MENU

K-HOME | KIROLANDIA | KIRI | REGOLAMENTO | CONTATTI  | corrente culturale | frida.artes | cookie law
Kirosegnaliamo | Kiroalmanacco | Kirosegnaliamo
K-NEWS |FOTO | RACCONTI | POESIE | DISEGNI/PITTURE | VIDEO | PALCOSCENICO | MUSICA | ARTE | CINEMA | LIBRI | COSTUME/SOCIETA' | SCIENZE/NATURA
IppoKiro PutzoKiro MayaKira LoveKira VirusKira ManuKira AttiroKira Krouge ChiKira VolpocaKiro MireKira

martedì 3 giugno 2014

KIROSEGNALIAMO 3 – 8 Giugno 2014


Kiri, continuano le segnalazioni in Kirolandia blog di cooperazione dell'omonima corrente culturale.
Per voi, di settimana in settimana, alcuni suggerimenti, piccoli e grandi, sia In che Off, selezionati sulla base delle vostre importanti indicazioni, in pieno kirostile, qualità libera da tutto e da tutti!!!

Quindi...


in PALCOSCENICO

DEBUTTO
“LA PIÙ GRANDE MAGIA” di Simone Càstano 
TEATRO STUDIO UNO  - Roma -   Mercoledi 4 e Giovedi 5 Giugno,  ore 21.00
Da bambino avevo un sogno, enorme, importante, da realizzare assolutamente: salvare il mondo! Era un sogno che mi rendeva unico, necessario alla storia umana. Ma poi ho scoperto che il mio sogno era lo stesso di tanti bambini come me. Così ho deciso di indossare una maschera, per potermi muovere silenzioso nella notte e spaventare i criminali codardi e superstiziosi. E con la maschera giusta sono diventato finalmente unico. Un eroe! Poi, a un certo punto, mi sono svegliato. Solo e sudato. Al buio. Senza maschera. Comune, come tanta gente, che di notte sognava di salvare il mondo e di giorno riprendeva la sua vita. E ho iniziato a realizzare il mio sogno.
Abracadabra! Tre storie, diversi desideri, un unico attore.  Uno spettacolo dedicato all’identità, ai sogni andati persi, ai desideri rincorsi, a tutto ciò che camminando abbiamo imparato e a tutto quello che non siamo riusciti a fermare. Un cubo magico dove, alla fine, tutto si rincontra per dar vita alla + grande magia
Testo e messa in scena: Simone Càstano - Assistente alla regia: Valentina D'Andrea  - Luci: Filippo Torre  - Registrazioni: Simone Martino   Voce: Marigia Maggipinto 

DEBUTTO
“PROXIMA PROJECT EVENT” direttore artistico M. Rocco Miglionico 
TEATRO MILLELIRE  - Roma - Domenica 8 Giugno , ore 18.30 
Un percorso storico musicale dal '700 ai giorni nostri.
Il Canto, la Regina delle Arti, nasce come esigenza del Comunicare: stati d'animo, emozioni, drammi, gioie e tutto ciò che concerne l'Essere in quanto tale, possono essere trasmessi all'uomo attraverso il Canto. La Proxima Project Eevent si propone di accompagnare l'ascoltatore in un viaggio musicale che abbraccia i vari stili della musica dal '700 ai giorni nostri, decodificando gli elementi stessi essenziali per la comunicazione che accomunano i vari periodi storico-culturali e soffermandosi sul binomio scenico-verbale (canto). Scopriremo come il Bel Canto abbia influenzato anche i brani musicali  odierni: Pergolesi, Haendel, Puccini...sublimi compositori e maestri  dell'Arte Musicale hanno sicuramente trasmesso echi classici, riletti  ed adattati in chiave moderna nei futuri generi musicali. L'arte scenica, tipica di quegli anni, ha altresì fortemente ispirato il nuovo modo di cantare ''in scena''. La Proxima Project Event si propone di farvi rivivere proprio queste emozioni dal sapore Antico, evolutesi poi nel tempo, nella nuova Era musicale.
Direttore artistico: M. Rocco Miglionico - Presentatrice: Chiara D'Alessandria - Interpreti: Rocco Miglionico (Contraltista), Carmen Del Franco (Soprano), Antonio Coppola (Bari-Tenore), Francesca Moretti (Mezzosoprano-Contralto)
www.millelire.org

PROSEGUE...
STUDIO SULLA VECCHIAIA APPOGGIATI SU LE SEDIE DI IONESCO di Patrizia D'Orsi e Marco Carlaccini 
CASA DELLE CULTURE DI ROMA – Roma -  sino a Domenica 22 giugno - in scena dal giovedi alla domenica, ore 21:30_dom ore 18.00
Stimolati dai due vecchi de le sedie di E. Ionesco abbiamo voluto credere che la vecchiaia possa essere un abbandono progressivo del peso dei propri consumati ricordi per prepararsi al “ grande viaggio”. In questa logica il modo migliore per allontanare “ la morbosa memoria” è rinnovarsi in continuazione. E’ cosi che i nostri due vecchi decidono di giocare al gioco degli invitati. Racchiudono in se la conoscenza, il senso della vita, la leggerezza, l’amore, il messaggio di salvezza e si dibattono fra reali e fittizie amnesie, fra catarsi e deficit.
Ionesco diceva: "Il mondo mi e' incomprensibile: aspetto che qualcuno me lo spieghi".
Compagnia Ginepro Nannelli_Direzione: Patrizia D'Orsi, Marco Carlaccini - Interpreti: Patrizia D'Orsi, Marco Carlaccini - Interventi sonori Claudio Rovagna - Costumi Antonella D’Orsi Massimo - Disegno luci Giuseppe Romanelli - Tecnico luci Giulia Belardi - Comunicazione Olga Carlaccini

del CINEMA

DEBUTTO
“ 365 – IL TEMPO DI UN VIAGGIO” di Roberto Minini Merot
NELLE SALE ITALIANE dal 5 Giugno 2014
365 ha l’ambizione di descrivere e raccontare, con respiro corale, la figura umana e artistica di un grande musicista, le sue esperienze, i suoi vissuti, il mondo cui appartiene. Più che una biografia o un ritratto di Paolo Fresu, il film
disegna una geografia di emozioni: i ricordi, le tradizioni e gli stili musicali, gli incontri, i tanti luoghi percorsi –città e paesaggi naturali, luoghi d’arte e luoghi sacri, teatri e sale di registrazione - danno vita alla ricerca di un artista che proietta la propria immagine in un altrove, dove il confronto e la condivisione con altre esperienze, le sue riflessioni, quelle degli amici o di chi lo ammira come esempio da seguire, trovano la propria ragion d’essere in quello spazio sottile in cui si esprime il suo viaggio interiore, sempre e solo nel
nome della musica. Vic e Raffaele sono in viaggio. Raffaele è un giovane musicista che si sta affermando come nuova promessa del jazz. La “Tuk Music”, l’etichetta di Fresu, gli ha pubblicato il primo disco, e ora è atteso ad un importante appuntamento live. Vic è il manager di Fresu e sta seguendo da vicino gli sviluppi della carriera di Raffaele, il quale sta vivendo in prima persona la realizzazione di un sogno: ha conosciuto un “maestro” che crede nel suo talento. Il viaggio è l’occasione per un intenso e appassionato dialogo sul mondo musicale di Fresu, sul suo modo di vivere e intendere la musica, abbracciando con essa altre sfere dell’arte: la poesia, la letteratura, il teatro, l’arte
visiva, il cinema.
Genere: Docufilm - Durata: 100 min. - Nazione: Italia
Produzione: Myro communication - Coproduzione: RSI Radiotelevisione italiana, Tuk Music e Own Air srl -Distribuzione: Mariposa Cinematografica, Own Air srl
Regia: Roberto Minini Merot – Interpreti: Paolo Fresu  - Fotografia: Enrico Maria Brocchetta, Angelo Volponi, Alberto Bernasconi, Daniela Bellu - Suono: Sergio Bianchi, Federico Minini, Mauro Tondini - Sound Engineer e Mix finale: Federico Minini - Editor Supervisor: Enzo Papetti - Additional Editor: Enrico Lotti - Assistenti di produzione Myro: Saverio Boggi, Lucia Leoni, Valentina Oldrati
Assistente di produzione RSI: Marcella Mantovani - Post-produzione audio: BoomBox Studio-Milano - Post-produzione finale digitale: Myro Film – Milano - Animazione sigla Artwork: Benno simma e Matteo Moretti
www.ownair.it/365

PROSEGUE...
“ FUORI STRADA” di Elisa Amoruso
NELLE SALE ITALIANE dal 27 Marzo 
Pino/Beatrice è un meccanico, campione di rally, transessuale. Nel suo percorso di trasformazione, incontra Marianna, una donna rumena che fa da badante a sua madre, se ne innamora e decide di sposarla. Marianna lo accetta così com’è, con la sua diversità e fragilità e due anni fa riescono a sposarsi, entrambe vestite da sposa. Pino/Beatrice è sia moglie che marito e sia padre che madre per il figlio di Marianna, che è parte della loro famiglia. Fuoristrada è la storia di un amore che unisce una famiglia non convenzionale, un Paese spesso troppo convenzionale.
Genere: documentario -  Durata: 66 Minuti –
Produzione: Meproducodasolo - Distribuzione: Fandango
Regia: Elisa Amoruso  - Sceneggiatura:Elisa Amoruso -  Musiche:Ratchev & Carratello  - Fotografia:Giorgio Horn, Martina Cocco -  Montaggio:Chiara Griziotti  - Scenografia:Roberta Iaciin.
http://www.fandango.it/

PROSEGUE...
 “SONG OF SILENCE” di Chen Zhuo
NELLE SALE ITALIANE da Giovedi 29 Maggio 2014
In lingua originale con sottotitoli in italiano
Opera d’esordio del regista Chen Zhuo. Tratto da una storia vera, il film delinea con cura ed estrema sensibilità questioni come il disfacimento della famiglia, il disorientamento dei giovani, l’aborto e l’incesto. Cinema d’autore suggestivo e profondo, che fluisce nello spettatore grazie al potere dell’immagine.
Jing è un’adolescente sordomuta, figlia di genitori separati. Abita in un villaggio di pescatori con il nonno e lo zio perché non vuole vivere con la madre e il suo amante. Trascura gli studi e cerca costantemente rifugio dal giovane zio, l’unica persona a farla sentire amata. Ma il rapporto tra i due finisce per oltrepassare i limiti della moralità, così la ragazza è costretta a trasferirsi in città dal padre, condividendo la sua nuova casa con Mei, l’amante del genitore. Il rapporto tra due donne così diverse, con il passare del tempo, si trasformerà: l’ostilità e la diffidenza diverranno comprensione e solidarietà…
Regia: Chen Zhuo - Sceneggiatura: Chen Haoyang, Chen Zhuo, Sung Yankui - Interpreti : Li Qiang, Yin Yaning, Wu Bingbin, Yu Xuan - Fotografia: Shi Yue  - Montaggio: Chen Zhuo  - Musica: Jiang Anqing
Produzione: Beijing Tiger Entertainment & Media, Harvest Films
Distribuzione: Distribuzione Indipendente
www.distribuzioneindipendente.it

PROSEGUE...
“ST@LKER” di Luca Tornatore
NELLE SALE ITALIANE da Giovedi 15 Maggio 2014  
Alan e Ines lavorano come procacciatori in grandi società multilevel. Alan è separato ed è andato a vivere in un magazzino fatiscente, portandosi solo due materassi, un televisore, una stufa e un sacco da boxe, con cui si sfoga spesso durante il giorno. L'ex moglie, dopo anni di soprusi, si rifiuta di vederlo e di parlargli, divenendo così vittima di atti di stalking, sia reali sia informatico-virtuali. Ultimamente Alan si rifiuta di lavorare, e passa il suo tempo nel tentativo, il più delle volte frustrato, di chattare su siti di online-dating. Ines vive sola, con fare metodico, priva di appagamento sia nel lavoro sia nelle relazioni private, dilettandosi di letture e di piccoli hobby. Ha una sola amica intima, Mina, collega di lavoro, che la introduce nel mondo, fino all'ora a lei sconosciuto, dei social network. Lì incontrerà Alan, con cui si lascerà andare in una relazione virtuale, uscendo dall'apatia, ammaliata da una persona che in rete risulta essere l'opposto della realtà. Ma la vera indole di Alan pian piano verrà fuori, fino ad avere il sopravvento .
Regia Luca Tornatore - Soggetto e sceneggiatura: Luca Tornatore - Aiuto regia: Simone Mogliè – Interpreti: Ignazio Oliva, Anna Foglietta, Francesco Salvi, Anna Ferzetti, Alessio Vassallo, Anna Ferruzzo, Renato Marchetti - Fotografia Francisco Gaete Vega – Costumi: Sabrina Beretta –Trucco: Claudia Spina - Art director: Andrea Camandona - Presa Diretta: Silvio Cambedda – Montaggio: Luca Tornatore - Montaggio del suono: Fabrizio Belli – Musica: Gianni Caldararo
Produzione: DM Communication
Distribuzione: Cineclub Internazionale; collaborazione con Mariposa Cinematografica
www.cineclubinternazionale.eu

PROSEGUE...
IL MONDO FINO IN FONDO di Alessandro Lunardelli
NELLE SALE ITALIANE da Mercoledi 30 Aprile 2014
Davide e suo fratello Loris vivono ad Agro, un paesino del nord Italia. Figli di un industriale della zona, i due lavorano nella fabbrica di famiglia. Davide ha diciotto anni ed è gay, Loris ha quasi trent’anni e non ha idea che suo fratello sia omosessuale, per lui l’unica cosa che conta è il calcio, o meglio, l’Inter. È proprio per seguire in trasferta la sua squadra del cuore che Loris chiede a Davide di andare con lui a Barcellona a vedere la partita. In Spagna, Davide conosce Andy, cileno ed ecologista convinto, di cui si invaghisce al primo sguardo; Andy invita Davide ad andare con lui a Santiago e il ragazzo non può fare a meno di seguirlo. Arrivato in Cile, Davide entra in contatto con un mondo a lui sconosciuto, fatto di lotte ecologiste e di attivisti a capo dei quali c’è Ana, l’ex ragazza di Andy. Davide decide di rimanere a Santiago e di iniziare una nuova vita lontano dal provincialismo di Agro, ma non tutto va come previsto.
Produttrice: Rita Rognoni_Regia: Alessandro Lunardelli – Soggetto: Alessandro Lunardelli  - Sceneggiatura: Alessandro Lunardelli, Vanessa Picciarelli – Interpreti: Luca Marinelli, Manuela Martelli, Camilla Filippi, Filippo Scicchitano, Alfredo Castro, Cesare Serra Partecipazione: Barbora Bobulova  - Direttore della Fotografia:  Maura Morales Bergmann (AIC) - Musiche Originali: Pasquale Catalano - La colonna sonora originale è prodotta da:  Warner Chappell Music Italiana s.r.l.- Canzone originale “Up to the world”: Nicola Pomponi - Brani “Teeo” e “It glows”: Vadoinmessico – Scenografia: Roberto De Angelis, Sebastian Munòz – Montaggio: Alessandro Lunardelli, Cristiano Travaglioli (A.m.c.) – Costumi: Cristina Audisio, Carolina Espina - Suono in presa diretta: Valentino Giannì, Freddy Gonzales
Produzione: Pupkin Production e Rai Cinema
Realizzato con il contributo del Ministero per i beni e le attività culturali - Con il sostegno di Film Commission Torino Piemonte
Distribuzione: Microcinema Distribuzione

per l’ARTE

PROSEGUE...
 “FRIDA KALHO” a cura di Helga Prignitz-Poda
SCUDERIE DEL QUIRINALE – Roma – sino a Domenica 31 Agosto, orari vari.
Una grande mostra sull'artista messicana Frida Kahlo (1907-1954), simbolo dell'avanguardia artistica e dell'esuberanza della cultura messicana del Novecento. Roma e Genova presentano con un progetto congiunto e integrato due importanti mostre incentrate sull’opera dell’artista messicana Frida Kahlo. La mostra romana indaga Frida Kahlo e il suo rapporto con i movimenti artistici dell’epoca, dal Modernismo messicano al Surrealismo internazionale, analizzandone le influenze sulle sue opere, comprende una selezione di circa 130 opere, dipinti e autoritratti, tra cui l'Autoritratto con collana di spine del 1940 mai esposto in Italia, e i ritratti di Frida realizzati dal suo amante Nickolas Muray. 
Sponsor: Etro e BioNike 
www.scuderiequirinale.it


Kirosegnaliamo esce all’inizio di ogni settimana, chi volesse darci comunicazione di eventi con rilievo artistico-culturale può scriverci a kirolandia@gmail.com oppure info@kirolandia.com,  entro la domenica precedente, specificando chiaramente la richiesta di segnalazione, provvederemo previa specifica selezione all'inserimento … 

Se consideri questo post interessante scrivi un commento e/o clicca mi piace!!!    

Nessun commento:

Posta un commento