MENU

K-HOME | KIROLANDIA | KIRI | REGOLAMENTO | CONTATTI  | corrente culturale | fridaartes | privacy e cookie
Kirosegnaliamo | Kiroalmanacco | Kirosegnaliamo
K-NEWS |FOTO | RACCONTI | POESIE | DISEGNI/PITTURE | PALCOSCENICO | MUSICA | ARTE | CINEMA | LIBRI | COSTUME/SOCIETA' | SCIENZE/NATURA | VIDEO
IppoKiro PutzoKiro MayaKira ManuKira AttiroKira VolpocaKiro MireKira Krouge VeraKira

sabato 16 giugno 2018

Un cast d'eccezione al femminile per TUTTE A CASA, spettacolo raffinato e di alto livello in scena al TEATRO MANZONI

Autore: Andrea Alessio Cavarretta (IppoKiro) 


 Recensione critica dello spettacolo  di TUTTE A CASA
di Giuseppe Badalucco e Franca De Angelis, regia di Vanessa Gasbarri
Replica, sabato due  giugno duemiladiciotto, TEATRO MANZONI - Roma.


TUTTE A CASA (La guerra delle donne) di Giuseppe Badalucco e Franca De Angelis è una bellissima opera teatrale tutta da godere dalla prima all'ultima sapiente battuta.

Sul palco del TEATRO MANZONI di Roma si alternano, attraverso ottimi dialoghi, cinque bravissime attrici, cinque caratteri femminili ben delineati che, con grande maestria, raccontano una vicenda di donne italiane nel periodo della Grande Guerra.

Il conflitto infuria, i maschi sono al fronte,  per combattere hanno abbandonato le loro occupazioni; tra le tante aziende in crisi, anche una rinomata ditta che produce autocarri rischia di chiudere, i cosiddetti amici già si stanno affacciando per offrire possibilità d'aiuto alla moglie dell'assente proprietario. Cosa fare? Dubbi, perplessità, timori, ma già qualche angelo del focolare, rimasto solo, per impossibilità di sostenere il bilancio familiare, si sta proponendo quale operaia, infrangendo quelle regole sociali tutte al maschile. Un'accorta segretaria supporta soluzioni innovative, quindi  la scelta: vendere, rimanere ad aspettare oppure prendere le redini e far vivere l'azienda con forza lavoro al femminile.


L'interessante trama si amplia, sino ad arrivare ad essere un vero e proprio romanzo storico messo in scena, che racconta di uno spaccato del nostro passato che vide le donne affacciarsi verso nuovi percorsi, che racconta, attraverso lotte di classe, il sorgere di  nuovi ideali, che descrive il differente modo di essere e del sentire femminile nell'affrontare anche questioni sociali e personali. Così, lo spettatore, parola dopo parola, sentimento dopo sentimento, si trova completamente immerso in quel passaggio epocale.

La drammaturgia è un vero fluire che, partendo da un ampio momento preparatorio, lentamente apre un percorso fatto di varie trame capillari. Una rappresentazione dall'alto contenuto, un'opera scenica, che si snoda tra detti e taciuti che, di volta in volta, si configurano anche in potenti manifestazioni corali.

L'interpretazione di Paola Gassman, Mirella Mazzeranghi, Paola Tiziana Cruciani, insieme a quelle di  Claudia Campagnola e Giulia Rupi è così corposa tanto da fare avvicinare totalmente il pubblico alle loro storie, riuscendo a far vivere ogni loro sentimento. Cinque ruoli ben definiti che, attraverso la bella regia di Vanessa Gasbarri, sono incastonati in una grande struttura, due corposi atti configurati dal ricco fluire delle azioni.

Una bellissima scenografia, dei costumi molto curati arricchiscono la messa in scena di TUTTE A CASA (La guerra delle donne), spettacolo raffinato e di alto livello a cui vanno i più forti applausi.

- Andrea Alessio Cavarretta - 



Pragma srl
presenta
TUTTE A CASA
(La guerra delle donne)
di Giuseppe Badalucco e Franca De Angelis
regia di Vanessa Gasbarri
con
Paola Gassman, Mirella Mazzeranghi, Paola Tiziana Cruciani
Claudia Campagnola, Giulia Rupi
 scene Francesco Ghisu