla crescita culturale Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali.Chiostro del Bramante in collaborazione conArthemisia Group. - La mostra vede come sponsor JTI e Generali Italia. - Il catalogo è edito da Skira.

Indirizzo: Via Arco della Pace 5 - Roma
Sito di riferimento: www.chiostrodelbramante.it

____

"Edward Hopper"
 curata da Barbara Haskell 
Una grande mostra dedicata a Edward Hopper,
icona dell’arte americana del XX Secolo, amatissimo dal grande pubblico.

COMPLESSO DEL VITTORIANO  ALA BRASINI - Roma
da sabato 1 ottobre 2016 a domenica  12 febbraio 2017, vari orari

A grande richiesta dei visitatori, arriva (anzi torna) nella Capitale Edward Hopper, uno degli artisti più conosciuti e amati dal grande pubblico internazionale. Circa 60 capolavori realizzati da Hopper tra il 1902 e il 1960, prestati eccezionalmente dal WhitneyMuseum di New York, tra cui le opere iconiche Le Bistro or The Wine Shop (1909), Summer Interior (1909), New York Interior(1921), South Carolina Morning (1955) e Second Story Sunlight (1960).
Prestito eccezionale è il complesso e seducente olio su tela Soir Bleu opera della lunghezza di circa due metri, realizzato da Hopper nel 1914 a Parigi.

All’esposizione delle opere si aggiunge una sezione del tutto inedita, dedicata all’influenza di Hopper sul grande cinema come nei film che hanno per protagonista Philip Marlowe, i lavori di Hitchcock - Psycho e Finestra sul cortile -, quelli di Michelangelo Antonioni, fino ai diversi riferimenti hopperiani ne Il GridoDeserto rosso e L'eclisse.
In Profondo rosso, Dario Argento ricostruisce come “Nighthawks” la sequenza del bar; in Velluto blu e Mullholland Drive, il grande David Lynch s’ispira a molte opere di Hopper, così come Wim Wenders in Paris, Texas e Todd Haynes in Lontano dal Paradiso e i fratelli Coen in L'uomo che non c'era.

Sotto l’egida dell’Istituto per la storia del Risorgimento italiano, con il patrocinio della Regione Lazio, in collaborazione conAssessorato alla Crescita culturale – Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali di Roma Capitale, la grande retrospettiva dedicata a Edward Hopper è organizzata e prodotta da Arthemisia Group con il Whitney Museum of American Art di New York, ed è curata da Barbara Haskell - curatrice di dipinti e sculture del Whitney Museum of American Art - in collaborazione con Luca Beatrice. La mostra vede come sponsor Generali Italia e come special partner Ricola, come sponsor tecnico Trenitalia e media partner AD eVogue Italia. L’evento è consigliato da Sky Arte HD. Catalogo edito da Skira.

Indirizzo: San Pietro in Carcere - Roma
Sito di riferimento: www.ilvittoriano.com

____



LIBRI

Chi Più Ne Art Edizioni
in collaborazione con DOIT Festival
presenta la Miscellanea teatrale 
L’Artigogolo 2016 
 quinto volume della collana Le nebulose a cura di Cecilia Bernabei

Ar.MaTeatro - Roma
sabato 26 novembre 2016 – ore 17.00

Presentazione e reading   
Intervengono la curatrice Cecilia Bernabei
la direttrice editoriale Adele Costanzo 
il caporedattore della sezione Teatro di Gufetto Magazine Antonio Mazzuca
e gli autori dei testi

La casa editrice Chi Più Ne Art S.r.l.s. di Adele Costanzo prosegue il coraggioso impegno di promozione e diffusione della drammaturgia contemporanea con la pubblicazione della seconda Miscellanea teatrale.

nella cornice dell’Ar.Ma Teatro di Daria Veronese sarà presentata l’antologia teatrale nella quale confluiscono i lavori premiati dall'omonimo concorso e i testi dei menzionati e del vincitore del DOIT festival 2016 frutto di esperienze teatrali eterogenee: dal teatro civile alla riscrittura dei classici, dalla suggestione delle questioni sociali attuali e umane alla riflessione sulla nostra storia.

Perché la Guerra, di Alessandro Izzi, è il testo vincitore della sezione “Drammaturghi in azione”, Antigone – Metamorfosi di un mito, di Serena Gaudino, è il vincitore della sezione “Drammaturghi esordienti”. Presenti anche i menzionati: Neime di Amalia Bonagura e Nascondigli di Michela Giudici e Alessandro Veronese. 
Gli altri testi presenti nel volume hanno conquistato critica e pubblico al DOIT Festival - Drammaturgie Oltre Il Teatro - con la direzione artistica di Angela Telesca e Cecilia Bernabei, in seconda edizione al Teatro Planet di RomaGretel e tutti gli altri di Susanna Mannelli (vincitore del DOIT Festival 2016), L’Intruso di Davide Tassi (Premio Migliore drammaturgia DOIT Festival 2016).
Ospite speciale il testo di Daria Veronese, Il dono di Hitler.

Si ringraziano i membri della giuria del concorso l’Artigogolo 2016: Giorgia Buttarazzi, Adele CostanzoMaria Stella Di NardoSamuel DossiEnrico Ferdinandi,Simona LacaprucciaLuca ManziAntonio MazzucaMarta ScandorzaAngela TelescaAlessia Pizzi, Paolo Zarrilli.

Al termine dell’evento brinderemo insieme agli autori.

Indirizzo teatro: Via Ruggero di Lauria, 22 – Roma
Fb riferimento teatro: https://www.facebook.com/ArMa-Teatro-340104629710399/

___­_



Kirosegnaliamo esce all’inizio di ogni settimana, chi volesse darci comunicazione di eventi con rilievo artistico-culturale può scriverci a kirolandia@gmail.com oppure info@kirolandia.com,  entro la domenica precedente, specificando chiaramente la richiesta di segnalazione, provvederemo previa specifica selezione all'inserimento …



Nessun commento:

Posta un commento