MENU

K-HOME | KIROLANDIA | KIRI | REGOLAMENTO | CONTATTI  | corrente culturale | frida.artes | cookie law
Kirosegnaliamo | Kiroalmanacco | Kirosegnaliamo
K-NEWS |FOTO | RACCONTI | POESIE | DISEGNI/PITTURE | VIDEO | PALCOSCENICO | MUSICA | ARTE | CINEMA | LIBRI | COSTUME/SOCIETA' | SCIENZE/NATURA
IppoKiro PutzoKiro MayaKira LoveKira VirusKira ManuKira AttiroKira Krouge ChiKira VolpocaKiro MireKira

lunedì 3 novembre 2014

KIROSEGNALIAMO 3-9 Novembre 2014




Kiri, continuano le segnalazioni in Kirolandia blog di cooperazione dell'omonima corrente culturale.
Per voi, di settimana in settimana, alcuni suggerimenti, piccoli e grandi, sia In che Off, selezionati sulla base delle vostre importanti indicazioni, in pieno kirostile, qualità libera da tutto e da tutti!!!



in PALCOSCENICO


DEBUTTO
“DONNE E MAFIA” di Simonetta De Nichilo
TEATRO DUE ROMA teatro stabile d'essai - Roma - da Martedi 4 a Domenica 9 Novembre -  ore 21.00_dom ore 18.00
Dopo il successo di pubblico e critica conseguito durante la rassegna Sguardi S-Velati 2013, torna in scena lo spettacolo che per il suo elevato valore civile ha conseguito il Premio del Festival Antimafie e Diritti Umani DIRITTINSCENA Roma 2013
Tra echi di sonorità arcaiche e tragiche, prendono corpo e voce sette figure femminili che, nonostante i lutti e l'omertà, hanno scardinato il potere mafioso: la vedova dell'agente Schifani, la giovane Rita Atria, la figlia di Borsellino e poi ancora Saveria Antiochia, madre di un poliziotto trucidato e le testimoni di giustizia Michela Buscemi e Maria Concetta Cacciola.
Donne di famiglie criminali che pagano il loro coraggio con la vita e donne che raccolgono il testimone dai loro cari vittime della mafia per amore di legalità e giustizia.
Voci di figure femminili che, attraverso il racconto delle loro vite eroiche, ci trasportano in un viaggio nel tempo e nei luoghi che hanno visto la nascita e lo sviluppo del fenomeno mafioso.
Donne che con la vita hanno lottato per la legalità come sinonimo di libertà. Esempio maturo di azione scenica che diventa azione e impegno sociale, perché la scena diventi luogo di riflessione e di consapevolezza civica.
CREATIVAMENTE associazione culturale_ Autrice e regista: Simonetta De Nichilo Interpreti: Chiara Carpentieri, Simonetta De Nichilo, Anna Rita Gullaci, Tiziana Santercole, Silvia Scotto, Chiara Spoletini e Roberta Sciortino

DEBUTTO
“RICCARDO IIIdi Michele Sinisi
da William Shakespeare
TEATRO OROLOGIO  Sala Gassman - Roma  - da Martedi 4 a Domenica 23 Novembre,  ore 21.15_dom ore 17.45
Il testo di Shakespeare si apre con un monologo di Riccardo che vale la bellezza dell’intera opera e che condensa tutta la vicenda. La narrazione che ne segue apre all’aspetto più profondo, all’animo del personaggio e di chi gli sta intorno, degli altri personaggi, ahimè di noi. Riccardo annuncia cosa farà, il perché, e con la sua “teatralità”, la sua deformità, alimenta in segreto il desiderio di conoscerlo.
Il posticcio e la finzione, l’artificio che induce a credere, in questo personaggio sembrano trovare una delle occasioni più emblematiche e la magia del teatro diventa una grande bugia.
Il lavoro è costruito sul monologo inziale di Riccardo e su cosa serve per realizzare i personaggi, per farli vivere agli occhi dello spettatore.
Lui diventa cattivo perché la vita gli ha tolto tanto. La cattiveria con cui invade la storia non è comodamente assoluta ma è generata dalla vita vissuta sotto il cielo, con le aspettative che questa tradisce, i sogni che non ci permette di realizzare. Le sottrazioni dell’animo di Riccardo si somatizzano e le ferite mostrano una diversa evoluzione della bellezza.
C’è una forte nostalgia in quell’inizio perché niente è più doloroso della coscienza di ciò che non sarà più. Lo spettacolo non racconta una storia, la fa vedere e il testo ha un ruolo musicale, da sentire più volte fino a comprenderlo sulla scena più di quanto il foglio non possa fare. - Michele Sinisi -
Fondazione Pontedera Teatro e Teatro Minimo_ Autore, regista e Interprete: Michele Sinisi-Collaborazione alla scrittura scenica: Francesco Asselta e Michele Santeramo - Direzione tecnica Alessandro Grass
http://www.teatrorologio.it

DEBUTTO
 “LA VITA NON E’ UN FILM DI DORIS DAY regia di Claudio Bellanti
TEATRO NINO MANFREDI - Roma – da Martedi 4 a Domenica 16 Novembre – ore 21.00_dom ore 17.30
Dopo il grande successo di pubblico riscosso in occasione delle anteprime umbre di Magione e Bevagna e del debutto ufficiale al Teatro dell’Angelo di Roma, lo spettacolo va in scena al Teatro Nino Manfredi di Ostia Lido Roma,  per poi spostarsi e proseguire la sua prima tournée al Teatro Vittoria di Ragusa e in altri numerosi teatri italiani.
“La scelta di mettere in scena La vita non è un film di Doris Day, commedia scritta e interpretata da Mino Bellei in occasione delle sue prime rappresentazioni degli anni ’90, nasce dal desiderio di rendere omaggio all’intelligenza con cui la drammaturgia italiana ha saputo, e sa tuttora, affrontare le questioni profonde dell’esistenza umana” spiega il regista Claudio Bellanti “il progetto è stato sposato da tre fra le più note interpreti del panorama teatrale italiano, ovvero Paola Gassman, Lydia Biondi e Mirella Mazzeranghi, che vestono rispettivamente i panni di Augusta, Amalia e Angiolina, amiche di lunga data che, da dodici anni, si ritrovano in occasione degli auguri di Natale. Diciamo che quelli che vanno in scena sono degli auguri un po’ insoliti, che degenerano fino a diventare al vetriolo. Le tre amiche finiscono, infatti, per rivelarsi senza alcun pudore tutte le scomode verità a lungo celate per il quieto vivere. E’ proprio qui che lo spettacolo si rivela con tutta la sua provocatoria freschezza e la sua dissacrante energia. Il pubblico si riconosce nelle taglienti dichiarazioni elargite generosamente dalle protagoniste della pièce, che, dopo essersi sfidate a colpi di esilarante e feroce sarcasmo, convergono nella profondità di un rapporto che le vede mettersi a nudo e unite da una sorte non poi così tanto dissimile. Perché la vita non sarà di certo rosea come un film di Doris Day, ma l’amicizia nulla teme”.
Prosegue al Teatro Nino Manfredi dal 4 al 16 novembre ed altri teatri.
MTM (MimoTeatroMovimento) eCinderella FlatBush, LLC_ Autore: Mino Bellei - Regia: Claudio Bellanti - Intepreti:  Paola Gassman, Lydia Biondi e Mirella Mazzeranghi - Assistente alla regia: Loretta Bonamente – Costumi:  Annalisa Di Piero- Disegno luci: Fabio Galeotti – Scenografia: Genella Falleri , Consulente musicale: Stefano Baroni -  Foto, video e grafica: e Gruppo Bento.
www.teatroninomanfredi.it

DEBUTTO
ESERCIZI DI RIANIMAZIONE reloadeddi Andrea Cosentino
TEATRO STUDIO UNO  - Roma -  da  Giovedi 6 a Domenica 9 novembre 2014 - ore 21.00_dom ore 18.00
Attore, autore, comico e studioso di teatro, artista eclettico e geniale, Andrea Cosentino apre la stagione 2014-2015 del Teatro Studio Uno di Roma
Lo spettacolo “Esercizi di Rianimazione – reloaded” in prima assoluta è una riflessione sullo statuto dell’arte che in questo nuovo passaggio dei suoi esercizi di clownerie nichilista si affianca alle sperimentazioni musicali del giovane compositore/performer Francesco Leineri, per l’occasione eseguite in scena con pianoforte, elettronica, strumenti giocattolo e oggetti vari.
Tra improvvisazioni senza rete e provocazioni situazioniste “Esercizi di Rianimazione – reloaded” è un incontro tra teatro e musica che gioca con il linguaggio gestuale e la praticabilità della scena per reinventare nuove grammatiche performative, sghembe, poetiche e divertenti, attraverso la contaminazione teatrale – agire nel grado zero, dove il contratto teatrale scaturisce dal contatto.
Nella sua ricerca scenica, linguistica e performativa, Cosentino incastra abilmente comico e tragico mettendo in relazione, anche in questo nuovo lavoro, diversi generi teatrali, dal teatro sperimentale al cabaret, passando dal teatro di figura a quello di narrazione, per restituire sulla scena un analisi ironica, profonda e pungente dell’arte e della società moderna.
Andrea Cosentino è oggi uno degli artisti più apprezzati della scena contemporanea grazie a spettacoli unici e originali come “Antò le Momò”, “Primi passi sulla luna” e “Not here not now.” In “Esercizi di Rianimazione – reloaded” affiancato dal giovane Francesco Leineri, talento emergente del panorama musicale indipendente, darà vita ad una nuova, surreale, folle performance in grado di coinvolgere, stupire ed entusiasmare.
Autore, regista e interprete: Andrea Cosentino - Feat: Francesco Leineri
www.teatrostudiouno.com

DEBUTTO
JANSI LA JANIS SBAGLIATA di Adriano Marenco e Alessandra Caputo
TEATRO STUDIO UNO  - Sala Specchi -  Roma -  da  Giovedi 6 a Domenica 9 novembre 2014 - ore 21.00_dom ore 18.00
Vincitore del Festival Inventaria 2014 per la categoria Monologhi/Performance e  nomination come Miglior Attrice al Roma Fringe Festival 2014 a Valentina Conti, in scena  a teatro Studio Uno in apertura di stagione
Un originale monologo scritto da Adriano Marenco e Alessandra Caputo che mette in luce la parte intima e oscura di Janis Joplin, uno squarcio nella sua vita e nelle sue canzoni, ripercorrendo le insicurezze, le paure e i desideri di una ragazza che malgrado il successo continuava a sentirsi dannatamente “sbagliata”.
Artista unica e indimenticabile scomparsa nel 1970 a soli 27 anni, entrando così a far parte del maledetto “club dei 27” del rock, Janis Joplin incarna il mito della star ribelle fatto di sregolatezza ed eccessi, voglia di affermazione ed inquietudine. Una biografia d’artista la sua che si confonde e si mescola indelebilmente con la vita privata tra fughe, speranze, delusioni e solitudine.
Da questa inscindibile unione, tra la Joplin pubblica e quella privata, nasce Jansi, un personaggio risorto dalla cenere e dalla terra scura, una sapiente sciamana che non possiede altro che ricordi e i feticci delle sue memorie.
“Jansi la Janis sbagliata” è una performance viscerale che grazie all’ottima interpretazione di Valentina Conti, diretta da Simone Fraschetti, restituisce un personaggio sopra le righe, disperato e rabbioso, folle e controverso ma nello stesso tempo sofferto e autentico, che accompagnerà lo spettatore direttamente nella parte più profonda e fragile di Janis Joplin.
PATAS ARRIBA TEATRO e PESCATORI DI POESIA TEATRO_ Autore: Adriano Marenco, con squarci di Alessandra Caputo- Regista: Simone Fraschetti - Interprete: Valentina Conti
www.teatrostudiouno.com

DEBUTTO
DOPO VIA RASELLA di Pierpaolo De Mejo
TEATRO ELETTRA- Roma – da Giovedi 6 a Domenica 30 Novembre - ore 21.00_dom. ore 17.00
Nel piccolo Teatro Elettra Pierpaolo De Mejo ha deciso di dare corpo e luce a una delle pagine più scure della nostra storia, l’attentato di Via Rasella.
Roma, 24 marzo 1944: l’eccidio di 335 persone alle Fosse Ardeatine, forse la pagina più nera dell’occupazione tedesca in Italia. Causa di quello scempio: l’uccisione di 33 soldati nazisti avvenuta il giorno precedente, 23 marzo, a via Rasella per mano dei GAP di Giorgio Amendola. Ma cos’accadde esattamente in quelle 24 ore che separarono l’azione dei GAP dall’eccidio? Su questo sfondo, si svolge la storia di Antonio, ferroviere della Roma popolare, ex alpino reduce dalla guerra in Grecia. La mattina del 24 viene arrestato dai tedeschi senza motivo, mentre va a lavoro. Sulla scena, un altro personaggio, la cui esistenza sembra indissolubilmente legata a quella di Antonio e a quel giorno fatidico, 24 marzo ’44, e una figura femminile, che racconterà eventi fondamentali del Ventennio e del conflitto.
Autore, regista: Pierpaolo De Mejo Intrpreti:  Olivia Cordsen, Pierpaolo De Mejo, Antonio Pisu - Progetto sonoro:  Armando Valletta
www.teatroelettra.net

DEBUTTO
TI HO SPOSATO PER ALLEGRIA” di Natalia Ginzburg, regia Piero Maccarinelli
In scena Emanuele Salce
TEATRO SAN BABILA - Milano - da Venerdi 7 a Domenica 16  Novembre – Mart, Giov, Ven, Sab ore 20.30_merc – dom. ore 15.30
Emanuele Salce ritorna a vestire i panni di Pietro, il protagonista della commedia più divertente di Natalia Ginzburg, lo spettacolo, che già lo scorso anno ha riscosso successo di pubblico e critica, farà tappa a Milano con la produzione di Erretiteatro30 di Roberto Toni.
Dopo l’apprezzatissimo “Mumble Mumble, confessioni di un orfano d'arte”, Emanuele Salce interpreta il protagonista maschile della commedia che fu anche una delle regie “cult” di suo padre Luciano, che nel 1967 diresse con enorme successo Adriana Asti (per cui la Ginzburg scrisse la commedia) e Renzo Montagnani poi portata anche sul grande schermo dallo stesso Salce con Monica Vitti e Giorgio Albertazzi.
Nella commedia della Ginzburg, Emanuele interpreta Pietro, neo-marito di Giuliana, interpretata da Chiara Francini, conosciuta da poco più di un mese. Lui è un professionista tranquillo e sicuro di sé, borghese ma anticonformista. Lei è svampita, romantica, tendente all’amore assoluto, ha avuto un passato tormentato, con diversi amanti ed un tentato suicidio alle spalle. Si sono conosciuti a una festa e si sono rapidamente innamorati. Così almeno crede lui, lei è un po’ dubbiosa. Quando una domenica arriva a pranzo la madre di Pietro, che ha preso malissimo le nozze del figlio ed è una borghese reazionaria e perbenista, Giuliana è sicura di non superare l’esame. E infatti combina un pasticcio dietro l’altro, aiutata dalla cameriera Vittoria, svitata quanto lei. Ma tutto finisce a ridere: d’altronde il posato Pietro ha sposato Giuliana proprio per allegria. Nel testo della Ginzburg, che farà tappa in diversi teatri d'Italia, non mancano situazioni esilaranti, ma trovano spazio anche riflessioni profonde sul rapporto di coppia, sull’aborto, sulla morte e sulla capacità di affrontare la vita a volte anche con leggerezza.
Quello di Pietro è un personaggio nuovo per me. Diverso dai ruoli di cattivo o pomposo con cui spesso mi cimento a teatro. Un personaggio attraverso il quale ho la possibilità di fare ciò che mi piace fare: esplorare nuovi mondi” e aggiungeSono molto legato a questo spettacolo. Sono nato metà degli anni Sessanta, quando mio padre metteva in scena il testo della Ginzburg; probabilmente sono stato tenuto in braccio in qualche camerino di uno dei teatri in cui veniva rappresentata la commedia, che fu un grande successo, replicata per più stagioni, e il film fu proprio il seguito di questa gioiosa accoglienza del pubblico.”
Erretiteatro30 di Roberto Toni_Autrice: Natalia Ginzburg – Regista: Piero Maccarinelli – Interpreti: Chiara Francini e Emanuele Salce e  Anita Bartolucci, Giulia Weber e Valentina Virando – Scenografa: Paola Comencini
www.teatrosanbabilamilano.it

DEBUTTO
SCAPPA SCAPPA LE CAPRETTE E IL LUPO” di Tiziana Lucattini
CENTRALE PRENESTE TEATRO  - Roma - (Per bambini dai 3 ai 10 anni), Domenica 9 Novembre- ore 16.30
Ispirato a una fiaba popolare slovena, il testo e la regia sono di Tiziana Lucattini, l’interpretazione di Rossana Damiani, Simona Parravicini e Fabio Traversa. Filastrocche, parole musicali e danza si fanno narrazione e raccontano la storia di un Lupo Bambino, di mamma Capra e di una piccola Caprettina. Il Lupo Bambino è tenero e vorace, buffo e maldestro, giocoso e pericoloso. Mamma Capra non è proprio infallibile, ma sa crescere insieme a sua figlia, la Caprettina, un po’ inquieta perché desiderosa di diventare grande. Tra loro si sviluppa un rapporto di solidarietà e quando la Caprettina cade nella trappola dei cacciatori, il Lupo non ne approfitta, anzi la porta in salvo. La storia parte da una fiaba popolare ma, contrariamente alla versione classica, qui non ci sono vinti o vincitori, furbi o cattivi. Tra i tre protagonisti si creano, invece, un’unione e un affratellamento che si producono attraverso l’ascolto, la condivisione e la solidarietà. Scappa scappa le caprette e il lupo è uno spettacolo per far pensare, commuovere e divertire grandi e piccini
Compagnia Ruotalibera Teatro_Autrice e regista: Tiziana Lucattini-Interpreti: Rossana Damiani, Simona Parravicini e Fabio Traversa- Direzione musicale: Antonella Talamonti-Consulenza coreografica: Rossana Damiani e Fanny Guinsbourg-Scene: Francesco Persico-Costumi: Paola Romoli Venturi-Disegno luci: Martin Beeretz-Organizzazione e promozione: Paola Meda e Serena Amidani
--
Spettacolo inerente alla Rassegna Infanzie in gioco 2014/15 del Centrale Preneste Teatro che prosegue sino al 29 Marzo 2015. Per il quarto anno consecutivo il sipario del teatro si apre per dare spazio a spettacoli dedicati ai più piccoli e alle loro famiglie. L’iniziativa è organizzata dalla Compagnia Ruotalibera e da Centrale Preneste Teatro per le nuove generazioni con il sostegno della Regione Lazio - Direzione Regionale Cultura e Politiche Giovanili e in collaborazione con il Municipio V di Roma Capitale.
Ogni domenica alle ore 16.30. In cartellone 24 spettacoli con racconti e storie per grandi e piccini. Alcuni sono proposti dalla Compagnia Ruotalibera, ma tantissimi sono gli ospiti provenienti da Roma e da tutta Italia. Un cartellone ricco e variegato che propone tanti spettacoli divertenti ed educativi per imparare e crescere in famiglia.

PROSEGUE
“SESSOLOSÉ mia madre non lo deve sapere” di Maria Antonia Fama e Lorenzo Misuraca
TEATRO TRASTEVERE - Roma - da Martedi 28 Ottobre a Domenica 9 Novembre 2014 - ore 21.00_ dom ore 18.00
Il collaudato trio Maria Antonia Fama, Alessandro Di Somma e Ermenegildo Marciante diretti da Velia Viti, tornano in scena con un testo di Maria Antonia Fama e Lorenzo Misuraca, uno dei tre spettacoli nati dal progetto Come risolvere in due problemi che da soli non avreste. I tre attori,  già protagonisti di Cuori monolocali e Appese a un filo, regalano al pubblico una serie di riflessioni ironiche, ma non certo meno veritiere, sul sesso.
Una commedia esilarante che racconta il sesso con profondità, passione e un pizzico di comicità, tra incontri al buio e voglia di maternità, autoerotismo e sesso di gruppo. Il tutto con l'aiuto di un singolare sessuologo, interpretato da Sebastiano Colla, che guiderà il pubblico alla ricerca della libido cosmica. O forse più semplicemente dell’amore per se stessi.
Sessolosè – mia madre non lo deve sapere che già lo scorso anno registrato più volte il tutto esaurito, indaga il sesso spogliandolo di tabù e ipocrisie a colpi di humour. I quattro attori, in  un'ambientazione surreale, affrontano in maniera del tutto ironica, uno dei temi più discussi e dibattuti, senza cadere in facili cliché.
Come risolvere in due problemi che da soli non avreste_ Autori: Maria Antonia Fama e Lorenzo Misuraca-Regia: Velia Viti-Interpreti: Maria Antonia Fama,  Ermenegildo Marciante, Alessandro Di Somma- con la partecipazione di Sebastiano Colla
www.teatrotrastevere.it

PROSEGUE
“ANCHE SE SEI STONATO” di Marco Presta
Marco Presta e Max Paiella
TEATRO OLIMPICO - Roma -  da Martedi 28 Ottobre a Domenica 9 Novembre -  ore 21.00_dom. ore 18.00
L'attesissimo debutto della copia di artisti Max Paiella e Marco Presta con la commedia "Anche se sei stonato", scritta ed interpretata dall'autore-attore Marco Presta con Max Paiella, Ketty Rosselli, Marianna Valentino e Il Maestro Attilio Di Giovanni.
La vita consiste nel farsene una ragione. L’amore è il settore dove riuscirci è più difficile. “Anche se sei stonato” è una commedia che racconta la storia di Giacomo, un uomo che è stato lasciato dalla moglie. Forse, lei ha un altro. Più che forse. Sicuramente forse. Giacomo non riesce a farsene una ragione. Quando gli amici si stancano di ascoltare i suoi tormenti sentimentali, non gli rimane che giocare la carta estrema, cioè andare da uno psicologo, figura che ha la stessa disponibilità di un caro amico, ma con una differenza: sta a sentire i tuoi piagnistei, ma chiede ottanta euro per farlo. Il professionista gli consiglia di “spostare l’attenzione” dai suoi problemi coniugali a qualcos’altro. Qualcosa che lo distragga, qualcosa che sia distante da lui e dalla sua forma mentis. Così, Giacomo inizia a seguire un corso di canto, benché non abbia nessuna predisposizione. I suoni che riesce a emettere, più che a una melodia, fanno pensare a una colica renale. Il suo insegnante è Valerio, una persona molto diversa da lui, che all’unicità del sentimento preferisce la varietà dell’offerta. Insomma, è un donnaiolo. Tra una lezione e l’altra, tra uno standard di Cole Porter e una vecchia canzone italiana, i due uomini diventeranno amici, anche se il loro modo di stare al mondo è diametralmente opposto.
Riuscirà Giacomo a risolvere i suoi problemi con l’aiuto di Valerio e della musica? Certe volte, succedono cose incredibili. Anche se sei stonato.
LSDedizioni_Autore: Marco Presta- Regia:Francesco Brandi-Interpreti:Marco Presta,Max Paiella e Ketty Roselli, Marianna Valentino - Con la partecipazione di Attilio di Giovanni-Scene:Andrea Simonetti
www.teatroolimpico.it

PROSEGUE
“SE TUTTO VA MALE, DIVENTO FAMOSO!” di Gabriele Pignotta
TEATRO GHIONE  -Roma- da Martedi 28 Ottobre a Domenica 9 Novembre-ore 21.00_dom. ore 17.00
Dopo il successo cinematografico di “Ti sposo ma non troppo” Gabriele Pignotta torna a teatro con una commedia innovativa, originale e sorprendente: “Se tutto va male, divento famoso!” in scena al Teatro Ghione di Roma dal 28 ottobre al 9 novembre.
Sul palco lo stesso Pignotta con Fabio Avaro, Cristiana Vaccaro e Siddhartha Prestinari sono Jacopo, Micaela, Sara e Dario, dipendenti di un’importante multinazionale che si ritrovano inaspettatamente senza lavoro. E’ così che l’intraprendenza e la voglia di riscatto di Jacopo li spingerà verso un’idea davvero bizzarra: partecipare ad un talent show televisivo per tentare di aggiudicarsi il premio in denaro  e risolvere così tutti i loro problemi.  I quattro colleghi, tolte cravatte e tailleur, si chiudono in una sala prove per cercare di trovare l’idea vincente che gli permetta di superare le selezioni del popolarissimo programma televisivo. C’è solo un piccolo problema: non hanno nessun talento. Riusciranno dunque nella loro impresa? Diventeranno famosi? La scelta di andare in televisione si rivelerà l’idea giusta?
Gabriele Pignotta mette in scena una pièce teatrale travolgente e dissacrante, con una colonna sonora irresistibile, che diverte, ma allo stesso tempo invita a riflettere su temi forti e attuali come la crisi economica globale, l’ossessione dell’apparire a discapito dell’essere e la grande influenza dei media sulla nostra percezione della società.
DIAGHILEV SRL in collaborazione con COMEDY PRODUCTION_Autore e Regista: Gabriele Pignotta-Interpreti:Fabio Avaro,Cristiana Vaccaro,Siddhartha Prestinari-Scenografia:Tiziana Liberotti-Musiche:Stefano Switala-Costumi:Agata Cannizzaro-Luci:Maxi Lumachi-Aiuto regia e collaborazione testi:Valerio Groppa-Organizzazione generale: Monica di Napoli
www.teatroghione.it

PROSEGUE
 “DIAVOLI IN CUCINA” di Gianni Quinto e da Massimo Natale
TEATRO DEI SATIRI Sala Grande - Roma – da Mercoledi 29 Ottobre a Domenica 16 Novembre – ore 21:00_ Dom. ore 18:00
“Diavoli in cucina” è un locale famoso in città, anche perché ci lavorano quattro uomini che servono ai tavoli e alternano all'essere semplici camerieri momenti comici, divertenti e musicali.
I camerieri artisti sono anche grandi amici e nei momenti in cui il pubblico non c'è, si confidano, si confrontano, ma soprattutto si massacrano scherzosamente.
Tutto cambierà quando il personale del locale dovrà essere ridotto: uno di loro è di troppo e allora si scatenerà una guerra.
La commedia scritta da Gianni Quinto e da Massimo Natale che ne cura anche la regia, è un graffiante spaccato degli eventi che stiamo vivendo: dalla disoccupazione in crescita all’aumento dei programmi tv dedicati alla cucina, come se l'unica cosa che si possa fare per risolvere i tanti problemi che assillano il paese è cucinare.
In scena Marco Simeoli Alessandro Tirocchi, Maurizio Paniconi e Jacopo Pelliccia. Quattro attori capaci di dare ritmo e divertimento ad uno spettacolo che sarà una vera e propria sorpresa.
Autori: Gianni Quinto e da Massimo Natale – Regista: Massimo Natale-Interpreti: Marco Simeoli, Alessandro Tirocchi, Maurizio Paniconi e Jacopo Pelliccia.
www.teatrodeisatiri.it

del TEATRO con degustazione di VINO

DEBUTTO
“DI VINO COMMEDIA” di Nicola Michele
teatro e musica dal vivo intorno alla “Divina Commedia”
CASA DELLE CULTURE DI ROMA – Roma -  da Martedi 4 a Domenica 9 Novembre,  ore 21.30_dom. ore 18.00
Vino, letteratura e teatro sono un intreccio che fin dall’antichità hanno stretto un connubio immortale, infinite sono le citazioni letterarie sul “nettare degli dei” che rimandano ad un dialogo ininterrotto nel tempo che racconta la storia dell’uomo stesso. “Di vino Commedia” è tutto questo e tanto di più. È un percorso sensoriale, in cui le parole e la musica dal vivo offrono al pubblico un viaggio denso di emozioni, dove è facile riallacciare i fili della memoria e ritrovarsi a vivere in prima persona l’arte scenica, abitando il palcoscenico.
L’attore e regista Nicola Michele interpreterà alcuni passi della Divina Commedia, percorrendo il celebre momento in cui Dante si trova smarrito "per unaselva oscura" e incontra il poeta Virgilio, poi sarà la volta del viaggiatore Ulisse che volle superare i limiti raggiunti fino a quel momento dall'uomo "per seguir virtute e canoscenza" per approdare, infine, al canto conclusivo del Paradiso, culmine di un viaggio spirituale carico di significati e simboli che ancora oggi, dopo otto secoli, affascina e stupisce.
Le musiche originali dal vivo del chitarrista Alessandro Manunza, accompagneranno l’intero percorso. Ma sarà il vino a fungere da trait d’unione. Tre i vini protagonisti che verranno degustati nel corso durante la declamazione dei canti danteschi, che di volta in volta, verrà abbinata per aromi, colori, profumi e suggestioni.
I vini sono offerti dalle cantina di Dolia Nova.
Cooperativa Sociale Salto Del Delfino Elmas ( Cagliari)_Interprete e regist: Nicola Michele-Musiche originali eseguite dal vivo alla chitarra: Alessandro Manunza-Foto di scena Andrea Sanna

circa il BURLESQUE

DEBUTTO
“ROYAL BURLESQUE REVUE” << Il Burlesque come non l'avete mai visto! >>
TEATRO CENTRALE - Roma  - Venerdì 7 Novembre 2014,  dalle ore 20.00 alle ore 04.00 – varie soluzioni: Aperitivo - Tavolo Bar – CenaSpettacolo-Free Entry dalla Mezzanotte
Burlesquers & Boylesque sul palco del Teatro Centrale: Missy Fatale (London, UK) // Giuditta Sin (Roma, Italy) // Russell Bruner (Portland, USA)  - Special Guest & Mistress of Ceremony:  Sin Sara Bin & Tina Topago - Retrò Dj Set by: Virgil DeNice
Il Teatro Centrale si conferma palco di prestigio per il Burlesque made in Italy. Dall'unione della nota agenzia d'eventi milanese (ma dal forte respiro europeo) Voodoo Deluxe, con Albadoro Gala (Direttrice Artistica e Produttrice del Caput Mundi IBA, Festival internazionale di Burlesque a Roma), giunge nella capitale il ROYAL BURLESQUE REVUE, che a partire dal 7 novembre avrà cadenza mensile nella città eterna, ospitando ogni volta i maggiori nomi del panorama burlesque internazionale e non...
Quando passione e professionalità si fondono insieme, ciò che ne vien fuori è un vero e proprio miracolo sotto i riflettori. L'internazionale Voodoo Deluxe, agenzia leader nell'intrattenimento Retrò&Burlesque, incontra lo spirito dirompente di Albadoro Gala. Nasce così il <<Royal Burlesque Revue - Rome>> il Burlesque Show, come non l'abbiamo mai visto!
Le atmosfere dimenticate; un whiskey nel foies d'un teatro addobbato a festa, dove cresce l'attesa per lo spettacolo imminente; i bicchieri di cristallo che riflettono la luce soffusa dei lampadari... Finalmente, dopo tanto girovagare, il Burlesque trova casa a Roma e accoglie il miglior "RetróShow & CabaretBurlesque" della scena internazionale, che dall'ombra della madunina, alle luci del Colosseo, arriva al Teatro Centrale con l'attesissimo show per gli amanti del genere, portando on stage l'onirica e sognante Giuditta Sin, l'elegante Missy Fatale e istrionico ed imprevedibile Russell Bruner, boylesque di professione ed amatore per passione.
Conducono il tutto le special guest Sin Sara Bin & Tina Topago, per l'occasione eccelse maestre di cerimonia insieme al direttore d'orchestra e Dj Virgil DeNice, che proporrà al pubblico (dopo la mezzanotte), una selezione del miglior swing d'annata, insieme a Rhythm & Blues, Rock'n'Roll, Exotica e molto altro ancora...
E' vivamente consigliato (ma non obbligatorio), un dress code adeguato per l'occasione. Il Royal Burlesque Revue porterà il proprio pubblico indietro nel tempo, dove per una serata di gala i comodi jeans&sneakers non erano certo opportuni. Cilindri, gilet e paltò sono i benvenuti, così come corsetti, flappers e piume di struzzo verranno apprezzati... Farà d'accogliente cornice il Retrò Vintage Market: curiosando tra i banchi, il pubblico avrà modo di scoprire tutto un movimento manifatturiero di oggettistica e accessoristica retrò & burlesque. Saranno presenti tra i tanti espositori il banchetto di lingerie burlesque di RacyBaby Corsets, gli accessori di scena firmati Baci di Gala, Sara Doll con i suoi fashinator, i celeberrimi papillon di Pietro Russo, l'oggettistica e abbigliamento di B-Deny e tanti altri ancora...
Fornitore ufficiale dell'evento: iRooms Rome.
Voodoo DeLuxe & Albadoro Gala_ Sul palco: Missy Fatale, Giuditta Sin, Russell Bruner - Special Guest & Mistress of Ceremony:  Sin Sara Bin & Tina Topago - Retrò Dj Set by: Virgil DeNice
www.centraleristotheatre.com

in merito ALLE MOSTRE con INTERVENTI

PROSEGUE
IL PIANETA VERDE di Manuela Vitali
Mostra Pittorica Sensoriale
Con il Patrocinio Comune di Gubbio.
In collaborazione con: Biblioteca Sperelliana, Kirolandia, Libreria Fotolibri, Futurando, Gaia, Villa Taticchi, Alberi Maestri
SALA ESPOSITIVA DELLA PORTA – Gubbio – da Sabato 25 Ottobre a Domenica 16 Novembre – orari vari
“Quel mondo colorato e pulito che sognavo da bambina... ancora lo sogno è un pianeta verde pieno di vortici colorati” Manuela Vitali
MANUELA VITALI torna con la sua nuova personale IL PIANETA VERDE ed invita tutto il suo pubblico a    coinvolgersi attraverso un percorso pittorico sensoriale fatto d’armonia, amore e rispetto.
Dopo la sua prima personale “Vortici e Colori” del 2012 a cui è legata anche la pubblicazione di una raccolta di belle fiabe, l’artista rielabora il suo universo colorato facendo ancora una volta prendere vita alle sue rappresentazioni da potenti colori.
Vortici, alberi, violoncellisti, gattoni, città surreali... segna con loro e tra di loro percorsi di energie vitali, dimensioni sensoriali che tendono all’equilibrio.
L’inaugurazione è il 25 Ottobre alle ore 18.00
Seguono nei giorni successivi vari interventi:
- sabato 1 novembre - ore 17 Andrea Alessio Cavarretta scrittore metropolitano, narratore, drammaturgo, poeta, critico teatrale, direttore artistico di Kirolandia presenta  “Noi, la Luna la Nostra” letture
- domenica 2 novembre - ore 17 Vi presento Futurando con Francesca Taticchi, Massimo Di Giorgio e Ascanio Tagliaferri
Evento che vuole essere fucina di pensiero, crocevia di persone, di  idee e progetti. Al temine dell’incontro un aperitivo a base di prodotti naturali.
- venerdì 7 novembre - ore 21 Canti Gospel con gli Angels sabato 8 novembre - ore 17.30Gloria Germani filosofa, scrittrice con un background sia in filosofia occidentale  che orientale presenta il libro A scuola di felicità e decrescita: Alice Project
 - domenica 9 novembre - ore 11 Aperitivo con Alberi Maestri - Il linguaggio degli alberi - Aperitivo con Phito Salus e Alberi Maestri (Associazione per la tutela degli alberi)
Artista: Manuela Vitali - Coreografie ed allestimento: Luca Berettoni
Interventi: Andrea Alessio Cavarretta (Kirolandia) - Francesca Taticchi, Massimo Di Giorgio e Ascanio Tagliaferri (Futurando), Angels, Gloria Germani, Phito Salus e Alberi Maestri.

rispetto ai LIBRI

DEBUTTO
“VIOLE’” di Angela Micieli
LIBRERIA L’ARGONAUTA Roma - Mercoledì 5 novembre 2014, ore 18.00
Presenta il libro Ilaria Guidantoni, giornalista e scrittrice
“Viole’”,  nasce dall’omonimo spettacolo teatrale per dare “lettura” e ulteriore risonanza al tema della violenza sulle donne. Viole’, una parola troncata che richiama un nome, una parola spezzata che indica violenza. Dietro questa ambivalenza si snoda la storia. Una donna si racconta, mette a nudo i suoi ricordi tanto lontani quanto dolorosi, si rivela per quella che è fuori dagli schemi, mostra le sue angosce, le sue paure, ma anche il suo andare avanti nonostante. Attenta, le dicono, attenta, quasi un avvertimento, quasi un presagio che ciclicamente scandisce i ritmi della sua vita.“Mi ha chiamato Violetta, come i suoi fiori preferiti, come il suo profumo preferito… Violetta come la Signora delle camelie, come la Traviata, Violetta uccisa dall’ipocrisia del perbenismo, dai pregiudizi. Violetta, affamata di vita e di amore”. Scritto come un diario consegna un messaggio di coraggio che nasce dalla consapevolezza di sé, senza riscatto che non è di rivalsa né di denuncia. Il passato è la porta sul degrado fino alla soglia della felicità e poi giù all’inferno insieme ad una vita mai nata che diventerà la sua condanna. Il presente è la consapevolezza che il passato ci appartiene e con esso ci vanno fatti i conti. E i conti qualche volta non tornano, quando si pagano colpe altrui, si viene condannati per essere sopravvissuti, perché si uccide il mostro per legittima difesa. Ma la vita è più forte di tutto. Non sempre però c’è un finale del tipo “vissero felici e contenti”. A volte l’amore fa paura, a volte è troppo tardi. A volte è meglio insegnarlo l’amore, testimoniarlo perché altri, ancora in tempo, possano goderne appieno. Ognuno ha il proprio modo di amare, di essere donna e di essere madre. Violè ha scelto i libri per amare.
Associazione Culturale Khoreia 2000 
www.librerialargonauta.com


sul CINEMA

PROSEGUE
“PELO MALO” di Mariana Rondòn
NELLE SALE ITALIANE da Giovedi 30 Novembre
Vincitore del premio principale al Festival di San Sebastian 2013 e del premio per la migliore attrice, per la migliore sceneggiatura, premio Holden e premio dei lettori de La Stampa al Torino Film Festival 2013.
Junior ha nove anni e ha i “capelli ribelli”. Li vuole stirare per la foto del suo annuario, come un cantante pop alla moda. Questo lo mette in contrasto con sua madre, Marta. Più Junior cerca di sembrare elegante e farsi amare dalla
madre, più lei lo rifiuta, finchè lui si trova con le spalle al muro, faccia a faccia con una decisione dolorosa.
TRAILER
Distribuzione Cinematografica: Cineclub Internazionale Distribuzione - Direzione Commerciale: Mariposa Cinematografica
Regia e sceneggiatura: Mariana Rondón – Interpreti: Samuel Lange, Samantha Castillo.
www.cineclubinternazionale.eu

riguardo L’ARTE

PROSEGUE
“I BASSIFONDI DEL BAROCCO. La Roma del vizio e della miseria a cura di Francesca Cappelletti e Annick Lemoine
VILLA MEDICI - Grandes Galeries - Roma  - sino a Domenica 18 Gennaio,  da martedì a domenica (chiuso il lunedì) 11.00-19.00 (ultimo ingresso alle 18.30).
Curata da Francesca Cappelletti, professore di storia dell’arte moderna dell'Università degli Studi di Ferrara, e Annick Lemoine, responsabile del dipartimento di Storia dell'arte dell'Accademia di Francia a Roma e professore all’Università di Rennes 2.
In collaborazione tra l’Accademia di Francia a Roma – Villa Medici e il Petit Palais, Musée des Beaux-Arts de la Ville de Paris.
I bassifondi del Barocco svela il lato oscuro e volgare della Roma barocca, quello dei bassifondi, delle taverne, dei luoghi di perdizione. Una Roma “alla rovescia”, abitata dai vizi, dalla miseria e da eccessi di ogni tipo, che è all’origine di una stupefacente produzione di opere, ricca di paradossi e invenzioni. L’esposizione mostra per la prima volta questo aspetto trascurato della creazione artistica romana, da Caravaggio a Claude Lorrain, mostrando il volto nascosto della capitale del papato, fastosa e virtuosa, e degli artisti che lì vissero. Roma nel Seicento era il centro culturale più vivo e all’avanguardia d’Europa e attirava artisti da tutti i paesi. Italiani, francesi, olandesi, fiamminghi, spagnoli che vissero e fecero carriera nella capitale delle arti. A contatto con questa “splendida e misera città”, sovvertirono i codici espressivi e i canoni di bellezza, confrontandosi con l’universo dei bassifondi, la vita notturna e i suoi pericoli, il Carnevale e le sue licenze.
La mostra presenta più di cinquanta opere, realizzate a Roma nella prima metà del XVII secolo da artisti provenienti da tutta l’Europa, tra cui Claude Lorrain, Valentin de Boulogne, Jan Miel, Sébastien Bourdon, Leonaert Bramer, Bartolomeo Manfredi, Jusepe de Ribera, Pieter van Laer. Il pubblico potrà scoprire nelle Grandes Galeries i dipinti dei più grandi pittori Caravaggeschi, dei principalipaesaggisti italianizzanti e dei Bamboccianti, araldi della rappresentazione della vita comune di Roma e della campagna circostante. Quadri, disegni, stampe provenienti dai più importanti musei europei, ma anche opere che fanno parte di collezioni private, raramente esposte in pubblico.
Curatori: Francesca Cappelletti e Annick Lemoine
www.villamedici.it

PROSEGUE
“MEMLING. RINASCIMENTO FIAMMINGO a cura di Till-Holger Borchert
SCUDERIE DEL QUIRINALE – Roma – sino a Domenica 18 Gennaio, orari vari.
Per la prima volta al pubblico italiano una grande rassegna dedicata ad Hans Memling, l'artista che nella seconda metà del Quattrocento, dopo la morte di Rogier van der Weyden sotto cui si era formato, divenne il pittore più importante di Bruges, cuore finanziario delle Fiandre e centro di produzione artistica tra i più avanzati dell'area fiamminga. Una mostra monografica sull’eccelso protagonista assoluto del Rinascimento fiammingo. La mostra riguarda ogni aspetto della sua opera, dalle pale monumentali d'altare ai piccoli trittici portatili, oltre ai celeberrimi ritratti, genere in cui Memling seppe perfezionare lo schema campito su uno sfondo di paesaggio, che esercitò una fortissima seduzione anche presso numerosi artisti italiani del primo Cinquecento. Si approfondiscono le forme di mecenatismo che fecero da propulsore per la carriera dell'artista. Memling divenne il pittore preferito della potente comunità di mercanti e agenti commerciali italiani a Bruges, diventando l'erede dei venerati maestri fiamminghi ormai scomparsi, Jan Van Eyck e Rogier van der Weyden. Fin dall'inizio della sua attività indipendente come pittore di tavole, Memling riuscì a creare una sintesi dei notevoli risultati di entrambi quei maestri, già tenuti nella più alta considerazione dalla nobiltà italiana e dalle élite urbane che ne fecero il loro pittore di riferimento.
Curatore: Till-Holger Borchert
www.scuderiequirinale.it


Kirosegnaliamo esce all’inizio di ogni settimana, chi volesse darci comunicazione di eventi con rilievo artistico-culturale può scriverci a kirolandia@gmail.com oppure info@kirolandia.com,  entro la domenica precedente, specificando chiaramente la richiesta di segnalazione, provvederemo previa specifica selezione all'inserimento … 

Se consideri questo post interessante scrivi un commento e/o clicca mi piace!!!    

Nessun commento:

Posta un commento