MENU

K-HOME | KIROLANDIA | KIRI | REGOLAMENTO | CONTATTI  | corrente culturale | fridaartes | privacy e cookie
Kirosegnaliamo | Kiroalmanacco | Kirosegnaliamo
K-NEWS |FOTO | RACCONTI | POESIE | DISEGNI/PITTURE | PALCOSCENICO | MUSICA | ARTE | CINEMA | LIBRI | COSTUME/SOCIETA' | SCIENZE/NATURA | VIDEO
IppoKiro PutzoKiro MayaKira ManuKira AttiroKira VolpocaKiro MireKira Krouge VeraKira

venerdì 6 luglio 2018

GAY VILLAGE una serata indimenticabile tra PINO STRABIOLI, GINO CASTALDO, RENZO RUBINO e i GENERAZIONE DISAGIO

Autore: Andrea Alessio Cavarretta (IppoKiro) 


Sono molto rare, forse pressoché inesistenti, le manifestazioni che possono dirsi realmente complete.

In ogni serata, il GAY VILLAGE esprime, attraverso la sua vastissima offerta, la possibilità, per tutte e tutti, di immergersi in un susseguirsi di ottimi attimi che spaziano dalla cultura all'intrattenimento, dal food and drink sino al divertimento.

Teatro, libri, musica, interviste, spettacoli di varia natura, tanta disco... tutto sino a notte inoltrata.

Prendiamo ad esempio un venerdì, lo scorso, ultima settimana di giugno, giorno 29 per essere precisi.

Incontro con gli amici nei pressi di Testaccio, proprio davanti al Mattatoio. E già perché quest'anno il megavillaggio rainbow fortemente voluto da Imma Battaglia, è nel centro della capitale, alla CITTÀ DELL'ALTRA ECONOMIA, in una delle zone con la più alta densità di locali e spazi culturali. Dunque location di facile raggiungimento da qualsiasi parte di Roma e con qualsiasi mezzo, macchina, motorino, bus, metro, bicicletta, piedi... punteggio massimo per questo dettaglio assolutamente non trascurabile, chiunque ci può arrivare e ritornare a casa anche di notte, pure con i mezzi pubblici, provare per credere.


Primo impatto: bella accoglienza non solo al botteghino, ma ancor prima, alla selezione. Primo saluto, primo sorriso, approccio molto cortese, da qui si segna tutta la serata, da qui si capisce che è un posto selettivo ma inclusivo, se questi sono i presupposti ci troveremo sicuramente bene.

Ore 20.30, entrata, solo 3 euro, che nemmeno...

Inizia la serata. L'ambiente e come te lo aspetti: bella gente. E subito cibo. Imbarazzo della scelta. Dove!?
Stasera vada per il panino,  ci sediamo ai tavolini davanti al furgoncino delle QUOCHE QUOCARINE, sotto le lucine a festa, con la promessa che dopo almeno la bomba alla crema dal CAFFÈ VERGNANO, palato appagato. Il bello? Accanto a noi gli artisti che si esibiranno subito dopo, si parla, si ride, si discute,  anche con loro, ci si selfa tutti insieme, ci piace, punteggio ottimo.

Voce d'annuncio, tutti verso il primo intrattenimento: alta cultura con disinvoltura.

Ora seduti nella platea del primo palco. Il sempre raffinato Pino Strabioli presenta IL ROMANZO DELLA CANZONE ITALIANA di Gino Castaldo edito da Einaudi, la musica italiana tutta in un romanzo ed è una carrellata di curiosità, risate, emozioni. Domenico Modugno, Mina, Lucio Dalla, Patty Pravo, Pino Daniele e tanti altri cantanti, attraverso i video e i racconti, aneddoti, sogni, ricordi. A sorpresa arriva Renzo Rubino, suona, canta, la platea si immerge nella sua bellissima voce, è assoluta leggerezza.

Primo step, tanti applausi e grande commozione.

Passeggiatina, al simpatico MERCATINO DELL'USATO GARBATELLA, bel momento di distensione per noi compratori compulsivi.

Altra voce d'annuncio, quindi tutti verso il secondo intrattenimento:  teatro del disagio, accattivante!

Noi già li conosciamo, sono il collettivo Generazione Disaggio da Milano qui su uno dei palchi estivi più importanti di Roma. Lo spettacolo diretto e co-scritto da Riccardo Pippa, DOPODICHÈ STASERA MI BUTTO, è il top, solo questa parola lo può definire bene. Critica sociale con divertimento. Battute a raffica, una dietro l'altra, improvvisazione di altissimo livello, platea continuamente coinvolta con tanti giochi. Interazione viva che fa riflettere. Una piéce che sorprende il pubblico per tutto il tempo, che non ammette una distrazione, che tira dritta tutta d'un fiato.
I quattro attori Enrico Pittaluga, Graziano Sirressi, Andrea Panigatti e Luca Mammoli sono bravissimi nel loro insieme, nei monologhi, nel sorriso e nel grandissimo disagio trasmesso. Complimenti.
Voto di critica: 9, giusto perché il 10 me lo tengo per il loro prossimo spettacolo.

I fuochi lontani, li sentiamo, li scorgiamo, è magia.
Passeggiatina, di nuovo rincontri con gli artisti, abbracci. Nuove conoscenze. Bomba alla crema come promesso, sempre con sorriso.

Una salto a sentire la radio ufficiale, M2O, a curiosare tra le interviste, a parlare con le speaker, vicinanze indimenticabili.

Le piste si affollano. Le luci si accendono. Sigla e poi..  sui due palchi i dj Enrico Meloni, Fabio Lanzone, Sandro Venditti, varie offerte musicali. MUCCA presenta MARVELLOUSE SUPERHEROES, super eroi rivisitati in chiave animazione, sotto la direzione di Diego Longobardi. Spettacolo veramente molto coinvolgente e soprattutto molto ben allestito. Si balla e come se si balla, tra una performance e l'altra.

Ed è il momento di un drink. Chiacchiere, la luna Piena, altri sorrisi.

Ma dove potete trovare qualcosa di simile!?
Noi lo abbiamo trovata: si chiama GAY VILLAGE e come non dirgli, grazie.


E stasera è un altro venerdì, ci si prepara, sul palco Franca Leosini  e Michela Andreozzi, intervistate dal direttore artistico Pino Strabioli e poi tanto ancora, e poi tanto altro divertimento.