MENU

K-HOME | KIROLANDIA | KIRI | REGOLAMENTO | CONTATTI  | corrente culturale | fridaartes | privacy e cookie | desclaimer
Kirosegnaliamo | Kiroalmanacco | Kirosegnaliamo
K-NEWS |FOTO | RACCONTI | POESIE | DISEGNI/PITTURE | PALCOSCENICO | MUSICA | ARTE | CINEMA | LIBRI | COSTUME/SOCIETA' | SCIENZE/NATURA | VIDEO
IppoKiro PutzoKiro MayaKira ManuKira AttiroKira MireKira VeraKira CeresKira VolpocaKiro

martedì 23 giugno 2020

KIROSEGNALIAMO dal 23 al 29 Giugno 2020

K-news

Kiri,  proseguono come sempre le  KIROSEGNALAZIONI di KIROLANDIA blog di cooperazione dell'omonima corrente culturale.

Alcuni spazi stanno riprendendo la loro programmazione, altre situazioni continuano in versione web,  quindi dopo tredici lunghe settimane di Kirosegnalazioni #iorestoacasa ecccoci a ripartire cercando nelle prossime uscite di dare voce a tutti in una forma mista.


Ricordiamo che potete inviarci i vostri comunciati stampa ad una delle nostre email kiroalndia@gmail.com -  info@kirolandia.com. Scriveteci e raccontateci delle vostre iniziative.

I suggerimenti di Kirolandia sono sempre doppi non solo qui nel blog ma anche attraverso le  KIROSOCIALNEWS, lanci direttamente dai nostri social:  Facebook, Twitter e Linkedin.


Al momento la trasmissione radiofonica, "#doyoudream kirolandia on air" sulla webradio Radio Godot,  è ancora ferma ed anche  il KIROEVENTO DA SOGNO della settimana ma presto torneranno a farvi compagnia anche loro.

Seguite gli hastag #kirosegnalazioni  #kirosocialnews e scoprirete i selezionatissimi suggerimenti dei Kiri di Kirolandia!


Dunque ecco per sognare con voi...

TEATRO

In PRESENZA

- ROMA -

PROSEGUE...

L'Associazione Culturale Teatro Trastevere
presenta
P R O L O G O
prò/lo/go s.m.(pl.-ghi)
...dove eravamo rimasti

TEATRO TRASTEVERE -  Roma
sino al 5 Luglio 2020, ore 21.00

Avviso ai Soci - E dopo il successo delle prime due serate a cura del Teatro Improvvisato di Tiziano Storti
si prosegue fino al 5 luglio con gli altri appuntamenti di Teatro di Prosa.

PROLOGO:
Scena o monologo che precede l'inizio dell'azione vera e propria
di una commedia o di un dramma, con funzione introduttiva o interpretativa.
PROLOGO:
La definizione di questo termine, dal sapore teatralmente artigianale,
è la metafora esatta di come intendiamo ripartire.
 “Dal 20 Giugno al 5 Luglio metteremo in scena "...quello che precede l'inizio dell'azione vera e propria", che coinciderà con la prossima Stagione. Un tentativo nuovo di riavvicinarci al nostro pubblico, elaborando ludicamente le giuste ed attuali regole sociali vigenti in questo nuovo presente, sopra e sotto il palco. Due settimane di teatro con gli artisti che avrebbero dovuto portare in scena i propri spettacoli ma che hanno subito la cancellazione delle repliche a causa di questo necessario periodo di lockdown: il tutto secondo un'ottica di grande, ed in questo momento fondamentale, solidarietà artistica. Il prologo precede "...una commedia o un dramma", e anche noi non faremo distinzione tra stili artistici, ma ragioneremo per altre categorie, quella del Necessario e della Socialità. Infine quello che proporremo avrà "...una funzione introduttiva o interpretativa" del nuovo modo in cui vorremmo portare avanti il discorso comunicativo della nostra bella struttura, volto alla partecipazione, al coinvolgimento e all'etica del lavoro.”

SI PROSEGUE CON:
25 Giugno alle 21
VIVIAMOCI
di e con Giorgia Mazzucato

26 Giugno alle 21
CON TUTTO IL MIO AMORE
di Giancarlo Moretti
con Ornella Lorenzano

27 Giugno alle 21
!RICOMINCIAMO
di Deanna-Bonanni-Morana
con Emiliano Morana

1 luglio alle 21
FEARLESS - TERAPIE DI GRUPPO
di e con Chiara Becchimanzi

2 e 3 Luglio alle 21
UN TRAMEZZINO TAUTOLOGICO
di e con Mauro Tiberi

4 e 5 Luglio alle 21
SHAKESPEARE IN PLEXIGLASS
con Annabella Calabrese e Giovanna Cappuccio

Teatro Trastevere #ilpostodelleidee

Costo:  10 €, tessera gratuita
KIROLANDIA - Media Partner del Teatro 
Informazioni: 06.5814004 - info@teatrotrastevere.it
Indirizzo: via Jacopa de Settesoli 3 - Roma
Sito di riferimento teatro: www.teatrotrastevere.it
_________________________________________________________________________­_


MUSICA

CONCERTI

- ROMA -

NOVITA'

G&M RECORFONIC PRESENTA
BINARIO 23 + LORA & THE STALKERS

PENTATONIC – VILLAGGIO CULTURA - Roma
26 giugno 2020 – inizio concerto ore 21:30

Venerdì 26 giugno 2020 appuntamento live presso il Pentatonic con un doppio concerto che vedrà salire sul palcoscenico due band dell’etichetta G&M Recorfonic. Ad aprire la serata i Binario 23 alle prese con i brani che andranno a comporre il loro primo disco di prossima pubblicazione. A seguire Lora & The Stalkers che suonerà il repertorio del primo disco da poco uscito, insieme a nuovi brani composti in un periodo più recente
Usciti recentemente dallo studio di registrazione i Binario 23 sono una band che fonde punk, new wave e rock'n roll in unico sound granitico ed essenziale. Le loro canzoni raccontano storie quotidiane e vite che si intrecciano in una realtà affascinante e allo stesso complessa come quella capitolina. Il sound graffiante e deciso è caratterizzato da ritmi spesso veloci e serrati, che si alternano a brani dal carattere più melodico e riflessivo. Una band che ha come fonte d'ispirazione la vita reale.

Lora & The Stalkers unisce un sound vintage a paesaggi metropolitani, dove si fondono punk, new wave e rock'n roll. Nei brani scritti da questa band rivivono le atmosfere degli anni '70 e '80 affiancate da contenuti moderni che parlano di vita quotidiana e stati d'animo legati alla realtà di tutti i giorni. Lora & The Stalkers è una band in cui riecheggia il suono di artisti quali i Ramones, Joan Jett, The Clash e Blondie e dove allo stesso tempo non manca uno sguardo verso la modernità in un gioco fatto di contrasti tra suoni diretti, efficaci a tratti duri, con testi introspettivi e malinconici. Non mancano, però, le contaminazioni con la musica rock contemporanea, avendo come punto di riferimento i lavori dei produttori Dan Auerbach e Jack White, artisti dai sapori punk e 80's come i Chromatics e la scena dei cantautori che rispondono al nome di Liam Gallagher e Richard Ashcroft.
La band “Lora & the Stalkers” nasce dall'incontro tra Lora Ferrarotto e Alessandro Meozzi, componente e produttore di altre due band romane di rilevanza sul territorio italiano: gli Statale 66 e la Band Greg & The Frigidaires (con leader Claudio "Greg" Gregori del celebre duo comico Lillo e Greg). A completare la band Alessio Morelli al basso e Giovanni Campanella alla batteria. Alle incisioni del disco di esordio ha partecipato alle chitarre anche Luca Rea, autore televisivo (Stracult, Domenica In…) e regista (“Lillo e Greg The Movie”, “Base Luna”).

All’interno del locale verranno rispettate le distanze imposte dall’emergenza sanitaria e ci sarà obbligo di mascherina

Costo:  10 €, ( comprende tessera e consumazione) - Prenotazione obbligatoria
Informazioni: 339 709 4170 - info@villaggiocultura.it
Indirizzo: viale Oscar Sinigaglia 18 - Roma
Sito di riferimento teatro: www.villaggiocultura.it
_________________________________________________________________________­_

USCITE

NOVITA'

ESCE CORE

NUOVO VIDEO DI MARCONDIRO

In uscita il 20 giugno 2020 per l’etichetta Parodoi
L’amore ai tempi della tecnologia e di Internet, con al centro la storia di due Intelligenze Artificiali. Questi i temi principali del nuovo video dei MARCONDIRO intitolato CORE uscito il 20 giugno 2020 per l’etichetta discografica Parodoi. La Canzone si può chiamare CORE in 3 Lingue: Napoletano, Romanesco ed Inglese. La canzone ed il Video Clip di CORE raccontano una storia d'Amore tra due Intelligenze Artificiali ai tempi dell'Evo Mediatico. Attraverso le immagini evocative, ci si pone delle domande sull'influenza della tecnologia e dei nuovi Media nelle nostre vite:
Riusciremo mai ad usare, nel modo migliore, le innovazioni tecnologiche ed il mondo di Internet, senza rimanere avvolti dalla Rete? Potrebbe mai accadere che due Robot si innamorino? 
Il Video Clip di CORE, realizzato in Arte Grafica Animata, è il sequel del precedente AMATI e contiene le riprese girate all' ESA/ESRIN (Frascati, ROMA) da Daniele Ciprì e la sua Troupe. Il soggetto e la regia sono di Marco Borrelli, ideatore del progetto MARCONDIRO e leader della Band.
"Un'estate di qualche anno fa, mentre viaggiavo verso una bella giornata di mare, mi venne da cantare delle parole: << mi ami o non mi ami, ora tienimi tra le tue mani morbide>> come se in quel momento, sfogliando quel meraviglioso sole di inizio stagione, la cosa più importante fosse essere amati. Così, tra le dune della spiaggia del Circeo, che a tratti sembrava un deserto vicino alla città, senza telefono cellulare, ma con una chitarra, ascoltando il mio battito, nacque CORE"
"L'anno scorso, dopo aver girato il videoclip di AMATI , pensando ad un possibile seguito della storia, immaginai che i  due #RobotPrimitivi, bloccati e rinchiusi nel loro piccolo mondo virtuale, prendessero coscienza di sé e decidessero di fuggire dal laboratorio dove erano stati creati, per iniziare un viaggio, oltre la città, attraverso una stupenda natura, fino a raggiungere una spiaggia dove avrebbero visto degli Esseri Umani, intrappolati dentro schermi, cantare di pace e di amore, tutta la notte davanti ad un falò. In fine, il video si sarebbe chiuso con una visione di speranza e di ritrovata, originaria unità." (Marco Borrelli)

Il nuovo singolo CORE è presente su tutti i canali digitali dal 17 giugno 2020.

 Link youtube https://www.youtube.com/watch?v=iDGJC4gk_k0
_________________________________________________________________________­_

DA ASCOLTARE ANCORA...

“DESIDERIO DI ATLANTICO” È IL DISCO EVOCATIVO DEI CUBELOOSE
 Il fascino del mare nelle onde emotive dell’album della band romana in un viaggio tra esotiche suggestioni, velate di malinconica ironia

È disponibile nei principali digital stores, con il suo ritmo vario e variegato, Desiderio di Atlantico, il disco dei CubeLoose pubblicato da Isola Tobia LabelNove tracce – tra le quali il singolo di lancio Frufrù (qui il videoclip: https://www.youtube.com/watch?v=487g4iwIOA0)  – che trasportano la mente verso atmosfere oniriche e ricordi mai sopiti. Un messaggio emozionale intenso, suggerito in molti frangenti dal fascino evocativo del mare e delle sue onde, scena e compendio delle note sinuose della tracklist. Stimolare l’emotività e l’immaginario di chi ascolta – non senza  una certa dose di ironia – è l’obiettivo imperante della band romana. Non a caso, dietro l’apparente leggerezza dei brani, si cela una velata malinconia per il passato. L’ascolto si trasforma in un percorso sensoriale durante il quale ci si perde a sognare di essere ‘in riva a una spiaggia’ rapiti da un sensuale turbamento.
Desiderio di Atlantico è un viaggio nella memoria e nelle mutazioni, tra vizi e passioni, crudi sberleffi e aromi persistenti – raccontano i CubeLoose – metafora e favola. La ‘nostalgia del futuro’ nella scoperta dell'utopia come necessità, i miti ‘Sole’ e ‘Mare’ come metafora e funzione del desiderio. Un’opera descrittiva in chiave onirica abbinata a una ricerca di suoni e situazioni musicali di presunta forza evocativa: suoni, immagini, odori... una desiderata provocazione sensoriale ed emozionale”.

Credits album
Vittorio Fontana: voce, percussioni, cori, chitarra elettrica (4), chitarra acustica (3), ukulele (3), basso elettrico (5-6), programmazione
Vincenzo Riccio: chitarra elettrica, chitarra acustica, chitarra classica.
Davide Mengarelli: piano, synt, fisarmonica
Francesco Saverio Capo: basso elettrico (2-4-8), contrabbasso, chitarra elettrica (2-4), programmazione.

Lucrezio De Seta: batteria (2)

Vittorio Riva: batteria (1-6)

Fabio Cervera: batteria (5-8)
Alessandro Bastianelli: batteria (4-7-9)
Vanda Rapisardi: cori (2-3)


Registrato presso CubeLoose Project Studio
Missato e masterizzato da Massimiliano Nevi- Bitbazar Studio Roma
Missaggio brani 1-5-6 di Paolo Lovekey Convertito



Andrea Serraino collaboratore in fase di ripresa e pre-mix 

Produzione artistica Vittorio Fontana, Francesco Saverio Capo

Progetto grafico: CubeLoose Project

Foto Tamara Casula

Carlo Giovanni Mercadante Editore
Pubblicato da Isola Tobia Label 2020

Sito web: www.cubeloose.com
_________________________________________________________________________

"EROS  il videoclip di LENA A."
dal 10 giugno su YouTube

Uno smartphone, un palloncino ed una giornata di sole: nasce così, da un’idea di Olga Shapoval, il video del brano EROS, disponibile dal 10 giugno su YouTube (https://youtu.be/Oi5HiGETuL8)

Eros è il singolo di esordio della cantautrice Lena A. pubblicato il 5 giugno, su tutte le piattaforme digitali (https://lnkfi.re/ErosLenaA) per la sezione  New Generation di Apogeo Records.

"Eros è un dialogo con il Dio dell’amore, che spesso invia frecce a destra e manca, dimenticandosi delle conseguenze. A metà tra sogno e realtà, Eros è la storia di un innamoramento in una sera qualunque, un bicchiere di troppo ed una freccia incastrata nel petto che porta dubbi, domande e mette in discussione ogni certezza", ha spiegato Lena A.
L’indecisione, il timore ma al contempo la voglia di vivere il più semplice ed il più complicato dei sentimenti, è ben raccontato nello storyboard del video: una giornata qualunque di un palloncino, un po' di sole, un libro ed una passeggiata in giro per la città. Ma accade l'imprevedibile, un incontro che lo lascia senza fiato...sarà l'Amore? Inizia così un velato inseguimento dietro i palazzi, tra le macchine, riparato dagli alberi. Finalmente si avvicina, decide di fare il primo passo. L'amore divampa, ma la freccia di Eros è appuntita.

Biografia  
Ho cercato un nome che rappresentasse la mia voce, la mia scrittura e la mia musica; l’ho cercato dappertutto, invece era sotto ai miei occhi: Lena A. Lena significa respiro, ma è anche il soprannome che mi è stato affibbiato dalla mia più cara amica e non può che portarmi fortuna. Quella A puntata mi ricorda che mi chiamo Alessandra e che, dietro questa avventura, resto sempre io, quell’Alessandra che scrive, sogna e suona.
Sono Alessandra Nazzaro, in arte Lena A., classe 1996, nata e cresciuta a Napoli dove tutt’ora studio Filologia Moderna. Cresciuta pane e musica classica, suono il pianoforte da quando ho 5 anni, ad oggi studio pianoforte contemporaneo, jazz, blues con Elisabetta Serio. Tutto parte dalla scrittura: quello che la realtà mi offre davanti viene filtrato attraverso le mie conoscenze letterarie e culturali, citando autori, utilizzando metafore, rimandi a libri letti. La mia musica è appartiene al pop-cantautoriale, con varie influenze. Nel 2017 ho partecipato al Tour Music Fest, organizzato dal CET di Mogol, suonando al Jailbreak di Roma alle prime e seconde Semifinali, arrivando tra i primi 12 semifinalisti. Nel 2018 ho partecipato all’Apogeo Spring Contest classificandomi al secondo posto e vincendo, così, la produzione e distribuzione di un singolo. Nel Settembre 2019 ho vinto il Premio Miglior Performance al Festival della Nuova Canzone d’Autore Ugo Calise ed è stata pubblicata su tutte le piattaforme digitali la versione live del brano in gara Facciamo finta. Ad oggi porto avanti il mio progetto live sia da solista che in trio, accompagnata dal contrabbassista Marco Lembo e dal batterista Luca Martino.

Crediti:
Testo e musiche: Alessandra Nazzaro
Voce e Tastiera: Alessandra Nazzaro
Tromba: Angelo Cioffi
Contrabbasso: Marco Lembo
Batteria: Luca Martino
Registrato in presa diretta al Sanità Music Studio
Sound engineering: Luigi Petrazzuolo

Illustrazione copertina singolo: Arianna Festa
Grafica: Davide Andrea Cutolo
Regia video: Olga Shapoval
Assistente: Giovanni Carnazza
_________________________________________________________________________

LIBRI

NOVE USCITE

IL LIBRO DELLA GRANDEZZA
Dialoghi con i Maestri Invisibili
Di  ANDREA PANATTA 



In libreria da martedì 23 giugno 2020 con Edizioni Spazio Interiore, Il Libro Della Grandezza, il nuovo e attesissimo libro di Andrea Panatta, già autore dei fortunatissimi Istruzioni Per Maghi Erranti (Edizioni Spazio Interiore 2015) e Istruzioni Per Maghi Erranti 2.0 (Edizioni Spazio Interiore 2018).
In questo nuovo libro Andrea Panatta prende per mano il lettore e lo accompagna alla scoperta della propria personale Grandezza: quella potente capacità che risiede nel profondo di ogni essere umano che si mostra nelle situazioni più difficili e permette di stare in piedi nonostante ci si trovi nel bel mezzo di una tempesta.
Un libro che svela quanto siamo più grandi di quel che crediamo, di essere molto di più di quello che ci rappresentiamo e che il nostro potere è dentro di noi e non in qualcosa di esterno come siamo continuamente abituati a pensare: essere di più è nella nostra natura.
Attraverso un profondo e illuminante dialogo con i propri Maestri Invisibili, l’autore intraprende un appassionate viaggio per indagare le continue e infinite possibilità interne che ci possono condurre alla nostra più intima consapevolezza interiore ed infine alla nostra crescita personale.

Andrea Panatta
Nato a Roma nel 1973, si occupa da anni di ricerca spirituale, sviluppo del potenziale psichico, discipline energetiche e Zhineng Qigong. Dal 2008 insegna il corso di Igor Sibaldi I Maestri Invisibili. Dal 2012 insegna Zhineng Qigong in piccoli gruppi. Tiene regolarmente seminari e conferenze su argomenti come lo sviluppo della coscienza, teoria e tecnica del rilascio emozionale e del metodo Yin, il potere della mente e molti altri legati alla crescita dell’essere umano e alla concretizzazione delle sue possibilità.
_________________________________________________________________________

LETTURE

On LINE

PROSEGUE..
Con aggiornamento!

“La nascita del teatro italiano nel Medioevo”

DANTE PER TUTTI e le leggende medievali

A cura di: Luca Maria Spagnuolo
Ogni venerdì alle 12.00


Le conseguenze dovute all’emergenza Covid-19 hanno comportato l’inevitabile sospensione degli incontri di “Dante per tutti e le leggende medievali” l’iniziativa culturale che dal 2015 si svolge a Roma e ha come intento la promozione della Divina Commedia e la diffusione della cultura e civiltà medievali attraverso l’arte e la letteratura.


Il suo ideatore e curatore Luca Maria Spagnuolo non ha però fermato le attività e, complice il vasto archivio di materiali e documenti raccolti negli anni, è tornato con un nuovo progetto disponibile ogni venerdì alle 12 sui canali video YouTubeFacebook e Instagram.
Pillole di cinque minuti utili ad avvicinare il fruitore digitale al momento in cui tornerà ad essere spettatore in carne ed ossa, destinatario diretto del patrimonio sterminato raccolto dal giovane storico dell’arte nelle biblioteche italiane ed europee.

I testi letti e commentati, seppur antichi, costituiscono un’innovativa risorsa in quanto documenti inediti e di difficile reperibilità: un patrimonio non più solo per specialisti e studiosi ma finalmente restituito al pubblico.

Nei video proposti si offre l’opportunità di tracciare il percorso delle origini del teatro italiano tramite l’introduzione e la lettura di copioni teatrali risalenti ai secoli XIV-XV.

La fruizione è facilitata dalla presenza di sottotitoli in italiano, per consentire la comprensione dell’originale volgare italiano e, inoltre, in inglese, per raggiungere un pubblico anche al di fuori dei confini nazionali: a questi ultimi si offre l’occasione unica di poter conoscere dei testi mai prima d’ora tradotti.


 Ultima puntata: https://youtu.be/cFN1wI7hiZc
_________________________________________________________________________


ARTE

MOSTRE

PROSEGUONO...

CAMPIDOGLIO, AI MUSEI CAPITOLINI “IL TEMPO DI CARAVAGGIO.
CAPOLAVORI DELLA COLLEZIONE DI ROBERTO LONGHI”
In mostra il famoso Ragazzo morso da un ramarro e oltre quaranta dipinti degli artisti influenzati dalla sua rivoluzione figurativa

MUSEI CAPITOLINI - SALE ESPOSITIVE DI PALAZZO CAFFARELLI - Roma
dal 16 giugno al 13 settembre 2020, Tutti i giorni ore 9.30 - 19.30 (la biglietteria chiude un’ora prima).

Parte oggi 16 giugno, nelle sale espositive di Palazzo Caffarelli la mostra curata da Maria Cristina Bandera “Il tempo di Caravaggio. Capolavori della collezione di Roberto Longhi”. La pittura di Michelangelo Merisi, detto il Caravaggio, e della sua cerchia rappresenta infatti la centralità delle ricerche di Roberto Longhi, una delle personalità più affascinanti della storia dell’arte del XX secolo, di cui ricorre nel 2020 il cinquantenario della scomparsa.

Inizialmente programmata a partire dal 12 marzo 2020 e sospesa per le misure di contenimento del Covid-19, la mostra apre al pubblico nel rispetto delle linee guida formulate dal Comitato Tecnico Scientifico per contenere la diffusione del Covid-19 consentendo, al contempo, lo svolgimento di una normale visita museale, come indicato nella scheda informativa della mostra.
L’ingresso prevede la prenotazione obbligatoria con il preacquisto del biglietto sul sito www.museiincomuneroma.it ed è gratuito per i possessori della MIC card, previa prenotazione obbligatoria e gratuita allo 060608.

L’esposizione, allestita fino al 13 settembre 2020, è promossa da Roma Capitale, Assessorato alla Crescita culturale - Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali e dalla Fondazione di Studi di Storia dell’Arte Roberto Longhi. E’ curata da Maria Cristina Bandera, Direttore scientifico della Fondazione di Studi di Storia dell’Arte Roberto Longhi, organizzata da Civita Mostre e Musei e Zètema Progetto Cultura, mentre il catalogo è di Marsilio Editori.

Lo storico dell’arte Roberto Longhi si dedicò allo studio del Caravaggio, all’epoca uno dei pittori “meno conosciuti dell’arte italiana”, già a partire dalla tesi di laurea, discussa con Pietro Toesca, all’Università di Torino nel 1911. Una scelta pionieristica, che tuttavia dimostra come il giovane Longhi seppe da subito riconoscere la portata rivoluzionaria della pittura del Merisi, così da intenderlo come il primo pittore dell’età moderna.  

In mostra sarà esposto uno dei capolavori di Caravaggio, acquistato da Roberto Longhi alla fine degli anni Venti: il Ragazzo morso da un ramarro. L’opera, che risale all’inizio del soggiorno romano di Caravaggio e databile intorno al 1596-1597, colpisce innanzitutto per la resa del brusco scatto dovuto al dolore fisico e alla sorpresa, che si esprimono nella contrazione dei muscoli facciali del ragazzo e nella contorsione della sua spalla. Ma anche per la “diligenza” con cui il pittore ha reso il brano della natura morta con la caraffa trasparente e i fiori, come sottolineò Giovanni Baglione già nel 1642.
Nella sala introduttiva, dedicata alla figura di Roberto Longhi e alla Fondazione da lui istituita, è esposto un disegno a carboncino della sola figura del ragazzo, tratto dallo stesso Roberto Longhi, che vi appose la propria firma e la data 1930. Si tratta di un d’après, dal foglio a grandezza quasi naturale, che non solo dimostra l’abilità di disegnatore dello storico dell’arte, ma che soprattutto ne attesta la perfetta comprensione dell’organizzazione luminosa del dipinto che aveva davanti agli occhi.
In seguito, al Caravaggio e ai cosiddetti “caravaggeschi” lo storico dell’arte dedicò un’intera vita di studi, dal primo saggio del 1913 alla monografia Caravaggio del 1952, anticipata l’anno precedente dalla Mostra del Caravaggio e dei Caravaggeschi, allestita a Milano in Palazzo Reale, che riscosse un immediato successo di pubblico, contribuendo alla successiva e immensa fortuna dell’artista.

Longhi è stato non solo il più importante storico dell’arte italiano del suo secolo, ma anche un grande collezionista. Nella sua dimora fiorentina, la villa Il Tasso, oggi sede della Fondazione che gli è intitolata, ha raccolto un numero notevole di opere dei maestri di tutte
le epoche, per lui occasione di ricerca e di studio. Tra queste, il nucleo più rilevante e significativo è senza dubbio quello che comprende le opere del Caravaggio e dei suoi seguaci.

La mostra si apre con queste suggestive parole, scritte da Roberto Longhi nel 1951: “Dopo il Caravaggio, i “caravaggeschi”. Quasi tutti a Roma, anch’essi, e da Roma presto diramatisi in tutta Europa. La “cerchia” si potrà dire, meglio che la scuola; dato che il Caravaggio suggerì un atteggiamento, provocò un consenso in altri spiriti liberi, non definì una poetica di regola fissa; e insomma, come non aveva avuto maestri, non ebbe scolari.”

Quattro tavolette di Lorenzo Lotto e due dipinti di Battista del Moro e Bartolomeo Passarotti aprono il percorso espositivo con l’intento di rappresentare il clima artistico del manierismo lombardo e veneto in cui si è formato Caravaggio.
Oltre al Ragazzo morso da un ramarro è in mostra Il Ragazzo che monda un frutto, una copia antica da Caravaggio, che Longhi riteneva una “reliquia”, tanto da esporla all’epocale rassegna di Palazzo Reale a Milano nel 1951.

A seguire sono esposti oltre quaranta dipinti degli artisti che per tutto il secolo XVII sono stati influenzati dalla sua rivoluzione figurativa.
Tra questi è possibile ammirare tre tele di Carlo Saraceni; l’Allegoria della Vanità, una delle opere più significative di Angelo Caroselli; l’Angelo annunciante di Guglielmo Caccia detto Il Moncalvo; la Maria Maddalena penitente di Domenico Fetti; la splendida Incoronazione di spine di Pier Francesco Mazzucchelli, detto il Morazzone.
Tra i grandi capolavori del primo caravaggismo spiccano inoltre cinque tele raffiguranti Apostoli del giovane Jusepe de Ribera e la Deposizione di Cristo di Battistello Caracciolo, tra i primi seguaci napoletani del Caravaggio. La Negazione di Pietro è poi il grande capolavoro di Valentin de Boulogne, recentemente esposto al Metropolitan Museum of Art di New York e al Museo del Louvre di Parigi, la cui ambientazione è un preciso riferimento alla famosa Vocazione di San Matteo di Caravaggio, nella chiesa romana di San Luigi dei Francesi. Con opere di rilievo sono presenti anche artisti fiamminghi e olandesi come Gerrit van HonthorstDirck van Baburen e soprattutto Matthias Stom.

Notevoli anche le opere di due pittori di incerta identità, noti come Maestro dell’Emmaus di Pau e Maestro dell’Annuncio ai pastori, oltre a due piccoli ma significativi paesaggi di Viviano Codazzi e Filippo Napoletano.
Tra gli altri grandi artisti si segnalano i genovesi Bernardo Strozzi, Giovanni Andrea De Ferrari e Gioacchino Assereto. E ancora: Andrea VaccaroGiovanni Antonio Molineri, Giuseppe Caletti, Carlo Ceresa, Pietro Vecchia, Francesco Cairo Monsù Bernardo.

A una stagione più avanzata sono riferibili due capolavori di Mattia Preti – l’artista che più di ogni altro contribuì a mantenere fino alla fine del Seicento la vitalità della tradizione caravaggesca – e due bellissime tele di Giacinto Brandi con le quali si conclude il percorso espositivo.

La mostra è accompagnata da un catalogo realizzato da Marsilio Editori che presenta le opere del Caravaggio e dei suoi seguaci nella Collezione Longhi, corredate da una scheda e da una breve biografia degli artisti
Promosso da: Roma Capitale, Assessorato alla Crescita Culturale - Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali Fondazione di Studi di Storia dell’Arte Roberto Longhi
Organizzazione: Civita Mostre e Musei e Zètema Progetto Cultura 
Mostra e catalogo a cura di  Maria Cristina Bandera, Direttore scientifico della Fondazione di Studi di Storia dell’Arte Roberto Longhi
Catalogo: Marsilio Editori
Sponsor Sistema Musei in Comune
Servizio di vigilanza: Unisecur srl

Costo: Vedi sito
Informazioni: Tel. 060608 (tutti i giorni ore 9.00 - 19.00)
Indirizzo: piazza del Campidoglio, 1  - Roma
Siti di riferimento:  www.museicapitolini.orgwww.museiincomune.it
__________________________________________________________________________.

"ALCHIMIE DI TERRA E DI LUCE.
I MILLE VOLTI DELLA CERAMICA DI GUERRINO TRAMONTI (FAENZA 1915-1992)"

MUSEI  DI  VILLA TORLONIA - CASINA DELLE CIVETTE -  Roma
Dall'11 giugno fino al 27 settembre 2020 - vari orari

 La Città rende omaggio al maestro della ceramica Guerrino Tramonti (Faenza 1915-1992), con un’importante mostra allestita nella Casina delle Civette di Villa Torlonia. Un luogo che rappresenta l'eccellenza dello stile Liberty, dove le opere in ceramica, i dipinti e gli arazzi dell’artista - circa 50 quelle esposte - dialogano con le decorazioni delle sale del Museo, in particolare con gli arredi, come pavimenti e maioliche di rivestimento, insieme alle vivaci cromie delle vetrate.
L'esposizione, promossa da Roma Capitale, Assessorato alla Crescita culturale – Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali e a cura di Maria Grazia Massafra, Raffaella Lupi e Stefania Severi, si avvale del Patrocinio dell’Associazione Italiana Città della ceramica (AICC), del Comune di Faenza e del Museo Internazionale delle Ceramiche (MIC) ed è organizzata dalla Fondazione Guerrino Tramonti, in collaborazione con la Cooperativa Sociale Apriti Sesamo e la Galleria Sinopia di Roma.
La mostra Alchimie di terra e di luce. I mille volti della ceramica di Guerrino Tramonti, allestita dall’11 giugno al 27 settembre 2020 nelle prestigiose sale espositive della Casina e della Dipendenza, costituisce un grande e ulteriore riconoscimento per Tramonti, ceramista, scultore e pittore fra i più affermati del XX Secolo in Italia.

Per le immagini qui presenti:
> Guerrino Tramonti, 1979, Grande disco decorativo con cristallina, 6,5 x 52,5 cm, © Archivio Museo Tramonti, Photo by Raffaele Tassinari

Costo: Biglietto 5 €
Indirizzo: via Nomentana, 70 - Roma
Siti di riferimento:  www.museivillatorlonia.it
__________________________________________________________________________

ATTIVITÀ e LETTURE BAMBINI

On  LINE

PROSEGUONO..

“MAMMA OGGI CUCINO IO !”
Casina di Raffaello, al via il contest social di cucina creativa
rivolto ai bambini dai 4 ai 12 anni sul tema dell’alimentazione L’iniziativa è realizzata con il contributo scientifico di Technotown
e la preziosa collaborazione del Centro Agroalimentare di Roma
Dal 4 al 28 Giugno

Roma, 01 giugno 2020 – Casina di Raffaello, lo spazio arte e creatività dell’Assessorato alla Persona, Scuola e Comunità Solidale di Roma Capitale, gestito in collaborazione con Zètema Progetto Cultura, aderendo alla campagna #laculturaincasaKIDS lanciata da Roma Capitale, prosegue anche a giugno le sue attività digitali.

Per rimanere vicini ai bambini, ai ragazzi e alle loro famiglie che devono trascorrere ancora del tempo a casa, Casina di Raffaello, con il contributo scientifico di Technotown e la preziosa collaborazione del Centro Agroalimentare di Roma, propone l’iniziativa «Mamma oggi cucino io!», un contest social di cucina creativa per bambini dai 4 ai 12 anni sul tema dell’alimentazione.

Il Contest
Ogni giovedì (4, 11, 18 e 25 giugno) Casina di Raffaello lancerà sui propri canali social una sfida per la creazione artistica di una semplice ricetta da far realizzare ai bambini insieme ai loro genitori. I piccoli chef dovranno poi utilizzare tutta la fantasia per “impiattare” in modo artistico le proprie creazioni culinarie.

Le sfide riguarderanno quattro categorie:

                                            Colazioni Artistiche 
Merende d’Autore
                                           Pic Nic Speciali
                                            Gelati Spaziali

Contestualmente al lancio della sfida sui canali social, verrà pubblicata la video ricetta realizzata dal Centro Agroalimentare di Roma (CAR), per supportare i bambini e le loro famiglie nella pianificazione della spesa e per dare spunti alla realizzazione delle loro creazioni.
Grazie alle competenze scientifiche di Technotown, saranno realizzati anche dei mini filmati esplicativi adatti ai più piccoli per spiegare le proprietà chimiche degli alimenti utilizzati durante le sfide.

Ogni settimana i bambini avranno la possibilità di inviare entro le ore 12.00 del mercoledì successivo alla e-mail info@casinadiraffaello.it le foto delle loro creazioni alimentari e degli “impiattamenti” artistici, che saranno pubblicate lo stesso mercoledì alle ore 17.00 sulla pagina FB di Casina di Raffaello. Vincerà per ciascuna categoria chi riceve più like nella settimana di pubblicazione.

Alla ripresa delle attività la Casina di Raffaello premierà i vincitori con dei piccoli gadget ed esporrà in mostra una selezione dei migliori lavori pervenuti, grazie alla selezione di una giuria composta da Casina di Raffaello, da Technotown e dal Centro Agroalimentare di Roma.

Grazie all’utilizzo di strumenti appropriati come le video ricette e i mini filmati, realizzati con linguaggi adatti ai bambini, l’iniziativa si pone l’obiettivo di:
• accrescere la consapevolezza dell’importanza dei cibi di stagione;
• affrontare tematiche più complesse come quella dei processi chimici nel settore alimentare;
• contribuire al divertimento dei bambini, stimolandone la fantasia grazie alla creazione di ricette artistiche da condividere con i propri genitori, ma soprattutto da far gustare alle proprie famiglie!

Il programma delle sfide, delle video ricette e dei mini filmati

Colazioni Artistiche
• Giovedì 4 giugno ore 17.00 lancio della sfida e pubblicazione della video ricetta «Realizziamo un pancake con lo yogurt e la frutta fresca» a cura del CAR.
• Domenica 7 giugno ore 17.00 pubblicazione del video «A colazione con mr. Lactobacillus il fabbricatore di yogurt» a cura di Technotown.

Merende d’Autore
• Giovedì 11 giugno ore 17.00 lancio della sfida e pubblicazione della video ricetta «Il pane lo faccio io!» a cura del CAR.
• Domenica 14 giugno ore 17.00 pubblicazione del video «Il duro lavoro di Saccharomyces cerevisiae La lievitazione» a cura di Technotown.

Pic Nic Speciali
• Giovedì 18 giugno ore 17.00 lancio della sfida e pubblicazione della video ricetta «Prepariamo il muffin salato con i funghi» a cura del CAR.
• Domenica 21 giugno ore 17.00 pubblicazione del video «Il fantastico mondo di Boletus edulis il fungo porcino» a cura di Technotown.

Gelati Spaziali
• Giovedì 25 giugno ore 17.00 lancio della sfida e pubblicazione della video ricetta «Il Gelato alla frutta fatto in casa!» a cura del CAR.
• Domenica 28 giugno ore 17.00 pubblicazione del video «Il Fruttosio: gli zuccheri buoni!» a cura di Technotown.

CASINA DI RAFFAELLO
Via della Casina di Raffaello (Piazza di Siena – Villa Borghese)
 www.casinadiraffaello.it  
Facebook: @Casina di Raffaello-LudotecaaVillaBorghese
Instagram: @casinadiraffaello
#laculturaincasaKIDS

TECHNOTOWN
Via Lazzaro Spallanzani, 1/a (Villino Medioevale - Villa Torlonia)
www.technotown.it
Facebook: @Technotown-Ludoteca-a-Villa-Torlonia
Twitter: @technotownroma
Instagram: @technotownroma
                                                                                         
CENTRO AGROALIMENTARE ROMA
Via della Tenuta del Cavaliere, 1 – Guidonia (RM)
www.agroalimroma.it
Facebook: @centroagroalimentareroma
_________________________________________________________________________

UNO SGUARDO agli eventi FUORI PORTA

ATTIVITÀ per BAMBINI

- CASERTA - 

NOVITA'

"FIABE NEL BOSCO"
A cura di Roberta Sandias e Maurizio Azzurro

OASI AMBIENTALE DEL WWF, sita nel Bosco di San Silvestro (CE)
sabato 20 e sabato 27 giugno 2020 ore 17.30
  
L’attività della Compagnia “La Mansarda – Teatro dell’Orco” riprende il 20 e 27 giugno (ore 17.30) con la rassegna “Fiabe nel Bosco” all’interno dell’Oasi ambientale del WWF, sita nel Bosco di San Silvestro (CE), grazie alla collaborazione con il Centro Studi Ambientale “La Ghiandaia”. Una scelta che unisce il rispetto delle norme di sicurezza anti-Covid 19 e la voglia di ripartire. Sabato 20 giugno si parte con “I tre porcellini” nell’adattamento teatrale di Roberta Sandias per la regia di Maurizio Azzurro. Quello proposto da Sandias e Azzurro è un progetto ludico e didattico che coniuga natura e letteratura. Si prosegue sabato 27 giugno (ore 17.30) con “Le avventure di Pinocchio”, liberamente tratto dal capolavoro di Carlo Collodi, per la drammaturgia di Roberta Sandias e la regia di Maurizio Azzurro; i costumi e i pupazzi sono di Emilio Bianconi per Alchimia. In caso di sold out è prevista un’ulteriore replica alle ore 19. Il costo del biglietto per adulti e bambini dai 3 anni in su è di 8 euro, mentre il costo dell’area picnic è di 2 euro a persona. È necessaria la prenotazione ai numeri 0823361300; 3291003808; 3477974488.
La scelta del bosco come scenario per “Fiabe nel Bosco” evidenzia il legame inscindibile tra uomo e natura, all’interno del quale si inserisce il teatro – sin dai tempi più antichi - inteso come festa collettiva: «Abbiamo deciso di ricominciare, perché vogliamo ritrovare il contatto con il nostro pubblico privilegiato, ossia quello dell’infanzia – spiegano Sandias e Azzurro –. Questa versione delle fiabe nel bosco non sarà itinerante, ma l’abbiamo ripensata all’interno della radura grande dell’Oasi con l’aggiunta di panche per consentire il distanziamento sociale. Abbiamo scelto due titoli cari ai bambini perché vorremmo riprendere come se fosse una vera e propria festa».
La fiaba originaria de “I tre porcellini” è andata modificandosi nel tempo, fino a giungere alla celeberrima versione del cortometraggio di Walt Disney, dove le parti più crude della vicenda sono state eliminate. Nell’originale due dei tre porcellini vengono divorati dal lupo e il lupo stesso viene mangiato come un maialetto. «Nella nostra messa in scena abbiamo privilegiato il lieto fine – racconta Roberta Sandias che firma l’adattamento. L’aspetto fiabesco dello spettacolo è accentuato dal linguaggio in versi, proprio della favola, gradevole ed accattivante, infantile come una filastrocca e ricercato come una poesia».
“Le avventure di Pinocchio” propone alcune tra le avventure più significative del burattino creato dalla fervida fantasia di Carlo Collodi, rappresentando i suoi incontri con il Grillo Parlante, voce inascoltata della sua coscienza, il Temibile Mangiafuoco e il suo teatro dei Burattini, che ci insegna a non fermarci alle apparenze, la celeberrima coppia del gatto e  la volpe, esilarante quanto terribile e truffaldina, e, naturalmente, la Fata turchina, nume tutelare che affianca Pinocchio nel suo percorso di crescita; e ancora Lucignolo che invece lo conduce nel mirabolante paese dei Balocchi. In fondo, Pinocchio vuol essere come tutti gli altri bambini, ma nel suo desiderio di ribellione e libertà, non lo è già?

Costo: Biglietto 8 €
Informazioni:  0823361300; 3291003808; 3477974488
Indirizzo: Bosco di San Silvestro - Caserta
Siti di riferimento:  //
_________________________________________________________________________



  Segui sempre gli hashtag 
#kirosegnalazioni #kirosocialnews 
per rimanere informato 
sugli eventi da sogno della settimana #iorestoacasa...

Chiunque vuole segnalarci un'iniziativa fruibile da casa, può farlo scrivendo alle nostre email kirolandia@gmail.com -  info@kirolandia.com  o anche attraverso tutti i canali che già conoscete e le varie chat Messenger, Instagram, Twitter, Linkedin, ovunque... scriveteci, spiegateci cosa state facendo per creare intrattenimento che si può seguire comodamente dal divano di casa, mandateci un'immagine se l'avete e provvederemo a dare voce alle vostre iniziative.